Recensioni :: Romanzo :: Twilight

Copertina di Twilight Titolo originale: Twilight
Autore: Stephenie Meyer

Anno: 2005
Nazione: USA
Lingua: Inglese
Traduzione in lingua italiana: Luca Fusari
Editore: Fazi

Genere: Fantasy, Romantico, Ritardo mentale
Pagine: 443

È da circa un anno che sento parlare, di solito in termini entusiastici, di questo Twilight. Ho voluto aspettare che si concludesse la trilogia, con l’uscita di New Moon ed Eclipse, per iniziare a leggerlo. Nel caso si fosse rivelato un bel romanzo non avrei dovuto aspettare neanche un giorno per leggere il seguito!
Poi ho scoperto che nel frattempo la Meyer aveva messo in cantiere altri due romanzi, Breaking Dawn e Midnight Sun, ma ormai Twilight l’avevo comprato.

Al termine della lettura di Twilight avevo il cuore che mi batteva forte forte, e un turbine di sentimenti mi sconvolgeva. Sentimenti difficili da raccontare, e perciò, da brava aspirante scrittrice, cercherò di mostrarli:

Se vedessi la signora Stephenie Meyer appesa per una mano al cornicione di un palazzo di nove piani, le schiaccerei le dita.

Twilight o del Romanticume

Io sono una persona cinica, ma non per questo disdegno le storie romantiche, specie quelle di ambientazione fantastica. Ho riletto il manga di Video Girl Ai non meno di dieci volte, e non riesco mai a trattenere le lacrime quando Yota regala il vestito ad Ai o quando loro due festeggiano il primo compleanno di lei nel nostro mondo.

Video Girl Ai Capitolo Sesto
Video Girl Ai Capitolo Sesto: Il primo appuntamento con Yota indossando il vestito che mi ha regalato. Clicca per ingrandire

Perciò non mi ha mal disposta sapere che Twilight aveva a che fare con vampiri adolescenti innamorati. È vero, diversi neuroni si sono suicidati solo per l’argomento, ma in generale ero pronta a lasciarmi andare e frignare alla fine. Non è successo e anzi alla fine ero nera, perché Twilight è un pessimo romanzo.

La copertina giapponese di Twilight
La copertina dell’edizione giapponese di Twilight

La storia è la seguente: la signora Swan si è appena risposata con un giocatore di baseball professionista. Per questo dovrebbe essere sempre in viaggio al traino del nuovo marito, invece rimane a casa, ad accudire la figlia diciassettenne, Isabella (“Bella”).
Bella comprende il disagio della madre e per farla contenta decide di andare a vivere con il padre naturale, Charlie, capo della polizia di una minuscola cittadina, tale Forks.
Forks è un grumo di case in mezzo ai boschi, e uno dei luoghi più piovosi d’America. Le giornate sono sempre buie e grigie. La povera Bella, non appena si rende conto di dov’è finita, si pente subito della propria generosità, ma ormai il danno è fatto.

Uno dei principi cardine della narrativa è il conflitto. Nella buona parte dei casi tale conflitto è la lotta del protagonista, l’eroe, per vincere un problema (il cavaliere ammazza il drago che aveva rapito la principessa). Senza conflitto non c’è storia: se il drago non rapisce la principessa non c’è conflitto e non c’è niente da raccontare.
Qual è il conflitto in Twilight ? Bella è una ragazza carina ma non troppo, intelligente fino a un certo punto, goffa, insicura, timida, né ricca, né povera. È una persona qualunque. Questo è l’eroe. Il problema è: riuscirà una persona qualunque ad abituarsi alla vita in una piccola cittadina? Riuscirà a farsi nuovi amici a scuola? Si sentirà accettata?
Non è un granché, specie per una storia fantasy, ma la Meyer non è interessata a raccontare alcunché e infatti il problema è risolto per pagina 40 o giù di lì: Bella ha già un paio di amiche e ben quattro spasimanti, tra i quali il Ragazzo Più Bello della Scuola.
Infatti Twilight non è narrativa, Twilight è pornografia per ragazzine sceme.

Pornografia: niente a che vedere con il sesso, del tutto assente nel romanzo, è pornografia in quanto la storia non importa, importano solo le immagini in sé, costruite apposta per suscitare determinati sentimenti. Twilight, al pari di un film porno, è una sequenza di scene slegate, costruite apposta per appagare certe fantasie. Se si vuole un esempio meno crudo lo si può paragonare a un documentario sugli ornitorinchi: non vuol narrare niente, vuol solo mostrare un’ora d’immagini di ornitorinchi, per gli appassionati di ornitorinchi.

Ornitorinco
Ornitorinco

Ragazzine sceme: perché, Dio Santo, se una ha un minimo di fantasia è capace da sola d’immaginarsi di arrivare in una nuova scuola ed essere subito adorata da tutti, compreso il Bello di turno. Ci arrivo persino io. Quando butto dei soldi in un romanzo, voglio qualcosina in più, voglio che la mia fantasia sia aiutata da quella dello scrittore, manipolatore di fantasie per professione. Invece la Meyer non ha niente di più da offrire: lei è una qualunque, lui è il più bello di tutti. Lei ama lui e lui ama lei. Fine della (inesistente) storia.

Ma… ma lui è un vampiro!
Persino la Meyer, forse rileggendo una prima stesura, dev’essersi accorta che senza un qualche minimo elemento d’ulteriore interesse il romanzo non avrebbe venduto. Perciò, tanto per essere Originale (O maiuscola), ha deciso di rendere il Più Bello della Scuola un vampiro!

Ridi, Ridi ché la Mamma ha fatto gli Gnokki!

Vediamo cosa comporta essere vampiri nell’universo di Twilight:
I vampiri sono tutti bellissimi, per citare la protagonista: “bellezza assurda… sovrannaturale… dio greco… ecc. ecc.” Per citare una sagace commentatrice su iBS.it, Edward, il vampiro amante di Bella, è: trp gnokko.

Relativity di M.C. Escher
Esempio di bellezza assurda: forse anche M.C. Escher era uno gnokko!

Essere dei vampiri gnokki implica l’immortalità. Avere forza, agilità e resistenza molto superiori a quelle umane. Avere i sensi molto più sviluppati e quando si compie la mutazione si ottiene anche un potere bonus: c’è il gnokko che predice il futuro, il gnokko che può influenzare lo stato d’animo altrui e il gnokko Edward è un telepatico.
Una piccola nota su questi poteri bonus: sono stati inseriti senza alcuna logica, solo perché servivano alla trama, tanto che Edward può leggere nella mente di chiunque, umano o gnokko, ma non nella mente di Bella. Un classico esempio di regola creata ad hoc e irrealistica, chiaro sintomo di pigrizia o stupidità da parte della Meyer.

Gli gnokki, nell’universo di Twilight, non devono neanche temere la luce del sole, non temono croci, aglio, acqua santa, non temono niente. In più non sono neppure obbligati a bere sangue umano, possono sopravvivere nutrendosi di animali. Né pare perdano l’anima o diventino malvagi: la sete di sangue può portarli a gesti inconsulti, ma volendo sanno trattenersi.
Perciò la domanda è: perché non divengono tutti gnokki? Qual è la fregatura? La Meyer non lo dice, ma io ho capito quale sia, e tutta da sola (sono furba!) Ho ragionato su questo particolare: Edward è nato nel 1901, è diventato gnokko nel 1918, la storia è ambientata nel 2005, Edward è ancora al Liceo! In altre parole credo che gli gnokki siano ritardati mentali.
Non che Bella sia molto più sveglia. Insomma, se io scoprissi che il mio ragazzo ha cent’anni ed è uno gnokko, una delle prime domande sarebbe:
«Che cazzo ci fai ancora al Liceo?!»
Bella invece china la testa, tutta rossa di vergogna, e mormora fra sé: «km 6 bello!». Bella vive in stato d’imbarazzo perenne vicina a Edward, e la loro conversazione ne risente molto.

Bella è un’eroina d’altri tempi. Come se il femminismo, Sailormoon, Ripley e Buffy non fossero mai esistiti. Bella è fragile sia fisicamente, sia moralmente. Ogni piccolo contrattempo la riempie d’insicurezze e la porta sull’orlo di una crisi di pianto. È svenevole nel senso letterale del termine. Alla vista del sangue sviene. Dopo una corsa a perdifiato sviene. Per un bacio sulle labbra sviene.
È indifesa, e per fortuna che c’è il suo gnokko sempre pronto a proteggerla! Lo gnokko la salva da un incidente stradale e subito dopo da quattro manigoldi che volevano violentarla. La scena della tentata violenza è da manuale: Bella se ne va a zonzo, dopo il tramonto, per il quartiere più malfamato della città. Viene importunata da quattro mascalzoni ma lo gnokko accorre a salvarla! M’immagino la Meyer mentre cancella la riga dove è scritto che Bella indossa una minigonna e poi gongola: «Sì, ottimo! Adesso non è più una scena banale!»

In realtà fra Bella ed Edward non c’è nessuna complicità, nessuna passione. È la storia d’amore più deprimente che abbia mai letto. Per ritornare a Video Girl Ai, sembrano Moemi e Takashi. Lei è innamoratissima e lui è gnokko (qui nel solo senso di “molto bello”), ma non c’è nient’altro.

Video Girl Ai Moemi & Takashi
Video Girl Ai: Momento d’imbarazzo fra Moemi e Takashi. Clicca per ingrandire

Non hanno niente in comune, nessun interesse, nessun progetto, il loro amore è come i confini tracciati con la squadra di certi stati africani: amore per decreto.
Non a caso, l’unica scena che contenga un minimo di sentimento è la cena al ristorante italiano. Il sentimento è la vanità di Bella, stuzzicata dal fatto che la cameriera, molto più carina di lei, la invidi, perché accompagnata da uno gnokko
Quando Bella ed Edward escono assieme non si divertono mai. Non c’è mai neanche un pizzico di allegria o ironia. È solo un generico amore, perché sì e basta.
Fra l’altro non possono neppure andare oltre al semplice bacio, perché, come spiega lui: gli gnokki sono troppo esuberanti come fisico e troppo scalmanati quando si eccitano, Bella non uscirebbe viva da una notte d’amore con uno gnokko.

Un altro punto che rimane oscuro per parecchio è l’attrazione di Edward verso Bella: d’accordo, perché così l’autrice ha voluto, ma qual è la scusa? La scusa è che Bella puzza (visto che succede a trascurare l’igiene personale?) Bella puzza di sangue in maniera particolare, tanto da far imbizzarrire tutti gli gnokki che incontra. E da questo nasce anche il guaio che occupa le ultime 60 pagine circa del romanzo: uno gnokko barbone cattivo decide di mangiarsi Bella!
Queste ultime 60 pagine sono anche più sconclusionate e patetiche del resto. Appare subito ovvio che il thriller e l’azione non sono nelle corde della Meyer. In più, non sapendo come cavare dagli impicci la protagonista, usa il classico Deus Ex Machina: all’ultimo istante Edward arriva a salvare la sua Bella, saltando fuori da un macchina rubata. Gli gnokki buoni uccidono lo gnokko cattivo e tutti vissero felici e contenti, almeno fino al prossimo romanzo.
Non manca neanche l’imprescindibile scena con lo gnokko che accompagna Bella al ballo di fine anno. Oh, che romantici! E poi nel giardino dietro la scuola si promettono di non lasciarsi mai! Che carini!

Liceali pronti per il Prom
Liceali americani pronti per il Prom o Ballo di Fine Anno: Una tradizione demente che spero non attecchisca mai da noi!

Tecnicismi

Dal punto di vista tecnico la Meyer narra in prima persona, immedesimandosi in Bella, al passato. Il romanzo è molto raccontato, più che mostrato, ma qui non se ne può fare una colpa all’autrice: data l’insignificanza degli eventi, è meglio così. Anzi, se proprio tagliava il romanzo in blocco e non lo pubblicava era meglio!
I dialoghi sono atroci. La Meyer riporta parola per parola le minuzie che si scambiano i personaggi, senza rendersi conto di costruire spesso lunghi dialoghi di sole minuzie:

«Perciò ti piace?». Non era intenzionata a desistere.
«Sì», tagliai corto.
«Voglio dire, ti piace davvero?».
«Sì», ripetei, e stavolta arrossii, sperando che i suoi pensieri non registrassero quel dettaglio.
Ne aveva abbastanza dei monosillabi. «Quanto ti piace?».
«Troppo», bisbigliai.

Mi ami, ma quanto mi ami? E non aggiungo altro, altrimenti poi comincio ad agitarmi, mamma si preoccupa e devo prendere le pillole che mi annebbiano la vista.

C’è solo un altro particolare che vorrei far notare: lo stile della Meyer è semi-professionale, ovvero segue, per quel che la limitata sua intelligenza le consente, quelle tre-quattro regolette della narrativa, e basta questo a creare un romanzo leggibile. Rimane uno schifo, ma è uno schifo scorrevole. Cioè la Meyer scrive almeno un romanzo giudicabile. Tanti “scrittori” nostrani paiono dotati di maggior talento, ma poco importa se non si possiede un minimo di tecnica. Se il lettore crepa di noia a pagina 10 le buone idee non emergeranno mai.

Tirando le somme

Tirando le somme: Twilight è immondizia. Non comprerò gli altri romanzi della serie e credo mai più niente scritto dalla Meyer, che spero s’impicchi.

Dimmi Chi Sono i Tuoi Fan e Ti Dirò Chi Sei

Inauguro con questa recensione una nuova rubrica, che potrebbe apparire d’ora in avanti anche in altre occasioni. Avverto subito che tale rubrica è basata sul sarcasmo e sul prendere in giro il prossimo. Lo scopo è più che altro personale: farmi sentire più intelligente delle mie coetanee e in generale del pubblico. Se la cosa vi crea problemi, passate oltre.

Una torta di compleanno
Questa rubrica è autocelebrativa, come fosse il mio compleanno!

Spesso leggo i commenti su iBS.it dopo che ho comprato un romanzo. Mi divertono sempre, specie quelli entusiasti e sgrammaticati. Vediamo un po’ Twilight cosa ci riserva…

pasquale
Sara’ pure un libro per ragazzi, ma per un neo 5oenne come me e’ stato piacevolissimo leggerlo tant’e’ che sono certo che adesso acquistero’ anche gli altri due della trilogia. Voto 4,5
Voto: 5 / 5

No comment.

Antonella
Da quando ho letto twilight la mia vita è cambiata…ho perfino lasciato il mio moroso! Il seguito l’ho letto in un giorno!! Sentivo troppo la mancanza di Ed quando è andato via e le volte in cui Bella sentiva la sua voce mi sollevavano…era come riprender fiato dopo un’immersione…Mentre leggevo sospiravo, il cuore ha rischiato più volte di andare in tachicardia…soprattutto nel tredicesimo capitolo del primo! Quanto sono triste pensando che nella realtà cose del genere non possono esistere…ma non mollo! Sarò per sempre in attesa del mio Edward…
Voto: 5 / 5

Antonella, racconta la verità: è il tuo moroso a esser scappato a gambe levate!

Ely
1 sola parola: STUPENDOOOOOOOOO!!!!!! è 1 dei pochi libri che mi ha fatto sobbalzare ad ogni pagina, attirandomi peggio di una calamita… leggendo “Twilight” credo di aver sviluppato 1 vera e propria passione per i vampiri (vegetariani, s’intende!)… e dire ke prima ne aveva il terrore! Ecco: 1 esempio di come i libri riescono a farti crescere! Senza dubbio, poi, Edward è 1 personaggio fantastico… oserei dire, e credo che in molti siano d’accordo con me su questo punto, che ci vorrebbero in circolazione + ragazzi come lui!!!!!!!
Voto: 5 / 5

Ely, lo so che sarà una notizia dura da mandar giù, ma fatti forza. Guardami negli occhi, segui le mie labbra: i vampiri non esistono!

VANIA
…inconsciamente invidiabile, sorprendentemente appassionante, involontariamente coinvolgente…… praticamente BELLO!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Wow?

MARTIN@
…Per tutti coloro che desiderano evadere dalla realtà… e immergersi in un sogno!!sognare fa bene a tutti: per questo consiglio vivamente questo libro a chiunque!!……….Soprattutto a chi è ancora alla ricerca del proprio EDWARD CULLEN!!!!!
Voto: 5 / 5

Sei sicura che i sogni ti facciano bene Martin@? Io avrei qualche dubbio…

fra
Ragazzi, non capisco ki nn legge qst libro e ki dice che è brutto…tt hanno il diritto di dire la propria ma…come si fa a dire che twilight è brutto!!!è assolutamente il libro più bello k io abbia mai letto!!! è magico, fantastico, indescrivibile…in una parola…UNICO!!!All’inizio la copertina mi ha incurosito e l’ho letto come x sfidare le mie amike ke lo giudicavano dalla copertina…e dopo il primo capitolo…non riuscivo + a separarmene!! [...]
Voto: 5 / 5

fra, dovresti seguire i consigli delle tue amike, finché ne hai ancora.

barbara
non sono una ragazzina e mi sono approcciata a questo libro unicamente perchè mi è arrivato in regalo(a Natale ma non mi decidevo a leggerlo) pensavo fosse un libro unicamente per adolescenti…….mi sbagliavo…non c’è età per i veri sentimenti……sono rimasta incantata da edward… lui che si mette sempre al secondo posto dopo la sua Bella…..chi non vorrebbe un uomo così….un amore così, finalmente un libro vero sull’amore che và oltre alla fisicità……sarà che sono un’inguaribile romantica ma io sono rimasta affascinata da questa storia.
Voto: 5 / 5

barbara non sei un’inguaribile romantica. Inguaribile sì, ma non romantica.

*Cle*
Twilight… In Assoluto Il Mio Libro Preferito..! L’Ho LeTTo In PochiSSimo Tempo E Dovevo Continuamente Impormi Di SmeTTere Perchè Non Volevo Che DuraSSE TroPPo Poco…! Appena L’Ho Finito L’Ho RileTTo Di Nuovo!Questo Libro Riesce DaVVero A Incantarti,è ImpoSSibile Non Divorarlo! è DaVVero Fantastico,La Storia Affascinante,I PersonaGGi X NuLLa PiaTTi Al Contrario Di Come Sono Stati Definiti… Ki Non Si Riconosce In BeLLa? E Ki Non VoRReBBe Un Edward TuTTo Suo? Il Libro Non è Un Semplice Armony E Ve Lo Dice Una Ke Non è Una Grande Fan Dei Libri Alla MoCCia&Co… L’Elemento Fanstasy Lo Rende Unico! L’Unica PeCCa? Il Finale Un Pò TroPPo Veloce…! AspeTTo Con Ansia Il Seguito,New Moon! Ve Lo Consiglio ;-)
Voto: 5 / 5

Anch’io ho un consiglio per te *Cle*, questo libro: Le Lettere MAIUSCOLE e le Lettere minuscole: Una Splendida Avventura!

Martina
E’ il più bel libro che abbia mai letto… è favoloso mi ha suscitato delle emozioni fortissime… Io l’ho letto perchè me l’hanno presentato quelli del libernauta… Mi hanno affascinato subito con la trama allora l’ho comprato e nn me sn pentita affatto!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Non so chi sia ‘sto “libernauta” ma sono sicura che non dovrebbe girare a piede libero!

Erika
Ok ragazzi, ve lo dice una che di libri se ne intende e come…non per vantarmi, ma non credo che ci sia qualcuno che abbia letto tanti libri quanti ne ho letti io…e devo dire che Twilight è il libro più bello, interessante, coinvolgente, emozionante che si trovi nella mia vasta biblioteca… [...]
Voto: 5 / 5

Ok, Erika, concordo con te che leggere tutti i romanzi di Geronimo Stilton sia stata un’impresa, ma, mi spiace dirtelo, c’è gente che ha letto ancora più libri! Lo so, incredibile!

green day
ho letto il libro in 6 gg sl xke ero impegnata anke con i compiti etc, altrimenti in 2gg l’avevo finito!! x vari motivi: 1.Edward (è impossibile essere cosi gnokki) 2.la storia è bellissima 3.ed è scritta molto bene 4.vi siete accorti ke a tt quelli ke hanno letto “twilight” è piaciuto da matti?? un motivo ci sarà,,, [...]
Voto: 5 / 5

Il motivo ha un nome: John Langdon Down, che nel 1862 descrisse l’omonima patologia.

twilight lover eragon.nihal @ noto-fornitore-di-email-gratuite.com
Twilight. Già sl il nome ispira e x ki nn conosce bene l’ inglese si tratta di ql momento prima ke inizi il giorno, nè notte nè giorno, ma twilight… ho letto qst libro in 1 giorno e 1a notte, ho dormito sl 4 ore! nn potevo nn finirlo e il giorno dp ho telefonato a tt qll ke conoscevo x consigliarglielo! [...]
Voto: 5 / 5

Di questa squilibrata ho lasciato quasi intatto l’indirizzo e-mail. Direi non ci sia miglior commento.

violsa
ho iniziato a leggere qst libro due giorni fa e sn quasi a fine…ogni momenti è buono x leggere dalle lezioni in classe alla sera a letto!! un libro stupendo…ai livelli di 3msc e potrebbe anke superarlo!!!!
Voto: 5 / 5

Come, come, come?! Potrebbe superare Tre Metri Sopra il Cielo ?! No, non è possibile! Perché l’amore tra Step e Babi è trp qlcs!!!!!!!!!!!

EmAnUeLa
weee…salveeeeeeee!!!!!!!!! beh, ke dire su twilight??????? e 1 dei libri + belli ke abbia mai letto… e io d libri ne ho letti tanti… qndi immaginate!!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Ci provo, Emanuela, ma davvero non riesco a immaginarmi come tu abbia letto tanti libri. Sarà un limite mio.

greta
UN CAPOLAORO DEL FANTASY DECISAMENTE UNO SPLENDORE PERDERSI FRA LE SUE RIGHE E SOGNARE DI ESSERE TRA LE BRACCIA DI EDWARD A PARTE TUTTO HO LETTO GLI ALTRI COMMENTI ED E’ STATO DETTO DAVVERO DI TUTTO SONO FELICE CHE CI SIANO PERSONE CHE ANKORA SANNO APPREZZARE LA BELLA LETTURA E RIESCONO A PROVARE ANCORA DELLE EMOZIONI COSI’ FORTI COME E’ SUCCESSO A ME HO LA RECENSIIONE DI NEW MOON IN INGLESE E MI SENTO MALE A LEGGERLA PERCHE SO CHE NON E’ TUTTO D’UN FIATO COME LEGGERE IN ITALIANO … COMUNQUE QUEL PO’ CHE HO LETTO PROMETTE BENISSIMO PER CHI LEGGERA’ LA MIA RECENSIONE TENETE D’OKKIO LA MIA MAIL PERCHE PRESTO LEGGERETE DI ME STO SCRIVENDO ANKE IO UN LIBRO MOLTO INTERESSANTE E DEL GENERE SONO UN APPASSIONATA DI VAMPIRI DESCRITTI NELLA NOSTRA GENERAZIONE SALUTI AGLI ESTIMATORI
Voto: 5 / 5

Da leggere tutto d’un fiato. È uno degli esercizi per chi vuole diventare sommozzatore.

Debby
Ho finito stamattina di leggerlo in inglese, purtroppo l’ho scoperto tardi, ma dopodomani avrò già fra le mani New Moon. Mi sono ritrovata a spegnere la tv per quindici giorni, per leggerlo con calma. Ho riletto da capo ogni capitolo tre volte, per non farlo finire troppo presto, e la mattina mi sono svegliata sempre pensando “Ma perchè non ho scritto io una cosa così bella?”. A parte la tensione sentimentale (e anche erotica) tra i protagonisti mi sono ricordata tante emozioni dell’adolescenza, quando ogni ragazzo di cui ti innamori sembra sovrumano, bellissimo, irraggiungibile. Ho letto gli ultimi due capitoli in treno e (senza dare spoilers), mi hanno passato i fazzolettini per asciugare le lacrime. Detto tutto ciò, confesso: ho quasi quaranta anni!
Voto: 5 / 5

Debby per me sei come la stella cometa, a indicarmi la direzione da non seguire.

Eleonora
In libreria era nel settore “libri per adolescenti”???????. Allora o sono matti in libreria, o io mamma di 30 anni ho crisi di identità. Adesso lo custodisco gelosamente per i miei figli, non ho dubbi che alle future generazioni piacerà come a noi. Non scrivo altro, è già stato detto tutto o quasi…
Voto: 5 / 5

Ti posso dire che non sono matti in libreria. Il resto lo lascio alla tua immaginazione!

Ary_Bimba
oddio..ho iniziata a leggere qst libro ieri e l’ho finito pk ore fa..qnd nn leggevo nn potevo fare a meno d pensare al libro..d averlo letto m sn totalmente depressa,non so perkè..ero felice ma anke triste xk anche io vorrei una storia così..nn importa se i vampiri non esistono,non imposta se una ks del genere non capiterà mai..in tt la my vita ho letto un sakko di libri..e qst è assolutamente il + bello k abbia mai letto..100 volte più bello..c’è un seguito? [...]
Voto: 5 / 5

Cara Bimba, se tu avessi seguito le lezioni di aritmetica alle elementari, sapresti che aver letto 2 libri non significa averne letti un sakko. Studia!

JUMA JUMA
SE FOSSE 1 FILM ITALIANO NN AVREI DUBBI:SCAMARCIO NEL RUOLO DI EDWAED E KATY LOUISE SAUNDERS NEL RUOLO DI BELLA!!!!IDENTICI!!!!
Voto: 5 / 5

Se Juma Juma fosse un essere umano non avrei dubbi: lobotomia.

eugenia
unicooo….durante la lettura mi ha tolto il fiato..lo consiglio a tutti. è stata una tempesta di continue emozioni!!! ora ho soltanto un grosso dubbio..non è che esistono i vampiri?!?!brr..però mi piacerebbe 1 kasino fare conoscenza di creature così delicate,armoniose..cosi facili da amare!! [...]
Voto: 5 / 5

eugenia confonde i vampiri con i maialini da latte.

GIAMAICA BRASINI
IL LIBRO MI HA AFFASCINATA!VORREI TANTO SAPERE SE NE FARANNO UN FILM E…QUANDO ESCE NEW MOON?IO E LA MIA AMICA C SIAMO LETTERALMENTE LITIGATE EDWARD…E HO VINTO IO!CMQ GRAZIE X IL BELLISSIMO LIBRO!!! W TWILIGHT!!!!!!!!!!!!!!! P.S.POTETE INVIARMI IL GIORNO IN CUI ESCE NEW MOON?è X 1 AMICA!!!
Voto: 5 / 5

Giamaica, se molli il tasto shift e scrivi l’indirizzo della tua amica, t’invieremo il giorno tutto intero!

ambra
questo libro mi fu dato in una maniera totalmente strana ero a farmi 1 giro quando 1 ragazza mi si avvicinò porgendomi la copia piccola del volume la sera iniziai a leggerlo poi scropi che mi appassionava sempre di piu a tal punto k passavo 5 ore a leggere per poi finirlo solo in 2 giorni e mezzo..che altro posso dire che se esistesse 1 personaggio come edward io pure me ne sarei innamorata perdutamente……
Voto: 5 / 5

Questo commento ha una trama più interessante del romanzo. Cioè Ambra era a spasso per i fatti suoi quando una misteriosa ragazza l’affiancò porgendole una copia in miniatura di Twilight ? Affascinante!

Ma questi erano i giudizi di ragazzine cerebrolese. Chissà cosa ne pensa una scrittrice, il cui romanzo d’esordio è stato recensito su questo blog (lascio al lettore scoprire chi sia):

Bello, bello, bello, capace di trasportare nella dimensione adolescenziale con una pacatezza incredibile. Il tempo torna indietro e si torna nuovamente ragazzi alle prese con i primi terribili approcci, il batticuore, i primi amori. Tutto si tinge di rosa, il brutto diventa bello, l’orrore diventa amore. Ed é questo a parer mio il punto di forza di questo romanzo: una ragazza innamorata di una creatura incredibile, ma a suo modo desiderosa di riscatto seppur mantenendo tratti sintomatici della sua specie.

Non posso che farti i miei più sentiti auguri, cara “scrittrice”: se hai intenzione di scrivere altri romanzi ne avrai bisogno!


Approfondimenti:

bandiera IT Twilight su iBS.it
bandiera EN Il sito ufficiale di Twilight
bandiera EN Il sito ufficiale di Stephenie Meyer
bandiera IT Uno dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight
bandiera IT Un altro dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight

bandiera IT Video Girl Ai su Wikipedia
bandiera EN M.C. Escher su Wikipedia

 

Giudizio:

Edward è uno gnokko!!! +1 -1 Gli gnokki sono ritardati mentali.
-1 La protagonista è un’idiota.
-1 Una storia d’“amore” senza passione o divertimento.
-1 Al di là dell’“amore” c’è solo noia.
-1 Dialoghi degni dell’asilo.
-1 Il finale “thriller” è ridicolo.
-1 La Meyer ha scritto altri libri.

Sei Gamberi Marci: clicca per maggiori informazioni sui voti1

«Chiara, Chiara, quante volte ti ho detto di non metterti al PC a scrivere recensioni senza aver prima preso le tue medicine!» «No, mamma, non le voglio le pillole! No, no, no, no!»

Scritto da GamberolinkLascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

1.485 Commenti a “Recensioni :: Romanzo :: Twilight”

Pagine: « 15 14 13 12 11 [10] 9 8 7 6 5 4 3 2 1 » Mostra tutto

  1. 985 DelemnO

    Non credo,se una persona ha talemto lo ha fin da bambina:J.K. Rowling scrisse la sua prima storia a cinque anni circa.

    Non vuol dire che fosse una bella storia. Chiunque può scrivere storie in tenerà età, l’abbiamo fatto tutti, me compresa, e chiaramente sono schifezze, perchè ancora non si possiede la coscienza narrativa, per così dire. E del talento senza costanza, abilità, informazione e documentazione non te ne fai nulla =)

    2)Twilight non è pornografico, non ci sono scene di sesso e pochissimi baci

    Mi limito a commentare solo questo, perchè il resto si commenta tristemente da sè. Gamberetta non ha mai inteso pornografico nel senso di “contenente scene di sesso”, ma come “insieme di immagini slegate” che non raccontano una storia ma sono solo una sequenza di esse. Bastava leggere l’articolo, uno sforzo immane eh?

  2. 984 Grace

    Non ti puoi permettere di insultare quello che oggi è la mia, anzi di molti adolescenti, ragione di vita, non mi importa quello che dirai di me, ma io credo tu sia stata veramente scorretta in quanto noi non abbiamo offeso qualcosa di cui eri pazzamente innamorata…

    Scusate, ma vi rendete conto di quello che scrivete?! “Io lo amo pazzamente e quindi tu non puoi parlarne male”?! Ancora adesso, dopo quasi mille commenti (no, dico, QUASI MILLE!), questo ragionamento astruso mi lascia senza parole… Fanciulle, ognuno può parlare male di quel cavolo che gli pare, se aggiunge delle motivazioni alla sua critica. Il fatto che la tal cosa sia la vostra “ragione di vita” non ha la benché minima importanza per nessuno all’infuori di voi, fatevene una ragione. Io voglio sperare che voi non vi rendiate conto di quanto sia infantile la vostra chiusura, e che crescendo lo capirete.
    Più che stupidità, penso (VOGLIO pensare) che si tratti di immaturità, ma sottoscrivo pienamente Sakura quando scrive:

    la gente stupida tende troppo spesso a prenderla sul personale quando si sparla di un libro che piace loro. Mi viene sempre da chiedere: ‘Ca**o vuoi? L’hai scritto tu, il libro?’

  3. 983 gugand

    @il mio nome è segreto
    Visto che me lo hai chiesto: penso che il film sia banale. Poca fantasia, trama scontata e poco coinvolgimento emotivo. Sinceramente non si capisce proprio perche’ Bella ed Edward si amino tanto ed ancor meno perche’ bella non si spaventi minimamente all’idea che Edward e famiglia siano un vampiri.
    Non posso parlare del libro che non ho letto, ma finora sono stato abbastanza in sintonia con l’equipaggio della barca dei gamberi anche se io sono un po’ meno drastico dei giudizi.

  4. 982 .:Monichina.:

    Alice CulleN:
    Ave Sorella!
    No a parte gli scherzi hai ragione,concordo con te su ogni cosa,ma stai attenta che adesso alcuni ti derideranno…anke a me è successo.adesso ci discuto con calma ^^
    Con il mio primo commento mi sono dimenticata di dirlo,ma mi viene in mente adesso leggendo il tuo:Gamberetta puoi dire quel che vuoi,il blog è tuo,come noi abbiaamo il diritto di discordare,ma nessuno NESSUNO ail diritto di insultare altre persone definendole ragazzine “perverse”.perchè ognuno pensa ciò che vuole.

  5. 981 Your_Alice_Culle_in_Hale

    Vorrei fare presente alcune cose su questa cavolata di proporzioni gigantesche che hai scritto:
    1)La Meyer è una grande scrittrice e secondo me non è lei poco intelligente e pigra, ma tu!
    2)Twilight non è pornografico, non ci sono scene di sesso e pochissimi baci
    3)Sei, con permesso, una stupida.
    Non ti puoi permettere di insultare quello che oggi è la mia, anzi di molti adolescenti, ragione di vita, non mi importa quello che dirai di me, ma io credo tu sia stata veramente scorretta in quanto noi non abbiamo offeso qualcosa di cui eri pazzamente innamorata…
    Con questo termino il mio commento:
    W TWILIGHT e Twilighters non permettete che persone come questa possa cambiare il vostro pensiero
    Your_Alice_Cullen_in_Hale

  6. 980 .:Monichina.:

    Sono il mio nome è segreto,ma per facilitarvi la pronuncia cambio nick XD

    Liz:
    Sì,l’ho posto come contraddizione XD
    Intendevo che si sforza di avere amicizie per sembrare e sentirsi una ragazza normale,ma che nel profondo sa che non saranno amicizie che la interesseranno. Così va meglio? ^^

    Folgorata:
    Ho solo aspresso la mia opinione che coincideva con la tua ^^
    Purtroppo essendo io in prima media la mia conoscenza dell’inglese nn è così sviluppata da riuscire a leggere “the lion and the lamb”,aspetto piuttosto con ansia Midnight sun che non voglio leggere al cmputer per due motivi:
    1.Già ho la vista mezza andata,se mi rovino ancora un po’gli occhi a leggere al coputer divento cieca XD

    2.Se la Meier definitivamente dirà che non scriveà MS lo leggerò,ma finchè c’è la speranza conservo la lettura a quella più emozionante cartacea ^^

    Sakura:

    Non credo,se una persona ha talemto lo ha fin da bambina:J.K. Rowling scrisse la sua prima storia a cinque anni circa.

  7. 979 Sir Bardiel

    Cristo ci sono millemila commenti @_@
    Non vedevo un sentimento di butthurt tra le ragazzine sfigate così intenso da quando…
    No, mai.

    Gamberetta hai un posto nel mio altare personale, complimenti.

  8. 978 Sakura87

    @folgorata:

    Non ho terminato la lettura di “The Lion and the Lamb” ma mi pare più esplicito nel descrivere il coinvolgimento fisico di Edward nell’attrazione che prova per Bella. Ne esce un Edward più passionale ripetto a quello della Meyer in Midnight Sun, dove il vampiro più romantico della letteratura, appare più insicuro e in definitiva meno gloriosamente appagante per noi insane lettrici.

    Non vorrei apparire acida, ma non dubito che un fan amante della saga saprebbe descrivere i sentimenti dei due protagonisti molto meglio di quanto abbia fatto la scrittrice stessa. Ci metterebbe più passione, senza dubbio, quanto al talento, beh, è sufficiente una terza media.

    ^Simona^

  9. 977 folgorata

    Grazie sentitamente a “Il mio nome è segreto” per esser stata l’unica a battere un colpo: ad aver dato segno di aver letto i miei prolissi ma generosi tentativi di argomentare le attrattive di Twilight and sequel.

    Segnalo di aver trovato una versione parallela a Twilight scritta da una fan “Alphie”: The lion and the lamb.
    http://www.fanfiction.net/s/2800923/1/The_Lion_and_the_Lamb

    Si tratto di un Twilight secondo il punto di vista di Edward, operazione analoga ma precedente a qualla di Midnight Sun scritta dalla Meyer in persona e disponibile sul suo sito.

    Entrambi i tentativi si fermano prima che si innnesti la parte della caccia-fuga contro il vampiro cattivo. “The lion and the lamb” però affronta una parte più ampia della storia rispetto a Midnight Sun.

    Avendo letto letto Midnight Sun prima dell’altro, ho potuto fare il confronto. E’ curioso notare come Alphie muovendosi nell’ottica innanzi tutto della lettrice prima ancora che da quella dello scrittore, riempie Edward di quelle emozioni cui Meyer sempre allude senza entrare nel merito.

    Non ho terminato la lettura di “The Lion and the Lamb” ma mi pare più esplicito nel descrivere il coinvolgimento fisico di Edward nell’attrazione che prova per Bella. Ne esce un Edward più passionale ripetto a quello della Meyer in Midnight Sun, dove il vampiro più romantico della letteratura, appare più insicuro e in definitiva meno gloriosamente appagante per noi insane lettrici.

  10. 976 Liz

    ma delle amicizie che bella cerca di avere ma nn riesce perchè nel profondo non le desidera,della frustrazione del dover vivere lontano dalla sua città e della fatica nel nasconderla a Charlie

    A parte la contraddizione (se cerca le amicizie allora le desidera, no ?) il bello è proprio che non si vede mai (se non per due frasette piazzate qua e là che io stento a riconoscere come caratterizzazione psicologica) tutto questo turbamento interiore di Bella.

  11. 975 il mio nome è segreto XD

    Sakura:

    Hai ragione,ognuno può pensare quello che vuole,basta che dica xkè gli piace!
    A me piace Twilight xkè trovo la narrazione accurata e scorrevole,inoltre molto approfndita nelle sensazioni provate da Bella e dai suoi legami emotivi con le persone.

    Folgorata:

    Sono d’accordo con te,mi distacco solo un po’ da un punto:neanch’io sarei felice di passare ‘eternità da vampiro,ma da mezzovampiro si come Renesmeè che dorme e va al bagno,inoltre può nutrirsi anche di cibo umano.

    Liz:

    Non parlavo della storia di James,ma delle amicizie che bella cerca di avere ma nn riesce perchè nel profondo non le desidera,della frustrazione del dover vivere lontano dalla sua città e della fatica nel nasconderla a Charlie.Della confusione che prova interiormente nel affronatare questa nuova vita.

    Clio:
    La loro complicità sta proprio nel fatto che oltre l’aspetto fisico diversissimo i due hanno le stesse idee,e gli stessi pensieri.
    Lei passa i pomeriggi in adorazione di lui,è vero,ma anche del suo modo di parlare all’antica,del suo modo di riuscire a capre i pensieri di lei anche senza “legerglieli”nella mente.
    Poi a qualcuno può piacere o no,questo non lo critico,ma non può insultare quelli a cui il libro piace,cosa che ha fatto gamberetta e che è stata la causa scatenante del mio intervento qui.

    Davide:
    Purtroppo nn sento l’audio,ma le immagini fanno straridere XD XD XD

    Folgorata:
    Non posso che continuare a darti ragione,xkè condivido tuuto ciò che dici ^^

    gugand:
    Se nn sn indiscreta,tu invece sei pro o abbasso twilight ?

  12. 974 gugand

    Ho visto il film di Twilight con i miei amici, naturalmente non al cinema :)
    I commenti di mio fratello e una mia amica sono stati rispettivamente:
    “E’ una cagata di film” e “Ma quei due (Edward e Bella, ndr) si amano tanto, ma non si parlano mai?”.
    Manco avessi loro fatto leggere la questa recensione…

  13. 973 Cayman

    @ Davide

    Visto che hai parlato di manga non posso esimermi dal domandartelo: il tuo nick viene forse da un meraviglioso manga (che peraltro sospetto piacerebbe a Gamberetta) che però in Italia conosceremo in dieci a dire tanto?XD

    ovviamente si… ecco un esempio del fatto che non sempre le cose buone hanno successo…

  14. 972 Sakura87

    @Cayman:

    ma non ti stai dimenticando che il forum nasce come concetto reale (piazza) ed è traslato sul mondo virtuale e non viceversa? sono d’accordissimo sul concetto in sè… ma hai sbagliato termini…

    Giusto e sacrosanto =) avrei dovuto rileggere.

    ^Simona^

  15. 971 folgorata

    Scrive Liz:
    «qualsiasi lettrice si può immedesimare nella protagonista ed essere coinvolta dal libro. Bella è come una sagoma tratteggiata con la dicitura “Scrivi qui il tuo nome”.
    Sarebbe molto più difficile immedesimarsi in una ragazza che è campionessa di ginnastica ritmica.»

    Quello che dici, Liz, è tanto vero che al momento non so immaginarmi un romanzo di genere che non cominci con un personaggio descritto essenzialemte tramite le proprie insicurezze così da consentire l’immedesimazione del lettore. E’ quello che si dice un “topos”.

    Tuttavia l’effetto complessivo di un protagonista di basso profilo come Bella sulla morale della storia è comunque quello di stemperare l’acquiescenza verso i valori consumistici promossi nella saga di Twilight.

    Propongo come unlteriore attenuante anche il fatto che, come dicevo in un precedente messaggio, il “lusso” è un ingrediente fisso del rosa. Quello che in Liala erano le ville sontuose degli aristocratici, qui lo fanno le Vanquish, le m3, le Volvo… Conferendo tra l’altro alla Mayer una buffa inclinazione corsaiola.

    A proposito lo sapevate anche Rosy Bindi ha la passione delle auto sportive e della velocità?

  16. 970 Davide

    @ Cayman:

    Visto che hai parlato di manga non posso esimermi dal domandartelo: il tuo nick viene forse da un meraviglioso manga (che peraltro sospetto piacerebbe a Gamberetta) che però in Italia conosceremo in dieci a dire tanto?XD

    @Il mio nome è segreto:

    Contento di averti fatto ridere, allora!
    Ecco un altro modo per divertirsi con Twilight:
    http://www.youtube.com/watch?v=dompotjTeIA

    “So, what now, he wants to kill me?”
    “No, he wants my candy bar!”
    XDXDXDXDXDXD

  17. 969 Talen

    (Sono sempre “La Sonicchiana”, non sto cercando di fingermi un altro utente. Avevo solo voglia di cambiare nick)

    @ Liz

    @La Sonnicchiana

    Mi piacerebbe proprio saperlo, perché io non sono riuscita ad individuarla.

    La mia opinione è che si tratti di marketing. Se nessuno si fosse scomodato a pubblicizzarlo non avrebbe avuto tutto questo successo.

    Dove abito io di pubblicità di Twilight non ce n’è (probabilmente è su giornaletti come “Cioè”, ma non ne leggo); dalle mie parti il libro ha venduto solo grazie al passaparola ed ad un libraio che, pur non avendo mai letto il libro, lo raccomandava a destra e a manca solo perché un paio di ragazzine gli avevano detto che era strabellissimo.

    Soltanto DOPO che mio fratello è tornato a casa con la trilogia (il quarto libro non era ancora uscito) ho scoperto su internet alcune tra le più cretine fungirl della serie che intasavano i forum di Gaia Online (e non solo Gaia Online, ovviamente; motivo per cui tutte le fan di Twilight “godono” di scarsissima considerazione).

    Vorrei poter rispondere a Folgorata, ma è tardi e devo andare a letto. Buona notte a tutti!

  18. 968 Clio

    A Il mio nome è segreto

    Secondo me la bellezza del romanzo non sta nel fatto che edward è bello e lei mediocre,ma nella loro complicità,nel loro amore reciproco.

    Ammetto di non essere riuscita ad arrivare in fondo al romanzo, ma per quano ho letto questa complicià non è molto presente. Lui è perfetto, lei è in adorazione della sua bellezza e si tortura all’idea di essere goffa. Non c’è nessun tipo di comunione tra i due: lui è strafigo, lei è stracotta.

    certo Bella probabilmente non avrebbe notato edward se non fosse stato “gnokkissimo”ma una volta conosciuto credo che,(forse mi sbaglio)l’avrebe amato comunque.

    Non so, e nessuno può saperlo, perché Bella quando è con Eddie non passa esilaranti pomeriggi, né parla di temi importanti, né altro. E’ nella maggior parte dei casi in adorazione della sua bellezza, della sua forza, ecc. Per questo dopo un po’ ti chiedi “ok, e se non era fotovoltaico ti sarebbe piaciuto lo stesso??”

    Lo dicono loro che tutto è dipeso dall’odore, al che deduco che se non fosse stato per quello niete sarebbe successo. Questo, perdonatemi, non è esattamete l’Amore dei menestrelli…
    E poi che messaggio è? Anche se sei mediocre, stuida e bruttina, puoi sempre sperare che per miracolo uno strafigo ti degni di attenzione… Io faccio anche a meno!
    Cela dit, il libro può benissimo piacere ^_^ Soltanto trovo assurdo definirla una magnifica storia d’amore o, come accade qui a Parigi “Un Romeo e Giulietta fantastico!”

  19. 967 Liz

    @Cayman

    ti ammiro molto e mi piacerebbe recensire libri, però ultimamente mi sono allontanato parecchio dal fantasy… e avvicinato a Benni…

    Grandissimo autore… uno dei miei preferiti.
    @La Sonnicchiana

    Mi piacerebbe proprio saperlo, perché io non sono riuscita ad individuarla.

    La mia opinione è che si tratti di marketing. Se nessuno si fosse scomodato a pubblicizzarlo non avrebbe avuto tutto questo successo.

    @Il mio nome è segreto XD

    E comunque all’amore si attorcigliano altri argomenti.

    Ehm…. Quali ? La storia di James ficcata negli ultimi due capitoli di libro ?

    @Folgorata

    Opporrei che il personaggio di Bella viene appiattito su una normalità d’aspetto e una introspezione di carattere nelle quali si può identificare la lettrice che non si senta al top della popolarità.

    E’ fatto apposta: in questo modo qualsiasi lettrice si può immedesimare nella protagonista ed essere coinvolta dal libro. Bella è come una sagoma tratteggiata con la dicitura “Scrivi qui il tuo nome”.
    Sarebbe molto più difficile immedesimarsi in una ragazza che è campionessa di ginnastica ritmica.

  20. 966 DelemnO

    A) I fan dei libri di cui sparlo hanno la faccia tosta di venirmi a dire che ho torto; ben venga quelli che aprono una discussione argomentata, e mi è capitato.
    (Esempio di discussione argomentata: ‘Sai, credo che tu abbia torto perchè io in Twilight ci vedo questo, questo, questo e quest’altro, come ad esempio a pagina X si vede dal dialogo di Y e Z’.
    Esempi di discussioni non argomentate: ‘Ma km t permetti! Twilight è il libro + bll dl mondo!’, oppure ‘A me piace perchè Edward è gnokko’)
    B) Gli antifan dei libri di cui sparlo mi vengono a dire che condividono ciò che penso.
    Tempo fa mi capitò di imbastire una discussione con un uomo che, alla mia esclamazione ‘Che truffa! Al Crepuscolo ha un margine di pagina di due metri! Giusto perchè così la Sperling aumenta il numero delle pagine e ci fotte più soldi!’, venne accanto a me, prese una copia del libro, guardò il margine e disse: ‘Ma porca miseria, sai che hai ragione?’, e di lì a parlare.
    C) I fan dei libri che mi piacciono vengono a parlare con me del libro in questione, o eventualmente mi chiedono consigli su letture affini.

    Insomma, perchè non trasformare la libreria in un grande forum reale, se si può?
    L’unica cosa che mi mette a disagio sono le occhiate delle commesse che vedono i clienti riporre i libri che sconsiglio loro.

    Per il resto…io lo dico sempre: dialogo, dialogo, dialogo!Le discussioni intelligenti con chi non la pensa come noi sviluppano il nostro linguaggio, la nostra capacità di capire perchè ciò che ci piace ci piace così tanto, la nostra modestia e il nostro saper ammettere i limiti di ciò che ci piace, ascoltando le opinioni altrui…
    Stupido e limitato è chi si nasconde dietro la massima ‘I gusti sono gusti’, solo perchè non sa spiegare perchè i gusti siano gusti! Stupido è limitato è chi pianta i piedini per terra dicendo ‘Hai torto, hai torto!’ senza neanche ascoltare. E stupido e limitato è anche chi non comprende e apprezza ironia, sarcasmo e schiettezza.
    Se io voglio dire che un libro mi fa schifo, lo dico. Vado in torto solo nel momento in cui non spiego perchè mi faccia schifo.
    Se io voglio dire che sono atea e che mi fa schifo la religione, dico anche questo, e non mi frega se ci sono cristiani nei paraggi: mi dimostrino che Dio c’è e io risponderò loro: -Oh, guarda, hai ragione-
    Se io voglio dire che sono juventina e che mi fa schifo il Milan, che sono di sinistra e che mi fa cagare Berlusconi, dico anche questo.
    Mitigare le nostre impressioni e le nostre opinioni è inutile. Saperle spiegare, invece, è importantissimo.

    Faccio questo discorso perchè mi sembra che nei commenti a questa discussione ben poca gente l’abbia capito.

    ^Simona^

    Tu, donna, sei un genio XD. Io lo faccio spesso di consigliare in libreria, ma nel peggiore dei casi la gente fa occhiatacce e nemmeno risponde. Gli adulti, a volte, sono meglio per questo, perchè dato che la stragrande maggioranza di essi non sa nulla di fantasy, se devono fare un regalo non sanno che pesci pigliare.. e accettano volentieri consigli. E le commesse gioiscono perchè non perdono tempo XD.

  21. 965 Cayman

    @ Sakura 87

    Insomma, perchè non trasformare la libreria in un grande forum reale, se si può?

    ma non ti stai dimenticando che il forum nasce come concetto reale (piazza) ed è traslato sul mondo virtuale e non viceversa? sono d’accordissimo sul concetto in sè… ma hai sbagliato termini…

    XD Daniele

  22. 964 folgorata

    A Sonnacchina che si chiede, dopo tutto, quale sia l’irresistibile fascino di Edward, ripeto che risiede nel richiamo dell’autodistruzione ma aggiungerei anche che la Mayer centra un canone erotico vincente nell’immaginario femminile: quello della “Bestia” nella favola “la Bella e la Bestia”:
    Lui è fortemente attratto da lei
    Lui ha un grande potenziale virile
    Lui si autotrattiene consentendo a lei di avvicinarlo senza paura.

    In altro messaggio, ci si lamentava che la serie di Mayer esaltasse valori consumistici come “bellezza” e “giovinezza”. Opporrei che il personaggio di Bella viene appiattito su una normalità d’aspetto e una introspezione di carattere nelle quali si può identificare la lettrice che non si senta al top della popolarità.

    Sul fatto della giovinezza direi che la forumista ha ragione: Bella è disposta a morire per non diventare più vecchia di Edward. Ma l’esaltazione della giovinezza come valore in un prodotto destinato ai ragazzi è peccato veniale e inoltre è ricorrente anche in prodotti culturali più alti, nei quali ricorre come “giovanilismo”. Avete presente Diaco? Adesso meno, ma per decenni ha fatto del giovanilismo e insieme del settarismo culturale quale quello che si coglie in alcuni degli interventi di questo forum.

    C’è poi chi si interroga sull’attrattiva di un amore come quello tra Bella ed Edward spostato sulla dimensione temporale dell’eternità. Attrattiva nulla: l’immobilismo eterno è una morte.

    So che sono circondata da supercompetenti del fantasy che ribadiscono che i vampiri sono per definizione dei “non morti”… Mah.. che dire? Se uno mi trasformasse in un pezzo di marmo obbligato a succhiare sangue per vivere, desto per l’eternità, senza neanche poter andare al gabinetto… a fare le parole incrociate… Mi parrebbe di essere morta certamente, e anche peggio…

  23. 963 Sakura87

    E chiedo scusa, ma mi sa che ho sballato il codice.

    ._.

  24. 962 Sakura87

    @Nomesegreto

    Bè allora te li vai a cercare però i commenti sgradevoli!

    Mm, solitamente non lo faccio in sede virtuale.
    Ma in libreria sbraito a destra e a manca i miei commenti su libri e autori, e in questo caso possono accadere tre cose:

    A) I fan dei libri di cui sparlo hanno la faccia tosta di venirmi a dire che ho torto; ben venga quelli che aprono una discussione argomentata, e mi è capitato.
    (Esempio di discussione argomentata: ‘Sai, credo che tu abbia torto perchè io in Twilight ci vedo questo, questo, questo e quest’altro, come ad esempio a pagina X si vede dal dialogo di Y e Z’.
    Esempi di discussioni non argomentate: ‘Ma km t permetti! Twilight è il libro + bll dl mondo!’, oppure ‘A me piace perchè Edward è gnokko’)
    B) Gli antifan dei libri di cui sparlo mi vengono a dire che condividono ciò che penso.
    Tempo fa mi capitò di imbastire una discussione con un uomo che, alla mia esclamazione ‘Che truffa! Al Crepuscolo ha un margine di pagina di due metri! Giusto perchè così la Sperling aumenta il numero delle pagine e ci fotte più soldi!’, venne accanto a me, prese una copia del libro, guardò il margine e disse: ‘Ma porca miseria, sai che hai ragione?’, e di lì a parlare.
    C) I fan dei libri che mi piacciono vengono a parlare con me del libro in questione, o eventualmente mi chiedono consigli su letture affini.

    Insomma, perchè non trasformare la libreria in un grande forum reale, se si può?
    L’unica cosa che mi mette a disagio sono le occhiate delle commesse che vedono i clienti riporre i libri che sconsiglio loro.

    Per il resto…io lo dico sempre: dialogo, dialogo, dialogo!Le discussioni intelligenti con chi non la pensa come noi sviluppano il nostro linguaggio, la nostra capacità di capire perchè ciò che ci piace ci piace così tanto, la nostra modestia e il nostro saper ammettere i limiti di ciò che ci piace, ascoltando le opinioni altrui…
    Stupido e limitato è chi si nasconde dietro la massima ‘I gusti sono gusti’, solo perchè non sa spiegare perchè i gusti siano gusti! Stupido è limitato è chi pianta i piedini per terra dicendo ‘Hai torto, hai torto!’ senza neanche ascoltare. E stupido e limitato è anche chi non comprende e apprezza ironia, sarcasmo e schiettezza.
    Se io voglio dire che un libro mi fa schifo, lo dico. Vado in torto solo nel momento in cui non spiego perchè mi faccia schifo.
    Se io voglio dire che sono atea e che mi fa schifo la religione, dico anche questo, e non mi frega se ci sono cristiani nei paraggi: mi dimostrino che Dio c’è e io risponderò loro: -Oh, guarda, hai ragione-
    Se io voglio dire che sono juventina e che mi fa schifo il Milan, che sono di sinistra e che mi fa cagare Berlusconi, dico anche questo.
    Mitigare le nostre impressioni e le nostre opinioni è inutile. Saperle spiegare, invece, è importantissimo.

    Faccio questo discorso perchè mi sembra che nei commenti a questa discussione ben poca gente l’abbia capito.

    ^Simona^

  25. 961 il mio nome è segreto XD

    A Clio:
    Apprezzo molto che tu non mi abbia ne insultata nè accusata ma mi abbia parlato chiaramente ^^
    Secondo me la bellezza del romanzo non sta nel fatto che edward è bello e lei mediocre,ma nella loro complicità,nel loro amore reciproco.finto? si può vedere anche così, certo Bella probabilmente non avrebbe notato edward se non fosse stato “gnokkissimo”ma una volta conosciuto credo che,(forse mi sbaglio)l’avrebe amato comunque.perlomeno io non vado a cercare la bellezza divina ,ma la simpatia in un ragazzo (e l’igiene :ascelle che puzzano?vade retro satana XD).
    A Davide:
    Mi hai fatto ridere!
    Non in senso brutto,mi hai fatto ridere in modo bello,naturale,con una battuta bellissima:miami?maquantomiami per l’eternità XD No dai parte gli scherzi,Edward non avebbe voluto una Bella bvampira e dice sempre che gli manca il rossore nelle sue guancie quando si imbarazza e la sua pelle calda.
    A Sakura e Liz:
    Non mi definisco certo la persona che ha letto più libri al mondo,ma molti sì. L’ho detto anch’io che è scontato anche se non ci vedo niente di male.E secondo me la storia poi decolla comunque dalla scotatezza iniziale.E comunque all’amore si attorcigliano altri argomenti.
    A Caiman:
    Non so cosa dirti riguardo ai manga,xkè non ne ho mai letti,però ti dò ragione nel dire che libro,manga o fumetto che sia non ha età se la storia è bella.
    A la Sonnichiana:
    1. Sì neanchio aprezzo questa asocialità di Bella.Adesso ,arrampicandomi suglli specchi potri dire che tt abbiamo un difetto,ma non lo dirò perchè hai ragione,la cosa non è proprio malsana ,macmq non è bella.
    2.Bè penso che anchio se scrivessi un libro raccontato in prima persona finirei per immaginarmi come la protagonista ^^
    3.A me il libro non piaxe per lo gnokko,ma per la storia.risposta banale? Mi spiace.

    Non sapevo si queste cose,oddio come si fa ad arrivare a fare certe cose ?
    Spero vivamente siano in ventate !!!!!!!!!!!
    Questo sì che è malsano!
    E di nuovo a Sakura:
    Parli male apposta davanti a chi piace ?
    Bè allora te li vai a cercare però i commenti sgradevoli!

  26. 960 Sakura87

    (altra cosa: come mai sento di così tante storie legate ai fan di Twilight e che spesso sfiorano l’omicidio? Giusto oggi, su un topic di Gaia Online, c’era una ragazza che diceva come una bambina delle elementare avesse tentato di affogare una sua compagna a cui non era piaciuto il libro. Sono vere (e ne trovo molte perché Twilight è famoso) o sono inventate di sana pianta? Io propendo per la seconda, ma non so se sia la risposta giusta o meno)

    Santo cielo, meno male che non conosco fan di questa saga. Da come ne parlo male ogni volta che mi è possibile -specialmente in libreria quando qualcuno ne ha una copia in mano vicino a me- altro che affogamento. Metterebbero l’arsenico nella mia copia dell’ultimo libro di G.R.R. Martin.

    ^Simona^

  27. 959 La Sonicchiana

    I vampiri della Meyer sono invincibili e perfetti come superoi proprio per enfatizzare il quesito che tu ben individui e che ci guida alla vera chiave della storia. “Perchè non diventano tutti Gnokki (vampiri)? Qual è la fregatura?” La risposta la Meyer la dà molto chiaramente: Perchè sono MORTI.

    In definitiva è una storia a struttura simbolica forte con implicazioni, per l’adolescenza cui si rivolge, sul piano dell’autodistruttività: rapporto con la tossicodipendenza, l’aids, l’anoressia. La lezione magistrale, malgrado l’apparente happy end di Breaking Down è che, a giocare con la morte, si muore.

    Ripensandoci… Mi è sempre sembrato che l’intera opera abbia un fondo malsano e morboso:

    1) Come dissi tempo fa, oltre ai personaggi principali (Bella, Edward, famiglia Cullen, Jacob), il mondo è popolato di marchette, si vedano i compagni di scuola di Bella. Per tutti e tre i libri (non ho mai letto il quarto, e anche se mio fratello me l’ha parzialmente raccontato non ho voglia di tirare in ballo un racconto di cui non so quasi nulla) i personaggi di contorno possiedono sempre le stesse, inalterate caratteristiche (due o, massimo, tre).

    Perché così poca attenzione per il mondo esterno?

    Bella non si guarda attorno e schifa quasi ogni essere vivente al di fuori di Jacob (Edward e famiglia sono non morti), e così rimane eternamente aggrappata al suo amato. Non ha nulla al di fuori di Edward. Sono l’unica a pensare che sia un comportamento malato ed estremamente dannoso?

    2) Non ricordo se fu detto qui o su un altro forum, ma so che la Meyer ha pubblicato una descrizione di Bella sul suo sito. Se l’autrice avesse qualche chilo in meno corrisponderebbe perfettamente all’aspetto del suo personaggio.

    Ora, a me piace la self-inserction (ho ben due avatar che uso nelle storie), ma anche il solo pensare che Bella possa avere il carattere della Meyer mi spaventa un poco (ma solo un poco).

    3) Visto il primo punto mi chiedo: PERCHE’ a tutta questa gente piace Twilight? Solo per lo gnokko Edward? Mi sembra strano perché di gnokki ne è pieno il mondo (sia di questo che di quelli stampati/virtuali/televisivi/immaginari). Tra tanti prodotti perché proprio questo? Qual è la causa scatenante?
    Mi piacerebbe proprio saperlo, perché io non sono riuscita ad individuarla.

    (altra cosa: come mai sento di così tante storie legate ai fan di Twilight e che spesso sfiorano l’omicidio? Giusto oggi, su un topic di Gaia Online, c’era una ragazza che diceva come una bambina delle elementare avesse tentato di affogare una sua compagna a cui non era piaciuto il libro. Sono vere (e ne trovo molte perché Twilight è famoso) o sono inventate di sana pianta? Io propendo per la seconda, ma non so se sia la risposta giusta o meno)

  28. 958 Cayman

    Salvia, come posso definirti se non un’emerita incompetente (ammetto che non è il primo termine che mi è venuto in mente), principalmente per quanto riguarda i manga, scrivi: “si paragona un così grande Libro ad un semplice manga” senza avere idea del fatto che i manga non sono una cosa da bambini come la tua mente contorta può averti fatto pensare… e che la serie proposta “Video girl Ai” vale almeno una ventina di volte più della pentalogia della Meyer messa insieme…

    detto questo…

    complimenti vivissimi a Gamberetta per l’azzeccatissima recensione che mostra, oltre a uno spiccato senso critico , una buona cultura letteraria e una notevole simpatia.
    ti ammiro molto e mi piacerebbe recensire libri, però ultimamente mi sono allontanato parecchio dal fantasy… e avvicinato a Benni…

  29. 957 Sakura87

    Può embrare banale la ragzza goffa che incontra il + bello?Trovalo tu l’inizio migliore,su aspetto!

    Mh, tieniti forte alla notizia: Sì, è banale.
    E se non lo trovi banale, vuol dire che hai letto ben poco.
    Circa tre milioni di shojo manga e due milioni di libri per ragazze iniziano allo stesso modo. Certi decollano dalla banalità e poi diventano interessanti (Mars di Fuyumi Souryo, ad esempio). Altri, come Twilight, restano mediocri.

  30. 956 Liz

    “Miamimaquantomiami? Mipensimaquantomipensi?”. E tutto questo in saecula saeculorum. Così almeno ha una rompicoglioni assillante che inciampa ovunque ma è gnokka.

    Non mi ci fate pensare… solo a pensare che la Meyer possa trovare interessante una vita eterna tra questi due piattissimi personaggi mi fa venire i brividi…

    Può embrare banale la ragzza goffa che incontra il + bello?Trovalo tu l’inizio migliore,su aspetto!

    Si, è banale. La cosa ti sconvolge ?
    Se fosse stata una storia d’amore di contorno a un’altra storia più interessante sarebbe potuta andare tranquillamente, ma visto che il romanzo è unicamente incentrato sull’”amore” dei due la Meyer poteva anche spremersi un po’ la testolina.

  31. 955 Feser

    “Miamimaquantomiami? Mipensimaquantomipensi?”. E tutto questo in saecula saeculorum.

    Non dimenticare che lo Gnokko e’ al liceo da 100 anni, magari gli sarebbe pure piaciuta…

  32. 954 Davide

    Leggendo il post di Clio mi è venuta in mente una cosa: non sarebbe stato epico se alla vampirizzazione di Bella, lei fosse rimasta tale e quale? Senza subire la “eragonizzazione”?
    Insomma, pensateci bene: un eternità di mediocrità. L’inferno dev’essere qualcosa di molto simile.

    D’altronde, se diventando vampira non si fosse ignokkita Eddino-puccino l’avrebbe scaricata, vuoi mettere una rompicoglioni che inciampa ovunque e che è per giunta immortale? “Miamimaquantomiami? Mipensimaquantomipensi?”. E tutto questo in saecula saeculorum. Così almeno ha una rompicoglioni assillante che inciampa ovunque ma è gnokka.

    Ehi, in effetti… L’ennesima idea geniale della Meyer!

  33. 953 Clio

    A Il mio nome è segreto
    A parte il fatto che nessuno qui è andato a cercarsi twilighters da insultare: Gamberetta è sul suo blog, scrive quello che lei pensa, quello che lei vuole, come vuole. Sono casomai i twilighters, come li chiami, che vengono a cercare quelli a cui il libro non piace e a impestare bog altrui con commenti inutili (“brtta kretna kattiva” ecc.).
    Scrivi:

    Può embrare banale la ragzza goffa che incontra il + bello?Trovalo tu l’inizio migliore,su aspetto!

    A parte il fatto che è banale, usato e riusato… non sarebbe questo un difetto, per me almeno!
    La cosa che davvero non capisco è come possiate tovarlo un libro romantico. Sarebbe stato carino scrivere un libro su una storia simile: lui potrebbe innamorarsi di lei perché lei, nonosante l’apparente mediocrità, ha doti di valore (che ne so, è molto intelligente, molto spiritosa, molto coraggiosa, molto generosa…). Sarebbe stato carino un libro che racconta che anche una ragazzotta bruttina e imbranata può nascondere doti affascianti.
    No, Bella non ha doti eccezionali, Bella è mediocre e basta. Tanto meiocre da essere irrealistica (io una persona così assolutamente insipida non l’ho mai conosciuta). Lui si innamora di lei per il suo odore.
    Riassiumiamo? Lei ha gli ormoni a mille ed un odore che attira il maschio. Sono come cani in calore, né più né meno. Niente contro i cani in calore, ma voi fans credete davvero che questo sia il vero amore? E ancora: Bella avrebbe amato Eddie se non fosse stato uno strafigo? Se avesse avuto l’acne o le ascelle che puzzavano?
    I valori del romanzo sono giovinezza, bellezza, attrazione sessuale. Niente di essenziale, niente di profondo, solo cose che nella vita vera si sfaldano alla svelta.
    E’ davvero questo l’amore che vi augurate? Se questo è l’amore, grazie, passo XD
    E non confondiamo con Romeo e Giulietta, che non ha proprio niente a che vedere con questa storiella!

  34. 952 il mio nome è segreto XD

    Inanzitutto mi scuso con gamberetta perchè io solitamente non vado a insultare la gente di botto,ma la recensione mi ha imbestialito.
    Rispondo brevemente a tutti.
    La frase:per non urtare i sentimenti dei minorenni—> era una battuta spiriti sarcastici,io ho 11 anni.
    Twilighter—> Esistono i dragonball maniaci,i pro Harrypotter e non possono esister i twilighter?
    IO non copio nessuna recensione,anche perchè non ho nè forum nè bolg ^^
    Ah,adesso non si può + dire che foooorse,(forse) augurare la morte ad altre persona non è proprio lo spirito giusto per una sana convivenza nell’umanità?
    Io l’ho letta la recensione,quindi non accusatemi di parlare a vanvera,se volete la commento ancora un po’—>Può embrare banale la ragzza goffa che incontra il + bello?Trovalo tu l’inizio migliore,su aspetto!

    Io nn frigno,ho esposto i miei pensieri,cara,e cmq nn andrò a piangere da mammina xkè la prima che scrive mi dice frignona.Capisco quando vale la pena commentare e quando no.

  35. 951 Feser

    Gamberetta …ne ho pensate mille di cose leggendo la tua recensione,ma per nn urtare i sentimenti dei minorenni non le scriverò,ti dirò solo che non erano molto carini nei tuoi confronti….

    Vedi che qualcosa di buono ne hai ricavato? Un pensiero coerente, anche se non molto carino… Spero vivamente non si senta troppo solo, …

    Ti dico solo:
    lascia in pace noi twilighter.

    E chi vi disturba? Vi siete costruiti un bell’angoletto, spazio cucina compreso… uscitene quando vi pare, ma non aspettatevi che chiunque voglia entrarci. Da come scrive la signora M., mi pare male arredato…

    Tu sei solo una cinica invidiosa perchè non riuscirai mai a fare tanto successo come la Mayer.

    A questo penso fara’ piacere rispondere Gamberetta… Non appena smette di rotolarsi sul pavimento per le risate…

    Una rubrica per sentirti più intelligente? Fatti curare bella mia….vai dai che devi prendere le pastiglie.
    Sai una cosa? No certo che no,tu non sai niente.Se leggessi Breaking Dawn scopriresti che c’è un motivo per cui Edward (Che è molto bello,non gnocco) non riesce a leggere nella mente di Bella….quindi prima di commentare,informati!
    Ti saluto strega,bye bye

    La prossima volta che vado in libreria, questa scusa la provo anch’io… “scusi, e pagare i libri?” “Guardi bene, lo faccio nel prossimo scontrino”.

    Adoro questi “flame”, solitamente poche persone veramente intelligenti si danno da fare per portare avanti un dialogo, e promuovere le proprie idee in maniera costruttiva. Impara da Folgorata, ha espresso le sue opinioni in maniera chiara e civile, ed e’ stata accolta a braccia aperte. Tu sei solo qui per frignare.

  36. 950 La Sonicchiana

    Il bello è che in tutti questi commenti ci sono sempre le stesse risposte alle stesse accuse…

    Mi ricorda tantissimo la famosa “Orphan Art Bill”; nonostante siano passati mesi (e, grazie alla disinformazione della gente, non sia stata approvata) c’è ancora gente che apre journal/blog/thread per condannare la legge in base alle due stronzate che ha sentito in uno luogo tanto sperduto quanto sconosciuto all’umanità.

    Ma documentarsi sull’argomento no, eh?

  37. 949 Liz

    Scherzi a parte, perché ogni tanto arriva qualcuno che non si prende la briga di leggere i commenti precedenti?

    Il bello è che in tutti questi commenti ci sono sempre le stesse risposte alle stesse accuse… saremo scemi noi che rispondiamo a questi commenti ?

  38. 948 Davide

    Ti dico solo:
    lascia in pace noi twilighter.

    Uh, che carine, hanno anche un nome ora!
    Il prossimo passo è un seggio in senato?

    Scherzi a parte, perché ogni tanto arriva qualcuno che non si prende la briga di leggere i commenti precedenti?
    Sono tanti, direte voi. Ecco, allora non postate, rispondo io. Non è mia abitudine nel discorso di due persone che magari stanno parlando da un’ora e più dei fatti loro additandone una a caso e dicendo “Ha ragione lui!”.
    In fondo credo che ormai Gamberetta sia abituata alle minacce di morte, con tutte le teste di gnokko mozzate che avrà trovato sotto le lenzuola a risveglio in questi mesi…

  39. 947 La Sonicchiana

    Ti dico solo:
    lascia in pace noi twilighter.

    A me non sembra che Gamberetta sia andata in giro a dire “Guardate! Ho scritto che il vostro libro preferito fa schifo!” (poi potrebbe anche essere accaduto questo, ma io non lo so e non ho voglia di stare a ricamare sul nulla ora). Siete stati voi a copia-incollare la recensione nei vostri forum/siti/chat/vattelapesca e poi a venire qua a dire che Twilight è strbelliximo, che non si può augurare la morte ad altre persone, che Gamberetta è troppo offensiva eccetera, comunque non accennando mai (o quasi mai, grazie al cielo) alla recensione in sé.

    E se avete notato bene Gamberetta non ha recensito gli altri libri della serie, e questo articolo risale a più di un anno fa. A conti fatti vi ha lasciato perdere.

  40. 946 DarthVader

    Gamberetta …ne ho pensate mille di cose leggendo la tua recensione,ma per nn urtare i sentimenti dei minorenni non le scriverò,ti dirò solo che non erano molto carini nei tuoi confronti….

    ma guarda che statisticamente sulla recensione di twilight i minorenni stanno dalla tua parte e ne stanno dicendo di tutti i colori…

  41. 945 Sakura87

    Mm credete che un giorno qualche bravo programmatore inventerà un filtro per i siti che censuri i commenti poco intelligenti?

  42. 944 il mio nome è segreto XD

    Gamberetta …ne ho pensate mille di cose leggendo la tua recensione,ma per nn urtare i sentimenti dei minorenni non le scriverò,ti dirò solo che non erano molto carini nei tuoi confronti….
    Ti dico solo:
    lascia in pace noi twilighter.
    Tu sei solo una cinica invidiosa perchè non riuscirai mai a fare tanto successo come la Mayer.
    Una rubrica per sentirti più intelligente? Fatti curare bella mia….vai dai che devi prendere le pastiglie.
    Sai una cosa? No certo che no,tu non sai niente.Se leggessi Breaking Dawn scopriresti che c’è un motivo per cui Edward (Che è molto bello,non gnocco) non riesce a leggere nella mente di Bella….quindi prima di commentare,informati!
    Ti saluto strega,bye bye ^^

  43. 943 folgorata

    Un romanzo di genere assolve alla funzione di assorbirci e distrarci, in qualche modo di astrarci dalla vita circostante. Ciò non vuol dire che non possa far riflettere sulla nostra vita. Anzi. È opinione personale che l’insegnamento è tanto più efficace quanto più viene presentato all’interno di una situazione lontana e diversa da quella del lettore. È la forza stessa della metafora.

    Ecco quindi che proprio il romanzo di genere che si configura come evasione, come vacanza, può essere pedagogico, manipolativo… nei casi fortunati viaggio esperienziale, iniziatico.

    Come si determina il contenuto d’evasione di un romanzo? A guidare lo scrittore sono i bisogni profondi del lettore cui si rivolge. E ogni genere letterario è correlato ad alcuni bisogni tipici:

    I lettori di gialli sono golosi (cacciatori, predatori, cannibali), il lettore deve dipanare i meccanismi di aggressività paura, e l’accostamento al cibo è ricorrente.

    Il lettore di rosa (ha desideri di natura sessuale) privilegia un mondo di soddisfazioni narcisitiche: begli abiti, il confort, la bella vita

    Il lettore di mystery (ha paura della morte) vorrà contesti che evochino la morte e gli ambienti gotici.

    Il lettore di libri di avventura teme gli istinti e l’inconscio che vengono rappresentati da contesti esotici, ignoti (il cosmo, gli ambienti selvaggi e vergini, il sottosuolo, il cielo, i bassifondi di una città…) costellati di tesori immani e di mostri.

    Il contenuto di evasione crea dunque il contesto onirico-simbolico all’interno de quale sviluppare in modo mediato, con la metafora, un contenuto magistrale che fornisca una possibile risposta ad una questione appartenente ai vari ambiti (istinto predatorio, sessualità, paura della morte, l’inconscio misterioso).

    Esempi di contenuto magistrale in relazione al contenuto d’evasione

    Ecco allora che Harry Potter dice agli adolescenti che hanno paura della morte, di non temere: crescerai e sarai adeguato a fronteggiarla come hanno imparato i migliori adulti,

    Jules Verne ci dirà che l’inconscio è pieno di insidie e di mostri ma che con forza e sani principi esso può essere dominato,

    Aghata Christie ci consola dicendo che l’istinto predatore è più comune di quanto si pensi. Nel giallo, la caccia viene invertita e il delitto diventa il pretesto perché il detective di turno, e con lui il lettore, si trasformi in predatore). Il sangue della vittima diventa il sangue dell’assassino puntualmente stanato dal detective e dal lettore. In Dieci piccoli indiani, della Christie, la caccia è esaltante perché si svolge in un contesto piccolo e chiuso, non c’è via di fuga. Qui l’istinto predatorio è al massimo. La Christie ha creato la situazione tipica della volpe che fa scempio nel pollaio.

    Il mystery evoca con ambientazioni, oggetti e animali, legati in chiave simbolica alla morte. Sarà qui, in questo mondo inquietante, che il lettore-protagonista troverà quel qualcosa, rappresentato da un oggetto, un potere o altro, che gli consentirà di tornare alla vita con in tasca una soluzione. Nel primo libro Harry scopre che i suoi genitori morti vivono dentro di lui continuando a proteggerlo e così potrà tornare più forte a Privet Drive. Il difetto dei libri della Rowling è appunto non descriverci il ritorno a casa al termine di ogni volume.
    L’autrice rosa Georgette Hayer, creando un contesto romantico-sentimentale, consente al lettore di sviluppare fantasie erotiche senza sensi di colpa, il suo contenuto magistrale? Non importa se non sei bellissima o giovanissima, è lo spirito di iniziativa che può portare tra le tue braccia il più bello della festa.
    Nel caso del romanzo rosa il piacere dei sensi che è ciò che il lettore cerca, viene traslato dall’autore su tutto il contorno della vicenda (passeggiate in carrozza e a cavallo, vestiti di seta che abbracciano, strizzano i corpi, danze, spazzolate di capelli, schermaglie dialettiche).

    E veniamo a Bella ed Edward abbiamo il contenuto d’evasione tipico del rosa; qui il phaeton e il tiro a quattro sono sostituiti da Vanquish, M3, Volvo scintillanti. La blusa di seta blu accarezza il corpo di Bella, ne esalta la carnagione, ne sottolinea le curve (vedasi Midnight Sun)…

    Ha ragione quel lettore che si chiede perché Edward si innamori di Bella, Mayer infatti non dà lezioni magistrali sul tema della caccia a un marito. A unire Bella e il bel macabro sono le affinità elettive. Mayer lo dice chiaro e tondo: Bella non fugge come tutti, davanti alla morte, anzi ne sembra attratta. Amor che a nullo amato amar perdona agisce come calamita sull’evocata signora nei panni del bell’Edward. Mayer, ancora, rappresenta simbolicamente questa predestinazione con il fatto che Bella, malgrado provenga dalla solare Phoenix, ha la carnagione insolitamente pallida: come l’avorio.

    Avviene così qualcosa di atipico nel rosa della Mayer: attraverso la connessione eros e thanatos, il contenuto magistrale si esprimerà su quello che è il territorio tipico, vedi sopra, del Gotico e del Mistery.

    Vi sono due osservazioni da fare in risposta alle repliche seguite al mio intervento.

    Con tutto il rispetto per la cinematografia di Brass, ho visto solo il film Monella e ho apprezzato l’abilità con cui Brass ha evocato contenuti pedopornografici. La panetteria in cui la protagonista balla con alcuni militari, per colori e proporzioni è la camera dei giochi di un bambino e il regista si limita per tutto il film a vellicare questa corda. Temo di essere solo parzialmente d’accordo con chi sostiene che, con un po’ di fantasia, si possa trovare in ogni opera espressiva un chiave archetipale profonda.

    La seconda osservazione è maturata dopo prolungata anche se non totale lettura del forum. Potrebbe essere forse che l’insoddisfazione tanto marcata nei confronti di Twilight nasca dall’equivoco di una sua ascrivibilità al genere fantasy? Premetto che considero il Fantasy diverso dal Mistery e lo individuo nel fantastico che può essere ricondotto ad una derivazione, anche lontana, da Tolkien. E’ un genere che non amo e che non conosco approfonditamente ma coltivo l’ipotesi che tenda a proporre risposte in tema di libertà e socialità, in tema di definizione della propria identità rispetto agli altri. Ritengo inoltre che il contenuto d’evasione del fantasy, con varietà di personaggi e di razze, proponga un sovvertimento di ruoli e regole sociali avvertiti come costrittivi dal lettore.

    Ecco Twilight non è assolutamente riconducibile al fantasy, mentre lo è forse la saga, da New Moon in poi, con la comparsa dei licantropi. Detto per inciso questa commistione di generi è un difetto del ciclo, è una ridondanza, un eccesso a mio avviso stucchevole perché inutile non riuscendo nei fatti a fermare la corsa di Bella verso la morte…

  44. 942 >> °Ve°

    DarthVader scrive:

    una cosa mi incuriosice…

    chi dice “se una cosa non ti piace, la lascia stare e basta non serve criticarla”.

    Ma chi critica la critica? non risparmiava due volte il suo tempo a non leggerla in primo luogo e in secondo a non commentarla?

    Si ok, mi sto appigliando a cose secondarie, sarà che ultimamente mi annoio un pò…

    Io dico solo che si può benissimo dare la propria opinione senza offendere i gusti e le personalità altrui. Ovvio che ci sarà sempre una recensione che non ci comoda. Ma c’è modo e modo di esprimere quello che si pensa.

  45. 941 DarthVader

    una cosa mi incuriosice…

    chi dice “se una cosa non ti piace, la lascia stare e basta non serve criticarla”.

    Ma chi critica la critica? non risparmiava due volte il suo tempo a non leggerla in primo luogo e in secondo a non commentarla?

    Si ok, mi sto appigliando a cose secondarie, sarà che ultimamente mi annoio un pò…

  46. 940 Feser

    @Sakura

    - Tu nn kapisci nnt! Stephy King è un gnio! E Shinng è uno d + bei libri ke esistono! Vgl prpr vdr km sai scrvere tu! -

    HuaHuaHua!!! Lo ammetto, sono stato esagerato, ma King proprio non riesco a mandarlo giu’, e Shining e’ argomento delicato proprio per il fatto che lui ha sempre dichiarato di come Kubrick abbia “rovinato il suo racconto”.

    Se a te, o comunque a chiunque, non piacciono basta che non li consideri. Non li leggi di nuovo, non li consigli a un amico/a, ma non trovo giusto che tu giudichi le persone perchè a loro piace un libro che tu disprezzi.

    Dunque, anche qui sono d’accordo al 50%, ovvero:
    - lo scopo di una recensione e’ precisamente quello di far conoscere la propria opinione ponderata su un argomento o appunto un’opera
    - denigriamo l’opera (se se lo merita) o l’autore (comunque, cosi’ anche se e’ bravo non si siede sugli allori) ma non chi l’apprezza. De gustibus non disputandum est…

  47. 939 >> °Ve°

    Non vedo che problema c’è nell’apprezzare i libri della saga di Twilight. Se a te, o comunque a chiunque, non piacciono basta che non li consideri. Non li leggi di nuovo, non li consigli a un amico/a, ma non trovo giusto che tu giudichi le persone perchè a loro piace un libro che tu disprezzi. Siamo tutti diversi, ed è giusto così. Vorrei vedere se tu saresti contenta si essere giudicata per quello che leggi, ascolti, indossi.. Ciò che facciamo non deve per forza rappresentarci per piacerci. Ad esempio: se a qualcuno piacesse vestirsi come un “barbone” non vuol dire che volendo non avrebbe i soldi per comprarsi dei bei vestiti. Capito cosa intendo?
    Non trovo giusti e in ogni caso giustificabili i pregiudizi, anche se futili come questi.

  48. 938 Sakura87

    Scusate i due post consecutivi, ma ho appena letto una cosa che mi ha rizzato i capelli in testa:

    @Feser:

    Shining, pessimo racconto

    Argh! ‘Pessima sceneggiatura’ avrei anche potuto capirlo, ma il libro è veramente bello.

    Anzi, Feser, scusami:

    - Tu nn kapisci nnt! Stephy King è un gnio! E Shinng è uno d + bei libri ke esistono! Vgl prpr vdr km sai scrvere tu! -

    ^Simona^

  49. 937 Sakura87

    @Folgorata:

    In definitiva è una storia a struttura simbolica forte con implicazioni, per l’adolescenza cui si rivolge, sul piano dell’autodistruttività: rapporto con la tossicodipendenza, l’aids, l’anoressia. La lezione magistrale, malgrado l’apparente happy end di Breaking Down è che, a giocare con la morte, si muore.

    Eh beh, vista in quest’ottica, se mi sforzo un po’ posso trovare questi significati anche nei film porno di Tinto Brass, nei libri di Moccia, e persino nei necrologi de La Repubblica e nella lista della spesa di mia mamma.

    Rileggete bene il mio post, perchè nell’ironia usata c’è tutta la rabbia degli adolescenti contro il congiunto mondiale, prima tra tutti la guerra in Iraq, l’invidia verso chi sa scrivere bene come la Meyer, ma soprattutto il profondo senso di inadeguatezza di chi vive negli agi del ventunesimo secolo.

    ^Simona^

  50. 936 Feser

    Un paio di pensieri in ordine sparso:

    Io parto da questo presupposto: la Meyer ha presentato alla casa editrice solo Twilight, non il resto della saga. Chi ha scelto di pubblicarlo ha giudicato il lavoro della Meyer solo in base al primo libro, e io farò lo stesso. Tra l’altro rimango dell’idea che un autore non cambia completamente stile da un libro all’altro. Se non mi è piaciuto il primo è assai improbabile che mi piaccia il secondo. E se il secondo mi piace allora comincia a nascere il sospetto che non l’abbia scritto lei.

    Son perfettamente d’accordo… a meta’. In alcuni casi l’editore impone (per ragioni personali a volte ma molto spesso come politica aziendale) una pesante revisione del manoscritto e l’aggiunta/taglio di scene, personaggi e situazioni. Se l’autore ha successo e gli viene richiesto un ulteriore manoscritto, poi, ha solitamente piu’ liberta’.

    …non mi sembra che Shakespeare abbia fatto di meglio…

    Per favore, senza contare che il Bardo scrive di due ragazzini del quindicesimo secolo e quindi non paragonabili a due adolescenti moderni per cultura e possibilita’, lo stile dello scritto da solo fa diventare polvere gli sforzi (quelli alla Spaceballs nel caso della signora M.) di qualunque scrittore di vampiri finora emerso (Stoker compreso).

    Twilight non è pornografico: a suscitare emozioni non sono scene slegate ma il vecchio, vecchissimo “eros e tanathos” sotteso a scene e dialoghi che di per sé, come tu stessa ammetti, sono focalizzate su dettagli banali, sorretti, appunto, dalla tensione creata dalla situazione di base.

    Rifiuto questa giustificazione: Bella neanche si rende conto di volersi scopare un qualcosa che dovrebbe stare in un’urna sul focolare accanto alle ceneri del nonno, e la signora M. non si disturba a presentarsci i suoi vampiri come non morti.

    Ah, e riguardo al film: nemmeno se il regista fosse stato Stanley Kubrick, o Alfred Hitchcock, o, rimanendo a casa nostra, Federico Fellini o Mario Monicelli, sarebbe stato meno che indecente.

    Shining, pessimo racconto, film geniale. Il Padrino, parte I e II, bel racconto di Puzo, film che rimarra’ nei secoli. E ci sono tanti altri casi, magari meno noti o eclatanti. Il punto e’ che un colpo di genio puo’ fare la differenza, in un racconto, qualsivoglia sia il mezzo della sua espressione. Aver dato a Burton la regia di Twilight l’avrebbe, molto probabilmente salvato, almeno stilisticamente.

  51. 935 folgorata

    Mi rivolgo all’autrice della recensione di Twilight in oggetto:
    Scrivi molto bene, complimenti.

    Il conflitto di Twilight: La bella e la bestia.

    Apparente conflitto iniziale: Cosa può trovare di buono Bella amante del Sole in un mondo umido, freddo, tenebroso, lunare?

    Twilight fa dell’erotismo: segna il grande ritorno del “Romanzo rosa” e, come tale, si inscrive in un genere che ambisce a soddisfare le pulsioni onaniste del pubblico sopratutto femminile non necessariamente giovane. Da lettrice pienamente entusiasta della saga sono disposta ad ammettere di essere scema ma ragazzina no: ho 48 anni.

    Twilight non è pornografico: a suscitare emozioni non sono scene slegate ma il vecchio, vecchissimo “eros e tanathos” sotteso a scene e dialoghi che di per sé, come tu stessa ammetti, sono focalizzate su dettagli banali, sorretti, appunto, dalla tensione creata dalla situazione di base.

    E vero: il prototipo di femminilità di Bella è arretrato e strutturalmente subalterno.

    I vampiri della Meyer sono invincibili e perfetti come superoi proprio per enfatizzare il quesito che tu ben individui e che ci guida alla vera chiave della storia. “Perchè non diventano tutti Gnokki (vampiri)? Qual è la fregatura?” La risposta la Meyer la dà molto chiaramente: Perchè sono MORTI.

    In definitiva è una storia a struttura simbolica forte con implicazioni, per l’adolescenza cui si rivolge, sul piano dell’autodistruttività: rapporto con la tossicodipendenza, l’aids, l’anoressia. La lezione magistrale, malgrado l’apparente happy end di Breaking Down è che, a giocare con la morte, si muore.

    P.S. Se conosci uno scrittore italiano che conosca quelle due o tre regolette di cui sopra, e che non sia già blindato dalle major, digli di mandarmi il manoscritto che lo pubblico.

  52. 934 Annaf

    Davvero molto spiritoso… ma penso tu sia ben più intelligente di tante bimbeminkia che adorano spasmodicamente Twilight. O no?

    Il mio messaggio, comunque, anche se indirizzato un po’ a tutti i fan della Meyer, era soprattutto per Elisa, pensavo fosse chiaro.

  53. 933 Povero mentecatto

    E dire che ieri, camminando, mi è parso di incrociare Bella per strada!
    Non avevo proprio realizzato che fosse un personaggio di fantasia fino a che lei non me lo ha rivelato!
    Propongo d’ora in poi di eliminare il nome proprio (privilegio degli esseri umani d.o.c.) e di citarla con il termine “costrutto fantastico modellato su figura femminile umana protagonista dell’opera letteraria di Stepehenie Meyer” , è un po’ più lungo, certo, ma non si correrà più il pericolo di indurre in errore i lettori….

  54. 932 Annaf

    penso che Bella deve essersi sentita così all’incirca. Certo, se fosse stata più forte, se avesse avuto più personalità, se fosse riuscita a impedire che tutta la sua vita venisse rivoluzionata da lui rendendolo il motivo di ogni sua azione…forse avrebbe potuto riprendersi, riprendere in mano la sua vita.

    Ehm… ti sembrerò un po’ brusca e magari cinica (?), odiosa (?) e magari anche antipatica (?), ma ti rendi conto che è solo e soltanto il personaggio di un libro? Ti rendi conto che non è reale e quindi non c’è la possibilità “se fosse stata più forte, se avesse avuto più personalità…” perché l’autrice l’ha descritta così asetticamente che si è dimenticata di alcune cose?
    È anche questo il problema delle fan più accanite di questo “libro”: non vi/si rendete/rendono conto che tutto ciò che viene raccontato nel libro non sia reale, quindi anche i personaggi non esistono, non possono cambiare personalità se non per volere dell’autore?
    Capisco il rispecchiarsi nella protagonista perché magari una volta nella propria vita si sono provate le stesse cose, ma da lì a iniziare ad affermare “se fosse stata più forte,…” direi che ci può passare un oceano e, magari, immedesimarsi in personaggi più… decenti.

  55. 931 Ispettore Vicesindaco Antani

    @ Povero Mentecatto
    non è il semplice fatto di amare twilight.
    E’ il farne una religione, che significa ischemia cerebrale.

  56. 930 Povero mentecatto

    Quindi conoscendo e apprezzando Kubrick, Hitchcock e Fellini, il fatto che io ami anche la saga di Twilight implica quantomeno che io abbia avuto un improvviso aneurisma cerebrale….
    Complimenti per il messaggio per nulla insultante e infarcito di pregiudizi.

  57. 929 Ispettore Vicesindaco Antani

    Ah, e riguardo al film: nemmeno se il regista fosse stato Stanley Kubrick, o Alfred Hitchcock, o, rimanendo a casa nostra, Federico Fellini o Mario Monicelli, sarebbe stato meno che indecente.
    Ma d’altra parte i bimbiminkia non sanno apprezzare la Settima Arte e nemmeno riconoscere la finezza…ancora come fosse antani.

  58. 928 Ispettore Vicesindaco Antani

    Twilight è, penso, un fenomeno psicologico piuttosto pericoloso, che crea forte distacco dalla realtà nella massa di persone che ne fa una religione, una ragione di vita… Essendo parte del fenomeno “bimbominkia” contribuisce a fare tabula rasa nelle menti di ragazzini/e, che ora pensano che dal nulla possa sbucare uno gnokko che dica “sei la mia vita” così come se fosse antani…

  59. 927 Davide

    Stimo i tedeschi e i francesi.

    Comunque – non per la questione in merito, ma per il semplice fatto che secondo me i titoli dei libri andrebbero tradotti sempre e comunque qualora ce ne sia la possibilità – io sarei stato a favore di adattare i titoli della serie della Meyer. L’unico dubbio ce l’avrei su “Breaking Dawn” (come lo si può tradurre, “Aurora”?), ma “Crepuscolo”, “Novilunio” e “Eclisse” secondo me suonavano più che bene.

  60. 926 Giulia

    Hai ragione… per fortuna pare che non in tutto il mondo abbia avuto il successo che ha negli USA, nel Regno Unito e qui in Italia, per esempio in Germania e in Francia proprio non è piaciuto!

    Su questo bisogna precisare che

    a) In Francia e in Germania il film esce in questi giorni, dunque è naturale che non sia ancora presente il picco di vendite che c’è stato in Italia e Inghilterra.

    b) Nei due paesi vi è stata la sciagurata trovata editoriale di cambiare sia le copertine che i titoli ai romanzi della serie, rendendoli irriconoscibili.
    C’è un articolo in proposito su http://www.fantasymagazine.it/notizie/9702/le-librerie-vampirizzate/

  61. 925 Sakura87

    Elisa, ma io sono sicura che tu hai provato tutte queste situazioni e che possano benissimo sussistere nella realtà.
    E’ come la Meyer le ha mescolate e ingigantite in Bella che rende il tutto costruito.

    Ora, io posso scrivere un libro con una protagonista che piange a ogni pagina.
    Il fatto che esistano davvero persone che piangono per ogni cosa non renderebbe il personaggio meno grottesco e ridicolo, e il libro scadente se il personaggio piagnucoloso agisse in un certo modo.
    Così come posso scrivere un fantasy con una protagonista cazzutissima che è forte, bella, sempre coraggiosa. Può darsi che esistano davvero persone così, ma ciò non toglie che un personaggio così fatto ha come unico scopo quello di ‘catturare’ l’ammirazione del lettore.
    E’ l’autrice che sceglie come portare avanti un personaggio. A seconda di come lo costruisce otterrà un certo tipo di pubblico. Se Bella, pur nella sua indisponenza, apatia (che aveva anche prima di conoscere Edward, ricordiamolo) e antipatia, non fosse stata costruita come una Mary Sue da cui tutti non possono fare a meno di restar soggiogati. Se la storia con Edward fosse stata un po’ più travagliata all’inizio, invece di farli innamorare immediatamente. Se Bella non avesse fatto la cazzona in New Moon, forse, e dico forse, sarebbe stato tutto un po’ più realistico. Giusto un po’.

    Io spesso e volentieri amo i protagonisti antipatici. Ma non quando sono delineati antipatici perchè li si deve fare apparire alternativi.

    ^Simona^

  62. 924 Elisa

    @ Sakura 87
    Sai, magari potresti anche avere ragione dal tuo punto di vista, ma posso anche spiegarti perchè non la vedo così. Io la capisco perchè mi è successa una cosa simile. L’ho vissuta. Ora, non arrivavo a schiantarmi con la moto per sentire la sua voce, ma solo perchè tanto non l’avrei sentita. E’ una cosa terribile…un attimo prima è tutto perfetto. Stare con una persona che ti fa battere forte il cuore ogni volta che ti guarda come se fossi l’unica cosa bella al mondo, penso sia un qualcosa che ti porti molto vicino alla felicità. Io all’inizio non ci credevo. Sono sempre stata diffidente, non mi sono mai lasciata andare. Una volta è successo, e non pensavo che una cosa simile esistesse nella realtà. Vedi la persona che ami in tutto quello che fai, in tutto quello che dici, in ogni tua decisione. Non riesco a spiegarti bene…ti riempie la vita. La tua vita è funzionale a quella dell’altro. Poi un giorno è finito tutto. Riesci ad immaginarti una cosa simile? La scuola, gli amici, la musica, i colori…sembravano tutte cose così inutili…e non capivo perchè quelle cose inutili continuavano ad esistere. Perchè ciò che consideravo fondamentale nella mia vita non c’era più e quelle stupidaggini si? In un momento simile l’isolamento, il guardare la tua vita in modo superficiale, l’andare a scuola, mangiare, dormire, parlare come fossi un automa…non è un modo per dire “io sono emo, la vita mi fa schifo, tu mi fai schifo, ma devi capire quello che penso anche se non ti interessa”…di queste cose non te ne frega niente perchè ti sembrano un insieme di sciocchezze e stupidaggini…sei stata privata di qualcosa che era tua per diritto e per necessità…penso che Bella deve essersi sentita così all’incirca. Certo, se fosse stata più forte, se avesse avuto più personalità, se fosse riuscita a impedire che tutta la sua vita venisse rivoluzionata da lui rendendolo il motivo di ogni sua azione…forse avrebbe potuto riprendersi, riprendere in mano la sua vita. Ma una volta che lui rappresentava tutte quelle cose per lei, come poteva? E’ un dramma, credimi, difficilmente nella realtà, una che ha incontrato un sentimento simile si riprende. Eppure in genere succede. Ci si riprende, si va avanti..ma sotto sotto resti sempre un automa. Almeno Bella ha avuto il suo lieto fine. Certo, il suo lieto fine è un vampiro, ma la invidio lo stesso.

  63. 923 Sakura87

    @Elisa:

    Lungi da me iniziare una disquisizione su ciò che emo e su ciò che non lo è, perché dovendo prendere la definizione letterale di questa parola mi fermerei alla classificazione di certune band, a partire dai Jawbreaker (Jimi Hendrix stesso si rifa’ a questo gruppo!), continuando con i My Chemical Romance e terminando con i Tokio Hotel, che sono l’ultima ruota (bucata) del carro.
    Il mio uso del termine era più o meno scherzoso, riferito a Bella: non ha ciuffo, non ha abiti attillati, non indossa trucco pallido (per quello basta già Edward) né abiti del caso.
    Quel che intendevo io è che la Meyer (non Bella) fa esibizione dello stato d’animo apatico e depresso di bella. Ecco cosa intendo io per emo: l’esibizionismo, il ‘guardami, io sono depresso, il mondo mi fa schifo, anche tu fai schifo, però guardami eh’. La Meyer, mi auguro l’abbia fatto ingenuamente ma io non credo, ha tratteggiato Bella come una giovane emo: Bella odia le sue compagne di classe, loro parlano solo di ragazzi, sono noiose, ascoltano musica commerciale, la sua scuola le fa schifo, i ragazzi che le vanno dietro la annoiano. Però non è snob, eh. Lei è solo avanti: lei ascolta musica classica, a lei importa solo del suo Edward, il cinema e i vestiti non le importano, e che diamine, lei ha i suoi problemi gravi, sta con un vampiro e le va dietro un lupo mannaro, tanti la vogliono morta, che non la secchino le sue amiche conformizzate!
    Bella non ama la confusione: preferisce stare a casa a rotolarsi pensando ai suoi guai, al suo ragazzo vampiro che l’ha mollata, a come deve far capire a Jake che lei vuole solo essergli amico, ma poi, cavolo, tanto Edward l’ha mollata, in effetti perché non fare l’ambigua con Jake?
    Sì. Bella non prende la lametta e non si maciulla i polsi per provare dolore. Almeno, in New Moon, poi boh, magari in Eclipse lo farà e le fan grideranno di non prenderla in giro perché quello dell’autolesionismo è un problema grave, e nessuno può giudicare, eh che diamine, Bella soffre.
    Bella, in compenso, in un quartiere malfamato entra in un bar sperando che i tizi che ha intravisto siano quelli che hanno cercato di violentarla nel primo libro. Poverina, non erano loro. Bella, in compenso, prende la moto perché vuole fare la spericolata, guarda, se si fa male sente la voce di Edward.
    Bella, in compenso, si tira giù da un precipizio, ohh sta arrivando una tempesta, meglio così, magari muore. Poi resta per una romantica (e intera) pagina sott’acqua, a pensare quanto sia bello morire annegati
    No. Questo non è emo, giusto?
    Non è emo accoccolarsi con la testa tra le ginocchia ogni due pagine.
    Non è emo tentare di ammazzarsi sapendo che rischia di ammazzarsi pur non volendo ammazzarsi.
    Non è emo guardare le altre dall’alto in basso perché i propri problemi sono sempre più grandi di quelli degli altri.
    Non è emo autocommiserarsi per un libro intero.

  64. 922 Elisa

    @ Sakura 87
    Ma forse non hai ben chiaro il concetto di Emo…gli Emo sono autolesionisti per divertimento, per passare tempo, per non annoiarsi…non lo fanno con uno scopo ed è per questo che la gente ha una bassa considerazione di loro….

  65. 921 Tony

    X Jane

    Premetto che non ho letto il romanzo, e dunque non mi pronuncio su di esso, volevo dire solo una cosa a Jane, una delle poche fan di Twilight che ha scritto, in questo blog qualcosa di sensato e soprattutto intelligente.
    Ed in particolare sull’ultima frase che hai usato
    “Che aspetta a farci vedere quanto vale lei?”

    io frasi di questo tipo sinceramente non le capisco, ma che diavolo significano?
    che se uno non scrive un romanzo non può giudicarne uno???
    Se uno non dirige un film non ha il diritto di dire se il film che ha visto gli è piaciuto o meno???
    Oppure significa che se non scrivi o dirigi hai il diritto solamente di dire cose belle ???

    è stato un bell’intervento Jane, dico sul serio….tranne in quella ultima, infelice, frase!

  66. 920 jane

    Ho trovato questa recensione e l’ho pubblicata nel mio forum..che oh! è dedicato a twilight….ora mi rivolgo a colei che ha fatto questa recensione…che ne dici di passare a leggere?Se non hai voglia ti copio e incollo qua quello che ho scritto sul mio forum della tua recensione!

    Ora, io sono rimasta a dir poco shoccata e sapete perchè? Perchè ha ragione! Perchè si, twilight si basa su questo! E allora? Nessuno ha mai detto che sia quella la storia! Quello è l’inizio!Che doveva fare la scrittrice? Un alieno scende sulla terra e scopre un vampiro? Nessuno ha mai detto che il modo in cui si conoscono lui e lei sia fantasioso! Forse non tutti l’ammettiamo ma tutti sappiamo che Bella è un personaggio un pò troppo semplice e questo ha aiutato tanto anche la Meyer! Ma allora? La storia è il resto, perchè tutti i 4 libri non si basano sul fatto che lei è una “sempliciotta” che gira in un paese “sempliciotto” e conosce amici “sempliciotti”. La storia è anche il modo in cui la scrittrice riesce a continuare la sua “Inesistente” storia! Ma se questa donna che scrive la recensione pensa veramente che la Meyer non valga come scrittrice, allore cosa aspetta? Che aspetta a farci vedere quanto vale lei?

  67. 919 [SK] Commenti degli anime di stagione... + o - | hilpers

    [...] ho intenzione di vedere twilight proprio perche’ a mio avviso e’ piu’ roba romantica che horror. http://fantasy.gamberi.org/2007/12/0…anzo-twilight/ ho droppato pure il manga! Come ho fatto io per angel sanctuary perche’ non si [...]

  68. 918 Liz

    >la gente stupida tende troppo spesso a prenderla sul personale quando si sparla di un libro che piace loro. Mi viene sempre da chiedere: ‘Ca**o vuoi? L’hai scritto tu, il libro?’

    Ma il bello è che tutte le volte che vengono a dire che i fan di Twilight non sono stupidi in un modo o nell’altro dimostrano sempre di esserlo. XD (Non tutti ovviamente, :] )

  69. 917 Sakura87

    @Elisa:

    Allora aspetto che leggi anche gli altri, perchè se mi dici che il secondo ti è sembrato più brutto non posso fare altro che darti ragione. più che altro perchè non ho compreso la sua funzione all’interno nella saga…

    Allora non sono stata l’unica a non vederci una trama *_*

    Io leggendo New moon ho percepito solo il terribile stato d’animo di Bella

    Se quello non era emo, allora l’emo cos’è? Ci mancava solo che si mettesse ad ascoltare i Tokio Hotel.
    Ah, già. Bella è diversa, è alternativa, e ascolta solo musica classica.

    Beh…non mi sembra che Shakespeare abbia fatto di meglio.

    Ti supplico, non mettiamo la Meyer e Shakespeare nella stessa frase. Quando l’ha citato nel suo libro mi stava strappando il cuore.

    Autolesionismo? Si, questo è possibile…ma secondo me era funzionale alle emozioni da trasmettere ai lettori. Cioè…se lui se ne andava e lei si ricostruiva una vita era finita lì.

    E ovviamente ci privava dei seguiti della sua meravigliosa saga. Scherzi a parte, è stato veramente indispensabile questo excursus emo nella vita dei due? Perchè a questo punto entriamo nel ‘troppo personale’: per me tutto ciò che Bella fa e dice dopo essere stata mollata da Edward è:
    -costruito
    - esagerato (vedi punto sopra)
    - inutile ai fini della trama della saga, alla: allunghiamo il brodo!

    E non dite che si parla solo di suicidi! Non è così!

    Davvero? Mi risulta che Edward corra in Italia per suicidarsi. Senza nemmeno assicurarsene bene, che la sua ragazza era morta.

    Certo che in un libro che parla di vampiri non potete certo pretendere che il tema della morte non sia presente.

    Non in un libro con questi vampiri.

    @Daff:

    Hai ragione… per fortuna pare che non in tutto il mondo abbia avuto il successo che ha negli USA, nel Regno Unito e qui in Italia, per esempio in Germania e in Francia proprio non è piaciuto!

    Non so negli altri paesi, ma in Italia il 93% della popolazione non legge più di dieci libri l’anno, e vi lascio solo immaginare, visti i Best Seller -anche togliendoci Twilight-, quali siano spesso e volentieri questi dieci libri.

    @hypshine:

    ci credi che se scrivo la peggior idiozia del mondo, e me la comprano tutti, diventa un Best Seller?

    Infatti. Come ho scritto anche altrove, credo che proverò a scrivere una fanfiction con una ragazza che si innamora di un lupo mannaro, che però non sbavi, non abbia le pulci, non puzzi, anzi, che quando si trasforma assuma una soffice e delicata peluria bionda che lo renda assolutamente seducente.
    Sa di già visto? Non so scrivere periodi più lunghi di soggetto, predicato, complemento diretto?
    Ops. Pazienza, tanto c’è l’ammmmmore e il protagonista gnokko, non se ne accorgerà nessuno.

    @Darth Vader:

    E poi basta con il buonismo, se a qualcuno una cosa fa schifo, è meglio dirlo nel modo più divertente possibile :)

    Precisamente. Al di là di ciò che ha scritto Gamberetta sulle fan di Twilight, la gente stupida tende troppo spesso a prenderla sul personale quando si sparla di un libro che piace loro. Mi viene sempre da chiedere: ‘Ca**o vuoi? L’hai scritto tu, il libro?’

    ^Simona^

  70. 916 DarthVader

    E rivedi attentamente cosa significa Best Seller: ci credi che se scrivo la peggior idiozia del mondo, e me la comprano tutti, diventa un Best Seller? Magico. Io faccio un sacco di soldi per non aver scritto niente – e mi sento anche molto furbo, a questo punto.
    Non parlar male di chi fornisce una critica motivata. Sentiti in colpa per aver dato delle scuse spicciole al fatto che non sai spiegarti come possa esserti piaciuto – quando è evidentemente immondizia, per quotare Gamberetta.

    anche 100 colpi di spazzola è stato un best seller… e in realtà si parlava di una zoc… ehm… di una ragazzina molta espansiva che è stata molto espansiva con tutta la sua città…

    Per difendere Gamberetta, che come dicevo sopra mi sta molto simpatica per via di alcune antipatie in comune, questo è il suo blog, e ci scrive un pò quello che le pare…
    Cioè voglio dire, se lei dice: “la meyer è una idiota”, e poi qualcuno se la prende e dice: ” Gamberetta, ma come ti permetti, non è giusto dire a qualcun altro sei un idiota perchè non ti piace quello che scrive. A me non piace quello che scrivi, sei una idiota” mi sembra un’incoerenza che fa acqua da tutte le parti.
    E poi basta con il buonismo, se a qualcuno una cosa fa schifo, è meglio dirlo nel modo più divertente possibile :)

  71. 915 hypshine

    Per me che sono un’appassionata di storie di vampiri, Twilight&Co. è stato un colpo al cuore.
    Edoardo, il vampiro che brilla al sole! Che vive insieme ai suoi fratelli Rosalia, Gaspare e Alice sotto l’ala protettiva di Papà Castoro!
    Tutti bellissimi, altissimi, purissimi, levissimi, senza un problema al mondo – a parte un evidente conflitto interiore sull’anima e l’Inferno da far mettere le mani nei capelli a Freud – per la sua bassezza.
    Al ché pur’io mi son posta la stessa domanda: “Perché non divengono tutti gnokki?” e mi son risposta che un motivo ci deve pur essere, d’altronde stiamo parlando di un posto dove vivono vampiri, lupi mannari e dio solo sa cos’altro, e se n’è accorta solo Bella – mi spiego? QUELLA Bella.
    (E rievocando il film “Il labirinto del fauno”, dove la protagonista schizofrenica parlava col suo amico fauno… no, no, questa è un’altra storia).

    Io i libri li ho letti tutti, sudando molto sangue, ma ho letto pure il quarto.
    Voglio morire.
    Uccidetemi ora, per favore.
    Io non pretendo, Stephenie, che tu sia il nuovo Dante, ma se proprio scrivi da manualetto scaricato da internet, almeno informati di quello che parli. Che ne so, se proprio ami gnokki e bellocci, limitati a guardare “Intervista col vampiro”, che con la tripletta Pitt, Cruise e Banderas avrebbe soddisfatto – ne sono certa – i tuoi poveri occhi di Rowling mancata (e questo è dire tutto) e oltretutto ti avrebbe fornito un’infarinatura generale sul mondo dei vampiri&affini.
    Ma ormai il danno è fatto, no?

    Continua pure a criticare…ma non mi sembra che tu hai scritto un romanzo! Non sei nella posizione di giudicare nessuno, tanto meno un Best Seller come Twilight!
    Tirando le somme: Impiccati tu!

    Hai visto Ratatuille? Il critico di cucina è un cuoco? Quando assaggi qualcosa che fa schifo, fa schifo e basta. E rivedi attentamente cosa significa Best Seller: ci credi che se scrivo la peggior idiozia del mondo, e me la comprano tutti, diventa un Best Seller? Magico. Io faccio un sacco di soldi per non aver scritto niente – e mi sento anche molto furbo, a questo punto.
    Non parlar male di chi fornisce una critica motivata. Sentiti in colpa per aver dato delle scuse spicciole al fatto che non sai spiegarti come possa esserti piaciuto – quando è evidentemente immondizia, per quotare Gamberetta.

  72. 914 Daff

    Hai ragione… per fortuna pare che non in tutto il mondo abbia avuto il successo che ha negli USA, nel Regno Unito e qui in Italia, per esempio in Germania e in Francia proprio non è piaciuto!

    Forse il mondo può essere salvato XD

    Ciao!

  73. 913 Elisa

    @ Sakura 87
    Allora aspetto che leggi anche gli altri, perchè se mi dici che il secondo ti è sembrato più brutto non posso fare altro che darti ragione. più che altro perchè non ho compreso la sua funzione all’interno nella saga…poteva ottenere lo stesso effetto con qualche capitolo in più in Eclipse…boh, questo non lo so. Ad ogni modo, ripeto, appoggio il punto di vista di Enrico, Inoltre…dai, non esageriamo. Io leggendo New moon ho percepito solo il terribile stato d’animo di Bella, che sta davvero male per aver perso Edward. Il suicidio? Beh…non mi sembra che Shakespeare abbia fatto di meglio. Autolesionismo? Si, questo è possibile…ma secondo me era funzionale alle emozioni da trasmettere ai lettori. Cioè…se lui se ne andava e lei si ricostruiva una vita era finita lì. Lei si, va molto oltre pur di sentire la sua voce, ma non l’ha mai fatto pensando di farsi davvero del male…in realtà non ci pensava proprio. Si comporta da vera incosciente, ma la chiave non è l’autolesionismo. Il fatto è che lei si è fatta lasciare da Edward senza combattere, senza mettere in dubbio le sue parole perchè è sempre stata insicura dei sentimenti di lui per lei. Ma quando metteva a repentaglio la sua vita lei non si rendeva conto di realizzare che in realtà Edward l’amava davvero. Lei in quel momento lasciava uscire quella parte di lei che non era uscita fuori quando lui aveva deciso di farle credere di non amarla più…E non dite che si parla solo di suicidi! Non è così! Certo che in un libro che parla di vampiri non potete certo pretendere che il tema della morte non sia presente. E se in un libro ci sono vampiri, morte e amore, mi sembra logico che qualcuno che minaccia di suicidarsi c’è per forza. Infine, i Cullen non scappano dopo il colpo di testa di Jasper. Carlisle in seguito fa capire chiaramente che hanno tutti deciso di rispettare la decisione di Edward. Loro non c’entrano, sarebbero anche rimasti. Ed è vero quello che dice Enrico, che è un bel tema quello mostrato da questa famiglia. Non vogliono essere dei mostri e si accontentano del sangue di animale anche se non li può soddisfare del tutto. Questo è il mio modo di vedere il libro, e questo è il motivo per cui non mi sembra così male…

  74. 912 Liz

    A me Twilight tutto sembra tranne che emo… .-. non so se il seguito lo è un po’ di più dato che non sento parlare altro che di suicidi… XD

  75. 911 DarthVader

    scusate se esco un pò fuori tema, ma ho una curiosità che non sono riuscito a soddisfare… e mi sembra che qui ci sia qualcuno ferrato.

    Leggevo in giro che twilight è considerato il manifesto degli emo. Adesso, io se sento dire “emo” penso ai tokio hotel e i dari, sui cui non esprimo un giudizio personale essenzialmente perchè :
    1) oggi mi sento tanto buono
    2) vorrei evitare un linciaggio commentistico, che oltretutto sarebbe ot
    3) non credo che a nessuno interessi veramente cosa penso al riguardo…

    grazie

  76. 910 Liz

    Non so. Forse dovrei leggere Eclipse. E Breaking Down.
    Se non lo faccio, mi sento dire che non posso criticare senza leggerli tutti (e io stessa voglio criticare con cognizione di causa).
    Se li leggo, mi sento chiedere perchè, se li considero spazzatura, perdo tempo a leggerli e a criticarli.

    Io parto da questo presupposto: la Meyer ha presentato alla casa editrice solo Twilight, non il resto della saga. Chi ha scelto di pubblicarlo ha giudicato il lavoro della Meyer solo in base al primo libro, e io farò lo stesso. Tra l’altro rimango dell’idea che un autore non cambia completamente stile da un libro all’altro. Se non mi è piaciuto il primo è assai improbabile che mi piaccia il secondo. E se il secondo mi piace allora comincia a nascere il sospetto che non l’abbia scritto lei.

    Tu comunque facci un pensierino….;)

    HAHAHAHA no. XD
    Scherzi a parte, il pensierino ce l’ho fatto, potrebbe anche darsi che in futuro mi faccia prestare il libro da qualcuno. Potrebbe.

  77. 909 Sakura87

    Elisa, io ho finito New Moon pochi giorni fa. E ho voluto mettere di mezzo un libro della Yoshimoto e The picture of Dorian Gray per rifarmi gli occhi e la mente. Il secondo è addirittura peggio del primo, oserei dire. Riprendo i punti citati da Enrico e li confronto con New Moon. Se vuoi farò lo stesso non appena avrò letto Eclipse.

    >l’importanza dell’amore:
    Qui quoto quanto detto da altre prima di me. L’amore tra Edward e Bella esiste solo in quanto raccontato: sappiamo che si amano solo perchè la Meyer fa dir loro che si amano e scrive ‘si amano tanto’. I personaggi sono burattini mossi da un’amore di cartapesta. E’ tutto…costruito, etichettato…non so proprio come esprimermi meglio.
    Senza contare che, se anche così non fosse, dà proprio un messaggio sbagliato dell’amore:
    - l’autolesionismo. In New Moon Bella non cerca altro che di farsi del male per sentire la voce di Edward.
    - il suicidio. Edward cerca di ammazzarsi perchè pensa che Bella sia morta (e senza neanche informarsi tanto bene, peraltro)
    - l’ossessione, la morbosità

    >il peso del sacrificio, l’importanza di superare steccati e barriere ideologiche:
    Anche qui, io ho visto sacrifici postumi e/o inutili. Edward se ne va perchè non vuole che Bella si faccia del male. Ma non è ovvio che ha già messo Bella abbastanza nei guai, e che la cosa non cambierà anche se lui sta andando via?
    Edward tenta il suicidio. Ah, sì? E se Bella ormai è morta che sacrificio è?
    Bella molla tutto per andare a salvare Edward dai Volturi. E molla suo padre, distrutto per la perdita del migliore amico, mentre lui *è al funerale!*. Non esistevano altri modi di contattare Edward? Non sono un po’ blande le motivazioni della Meyer sul perchè non si può contattare Edward? Non esistono altri modi in un mondo dove i vampiri fighi sono pieni di superpoteri?

    >il valore della vita:
    Il valore della vita? Ma se cercano tutti di suicidarsi! Il suicidio non è mai una soluzione, e ancor meno l’autolesionismo!

    >la necessità di confrontarsi con le implicazioni etiche e morali delle proprie azioni (si pensi ai membri della famiglia Cullen, che preferiscono passare l’eternità a soffrire la sete, piuttosto di porre fine a delle vite umane…)
    E qui proprio non so cosa rispondere perchè…mi sembra che nessuno in questo libro sappia prendersi le sue responsabilità. Tutta la famiglia Cullen prima scappa dopo l’incidente di Jasper, poi cambia idea e torna. Perchè? Le circostanze per cui hanno deciso di partire, ossia il loro essere vampiri, non mi sembra siano cambiate.
    Bella non ha alcun senso di responsabilità nei confronti della propria salute, della propria famiglia e, in generale, della propria vita.
    E’ divisa tra un mondo fantastico (vampiri e lupi mannari) e un mondo reale (mamma, papà, amiche normali -che sputtana dalla mattina alla sera sentendosi superiore- e scuola). Solo io noto come questi due mondi, nel libro della Meyer, siano mescolati alla foggia dei telefilm adolescenziali tipo Buffy? Degli anime giapponesi in cui le bimbe diventano maghette o cantanti e devono trovare scuse per i loro genitori, che non si accorgono mai di niente?

    Non so. Forse dovrei leggere Eclipse. E Breaking Down.
    Se non lo faccio, mi sento dire che non posso criticare senza leggerli tutti (e io stessa voglio criticare con cognizione di causa).
    Se li leggo, mi sento chiedere perchè, se li considero spazzatura, perdo tempo a leggerli e a criticarli.
    In entrambi i casi, a volte, mi sento dire che dato che non scrivo non posso criticare. Ho forse bisogno di saper scrivere per criticare? Di saper leggere, semmai. Se compro un computer rotto, allora non posso lamentarmi perchè io i computer non li so costruire?

    E ripeto ancora una volta, essendo apparso un altro commento che non fa onore alla causa di Twilight…continuate a lagnarvi di chi dice che buona parte delle apprezzatrici di Twilight è di bassa lega…ma vedete come ciò sia continuamente confermato?
    Mah, forse dovrei ignorare i commenti a questa recensione e basta. In fondo, era la recensione che mi interessava, ho espresso la mia opinione sul libro, e quella su chi lo legge, anzi, su buona parte di chi lo legge, non cambierà, anzi, potrà solo rafforzarsi.

    ^Simona^

  78. 908 Elisa

    @ Liz
    Credo che i tuoi dubbi vengano proprio dal fatto che hai letto solo il primo…moltissimi temi citati da Enrico si sviluppano nel corso degli altri 3 libri. Se li leggi in questa chiave, magari lo troverai più interessante…ovviamente è solo un consiglio. Purtroppo so per esperienza che se un libro non ti piace subito, difficilmente riuscirai a leggere il seguito. Tu comunque facci un pensierino….;)

  79. 907 DarthVader

    Ho trovato il link a questa recensione sul forum che seguo da anni (dragonslair).
    Ho letto la recensione di twilight.
    Ho letto tutti i commenti.
    Ho scoperto che esiste una recensione sulla troisi (o forse più di una?) e che nei hai parlato peggio della meyer.

    Ho messo questo sito nei miei preferiti.

    Gamberetta, che la Forza sia con te

  80. 906 Andrea

    intanto la saga di twilight è la + bella ke abbia mai letto.. harry potter in konfronto gli fa le sole.. e comunqu ognuno ha le sue idee.. se hai le tue stattene zitta ke fai + bella figura.. xkè kosi ne fai solo una.. QUELLA DI MERDA!!
    qst saga l’è da 12/10

  81. 905 Sakura87

    ahahahahahhahahahaha le uniche parole che voglio spendere x commentare questa recensione sono queste: ammazza!!!!!!!!!!!!ne spari di stronzate!!!!!!!!!!!!sei così esilarante che dovresti fare cabaret!
    ma ripigliati esauritaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
    ahahahahhahahaha!
    Tu di Twilight non ha capito proprio una mazza!

    A tutte le fan di Twilight: questo quote, e altri prima, dovrebbero spiegare perchè Gamberetta abbia parlato di bimbominkia.
    Piuttosto che delle critiche di Gamberetta, io mi preoccuperei della magra figura che simili elementi vi fanno fare.

    Preferirei cento volte scagliarmi su un idiota che ama Tolkien, piuttosto che su una persona fine e intelligente che ne critica i lati negativi.

    ^Simona^

  82. 904 Liz

    Perdonami, io ho letto solo il primo libro della saga, e non so se questi temi poi verranno poi meglio trattati negli altri libri. Dunque mi limiterò a parlare di Twilight, non di New Moon et cetera.

    >l’importanza dell’amore,
    Se fosse trattato meglio probabilmente sarebbe davvero uno spunto di riflessione. Ma l’amore dei personaggi non è reale, non ha niente di umano. E non perchè Bella ami un vampiro, ma perchè il loro amore è fatto di “ti amo” e di “non ti lascerò mai”, ma alla fine non si traduce mai in qualcosa di concreto. Una relazione tra persone che si amano non si limita ai baci e ai giuramenti, è fatto anche di momenti di complicità, di allegria o anche di difficoltà… cose che mancano completamente nella concezione dell’amore della Meyer. Io non vedo messaggi in un amore così irreale.

    >il peso del sacrificio,
    Sinceramente di sacrifici non me ne ricordo. Magari potresti dirmi a che passo in particolare ti riferisci ?

    >l’importanza di superare steccati e barriere ideologiche,
    Quali barriere ideologiche ? Il fatto che Bella ami Edward anche se è un vampiro succhiasangue ? Se fosse un vampiro tradizionale, di quelli che incutono terrore alla gente potrei anche darti ragione. Ma questo vampiro non ha niente che spaventi, non ha niente che suscita repulsione. Anzi, è pure il figo della scuola. Magari sarebbe stato interessante una caratterizzazione psicologica di Edward in cui lui si sente un estraneo rispetto agli altri compagni, non si sente parte del loro mondo, sebbene tutti lo ammirino credendo di conoscerlo. Ma la Meyer non lo ha fatto, quindi…

    >il valore della vita,
    Ecco, ancora non ho capito esattamente a cosa ti riferisci. Forse al fatto che Edward non vuole che Bella diventi un vampiro come lui ?

    > la necessità di confrontarsi con le implicazioni etiche e morali delle proprie azioni (si pensi ai membri della famiglia Cullen, che preferiscono passare l’eternità a soffrire la sete, piuttosto di porre fine a delle vite umane…)
    Anche in questo caso, l’argomento non è stato approfondito. Da come vengono descritti sembra che non abbiano alcun problema a nutrirsi di sangue animale, e che per loro non cambi nulla, che non sia un sacrificio (figurarsi che Carlisle lavora in un ospedale, tra gente che perde sangue in continuazione, e non ne è minimamente turbato…). Inoltre a me sembra semplicemente il solito espediente per far vedere che i Cullen sono “buoni”. Sarebbe stato troppo difficile far nascere l’amore tra una ragazzina indifesa e un vampiro che non vede l’ora di dissanguarla…

    Comunque Enrico ti ringrazio per aver sostenuto la tua tesi con delle motivazioni, invece di dire semplicemente che non è vero che Twilight fa schifo. ;)

  83. 903 Enrico

    Ahem… Perche’ non ce ne sono? ;)

    (rip.)

    Questo penso che sia esagerato da dire per qualsiasi libro degno di questo nome, un opera letteraria ha sempre uno o più messaggi e significati, sia che l’autore li inserisca coscientemente, sia che filtrino dalle sue parole.

    La saga di Twilight, poi, mi sembra davvero pregna di significati e messaggi: l’importanza dell’amore, il peso del sacrificio, l’importanza di superare steccati e barriere ideologiche, il valore della vita, la necessità di confrontarsi con le implicazioni etiche e morali delle proprie azioni (si pensi ai membri della famiglia Cullen, che preferiscono passare l’eternità a soffrire la sete, piuttosto di porre fine a delle vite umane…)

    Gli spunti di riflessione significativi mi pare abbondino…

  84. 902 Feser

    Visto che non abbiamo capito una mazza, invece di ridere sguaiatamente come un’idiota perché non ci illumini sui significati profondi di Twilight?

    Ahem… Perche’ non ce ne sono? ;)
    Seriamente, trama scontata, personaggi al meglio definibili atroci, al peggio piatti, ambientazione ridicola, reazioni inverosimili a situazioni sia banali sia “straordinarie”… Trovavo piu’ avvincenti gli inseguimenti di Gargamella a danno dei puffi!

  85. 901 La Sonicchiana

    Tu di Twilight non ha capito proprio una mazza!

    Visto che non abbiamo capito una mazza, invece di ridere sguaiatamente come un’idiota perché non ci illumini sui significati profondi di Twilight? :D

  86. 900 x Gamberetta "la patetica"

    ahahahahahhahahahaha le uniche parole che voglio spendere x commentare questa recensione sono queste: ammazza!!!!!!!!!!!!ne spari di stronzate!!!!!!!!!!!!sei così esilarante che dovresti fare cabaret!
    ma ripigliati esauritaaaaaaaaaaaaaaaaaa!
    ahahahahhahahaha!
    Tu di Twilight non ha capito proprio una mazza!

  87. 899 Liz

    Il bello non è bello, il bello è ciò che piace.

    Pure questo tocca sentire adesso…
    Ok, allora ascoltati ‘sta roba:
    http://www.youtube.com/watch?v=poCLSVvHk8s
    Dopo un minuto circa l’artista comincia a suonare. Se mi chiedi se questo pezzo mi piace io risponderò di NO, perchè a me una cosa del genere fa semplicemente schifo: ma ciò non vuol dire che non sia bello. Anzi: questo pezzo è bello perchè chi l’ha scritto ci ha fatto uno studio dietro, non ha combinato i suoni a caso, anche se è quello che potrebbe sembrare. Dietro questo pezzo c’è stato uno studio, un lavoro e anche un messaggio. E quindi è bello, viene ricordato, continua ad essere suonato e continuerà ad esserlo perchè nel futuro avrà ancora qualcosa da dire. Le schifezze non rimangono. Sai quanta roba che non vale niente piace ! Il McDonald, i vestiti della Benetton, Allevi…e via dicendo. Una cosa è dire che Twilight piace, un’altra è dire che è un bel libro.

    non mi sembra che tu hai scritto un romanzo! Non sei nella posizione di giudicare nessuno, tanto meno un Best Seller come Twilight!

    1)Tu hai scritto un romanzo ? Credo di no. Nemmeno tu sei nella posizione di giudicare Twilight. Neanche in positivo.
    2)Stai spostando il discorso dal libro alla persona che ha scritto la recensione… su, ragazze, possibile che non abbiate nessun altro argomento con cui ribattere ?
    (Ma per curiosità… gli altri commenti li leggete ? Non dico tutti, ma almeno gli ultimi dieci…)

    Di certo non gli faccio una lunga recensione.

    Insomma stai molto cortesemente dicendo che nessuno può permettersi di scrivere critiche negative a un libro…

    Se il libro è piaciuto alla maggior parte delle persone(tralasciando il fenomeno commerciale che personalmente non approvo molto perchè considero esagerato)un motivo c’è.E dubito sia perchè siamo tutti idioti(e tu no).Non credi?

    Il McDonald, pensate al McDonald…
    Non è questione di essere idioti. E’ questione di essere superficiali. Quanto la trama è in grado di coinvolgerti non è mai stato un parametro per giudicare un libro.

  88. 898 *Marilù*

    Ho letto la recensione e ti vedo molto accanita sul punto Twilight.
    Allora naturalmente ognuno ha i suoi gusti,è una cosa giusta e normale ma in genere quando leggo un libro che non mi piace lo metto in un angolo e non lo finisco nemmeno.Di certo non gli faccio una lunga recensione.Per questo motivo penso che sia molto più probabile che tu volessi andare controccorente.Non dubito che tu lo giudichi un pessimo libro non mi fraintendere,credo soltanto che se un libro ti fa schifo in un modo così assurdo ti metti l’anima in pace e leggi qualcos’altro(dopotutto ci sono milioni di libri a questo mondo).
    Sia chiaro che con questo messaggio non ti voglio offendere,ma vorrei offrirti solo uno spunto di riflessione.
    A me il libro è piaciuto e sono pienamente convinta che sia una cosa soggettiva..
    Certo tu sei libera di fare una recensione se vuoi ma mi chiedo solo…perchè?anzi meglio,che te ne importa?ho voluto capire e la risposta la dai qui,parlando della tua nuova rubrica:Avverto subito che tale rubrica è basata sul sarcasmo e sul prendere in giro il prossimo. Lo scopo è più che altro personale: farmi sentire più intelligente delle mie coetanee e in generale del pubblico. Se la cosa vi crea problemi, passate oltre.
    Hai davvero bisogno di prendere in giro il prossimo per sentirti più furba?hai bisogno di rispondere a questo mio commento in modo sarcastico per sentirti meglio?hai bisogno di sparlare di twilight per sentirti più intelligente delle tue coetanee?(parole tue)…
    Rifletti su questo perchè non lo sto scrivendo per criticarti,ma solo per dirti quel che ho percepito io di te.
    Chiami bimbeminkia quelle che leggono Twilight,ma tu cos’hai in più?sei più intelligente?hai capito una verità che nessuno riusciva a percepire?
    Se il libro è piaciuto alla maggior parte delle persone(tralasciando il fenomeno commerciale che personalmente non approvo molto perchè considero esagerato)un motivo c’è.E dubito sia perchè siamo tutti idioti(e tu no).Non credi?
    Mi dispiace aver parlato in questi termini e se ti ho offesa mi scuso.Ma per favore rifletti su questo particolare e invece di concentrarti su ciò che NON ti piace,concentrati su quello che TI PIACE…ha molto più senso!
    ps:per piacere evita di dire che te ne intendi di libri pessimi o che hai letto molto ecc…perchè per quanto possa essere vero che hai letto molto non sei nè più nè meno di me.
    Altrimenti scrivi un bel Best Seller ;) ciao! ^^

  89. 897 Puccia

    Senti, io mica vengo a dire a te cosa devi leggere, cosa è bello o cosa è scritto male! Può essere che a te non piace (eh già…l’ abbimop notato!) ma ad altri può piacere alla follia! Il bello non è bello, il bello è ciò che piace. Continua pure a criticare…ma non mi sembra che tu hai scritto un romanzo! Non sei nella posizione di giudicare nessuno, tanto meno un Best Seller come Twilight!
    Tirando le somme: Impiccati tu!

  90. 896 Roovalk

    Complimenti.

    Credo che sia superluo aggiungere qualche insalata di superlativi assortiti, semplicemente sentiti coplimenti.

    Era da tempo che non ghignavo così di gusto leggendo una recensione.
    Mi spiace solo di aver scoperto solo oggi questo sito, dovrò fare le ore piccole per rimettermi in pari.

  91. 895 Kolok

    La domanda che mi pomgo è sempre la stessa quando la gente commenta:

    “è il più bel libro che (scusate k) ho mai letto!”

    …ma che ..zzo di libri leggete!?

    Solo io ho avuto una madre che dai 12 anni in su mi ha messo in mano Hugo, Maupassant, Stevenson, Scott e via dicendo?

    Mah…

    PANIC MODE ON!

    Claudio

  92. 894 Drest

    è fantastico come dopo più di un anno ancora ci siano commenti flammosi a questo post.

  93. 893 Captain Falcon

    Liz mi spiace ma così non va mica bene per il paradiso. Come minimo devi cominciare ad augurare la morte sotto il tram 53 di tutte le persone ipocrite ed educate che addirittura si esprimono senza scrivere quattro insulti in due frasi. Con questo misero andazzo poco “k”attivo al massimo ti spetterà una misera e neutra recensioncina su “Lo Specchio Di Atlantide”…
    Orsù ora, va e non peccare più, e al primo malcapitato che ti trovi di fronte, mandalo a quel paese, solo allora la Messia sarà contenta di te!

  94. 892 Liz

    La vostra messia vi ha promesso che in paradiso vi attenderanno sette stroncature su sette libri della Troisi, almeno avrete la vostra ricompensa.

    Se sono come quelle già pubblicate su questo blog penso che comincerò a darmi anche più da fare per raggiungere il paradiso X°°D

  95. 891 Liz

    @Pink Vampire Girl

    La Sonnicchiana mi ha preceduto…
    Io non so se Gamberetta abbia le competenze per scrivere romanzi fantasy o roba simile, ma che possiede le competenze per fare critiche si vede chiaramente dalle sue recensioni: si basa su alcuni parametri oggettivi che in genere vengono messi in secondo piano (se non ignorati del tutto) dalla maggioranza di lettori. Il modo di scrivere; la caratterizzazione psicologica e non dei personaggi; l’originalità della trama. E via discorrendo.

    Voglio dire, la trama di Twilight vi sembra originale ? Ho letto decine di libri e visto altrettanti film americani con la stessa identica storia. L’unica variante qui è la presenza del vampiro figo.
    Si può dire che la Meyer utilizzi un linguaggio particolarmente originale o colto ? No, è molto semplice e lineare. Non credo che qualcuno avrà da ridire in proposito. Persino una mia amica, che ha letteralmente perso la testa per Twilight, quando mi ha elencato i suoi autori preferiti ha escluso la Meyer. Quando le ho chiesto perchè la sua risposta è stata: “Perchè scrive da cani.”
    Vi sembra che la caratterizzazione dei personaggi sia particolarmente complessa ? Ho visto in numerosi commenti fan di Twilight dire cose come: “Edward e Bella nn sono piatti !!!”, ma guardiamo la realtà in faccia: la loro esistenza è incentrata sull’altro. Non fanno nient’altro. Non hanno nè aspirazioni nè sogni, e tra l’altro provano una gamma estremamente ristretta di sentimenti: amore, rabbia. E basta. Questi sono quelli che io definisco personaggi ‘piatti’.

  96. 890 Captain Falcon

    E’ passato più di un anno da questo post e ancora continua ancora l’epica lotta tra le bimbegigi esaltate dal vampiro sbrillucicoso e i lacchè di Von Gamberetten, pronti, da buoni talebani, a immolarsi in ogni dove. Qui rischia di finire come la guerra dei cent’anni…:/

    Ma prodi difensori della crostacea nazionale non disperate! La vostra messia vi ha promesso che in paradiso vi attenderanno sette stroncature su sette libri della Troisi, almeno avrete la vostra ricompensa.

  97. 889 Elisa

    @ Uriele
    Potrei risponderti nuovamente, ma a che pro? Questa discussione potrebbe continuare all’infinito, lo sai anche tu. Se entrambi crediamo in quello che diciamo, nessuno dei due riuscirà a convincere l’altro della propria idea…Per questo ho proposto di smetterla di scrivere qui e di continuare, se vuoi, su msn! Perchè saremmo capaci di continuare così per mesi…

  98. 888 La Sonicchiana

    @PInK VaMPiRE gIRl

    [...]intendevo far notare che si dovebbero possedere certe giuste competenze per criticare i personaggi, la trama e lo stile tecnico di un autore, per quanto li si trovi insulsi…

    Il che, vista la spazzatura che arriva ciclicamente nelle librerie, è una cosa totalmente diversa dal “per criticare un libro devi averne scritto uno”.

  99. 887 PInK VaMPiRE gIRl

    @leia87
    Non so se tu sia una a cui è piaciuto il libro o no… Comunque se vuoi delle motivazioni, eccole: Gamberetta è cinica, malvagia e acida. Nessuno le impedisce di esprimere il suo giudizio su questo libro, ma lo potrebbe fare in un modo più educato. Tutti, ovviamente sono liberi di dire la propria opinione.

    @Liz
    Dicendo che bisognerebbe aver scritto un libro per poterne giudicare uno, intendevo far notare che si dovebbero possedere certe giuste competenze per criticare i personaggi, la trama e lo stile tecnico di un autore, per quanto li si trovi insulsi… Conosco YOURhotVAMPIREdream di persona perchè è una mia compagna di classe e l’ho invitata io a leggere questa recensione e potrebbe sembrare, da come si è espressa sembra molto irriverente, ma posso capire la sua reazione perchè la conosco bene e so quanto tenga a questo libro (se ne è praticamente innamorata, se non si era capito)…

  100. 886 Liz

    @Pink Vampire Girl

    poi per giudicare in quel modo un libro bisognerebbe essere in grado di scriverne uno…

    E piantatela con questa storia… è la classica cosa che tirate fuori quando non avete niente da ribattere a chi ha fatto il commento di un libro secondo dei criteri oggettivi e difficilmente contestabili. E’ come se io ti venissi a dire che non puoi sostenere che Twilight è un capolavoro perchè non sei in grado di scrivere un libro. E’ la stessa identica cosa, con l’unica differenza che Gamberetta ha dato un giudizio negativo mentre tu lo hai dato in positivo.

    i vostri commenti ci fanno passare per persone aventi un cervello pari a quello di una gallina solo perchè non consideriamo spazzatura un libro fantasy come gli altri…. attendo risposte….

    Questo è stato causato da tutti i commenti IDIOTI lasciati dalle altre fan di Twilight.

    @YOURhotVAMPIREdream

    Comincio dicendo che non dovrebbe fregartene, se non ti piace bene, fatti gli affari tuoi e non criticare ogni minimo particolare, se vuoi dì che non ti è piaciuto e basta.

    Questo discorso può essere applicato anche a te… se questa recensione non ti è piaciuta fatti gli affari tuoi e non commentare. O quello che dite vale solo quando vi fa comodo ?

    Penso che tu ti sia basata solo sulle cose tecniche, non puoi lasciarti andare?

    Le sensazioni che suscita un libro, così come il fatto del piacere o non piacere, sono cose soggettive. Le “cose tecniche” sono gli indici oggettivi e incontrovertibili della qualità di un libro. E da questo punto di vista tutto si può dire tranne che Twilight sia un buon libro. Il fatto che a te piaccia, o che ti abbia fatto cambiare idea sui vampiri, è un’altra storia.

    E c’è un motivo perchè il libro piace a milioni di persone, e a te NO.

    E’ il fenomeno conosciuto con il nome di McDonaldismo. Il McDonald piace a tantissime persone in tutto il mondo, ma ciò non vuol dire che venda prodotti sani e/o di qualità. E sfido anche i più grandi fan degli Happy Meal a negare che nei McDonald si mangia spazzatura. Stessa cosa per Twilight: se è piaciuto è perché la Meyer ha centrato i temi più cari a una certa fascia (molto consistente) di pubblico. Non ha niente a che vedere con la qualità del libro in sé.

Pagine: « 15 14 13 12 11 [10] 9 8 7 6 5 4 3 2 1 » Mostra tutto

Lascia un Commento.
Per piacere, rimanete in argomento. Per maggiori informazioni riguardo la politica dei commenti su questo blog, consultate la pagina delle FAQ.

  

Current day month ye@r *