Recensioni :: Romanzo :: Twilight

Copertina di Twilight Titolo originale: Twilight
Autore: Stephenie Meyer

Anno: 2005
Nazione: USA
Lingua: Inglese
Traduzione in lingua italiana: Luca Fusari
Editore: Fazi

Genere: Fantasy, Romantico, Ritardo mentale
Pagine: 443

È da circa un anno che sento parlare, di solito in termini entusiastici, di questo Twilight. Ho voluto aspettare che si concludesse la trilogia, con l’uscita di New Moon ed Eclipse, per iniziare a leggerlo. Nel caso si fosse rivelato un bel romanzo non avrei dovuto aspettare neanche un giorno per leggere il seguito!
Poi ho scoperto che nel frattempo la Meyer aveva messo in cantiere altri due romanzi, Breaking Dawn e Midnight Sun, ma ormai Twilight l’avevo comprato.

Al termine della lettura di Twilight avevo il cuore che mi batteva forte forte, e un turbine di sentimenti mi sconvolgeva. Sentimenti difficili da raccontare, e perciò, da brava aspirante scrittrice, cercherò di mostrarli:

Se vedessi la signora Stephenie Meyer appesa per una mano al cornicione di un palazzo di nove piani, le schiaccerei le dita.

Twilight o del Romanticume

Io sono una persona cinica, ma non per questo disdegno le storie romantiche, specie quelle di ambientazione fantastica. Ho riletto il manga di Video Girl Ai non meno di dieci volte, e non riesco mai a trattenere le lacrime quando Yota regala il vestito ad Ai o quando loro due festeggiano il primo compleanno di lei nel nostro mondo.

Video Girl Ai Capitolo Sesto
Video Girl Ai Capitolo Sesto: Il primo appuntamento con Yota indossando il vestito che mi ha regalato. Clicca per ingrandire

Perciò non mi ha mal disposta sapere che Twilight aveva a che fare con vampiri adolescenti innamorati. È vero, diversi neuroni si sono suicidati solo per l’argomento, ma in generale ero pronta a lasciarmi andare e frignare alla fine. Non è successo e anzi alla fine ero nera, perché Twilight è un pessimo romanzo.

La copertina giapponese di Twilight
La copertina dell’edizione giapponese di Twilight

La storia è la seguente: la signora Swan si è appena risposata con un giocatore di baseball professionista. Per questo dovrebbe essere sempre in viaggio al traino del nuovo marito, invece rimane a casa, ad accudire la figlia diciassettenne, Isabella (“Bella”).
Bella comprende il disagio della madre e per farla contenta decide di andare a vivere con il padre naturale, Charlie, capo della polizia di una minuscola cittadina, tale Forks.
Forks è un grumo di case in mezzo ai boschi, e uno dei luoghi più piovosi d’America. Le giornate sono sempre buie e grigie. La povera Bella, non appena si rende conto di dov’è finita, si pente subito della propria generosità, ma ormai il danno è fatto.

Uno dei principi cardine della narrativa è il conflitto. Nella buona parte dei casi tale conflitto è la lotta del protagonista, l’eroe, per vincere un problema (il cavaliere ammazza il drago che aveva rapito la principessa). Senza conflitto non c’è storia: se il drago non rapisce la principessa non c’è conflitto e non c’è niente da raccontare.
Qual è il conflitto in Twilight ? Bella è una ragazza carina ma non troppo, intelligente fino a un certo punto, goffa, insicura, timida, né ricca, né povera. È una persona qualunque. Questo è l’eroe. Il problema è: riuscirà una persona qualunque ad abituarsi alla vita in una piccola cittadina? Riuscirà a farsi nuovi amici a scuola? Si sentirà accettata?
Non è un granché, specie per una storia fantasy, ma la Meyer non è interessata a raccontare alcunché e infatti il problema è risolto per pagina 40 o giù di lì: Bella ha già un paio di amiche e ben quattro spasimanti, tra i quali il Ragazzo Più Bello della Scuola.
Infatti Twilight non è narrativa, Twilight è pornografia per ragazzine sceme.

Pornografia: niente a che vedere con il sesso, del tutto assente nel romanzo, è pornografia in quanto la storia non importa, importano solo le immagini in sé, costruite apposta per suscitare determinati sentimenti. Twilight, al pari di un film porno, è una sequenza di scene slegate, costruite apposta per appagare certe fantasie. Se si vuole un esempio meno crudo lo si può paragonare a un documentario sugli ornitorinchi: non vuol narrare niente, vuol solo mostrare un’ora d’immagini di ornitorinchi, per gli appassionati di ornitorinchi.

Ornitorinco
Ornitorinco

Ragazzine sceme: perché, Dio Santo, se una ha un minimo di fantasia è capace da sola d’immaginarsi di arrivare in una nuova scuola ed essere subito adorata da tutti, compreso il Bello di turno. Ci arrivo persino io. Quando butto dei soldi in un romanzo, voglio qualcosina in più, voglio che la mia fantasia sia aiutata da quella dello scrittore, manipolatore di fantasie per professione. Invece la Meyer non ha niente di più da offrire: lei è una qualunque, lui è il più bello di tutti. Lei ama lui e lui ama lei. Fine della (inesistente) storia.

Ma… ma lui è un vampiro!
Persino la Meyer, forse rileggendo una prima stesura, dev’essersi accorta che senza un qualche minimo elemento d’ulteriore interesse il romanzo non avrebbe venduto. Perciò, tanto per essere Originale (O maiuscola), ha deciso di rendere il Più Bello della Scuola un vampiro!

Ridi, Ridi ché la Mamma ha fatto gli Gnokki!

Vediamo cosa comporta essere vampiri nell’universo di Twilight:
I vampiri sono tutti bellissimi, per citare la protagonista: “bellezza assurda… sovrannaturale… dio greco… ecc. ecc.” Per citare una sagace commentatrice su iBS.it, Edward, il vampiro amante di Bella, è: trp gnokko.

Relativity di M.C. Escher
Esempio di bellezza assurda: forse anche M.C. Escher era uno gnokko!

Essere dei vampiri gnokki implica l’immortalità. Avere forza, agilità e resistenza molto superiori a quelle umane. Avere i sensi molto più sviluppati e quando si compie la mutazione si ottiene anche un potere bonus: c’è il gnokko che predice il futuro, il gnokko che può influenzare lo stato d’animo altrui e il gnokko Edward è un telepatico.
Una piccola nota su questi poteri bonus: sono stati inseriti senza alcuna logica, solo perché servivano alla trama, tanto che Edward può leggere nella mente di chiunque, umano o gnokko, ma non nella mente di Bella. Un classico esempio di regola creata ad hoc e irrealistica, chiaro sintomo di pigrizia o stupidità da parte della Meyer.

Gli gnokki, nell’universo di Twilight, non devono neanche temere la luce del sole, non temono croci, aglio, acqua santa, non temono niente. In più non sono neppure obbligati a bere sangue umano, possono sopravvivere nutrendosi di animali. Né pare perdano l’anima o diventino malvagi: la sete di sangue può portarli a gesti inconsulti, ma volendo sanno trattenersi.
Perciò la domanda è: perché non divengono tutti gnokki? Qual è la fregatura? La Meyer non lo dice, ma io ho capito quale sia, e tutta da sola (sono furba!) Ho ragionato su questo particolare: Edward è nato nel 1901, è diventato gnokko nel 1918, la storia è ambientata nel 2005, Edward è ancora al Liceo! In altre parole credo che gli gnokki siano ritardati mentali.
Non che Bella sia molto più sveglia. Insomma, se io scoprissi che il mio ragazzo ha cent’anni ed è uno gnokko, una delle prime domande sarebbe:
«Che cazzo ci fai ancora al Liceo?!»
Bella invece china la testa, tutta rossa di vergogna, e mormora fra sé: «km 6 bello!». Bella vive in stato d’imbarazzo perenne vicina a Edward, e la loro conversazione ne risente molto.

Bella è un’eroina d’altri tempi. Come se il femminismo, Sailormoon, Ripley e Buffy non fossero mai esistiti. Bella è fragile sia fisicamente, sia moralmente. Ogni piccolo contrattempo la riempie d’insicurezze e la porta sull’orlo di una crisi di pianto. È svenevole nel senso letterale del termine. Alla vista del sangue sviene. Dopo una corsa a perdifiato sviene. Per un bacio sulle labbra sviene.
È indifesa, e per fortuna che c’è il suo gnokko sempre pronto a proteggerla! Lo gnokko la salva da un incidente stradale e subito dopo da quattro manigoldi che volevano violentarla. La scena della tentata violenza è da manuale: Bella se ne va a zonzo, dopo il tramonto, per il quartiere più malfamato della città. Viene importunata da quattro mascalzoni ma lo gnokko accorre a salvarla! M’immagino la Meyer mentre cancella la riga dove è scritto che Bella indossa una minigonna e poi gongola: «Sì, ottimo! Adesso non è più una scena banale!»

In realtà fra Bella ed Edward non c’è nessuna complicità, nessuna passione. È la storia d’amore più deprimente che abbia mai letto. Per ritornare a Video Girl Ai, sembrano Moemi e Takashi. Lei è innamoratissima e lui è gnokko (qui nel solo senso di “molto bello”), ma non c’è nient’altro.

Video Girl Ai Moemi & Takashi
Video Girl Ai: Momento d’imbarazzo fra Moemi e Takashi. Clicca per ingrandire

Non hanno niente in comune, nessun interesse, nessun progetto, il loro amore è come i confini tracciati con la squadra di certi stati africani: amore per decreto.
Non a caso, l’unica scena che contenga un minimo di sentimento è la cena al ristorante italiano. Il sentimento è la vanità di Bella, stuzzicata dal fatto che la cameriera, molto più carina di lei, la invidi, perché accompagnata da uno gnokko
Quando Bella ed Edward escono assieme non si divertono mai. Non c’è mai neanche un pizzico di allegria o ironia. È solo un generico amore, perché sì e basta.
Fra l’altro non possono neppure andare oltre al semplice bacio, perché, come spiega lui: gli gnokki sono troppo esuberanti come fisico e troppo scalmanati quando si eccitano, Bella non uscirebbe viva da una notte d’amore con uno gnokko.

Un altro punto che rimane oscuro per parecchio è l’attrazione di Edward verso Bella: d’accordo, perché così l’autrice ha voluto, ma qual è la scusa? La scusa è che Bella puzza (visto che succede a trascurare l’igiene personale?) Bella puzza di sangue in maniera particolare, tanto da far imbizzarrire tutti gli gnokki che incontra. E da questo nasce anche il guaio che occupa le ultime 60 pagine circa del romanzo: uno gnokko barbone cattivo decide di mangiarsi Bella!
Queste ultime 60 pagine sono anche più sconclusionate e patetiche del resto. Appare subito ovvio che il thriller e l’azione non sono nelle corde della Meyer. In più, non sapendo come cavare dagli impicci la protagonista, usa il classico Deus Ex Machina: all’ultimo istante Edward arriva a salvare la sua Bella, saltando fuori da un macchina rubata. Gli gnokki buoni uccidono lo gnokko cattivo e tutti vissero felici e contenti, almeno fino al prossimo romanzo.
Non manca neanche l’imprescindibile scena con lo gnokko che accompagna Bella al ballo di fine anno. Oh, che romantici! E poi nel giardino dietro la scuola si promettono di non lasciarsi mai! Che carini!

Liceali pronti per il Prom
Liceali americani pronti per il Prom o Ballo di Fine Anno: Una tradizione demente che spero non attecchisca mai da noi!

Tecnicismi

Dal punto di vista tecnico la Meyer narra in prima persona, immedesimandosi in Bella, al passato. Il romanzo è molto raccontato, più che mostrato, ma qui non se ne può fare una colpa all’autrice: data l’insignificanza degli eventi, è meglio così. Anzi, se proprio tagliava il romanzo in blocco e non lo pubblicava era meglio!
I dialoghi sono atroci. La Meyer riporta parola per parola le minuzie che si scambiano i personaggi, senza rendersi conto di costruire spesso lunghi dialoghi di sole minuzie:

«Perciò ti piace?». Non era intenzionata a desistere.
«Sì», tagliai corto.
«Voglio dire, ti piace davvero?».
«Sì», ripetei, e stavolta arrossii, sperando che i suoi pensieri non registrassero quel dettaglio.
Ne aveva abbastanza dei monosillabi. «Quanto ti piace?».
«Troppo», bisbigliai.

Mi ami, ma quanto mi ami? E non aggiungo altro, altrimenti poi comincio ad agitarmi, mamma si preoccupa e devo prendere le pillole che mi annebbiano la vista.

C’è solo un altro particolare che vorrei far notare: lo stile della Meyer è semi-professionale, ovvero segue, per quel che la limitata sua intelligenza le consente, quelle tre-quattro regolette della narrativa, e basta questo a creare un romanzo leggibile. Rimane uno schifo, ma è uno schifo scorrevole. Cioè la Meyer scrive almeno un romanzo giudicabile. Tanti “scrittori” nostrani paiono dotati di maggior talento, ma poco importa se non si possiede un minimo di tecnica. Se il lettore crepa di noia a pagina 10 le buone idee non emergeranno mai.

Tirando le somme

Tirando le somme: Twilight è immondizia. Non comprerò gli altri romanzi della serie e credo mai più niente scritto dalla Meyer, che spero s’impicchi.

Dimmi Chi Sono i Tuoi Fan e Ti Dirò Chi Sei

Inauguro con questa recensione una nuova rubrica, che potrebbe apparire d’ora in avanti anche in altre occasioni. Avverto subito che tale rubrica è basata sul sarcasmo e sul prendere in giro il prossimo. Lo scopo è più che altro personale: farmi sentire più intelligente delle mie coetanee e in generale del pubblico. Se la cosa vi crea problemi, passate oltre.

Una torta di compleanno
Questa rubrica è autocelebrativa, come fosse il mio compleanno!

Spesso leggo i commenti su iBS.it dopo che ho comprato un romanzo. Mi divertono sempre, specie quelli entusiasti e sgrammaticati. Vediamo un po’ Twilight cosa ci riserva…

pasquale
Sara’ pure un libro per ragazzi, ma per un neo 5oenne come me e’ stato piacevolissimo leggerlo tant’e’ che sono certo che adesso acquistero’ anche gli altri due della trilogia. Voto 4,5
Voto: 5 / 5

No comment.

Antonella
Da quando ho letto twilight la mia vita è cambiata…ho perfino lasciato il mio moroso! Il seguito l’ho letto in un giorno!! Sentivo troppo la mancanza di Ed quando è andato via e le volte in cui Bella sentiva la sua voce mi sollevavano…era come riprender fiato dopo un’immersione…Mentre leggevo sospiravo, il cuore ha rischiato più volte di andare in tachicardia…soprattutto nel tredicesimo capitolo del primo! Quanto sono triste pensando che nella realtà cose del genere non possono esistere…ma non mollo! Sarò per sempre in attesa del mio Edward…
Voto: 5 / 5

Antonella, racconta la verità: è il tuo moroso a esser scappato a gambe levate!

Ely
1 sola parola: STUPENDOOOOOOOOO!!!!!! è 1 dei pochi libri che mi ha fatto sobbalzare ad ogni pagina, attirandomi peggio di una calamita… leggendo “Twilight” credo di aver sviluppato 1 vera e propria passione per i vampiri (vegetariani, s’intende!)… e dire ke prima ne aveva il terrore! Ecco: 1 esempio di come i libri riescono a farti crescere! Senza dubbio, poi, Edward è 1 personaggio fantastico… oserei dire, e credo che in molti siano d’accordo con me su questo punto, che ci vorrebbero in circolazione + ragazzi come lui!!!!!!!
Voto: 5 / 5

Ely, lo so che sarà una notizia dura da mandar giù, ma fatti forza. Guardami negli occhi, segui le mie labbra: i vampiri non esistono!

VANIA
…inconsciamente invidiabile, sorprendentemente appassionante, involontariamente coinvolgente…… praticamente BELLO!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Wow?

MARTIN@
…Per tutti coloro che desiderano evadere dalla realtà… e immergersi in un sogno!!sognare fa bene a tutti: per questo consiglio vivamente questo libro a chiunque!!……….Soprattutto a chi è ancora alla ricerca del proprio EDWARD CULLEN!!!!!
Voto: 5 / 5

Sei sicura che i sogni ti facciano bene Martin@? Io avrei qualche dubbio…

fra
Ragazzi, non capisco ki nn legge qst libro e ki dice che è brutto…tt hanno il diritto di dire la propria ma…come si fa a dire che twilight è brutto!!!è assolutamente il libro più bello k io abbia mai letto!!! è magico, fantastico, indescrivibile…in una parola…UNICO!!!All’inizio la copertina mi ha incurosito e l’ho letto come x sfidare le mie amike ke lo giudicavano dalla copertina…e dopo il primo capitolo…non riuscivo + a separarmene!! [...]
Voto: 5 / 5

fra, dovresti seguire i consigli delle tue amike, finché ne hai ancora.

barbara
non sono una ragazzina e mi sono approcciata a questo libro unicamente perchè mi è arrivato in regalo(a Natale ma non mi decidevo a leggerlo) pensavo fosse un libro unicamente per adolescenti…….mi sbagliavo…non c’è età per i veri sentimenti……sono rimasta incantata da edward… lui che si mette sempre al secondo posto dopo la sua Bella…..chi non vorrebbe un uomo così….un amore così, finalmente un libro vero sull’amore che và oltre alla fisicità……sarà che sono un’inguaribile romantica ma io sono rimasta affascinata da questa storia.
Voto: 5 / 5

barbara non sei un’inguaribile romantica. Inguaribile sì, ma non romantica.

*Cle*
Twilight… In Assoluto Il Mio Libro Preferito..! L’Ho LeTTo In PochiSSimo Tempo E Dovevo Continuamente Impormi Di SmeTTere Perchè Non Volevo Che DuraSSE TroPPo Poco…! Appena L’Ho Finito L’Ho RileTTo Di Nuovo!Questo Libro Riesce DaVVero A Incantarti,è ImpoSSibile Non Divorarlo! è DaVVero Fantastico,La Storia Affascinante,I PersonaGGi X NuLLa PiaTTi Al Contrario Di Come Sono Stati Definiti… Ki Non Si Riconosce In BeLLa? E Ki Non VoRReBBe Un Edward TuTTo Suo? Il Libro Non è Un Semplice Armony E Ve Lo Dice Una Ke Non è Una Grande Fan Dei Libri Alla MoCCia&Co… L’Elemento Fanstasy Lo Rende Unico! L’Unica PeCCa? Il Finale Un Pò TroPPo Veloce…! AspeTTo Con Ansia Il Seguito,New Moon! Ve Lo Consiglio ;-)
Voto: 5 / 5

Anch’io ho un consiglio per te *Cle*, questo libro: Le Lettere MAIUSCOLE e le Lettere minuscole: Una Splendida Avventura!

Martina
E’ il più bel libro che abbia mai letto… è favoloso mi ha suscitato delle emozioni fortissime… Io l’ho letto perchè me l’hanno presentato quelli del libernauta… Mi hanno affascinato subito con la trama allora l’ho comprato e nn me sn pentita affatto!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Non so chi sia ‘sto “libernauta” ma sono sicura che non dovrebbe girare a piede libero!

Erika
Ok ragazzi, ve lo dice una che di libri se ne intende e come…non per vantarmi, ma non credo che ci sia qualcuno che abbia letto tanti libri quanti ne ho letti io…e devo dire che Twilight è il libro più bello, interessante, coinvolgente, emozionante che si trovi nella mia vasta biblioteca… [...]
Voto: 5 / 5

Ok, Erika, concordo con te che leggere tutti i romanzi di Geronimo Stilton sia stata un’impresa, ma, mi spiace dirtelo, c’è gente che ha letto ancora più libri! Lo so, incredibile!

green day
ho letto il libro in 6 gg sl xke ero impegnata anke con i compiti etc, altrimenti in 2gg l’avevo finito!! x vari motivi: 1.Edward (è impossibile essere cosi gnokki) 2.la storia è bellissima 3.ed è scritta molto bene 4.vi siete accorti ke a tt quelli ke hanno letto “twilight” è piaciuto da matti?? un motivo ci sarà,,, [...]
Voto: 5 / 5

Il motivo ha un nome: John Langdon Down, che nel 1862 descrisse l’omonima patologia.

twilight lover eragon.nihal @ noto-fornitore-di-email-gratuite.com
Twilight. Già sl il nome ispira e x ki nn conosce bene l’ inglese si tratta di ql momento prima ke inizi il giorno, nè notte nè giorno, ma twilight… ho letto qst libro in 1 giorno e 1a notte, ho dormito sl 4 ore! nn potevo nn finirlo e il giorno dp ho telefonato a tt qll ke conoscevo x consigliarglielo! [...]
Voto: 5 / 5

Di questa squilibrata ho lasciato quasi intatto l’indirizzo e-mail. Direi non ci sia miglior commento.

violsa
ho iniziato a leggere qst libro due giorni fa e sn quasi a fine…ogni momenti è buono x leggere dalle lezioni in classe alla sera a letto!! un libro stupendo…ai livelli di 3msc e potrebbe anke superarlo!!!!
Voto: 5 / 5

Come, come, come?! Potrebbe superare Tre Metri Sopra il Cielo ?! No, non è possibile! Perché l’amore tra Step e Babi è trp qlcs!!!!!!!!!!!

EmAnUeLa
weee…salveeeeeeee!!!!!!!!! beh, ke dire su twilight??????? e 1 dei libri + belli ke abbia mai letto… e io d libri ne ho letti tanti… qndi immaginate!!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Ci provo, Emanuela, ma davvero non riesco a immaginarmi come tu abbia letto tanti libri. Sarà un limite mio.

greta
UN CAPOLAORO DEL FANTASY DECISAMENTE UNO SPLENDORE PERDERSI FRA LE SUE RIGHE E SOGNARE DI ESSERE TRA LE BRACCIA DI EDWARD A PARTE TUTTO HO LETTO GLI ALTRI COMMENTI ED E’ STATO DETTO DAVVERO DI TUTTO SONO FELICE CHE CI SIANO PERSONE CHE ANKORA SANNO APPREZZARE LA BELLA LETTURA E RIESCONO A PROVARE ANCORA DELLE EMOZIONI COSI’ FORTI COME E’ SUCCESSO A ME HO LA RECENSIIONE DI NEW MOON IN INGLESE E MI SENTO MALE A LEGGERLA PERCHE SO CHE NON E’ TUTTO D’UN FIATO COME LEGGERE IN ITALIANO … COMUNQUE QUEL PO’ CHE HO LETTO PROMETTE BENISSIMO PER CHI LEGGERA’ LA MIA RECENSIONE TENETE D’OKKIO LA MIA MAIL PERCHE PRESTO LEGGERETE DI ME STO SCRIVENDO ANKE IO UN LIBRO MOLTO INTERESSANTE E DEL GENERE SONO UN APPASSIONATA DI VAMPIRI DESCRITTI NELLA NOSTRA GENERAZIONE SALUTI AGLI ESTIMATORI
Voto: 5 / 5

Da leggere tutto d’un fiato. È uno degli esercizi per chi vuole diventare sommozzatore.

Debby
Ho finito stamattina di leggerlo in inglese, purtroppo l’ho scoperto tardi, ma dopodomani avrò già fra le mani New Moon. Mi sono ritrovata a spegnere la tv per quindici giorni, per leggerlo con calma. Ho riletto da capo ogni capitolo tre volte, per non farlo finire troppo presto, e la mattina mi sono svegliata sempre pensando “Ma perchè non ho scritto io una cosa così bella?”. A parte la tensione sentimentale (e anche erotica) tra i protagonisti mi sono ricordata tante emozioni dell’adolescenza, quando ogni ragazzo di cui ti innamori sembra sovrumano, bellissimo, irraggiungibile. Ho letto gli ultimi due capitoli in treno e (senza dare spoilers), mi hanno passato i fazzolettini per asciugare le lacrime. Detto tutto ciò, confesso: ho quasi quaranta anni!
Voto: 5 / 5

Debby per me sei come la stella cometa, a indicarmi la direzione da non seguire.

Eleonora
In libreria era nel settore “libri per adolescenti”???????. Allora o sono matti in libreria, o io mamma di 30 anni ho crisi di identità. Adesso lo custodisco gelosamente per i miei figli, non ho dubbi che alle future generazioni piacerà come a noi. Non scrivo altro, è già stato detto tutto o quasi…
Voto: 5 / 5

Ti posso dire che non sono matti in libreria. Il resto lo lascio alla tua immaginazione!

Ary_Bimba
oddio..ho iniziata a leggere qst libro ieri e l’ho finito pk ore fa..qnd nn leggevo nn potevo fare a meno d pensare al libro..d averlo letto m sn totalmente depressa,non so perkè..ero felice ma anke triste xk anche io vorrei una storia così..nn importa se i vampiri non esistono,non imposta se una ks del genere non capiterà mai..in tt la my vita ho letto un sakko di libri..e qst è assolutamente il + bello k abbia mai letto..100 volte più bello..c’è un seguito? [...]
Voto: 5 / 5

Cara Bimba, se tu avessi seguito le lezioni di aritmetica alle elementari, sapresti che aver letto 2 libri non significa averne letti un sakko. Studia!

JUMA JUMA
SE FOSSE 1 FILM ITALIANO NN AVREI DUBBI:SCAMARCIO NEL RUOLO DI EDWAED E KATY LOUISE SAUNDERS NEL RUOLO DI BELLA!!!!IDENTICI!!!!
Voto: 5 / 5

Se Juma Juma fosse un essere umano non avrei dubbi: lobotomia.

eugenia
unicooo….durante la lettura mi ha tolto il fiato..lo consiglio a tutti. è stata una tempesta di continue emozioni!!! ora ho soltanto un grosso dubbio..non è che esistono i vampiri?!?!brr..però mi piacerebbe 1 kasino fare conoscenza di creature così delicate,armoniose..cosi facili da amare!! [...]
Voto: 5 / 5

eugenia confonde i vampiri con i maialini da latte.

GIAMAICA BRASINI
IL LIBRO MI HA AFFASCINATA!VORREI TANTO SAPERE SE NE FARANNO UN FILM E…QUANDO ESCE NEW MOON?IO E LA MIA AMICA C SIAMO LETTERALMENTE LITIGATE EDWARD…E HO VINTO IO!CMQ GRAZIE X IL BELLISSIMO LIBRO!!! W TWILIGHT!!!!!!!!!!!!!!! P.S.POTETE INVIARMI IL GIORNO IN CUI ESCE NEW MOON?è X 1 AMICA!!!
Voto: 5 / 5

Giamaica, se molli il tasto shift e scrivi l’indirizzo della tua amica, t’invieremo il giorno tutto intero!

ambra
questo libro mi fu dato in una maniera totalmente strana ero a farmi 1 giro quando 1 ragazza mi si avvicinò porgendomi la copia piccola del volume la sera iniziai a leggerlo poi scropi che mi appassionava sempre di piu a tal punto k passavo 5 ore a leggere per poi finirlo solo in 2 giorni e mezzo..che altro posso dire che se esistesse 1 personaggio come edward io pure me ne sarei innamorata perdutamente……
Voto: 5 / 5

Questo commento ha una trama più interessante del romanzo. Cioè Ambra era a spasso per i fatti suoi quando una misteriosa ragazza l’affiancò porgendole una copia in miniatura di Twilight ? Affascinante!

Ma questi erano i giudizi di ragazzine cerebrolese. Chissà cosa ne pensa una scrittrice, il cui romanzo d’esordio è stato recensito su questo blog (lascio al lettore scoprire chi sia):

Bello, bello, bello, capace di trasportare nella dimensione adolescenziale con una pacatezza incredibile. Il tempo torna indietro e si torna nuovamente ragazzi alle prese con i primi terribili approcci, il batticuore, i primi amori. Tutto si tinge di rosa, il brutto diventa bello, l’orrore diventa amore. Ed é questo a parer mio il punto di forza di questo romanzo: una ragazza innamorata di una creatura incredibile, ma a suo modo desiderosa di riscatto seppur mantenendo tratti sintomatici della sua specie.

Non posso che farti i miei più sentiti auguri, cara “scrittrice”: se hai intenzione di scrivere altri romanzi ne avrai bisogno!


Approfondimenti:

bandiera IT Twilight su iBS.it
bandiera EN Il sito ufficiale di Twilight
bandiera EN Il sito ufficiale di Stephenie Meyer
bandiera IT Uno dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight
bandiera IT Un altro dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight

bandiera IT Video Girl Ai su Wikipedia
bandiera EN M.C. Escher su Wikipedia

 

Giudizio:

Edward è uno gnokko!!! +1 -1 Gli gnokki sono ritardati mentali.
-1 La protagonista è un’idiota.
-1 Una storia d’“amore” senza passione o divertimento.
-1 Al di là dell’“amore” c’è solo noia.
-1 Dialoghi degni dell’asilo.
-1 Il finale “thriller” è ridicolo.
-1 La Meyer ha scritto altri libri.

Sei Gamberi Marci: clicca per maggiori informazioni sui voti1

«Chiara, Chiara, quante volte ti ho detto di non metterti al PC a scrivere recensioni senza aver prima preso le tue medicine!» «No, mamma, non le voglio le pillole! No, no, no, no!»

Scritto da GamberolinkLascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

1.485 Commenti a “Recensioni :: Romanzo :: Twilight”

Pagine: « 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 [4] 3 2 1 » Mostra tutto

  1. 385 *kiki*

    Allora…ognuno ha il diritto di esprimere le sue opinioni, ma qui si scade nell’offensivo. Se non ti è piaciuto, non leggere il seguito e basta. Sarebbe stato sufficente scrivere:”Non m’è piaciuto”, fine. Credi che ora che hai sparato a zero su questo romanzo, la gente ti troverà più simpatica? Ma anche no. Se fossi amica tua dopo aver visto che sei capace di scrivere tutte queste cattiverie, mi allontanerei da te il più possibile. Non ci hai guadagnato nulla, se non la nomina di perfida, e anche una grandissima figura di merda, visto che sti commenti li facevo quando avevo 2 anni. Per una buona volta, cresci.

  2. 384 wewec

    @Momoshade. Ecco, parli di umorismo ben diverso, eppure di fronte a una simile distinzione non riesco proprio a seguirti: immagino sia per differenze caratteriali, ma personalmente non vedo alcuna differenza tra “impiccati” e “fottiti” ( ora estremizzo, ma immagino tu abbia capito il concetto ), nel senso che, certo, puoi considerarli entrambi come indice di maleducazione, ma non c’è una reale differenza fra l’una e l’altra tipologia d’insulto.

  3. 383 giusy

    questa recensione sembra fatta da una bimba delle elementari… ma sai leggere? secondo me non ci hai capito molto del libro

  4. 382 Momoshade

    @wewec

    Non credo siano buonismi, i nostri. Solo penso che per rendere “appetibile” una recensione non sia necessario inserire ciò di cui si è parlato.
    Chiara ha dimostrato di essere capace di far piacere i suoi commenti con un umorismo ben diverso, che non sfocia nell’orrido. Non mi pare proprio il caso di rovinare un lavoro così ben fatto per strappare una risata in più (una risata che è sfuggita anche a me, prima che avessi il tempo di rifletterci).
    Ribadisco: ci sono tanti modi per generare il riso. Perchè farlo con affermazioni come “impiccati” o simili?
    Per una persona che vanta e mostra abilità critica come Chiara, non ha proprio nessuno scopo. Se mai è controproducente.
    Quindi quello di evitarle era un consiglio, tutto qui.

  5. 381 wewec

    Sei stata credo la prima ad argomentare seriamente, invece di prendersela inutilmente con Gamberetta: complimenti! ( anche se personalmente non mi sembra il caso di fare del suo sarcasmo un tale dramma: buonismi a parte è divertente e rende appetibile la recensione anche a chi non ha letto il libro )

  6. 380 Leila

    Da come ho scritto sembra che pensi che sia un’opera d’arte e che entrarà a far parte dei classici della letterattura. Vorrei precisare che non lo penso. Insomma può piacere ma non può andare di certo sullo scaffale accanto a Colazione da Tiffany.

    Mi volevo anche scusare per tutte le metafore e gli esempi, il fatto è che non scrivo più da così tanto che mi sono fatta prendere un pò la mano :p sorry.

  7. 379 Leila

    *Semplicemente ho notato che a Gamberetta non aveva ben chiari alcuni concetti e glieli ho voluti chiarire invece di dirle semplicemente e solamente che del libro non aveva capito niente.
    Di certo non voglio convincerla che è un’opera d’arte, che le deve piacere per forza e che entrerà a far parte dei classici della letteratura -il che ovviamente non cambia nulla perchè i classici si odiano lo stesso-.

  8. 378 Leila

    Ma volevo fare una domanda a Leila: sarei curioso di sapere cosa ne pensi, in quanto lettrice e sostenitrice di Twilight, a proposito di quelle persone che al contrario di te sostengono questa lettura in maniera (palesemente) immatura. Da quello che ho capito non auguri alla gente di spararsi :] , quindi cosa consiglieresti a questi ragazzi per approcciarsi alla critica come te, e non come un nazghoul in crisi di nervi?

    Mi metti in crisi XD. Allora, penso che quando si è in disaccordo con qualcun altro debba argomentare la sua posizione, altrimenti può sembrare che la propria opinione sia stata concepita a priori o per una stupida presa di posizione. Non so se qualcuno di voi ha maistudiato una lingua morta, ma solitamente quando si corregge una versione in classe immancabilmente una frase è stata tradotta in due modi diversi perchè effettivamente può avere entrambi i significati “Perchè hai tradotto in questo modo?” la domanda parte spontanea. Se non sai rispondere è chiaro che hai copiato.
    “Questo quadro mi piace”
    “Perchè? Io la trovo senza senso”
    “MA COME PUOI DIRE QUALCOSA DI SIMILE, QUESTA E’ UN’OPERA D’ARTE CON LE LETTERE MAIUSOLE” non mi basta
    “Beh, mi comunica una certa angoscia, lì è come se ci fosse un viso distorto dal dolore, lì invece quel crocifisso è come se dicesse che anche se l’autore soffre la fede lo sostiene e gli da speranza”
    “Wa non ci avevo pensato” capisco il punto di vista dell’altra persona e mi posso accorgere che non ha tutti i torti. Ovviamente può anche continuare a farmi schifo.
    Quando sostieni una tesi la devi argomentare.Punto.
    Inoltre volevo specificare che non è che sono partita in difesa di un libro che amo. Gamberetta ha tutto il diritto di odiare questo libro e non voglio assolutamente costrigerla a farglielo piacere, ho letto tante recensioni di libri che a me sono piaciuti e di sicuro non ho intrapreso una crociata contro i recensori. Semplicemente ho notato che a Gamberetta non aveva be chiari alcuni concetti e glieli ho voluti chiarire invece di dirle semplicemente e solamente che del libro non aveva caito niente.

  9. 377 Momoshade

    Scusate per la RECENZIONE…mi è proprio sfuggito.

  10. 376 Momoshade

    @Leila

    Sono pienamente d accordo con te sul fatto che augurare la morte a qualcuno, anche se per gioco, sia terribile.
    La morte arriva anche se non la auguriamo.
    Cercarla è da sciocchi. Augurarla da immaturi.
    Anche se sono sicura che Gamberetta ha capito bene che dire a qualcuno di impiccarsi perchè ha scritto un brutto libro ha rovinato il suo lavoro, volevo esprimere ugualmente la mia opinione in merito.

    Io non ho letto la Meyer e dopo aver sfogliato e risfogliato la recezione di Gambretta non avevo la minima intenzione di iniziare.
    Tuttavia Leila, con le sue obiezioni, mi ha fatto cambiare idea. Bisognerebbe che chi ama un libro e vuole difenderlo, in questo blog, si comporti esattamente come lei.
    Chiara, tranquilla, consapevole, logica.

    Attendo di leggere un commento di Gamberetta in risposta alle sue ottime argomentazioni. Oppure, se non arriverà o se non sarà soddisfacente, comprerò Twilight per farmi un’opinione in merito.

  11. 375 Forrest Gump

    Concordo con wewec, è bello vedere qualcuno che argomenta le sue opinioni senza abusare dello shift :]
    Ma volevo fare una domanda a Leila: sarei curioso di sapere cosa ne pensi, in quanto lettrice e sostenitrice di Twilight, a proposito di quelle persone che al contrario di te sostengono questa lettura in maniera (palesemente) immatura. Da quello che ho capito non auguri alla gente di spararsi :] , quindi cosa consiglieresti a questi ragazzi per approcciarsi alla critica come te, e non come un nazghoul in crisi di nervi?

  12. 374 wewec

    Incredibile! Qualcuno che argomenta! Ma è fantastico!

  13. 373 Leila

    Scusatemi per alcuni errori di battitura e per le lettere mancanti, la mia tastiera mi sta dicendo “Addio” agonizzante.

  14. 372 Leila

    Allora, ho letto la recensione e parte dei commenti.
    Partiamo dal fatto che rispetto il tuo giudizio e non ho alcuna intenzione di giudicarlo, vorrei solo fare alcune precisazioni:

    Una piccola nota su questi poteri bonus: sono stati inseriti senza alcuna logica

    I poteri sono individuali e derivano dalle qualità che si avevano prima di essere vampirizzati. Esempio: Jasper era un leader, un bravo oratore e quindi da vampiro riesce ad influenzare gli stati d\’animo.

    Nè pare perdano l’anima o diventino malvagi: la sete di sangue può portarli a gesti inconsulti, ma volendo sanno trattenersi

    Se perdino o meno l’anima non si sa. Per quanto riguarda la malvagità dipende: se vogliamo parlare del clan Cullen loro hanno scelto di vivere senza uccidere esseri umani ma in generale i vampiri del mondo della Meyer sono alquanto crudeli.

    Non che Bella sia molto più sveglia. Insomma, se io scoprissi che il mio ragazzo ha cent’anni ed è uno gnokko, una delle prime domande sarebbe:
    «Che cazzo ci fai ancora al Liceo?!»

    Avendo deciso di vivere sotto copertura i Cullen devono vivere come normali esseri umani, di conseguenza lavorano o studiano. Edward è andato due volte alla facoltà di medicina di Harvard, ma il lato negativo è che dimostra sempre 17 anni così per questa sua non-crescitanon può stare più di 5-6 anni nello stesso luogo dal momento che potrebbe attirare l’attenzione di qualcuno; quindi tutta la famiglia è costretta ogni tot d’anni a cambiare città e ricominciare tutto da capo (che rottura però fare questo per più d’un secolo…).
    Che Bella non sia molto sveglia è verissimo.

    Non cè mai neanche un pizzico di allegria o ironia.

    ù
    Non so tu quale libro abbia letto ma la Meyer utilizza molto l’ironia e il sarcasmo.

    Un altro punto che rimane oscuro per parecchio è l’attrazione di Edward verso Bella: d’accordo, perchè così l’autrice ha voluto, ma qual è la scusa? La scusa è che Bella puzza (visto che succede a trascurare l’igiene personale?) Bella puzza di sangue in maniera particolare, tanto da far imbizzarrire tutti gli gnokki che incontra. E da questo nasce anche il guaio che occupa le ultime 60 pagine circa del romanzo: uno gnokko barbone cattivo decide di mangiarsi Bella!

    Allora, ogni individuo ha un suo odore personale (non una puzza e nè tantomeno un profumo), il nostro olfatto non è così sviluppato da poterlo sentire ma gli animali (e i vampiri) possono. Ora, come a me può piacere il muschio bianco di Alissa Ashley e fare schifo quello di Britney Spears ad Edward l’odore di Bella piace particolarmente. Non so se ti sia mai capitato di sentire qualche odore che ti stuzzicasse la fame, ma per esempio a me accade col pollo allo spiedo.
    Ora non voglio dire che la logica della Meyer sia giusta o che tutto ciò lo sia, ti sto solo spiegando le parti del libro che a quanto pare non ti sono state molto chiare.

    Salvia: un così grande Libro ad un semplice manga,

    Non ho letto Video Girl Ai sinceramente, ma tutti quelli che conosco si sono commossi nel leggerlo, e ti posso assicurare, da cultrice di manga quale sono, che non si potrà mai dire ‘un semplice manga’ quando sono scritti e disegnati bene, alcuni manga personalmente li trovo anche più belli e toccanti di alcuni libri che ho letto. Sinceramente preferisco un buon manga a un libro scadente (per fare un esempio: I love shopping). Quindi sì, può tranquillamente paragonare un libro ad un manga.

    mhrrr:dai numerosi commenti è emerso che a circa cent’anni e con due lauree va ancora al liceo (chissà se ripete ad libitum o cambia periodicamente liceo). mi sono domandato perchè al liceo e non all’universita, ed ecco la mia risposta.
    forse un perverso genio del male e della lussuria (che, purtroppo, a quanto pare l’autrice non racconta), ma pur sempre un genio!

    Allora, Edward non è nè perverso nè lussurioso, anzi odia il liceo perchè i ragazzi hanno gli ormoni a mille e gli danno fastidio le fantasie sessuali che aleggiano nelle varie menti (lui le perepisce essendo telepatico), senza poi contare che a cento anni e passa è ancora vergine e non violerà la sua virtù e quella di Bella fino a quando non saranno sposati.

    Simòn R.:) I Vampiri non sono tali, poichè mancano di tutte le limitazioni tipiche dei vampiri, ma sembrano supereroi senza costume. Perchè chiamarli vampiri?

    Beh, a parte l’aglio e le croci le limitazioni ci sono: non possono uscire sotto il sole, anche se per motivi diversi; bevono il sangue e sono tentati da esso.
    Poi i topos dei vampiri cambiano da mente a mente, tutto dipende dalla mente malata di chi li ha concepiti. In questo caso la Meyer ha voluto cancellare la visione del vampiro come demonio o come uomo che non appartiene a Dio e li ha trasformati in una sottospecie di angeli scesi in terra, insomma ha ribaltato il mito.

    Perchè chiamarli vampiri?

    Anche se le caratteristiche cambiano quella principare per chiamare un non-morto vampiro è la necissità del sangue per riamanere in forze: che brillino al sole, che siano coperti di squame, che abbiano le corna se sono dei cadaveri e bevono il sangue allora sono vampiri.

    2) Nella storia tra Edward e Bella non c’è a) passione, b) tradimento, c) intimità, d) complicità. E’ vero o è falso? se è vero, quale è l’attrattiva della storia?

    Passione-> c’è
    Tradimento-> Bella mette le corna al vampiro con il licantropo
    Intimità-> fino ad un certo punto, ma c’è
    Chiedo venia se ho risposto in maniera shematizzata

    Il libro non ha una trama. Si parla solo di loro due che si vogliono tanto bene. C’è una trama? Se sì, quale?

    Purtroppo è vero, nel primo libro la maggior parte delle pagine è stata impiegata per scrivere le fasi attrazione-scappa-ritorna-stammi lontana-scoprire il segreto-scoprire le particolarità dei vampiri della Meyer e poi arriva finalmente il movimento. Il secondo all’inizio è più sul genere psicologico e poi si arriva alla fine ad un pò di movimento. Il terzo è finalmente più Thriller e più incasinato (si, ci sono voluti tre libri…)

    Il libro non ha personaggi comprimari che influenzino la trama. Ci sono? Se sì, quali?

    I fratelli di Edward, il licantropo e il suo branco

    (cito) “[Edward e Bella] Non hanno niente in comune, nessun interesse, nessun progetto, [...] Quando escono assieme non si divertono mai. Non c’è mai neanche un pizzico di allegria o ironia.” E’ vero o è falso? Se è falso, quali a) interessi b) progetti c) divertimenti compaiono durante le loro uscite?

    L’unico appuntamento-uscita di cui la Meyer ci rende partecipi è la prima, che è tutta incentrata sulla vera natura di Edward. Non sapremo mai cosa fanno.

    Se Edward ha cent’anni, perché passa ancora del tempo in mezzo agli adolescenti e non fa, tanto per dirne uno, lo strafigo come Tom Cruise in Intervista col Vampiro? Non sto scherzando, parlo sul serio. Perché continua a frequentare il liceo? Cosa lo spinge a frequentare giovani umani di certo non maturi?

    Perchè Edward dimostra 17 anni, al contrario di Tom, anzi, Lestat che è stato vampirizzato quando era un uomo adulto. Dovrà per sempre limitarsi al liceo o all’università quando di vorrà integrare i qualche società, il che non accade sempre, per esempio i fratelli se ne vanno tranquillamente per un anno in Africa o a Denali. Il padre adottivo per esempio può farlo tranquillamente, frequenta persone di 30 anni all’incirca ed esercita tranquillamente la professione che ama: il dottore. Anche se Edward ha più di una laurea in medicina non potà mai esercitare dal momento che nessuno si farebbe visitare o operare da qualcuno che non dimostra nemmeno vent’anni.

    Solo un altro piccolo appunto per gamberetta: ovviamente tu puoi criticare chi, cosa e come vuoi, tutto questo cinismo sono sicura che sia stato scatenato da qualcuno, qualcosa o qualche situazione. Sinceramente anche io fino a qualche anno ero così cinica, ora sono più che altro in fase ‘depressione’ e all’epoca un libro del genere l’avrei messo nel lavandino e gli avrei dato fuoco (non parlo in senso letterale, non totalmente…). Per il rispetto che ho nei confronti dei libri, per quanto schifosi possano essere, l’avrei venduto.
    La cosa che mi ha più che altro colpito di te è la tua superbia… non so se sia solo apparente o meno ma continuando così ti ritroverai da sola. Ok, so che si nasce soli e si muore soli, l’uomo è l’animale più bastardo presente sulla faccia della terra, nessuno merita fiducia etc ma ogni tanto un pò di compagnia, anche se superficiale, fa bene. Relazionandoti in questo modo farai terra bruciata intorno a te.
    Ah, e per quanto ti possa far schifo qualcuno non gli si dice mai “ucciditi”, non gli si augura di morire. A me per esempio Verga non è mai andato molto giù (scusa se non utilizzo esempi più recenti, ma non seguo molto la letteratura contemporanea a parte qualche eccezione), ma se fosse stato ancora vivo non gli avrei mai detto di spararsi.Certo non è un esempio molto attinente perchè sono due livelli totalmente diversi, di lui non potrò mai dire “non sapeva scrivere”. Oppure odio le ragazze (perchè non sono solo le ragazziene di 15 anni purtroppo) che piangono e si strappano i capelli quando passa l’idolo del momento, odio quegli urli che spaccano i timpani (di cui tra l’altro non capirò mai il significato) ma non dirò mai “feccia della terra andate a buttarvi in un burrone così il mondo si libererà di voi”. Se tutti la pensassimo così allora riapriamo i campi di concentramento e ficchiamoci dentro tutti gli artisti che dicono di fare arte, gli scrittori penosi e i tutti quelli che leggono i loro libri, poi però a questo punto ci dobbiamo mettere anche tutti i ladri, gli assassini, gli evasori delle tasse, quelli che non pagano le multe, i professori pazzi che fanno venire le turbe agli studenti, i malati terminali, quelli in depressione, quelli che si vogliono suicidare, quelli che hanno mancato di rispetto a qualcuno… insomma sulla terra non rimarrebbe più nessuno se adottassimo questo metodo. Probabilmente per ripulire tutto quanto ci vorrebbe un vero diluvio universale.

  15. 371 Il Paladino

    Senza dubbio, concordo con te Clio.

    Magari può essere facile arrivarci immediatamente con un “ti amo” sparato in faccia ad una ragazza (e quanto sincero non so dire), però mi sembra un espediente abbastanza banale.

  16. 370 Clio

    Buffo come la maggioranza delle fan del romanzo ribatta alla recensione con: “sei brutta e stupida e non capisci nulla”, invece di dire “no, vedi, Ed non è tonto, va al liceo perchè aveva perso le chiavi della bara in un magazzino di materiali edili, e ora le sta ricercando nascostamente nnei muri della costruzione” o qualsiasi altra stupidaggine.
    Odiare l’amore?
    Io concordo su ogni punto della recensione della Gamberetta, anzi, io sarei stata decisamente meno carina, ciò non toglie che sia una romantica terminale. Il punto è: lo zucchero può piacere, in guista quantità e nel giusto contesto. Questo non è zucchero, questo è… niente. Non c’è dolcezza, non c’è intesa, non c’è nulla. E’ com,e una di quelle fanfic deprimenti in cui lei va da lui e dice.
    -Ti amo.
    E lui:
    -Anch’io.
    E poi si baciano. E fine. Nessuna emozione, nessun coinvolgimento. Fidatevi, come storie d’amore c’è di meglio!

  17. 369 Davide

    “Cosa ti è successo che ti ha fatta inacidire così??? Sei la tipica zittella cinica che odia l’amore!”

    No, semplicemente odia i brutti libri. E ci mancherebbe altro!XD

  18. 368 Il Paladino

    Odia l’amore…chi odia davvero l’amore?

    Io penso che l’unica risposta possibile diversa da “nessuno” sia “un ipocrita”.

    In caso contrario mi devi spiegare il tuo concetto d’amore, Queen.

    P.S Per una domanda basta un punto interrogativo.

    dei libri di genere romantico, dove si puo leggere dell’amore vero che nella realtà è difficile trovare

    Ti sei mai chiesta perchè? Se la coppia provasse reciprocamente amore vero, come si promette spesso, che senso avrebbe lasciarsi per un nonnulla? Inoltre, non si spiegherebbe come un ragazzo o una ragazza abbiano avuto 5-6 ragazzi in tot anni, ne basterebbe uno, non trovi?
    Solo che c’è un’abissale differenza tra il dire e il fare.

    Grazie stephanie!!!!!!!!!!!!!!

    !!!!!!!!!!!!!!!!!!! io le voglio “più bene” ne ho messi di più!

    CAZZI VOSTRI!

    L’ottima premessa per un’ottima costruzione di un vero amore o di una vera amicizia. Ti ha proprio illuminato la Meyer, ma sinceramente non mi sento di incolpare lei.

  19. 367 wewec

    Si commuove con i manga di katsura, altro che cinica!

  20. 366 queen

    Cosa ti è successo che ti ha fatta inacidire così??? Sei la tipica zittella cinica che odia l’amore!

  21. 365 Il Paladino

    Tornate a leggere i classici, vi prego con tutto il cuore, voi, fan di Twilight. Oppure vi trascrivo le conversazioni delle mie sciocche amiche diciassettenni che tanto sono uguali.

  22. 364 Forrest Gump

    io non odio nessuno…
    ma non mi piacciono le tue critiche……
    alcuni lo trovano stupido…ok non è kafka… ma nessuno si permette di dire quelle cose..
    cmq.. sono gusti.. mica ti insulto se leggi i manga.. mha secondo me è carino.. adoloescenziale… già..dov’è la tua adolescenza? Già bruciata?………………….dai…………..lasciati 1 po’ prendere dalla dolcezza……..e non insultare

    non capisco né il soggetto né il predicato :]
    ma lol

  23. 363 -Ayame-

    Ehi Okamis, ci si becca anche qua ^^

    Accidentaccio, ragazzi… ci sono di quei commenti che sfondano sul personale in maniera a dir poco assurda, imbarazzante e… stupida -.-

    Se vi piace qualcosa perchè ci tenete così tanto a giustificarvi?

  24. 362 Okamis

    Un vero giornalista, uno che scrive vere recensioni, non è mai così…squallido.

    Vittorio Spinazzola, che da anni collabora come critico letterario con La Stampa, sostiene l’esatto contrario, Key, ovvero che il critico non deve mai aver paura di far trasparire il suo pensiero, e soprattutto di criticare in maniera anche feroce (critica, appunto) qualsiasi testo. E stiamo parlando di uno dei più importanti esperti di letteratura italiana viventi, non dell’ultimo dei pirla ;-)

  25. 361 Sandy85

    Un vero giornalista, uno che scrive vere recensioni, non è mai così…squallido.

    No, è vero, hai ragione: i veri critici sono peggio.

  26. 360 Key

    A dire il vero mi spiace molto di essere stata preceduta, perchè volevo scrivere proprio quello che ha scritto Bagigiona.

    Anche io sono una fan di Twilight, ma il mondo è fatto di opinioni contrastanti, non c’è da meravigliarsi se io dico che i tre libri della Mayer sono bellissimi e l’autrice della recensione dice che sono spazzatura.

    So per esperienza che la maggior parte delle recensioni che si trovano su internet, su blog come questi, sono cattive più del necessario, la maggior parte delle volte solo per far divertire chi legge. Un vero giornalista, uno che scrive vere recensioni, non è mai così…squallido. Questo era solo un consiglio per te che hai scritto la recensione, non è una critica accanita di una fan disperata.

    Puoi continuare a pensarla come vuoi, di certo non smetterò di amare Twilight solo perchè tu l’hai infamato gratuitamente.

    Quindi…Pace u.u

  27. 359 gugand

    Bagigiona hai appena dimostrato di non essere una demente :)
    Finalmente qualcuno che usa il cervello invece di venire a criticare le opinioni/recensioni altrui,

  28. 358 Bagigiona

    Ho trovato questo link in un forum. Mi rivolgo più agli altri lettori di Twilight: sinceramente mi chiedo che senso abbia venire qui a insultarsi a vicenda. A me piace twilight, mi ha regalato dei bei momenti e mi piace il personaggio di Bella, con cui ho dei punti in comune. Perciò chi ve lo fa fare a venire qui a rovinarvi il sangue leggendo questa recensione? ma chi se ne frega! capirei se fosse stata postata in un forum di fan di twilight, sarebbe stata una provocazione e allora lì la discussione ci sarebbe anche potuta stare (ma credo che i mod avrebbero agito prima), ma qui che senso ha? se lei ha la sua opinione, fatti suoi. Sinceramente non la conosco, nè penso che avrò mai l’occasione di conoscere l’autrice di questa recensione dal vivo. perciò, anche se mi definisce una demente, ecc? dove sta il problema? posso anche essere la persona più cretina di questo mondo per lei e non cambierebbe nulla, perchè io resterei della mia opinione e lei della sua e comunque, una volta letto come la pensiamo, la questione finisce lì: io so che non metterò più piede nel suo blog, tanto so come la pensa al riguardo e soprattutto non m’interessa saperlo. prima di trovare questo link, vivevo benissimo anche senza sapere di questa recensione e continuerò a farlo anche ora che l’ho letta.
    Il mio è un invito per gli altri fan di twilight, di smettere di venire qui a lanciare insulti, ecc, non mi sembra il caso di farsi venire un travaso di bile, come ho notato in alcuni commenti, quando si può benissimo vivere sapendo che ci sono altri che criticano e denigrano ciò che ci piace: si prende atto che esistono (ah, comunque anche a me aveva lasciato perplessa il punto in cui parla della costellazione, ho riletto anch’io quelle righe per cercare di capire se avevo perso qualcosa!) e poi si continua per la propria strada.
    Un saluto cordiale a tutti!!

  29. 357 maggue

    io non odio nessuno…
    ma non mi piacciono le tue critiche……
    alcuni lo trovano stupido…ok non è kafka… ma nessuno si permette di dire quelle cose..
    cmq.. sono gusti.. mica ti insulto se leggi i manga.. mha secondo me è carino.. adoloescenziale… già..dov’è la tua adolescenza? Già bruciata?………………….dai…………..lasciati 1 po’ prendere dalla dolcezza……..e non insultare

  30. 356 wewec

    @ketti93. Più che un’offesa a me sembra un dato di fatto, ma se mi assicuri che le opinioni sono differenti… comunque grazie per l’applauso, è bello sapere di avere dei fan.

  31. 355 ketty93

    wewec
    Dare delle sgrammaticate non è offendere, ok certo, per me lo è ma le opinioni sono differenti. Vuoi un applauso, bene te lo sto facendo goditelo tutto.
    bacioni bacioni e a mai più rivederci.

  32. 354 wewec

    @ketty93. Non pretendo un applauso ma se sei così gentile non mi tiro nemmeno indietro.
    Comunque non vedo in che punto avrei anche solo accennato al parlare senza offendere: ti ho dato della sgrammaticata, non della maleducata, due cose completamente diverse e a mio parere inconfondibili.
    “Loro”? “È questo che hai inteso”? Ma cosa dici? E poi perchè “voi”? Non faccio parte dello staff dei gamberi e non parlo a nome di nessuno, dunque sentiti pure libera di darmi del tu.

  33. 353 Leekanh

    Argomentare le proprie tesi direi che è la base della comunicazione…

    Senza argomentazione non c’è discorso che tenga, a quel punto è meglio stare zitti e basta, e lasciar parlare chi ha più capacità di parlare…

    E si, è inutile cercare di aver ragione o cercare di esprimere le proprie opinioni senza argomentare, a quel punto è una discussione al pari delle oche starnazzanti allo stagno…

    Anzi, le oche sono anche simpatiche, alla fine… E buone al forno!

  34. 352 ketty93

    Per wewec
    Ah ah ah divertente, dopo quello che hai scritto vuoi anche un applauso, grammaticata, si è vero lo sono molto! E sono fiera di far parte di loro.
    Nel ultimo commento che ha fatto, ho scritto che mi pentivo di aver usato certi termini e che è sbagliato offendere la gente e voi di nuovo offendete, bene e poi come ti permetti di dare delle grammatica (che voleva intendere altro) quando tu stai di nuovo offendendo, nello stesso messaggio in cui intendi che loro non sanno parlare senza offendere PERCHè è QUESTO CHE HAI INTESO, io se fossi in te mi vergognerei.

  35. 351 Noemi92

    GiD…non so più quante volte l’ho detto, pardon scritto, ma a quanto pare devo ribadire il semplicissimo concetto:Ho commentato perchè nella recensione di gamberetta c’erano delle imprecisazioni ed ho dovuto doveroso colmare quelle lacune
    esempi: la facilità con cui Bella si fa degli amici.
    Il “mistero” della scuola riguardante Edward
    I poteri inspiegabili de vampiri.
    Non ho argomentato per il semplice fatto che non ce n’era bisogno.
    Le sue sono state delle imprecisazioni farcite di sarcasmo e quant’altro. Mi ha dato fastidio il tono e sopratutto alcune informazioni sbagliate che ha scritto. Ho commentato per questa ragione.
    Pensi che la mia ragione sia vuota? pensi che non abbia arogomentato anche questo commento?
    Amen! me ne farò una ragione.
    Sai è estenuante cercare di ragionare con voi…credevo di essermi fatta capire con la constatazione ” Se non avete letto il libro perchè commentate?”
    A quanto pare non è così. Bè pazienza.
    Commento molto lungo il tuo ,pieno di mie frasi.Commovente.
    Tu si che argomenti i tuoi commenti! è stupefacente sapere che su questa terra esistano ancora persone in grado di commentare!

    Credo che questo commento sia l’ultimo. Ho capito che sarà inutile e me ne faccio una ragione.
    Così sia!
    Comunque non credo che ti faccia molto bene incazzarti ,sai?
    Ah no! non sei stato cattivo nè tantomeno acido, forse polemico…ma sopratutto:
    Petulante!
    Non ti arrabbiare! non ti fa bene.
    Mi vuoi rispondere dire che mi sbaglio, dire che sono una sciocca 16enne che per pigrizia non argomenta?

    Fallo!
    Nè hai tutto il diritto, ma come tu hai il diritto di dirmi tutto ciò io ho il diritto di non risponderti.

    L’ho già detto è inutile!

    Inutile cercare di ragione.
    Inutile esporre le proprie opinioni
    Inutile cercare di farsi capire.

    Inutile! totalmente inutile. Una gran bella perdita di tempo.

    Contento? getto la spugna! Non lo faccio perchè non so più che risponderti ma solamente perchè non mi va.
    Non ho voglia di perder tempo con gente come te, se permetti o altro di meglio da fare.

    Non vuoi leggere Twilight?

    Pazienza! a me è piaciuto e ho difeso le mie opinioni ma visto che in questo sito le opinioni altrui avete il vizio di non rispettarle io me ne lavo le mani!

    Volete continuare così?
    Liberi di farlo!
    Io liberissima di non rispondere!

    Noemi92

    (Carissimo GiD ho messo la mia firma in modo che fosse più semplice per gli altri rispondere se mai lo avessero voluto! invece di andare all’inizio del commento potevano leggere direttamente a fine commento. Sconvolgente vero?)

  36. 350 wewec

    Ah be, se è stato d’aiuto a tutta questa gente meravigliosa e grammaticata, allora…

  37. 349 ketty93

    +Misa+
    sono daccordo con te, anche se ho scritto un commento privo di rispetto verso Gamberetta, e forse mi sono fatta prendere dalla rabbia,e di questo me ne pento. Anche perchè capisco che è inutile ascoltare i commenti( a volte un pò maligni) di Gamberetta e compagnia bella..

    Io credo che le fan, come me., di questo libro, si appassionano alla saga di Twilight perchè sono dei libri di genere romantico, dove si puo leggere dell’amore vero che nella realtà è difficile trovare..quell’amore per cui si è disposti a combattere, perfino a morire..
    Un ultina cosa la Meyer con qusti libri ha aiutato molte ragazze a credere all’ amore vero e di seguito troverete le prove: sono i ringraziamenti da parte di alcune fan

    Grazie stephanie!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Grazie a te ora credo che il vero amore esiste e prima o poi lo incontreremo anche nei momenti meno improbebili e soprattutto anche dopo 107 anni !!!! grazie per avermi insegnato di non arrendermi!!!!

    ..anche a me ha insegnato a non arrendermi !!!…PrImAoPoIL’aMoReArRiVa…!!!

    grazie zia Steph x avermi fatto capire quale e cos’è il vero amore…. x avermi ragalato la speranza k prima o poi lo troverò…. x avermi regalato Edward… i Cullne…x farmi sognare… x farmi essere felice… x avermi ragalato la più bella storia d’amore di tutti i tempi…. x farmi provare emozioni k mai avevo provato e k mai più proverò…. e x farmi credere k in questo mondo esistano davvero i vampiri….

    Grazie a te ho scoperto l’amore x la lettura….prima di twilight non avevo mai provato a leggere un libro….io e la lettura eravamo due mondi separati e distinti.
    Grazie a te ho potuto vivere un bellissimo sogno, hai fatto sviluppare e crescere la mia immaginazione.
    Grazie x aver regalato a me e milioni di altre ragazze una bellissima storia d’amore.

    Grazie per averci donato un sogno, e per continuare a farlo! hai creato un mondo parallelo dove fuggire da questa realtà!!!
    Grazie xkè mi dato la speranza di poter trovare un giorno il mio Edward, come Bella ha trovato il suo.
    Grazie xkè hai acceso in me la speranza e mi hai dato la forza x andare avanti.
    Grazie x avermi fatto apprezzare molte cose del mio carattere ke prima disprezzavo.
    Grazie x avermi fatto aprire gli ochhi su molte cose.
    E ancora GRAZIE x avermi fatto provare e assaporare nuove emozioni…..mai provate prima d’ora.

    grazie mille stephenie per aver scritto questa bellissima saga che ci ha fatto davvero sognare e per aver fatto capire a tutti noi che il vero amore(prima o poi..)arriva!!!

    Grazie per averci donato un sogno, e per continuare a farlo! hai creato un mondo parallelo dove fuggire da questa realtà!!!

    questi sono solo pochi dei ringraziamenti fatti alla meyer, per dimostrare che alle fan questo libro è servito, e che per quanto delle persone pensino che sia insulso… beh sapate cosa vi dico? CAZZI VOSTRI…

  38. 348 +Misa+

    Gid, ti quoto in tutto e per tutto, ti do la mano e mi inchino ^^
    Detto questo…
    Fan – tra cui non mi includo, ma fate come vi pare XD – perchè vi irritate così tanto per un solo, semplice, insignificante commento?
    Avrei potuto inalberarmi, gridare all’oltraggio per essere stata definita una cerebrolesa et similia, ma francamente non ha senso perdere tempo a litigare per queste scempiaggini.
    Gamberetta vi – ci – ha definito cerebrolese.
    E allora?
    Io so di non esserlo, anche perchè non vado in giro a dire che Edward è “gnokko” – oddio, parlando con le mie amiche l’ho fatto…è un crimine? XD – e anche perchè non vado a pontificare in giro su rispetto e altre cretinate simili, e nemmeno a strepitare perchè hanno insultato un libro che mi è piaciuto.
    Parliamo di questo concetto di “rispetto”.
    Anche a me non è piaciuto quando Gamberetta ha detto – mi pare, non ricordo bene – che se avesse visto la Meyer aggrappata ad un cornicione le avrebbe pestato le dita (qualcosa di simile, comunque): l’ho trovato di cattivo gusto.
    Ma non credo che, con tutto il coraggio di questo mondo, Gamberetta farebbe davvero una cosa simile. Giusto? ^^ (se sì avvisa, che comincio a preoccuparmi XD)
    Il problema è che vi arrampicate su questa “teoria del rispetto” per poter tacciare come irrispettoso e indegno di attenzione tutto quello che Gamberetta scrive.
    Voi siete state rispettose? Io credo di no – insomma, ho letto di peggio, però… –
    Chi crede nel rispetto, è sempre – e sottolineo sempre rispettoso. Che stia parlando con sua sorella, con la vicina di casa o col Presidente della Repubblica.
    Io credo nel rispetto fino ad un certo punto, perchè di certo non mi faccio problemi a mandare a quel paese una vecchiaccia che mi supera quando sono in fila alla cassa – quando ci vuole ci vuole XD – in barba al rispetto per gli anziani e balle varie. Se stiamo qui a pontificare sul rispetto, non si va da nessuna parte.
    Sono parole non azioni.
    E poi mi sa decisamente di ipocrita.
    In sintesi: non prendete tutto così maledettamente sul serio. Provate a usare un po’ di ironia e anche a vedere le cose col punto di vista degli altri.
    Ad ammettere che Twilight non è altro che puro “harmony” senza sesso e senza descrizioni ridicole – fino ad un certo punto –
    A smettere di incaponirvi sui dettagli e a guardare l’insieme della recensione, a cercare di capire perchè tanta gente crede che Twilight sia buono solo per incartare il pesce.
    Così, per provare.

  39. 347 GiD

    @ Noemi92
    Visto che mi è stata posta una domanda diretta mi pare giusto rispondere…

    Un libro è sempre un acquisto a scatola chiusa. Puoi conoscere l’autore, la trama o leggere qualche stralcio in libreria, ma alla fine lo compri senza sapere se ti piacerà.
    Io leggo le recensioni di libri che non conosco per cercare di farmi un’idea prima di leggerli, per vedere se quei libri rientrano nelle mie corde di lettura.
    Una volta letta una recensione, poi, è normale che legga anche i commenti, soprattutto se la recensione è negativa. Non leggere i commenti vorrebbe dire dare piena e cieca fiducia a Gamberetta.
    Questo è il motivo per cui leggo le recensioni e i commenti.

    ora passiamo alla tua domanda…

    C’è una cosa che mi domando però…se tu non hai letto il libro e non sai se quello che è scritto è vero perchè commenti?

    Io commento fondamentalmente perché mi incazzo (scusando il termine, ma se non lo scusi fa lo stesso…).

    Mi incazzo quando per trovare UN commento intelligente sul romanzo devo leggermene almeno venti con frasi del tipo “6 solo invidiosa!”, “6 così xk nn ti ama nessuno”, “non è educato parlare così”, “ti senti più intelligente degli altri”, “non c’è bisogno di essere così acidi” e altre scemenze del genere;
    Mi incazzo quando leggo commenti infervorati di fan che rispondono e attaccano senza leggere per intero la recensione, leggendola male, a stralci, o forse leggendo solo le parti in neretto. (E qui, Noemi, ci sei anche tu…);
    Mi incazzo quando leggo commenti che vogliono sembrare distaccati e pacati e invece tra le righe insultano e insunuano a mezza bocca, senza il coraggio di insultare direttamente perché altrimenti poi non potrebbero fare la morale sul rispetto . (E sei anche qui…);
    Mi incazzo quando mi tocca leggere un commento lungo, che si atteggia a commento dettagliato e preciso e che poi si rivela vuoto. Vuoto perché non argomenta, vuoto perché mostra poco del libro, vuoto perché si dilunga su dettagli senza però toccare quelle che sono le critiche più forti e importanti fatte al romanzo. (Sì, sei anche qui);
    Mi incazzo quando leggo frasi come Questo fa ridere”, “Quello è ridicolo”, “Quell’altro non è vero”, “Questo qui si commenta da solo”… Frase buttate lì alla cazzo di cane (quando ci vuole, ci vuole) come verità assolute senza nessuna argomentazione. (Ci sei, ci sei…);
    Mi incazzo, ancora di più, quando questi commenti li fanno persone sopra i 15 anni, non più bambini/e, che se vogliono sanno argomentare ma che semplicemente sembrano non voler capire quello che gli si dice. Persone che vogliono fraintendere, che prendono una frase e rispondono senza preoccuparsi di capire il concetto generale che chi scrive sta comunicando. Persone che poi si permettono anche di rompere col fatto che le cose vanno lette bene, che non si deve leggere in “modo che definire superficiale mi sembra quasi riduttivo“. (Sì, sei tu, e la citazione è tua).

    Queste sono le cose che di solito mi spingono a commentare, penso legittimamente. Io non ho letto il libro e non posso esprimere giudizi su una cosa che non ho letto. Ma ho letto la recensione (per intero e con attenzione) e quindi posso commentarla. Ho letto il tuo commento e posso commentare (come ho fatto) anche quello. Non ci vedo niente di strano.
    La recensione non è dettagliata come altre presenti in questo blog, ma è sufficente per farsi un’idea.
    Quello che penso del tuo commento l’ho scritto.

    Noemi92 scrive:

    comunque parliamo con franchezza se avessi messo degli esempi, dato prova che quello che dicevo era corretto voi sareste comunque delle vostre opinioni.

    Prendo atto che hai la certezza di parlare con un branco di mentecatti, che prendono per oro colato qualunque cosa dica Gamberetta e che come il più idiota dei muli non cambiano idea per nessun motivo.
    Non c’è bisogno di portare esempi ed evidenziare particolari passaggi o elementi del libro per argomentare le priprie idee. Tanto nessuno cambierebbe idea.
    Perfetto.
    A questo punto c’è da chiedersi perché TU commenti…

    (Ah, dimenticavo la firma,
    che fa tanto “persona educata
    che non insulta”!)
    GiD

    p.s. Sì, sono stato acido, polemico e cattivo.

  40. 346 Sandy85

    @Noemi

    se non avete mai letto il libro perchè commentate?

    Mi sembra che viviamo in un Paese libero ed ognuno può dire la propria, o no?
    Comunque già la trama, letta nella copertina del libro o anche solo portata a mia conoscenza da fan più o meno accanite, mi sembra veramente insulsa ed abusata.
    Non dico che il libro non debba piacere, ma non mi sembra un libro intelligente da leggere per rilassarsi. Ho letto non so quanti libri simili a questo e, anziché rilassarmi, mi hanno agitata ancora di più per l’insensatezza e la pochezza della trama. Boh, forse sarò un caso particolare.

    In linea di massima sono d’accordo con GID, soprattutto per il fatto che tu non hai argomentato niente, ti sei sempre e solo limitata a dire “non è vero”, ma senza dare uno straccio di prova che sostenga perché quanto detto da Gamberetta non sia vero. Anche in quanto hai scritto qui sopra non hai argomentato e, anzi, continuando per la tua strada, ti sei limitata a dire

    comunque parliamo con franchezza se avessi messo degli esempi, dato prova che quello che dicevo era corretto voi sareste comunque delle vostre opinioni.

    Tesoro, non è detto, ognuno pensa con la propria testa e distingue cosa possa essere bello e cosa no. Senza contare che avremmo potuto sentire anche ‘l’altra campana’, con esempi ben argomentati, forse saremmo stati invogliati a leggere il libro, mentre così seguiamo il consiglio implicito di Gamberetta, cioè che non vale la pena di leggere un libro così.

  41. 345 Noemi92

    GiD,feliccissima di essere l’ultima fan di twilight a cui risponderai è una cosa che mi riempe d’orgoglio…
    comunque parliamo con franchezza se avessi messo degli esempi, dato prova che quello che dicevo era corretto voi sareste comunque delle vostre opinioni.
    C’è una cosa che mi domando però…se tu non hai letto il libro e non sai se quello che è scritto è vero perchè commenti?
    gamberetta ha scritto molte cose male altre ,invece,molto superficialmente io ho scritto le precisazioni. Tutto qua. Sì è vero mi dispiace non ho fatto caso al fatto che gamberetta abbia messo la parola gnokko in risposta ad un commento che aveva letto. Mi dispiace non ci ho fatto caso.
    Sul fatto che gamberetta ha scritto che , alcuni vampiri, hanno poteri aggiuntivi che non si sa bene da dove vengono io ho scritto invece che si conosce la loro provenienza.
    Poi il fatto che Edward non sappia leggere nel pensiero di bella magari verrà spiegato nel prossimo libro; avrà comunque una spiegazione.
    Riguardo al film pornografico mi ha fatto ridere perchè gamberetta dice che come in un film pornografico in twilight ci sono scene slegate tra di loro senza uno straccio di trama; secondo me non è vero.
    Riguardo al conflitto… si non è molto presente, anzi quasi del tutto assente.
    non dico che twilight è un capolavoro ma non è nemmeno un brutto libro.
    So che ci sono alcune incongruenze ma nel contesto twilight non è poi così male.

    Grazie per l’attenzione.
    e grazie a gugand che mi ha regalato ben 10 anni.

    Ribadisco: se non avete mai letto il libro perchè commentate?…sarò stupida ma non ne capisco l’ultilità

    Noemi92

  42. 344 .Lari

    @Leekanh
    Vorrei rispondere ad una cosa che hai scritto in risposta a Noemi92 riguardo al fatto che Bella abbia già così tanti amici appena arrivata a Forks: “Certo sarebbe stato migliore se più che amicizia amicizia fosse stata curiosità e basta, come quando arriva un alligatore a casa del tuo amico, magari ci vai a vederlo, ma io amico un alligatore non me lo faccio!” Allora non è assolutamente “amicizia amicizia”. Appena arrivata molte persone sono incuriosite e affascinate da Bella, però solo in pochi le si avvicinano veramente: Eric, Mike, Jessica. E con nessuno di loro è veramente amicizia dall’inizio, anzi. Eric le gira intorno sperando di piacerle, Mike {almeno in buona parte del libro} anche, e Jessica invece capisce che stare con la nuova arrivata le fa avere popolarità. Certo, poi con Jessica si instaura un rapporto di amicizia, ma inizialmente è solo curiosità, come per tutti gli altri.

    Dici poi, che proprio perché Forks è un paese piccolo e quindi chiuso, un nuovo arrivato dovrebbe avere pochi amici, o comunque, ti aspetti che non venga accolto come è stato per Bella. Io vivo in un paese piccolo quanto Forks, e quando arrivano dei ragazzi nuovi lo sappiamo tutti e siamo tutti curiosi di conoscerli, esattamente come viene raccontato nel libro.

    Ci tenevo a dirti solo queste due cose, spero di essere stata abbastanza chiara, se vuoi rispondimi.

    Un saluto
    Lari

  43. 343 GiD

    @Noemi92

    Questa è davvero l’ultima volta che rispondo ad una fan di Twilight… sono sinceramente stanco, da frequentatore di blog, di leggere questo genere di commenti.

    Ci sono 2 problemi:

    1) NON SAI LEGGERE
    Ora non offenderti, non prenderlo come un attacco gratuito. Non ti sto dando dell’analfabeta. Tu non sai leggere nel senso che leggi in maniera superficiale, o almeno hai letto in maniera superficiale questa recensione.

    Hai scritto che ti sembra paradossale che ,Bella,appena arrivata nella nuova città , abbia subito amici e parecchi pretendenti.

    Questo è quello che TU hai letto, GAMBERETTA ha scritto invece che la situazione presentata dalla Meyer è praticamente priva di conflitto (elemento cruciale nella narrativa) e inoltre ha evidenziato che non è particolarmente originale o fantasiosa come situazione. Quindi Gamberetta giudica la situazione banale e priva di interesse, non paradossale.
    Ora, quello che ha scritto Gamberetta può anche non essere vero, ma sta di fatto che lei ha scritto una cosa e tu hai risposto a tutt’altro. Hai scritto che la situazione di Bella è normale, ma questo non toglie che possa essere banale e priva di conflitto.

    E poi che dire del modo in cui hai bonariamente (si fa per dire) definito i Cullen?
    gnokki

    Ancora una volta hai letto quello che ti pareva, senza badare a quello che era scritto. Gamberetta ha specificato che ha preso il termine Gnokko dal commento di una fan della saga, quindi la definizione non è sua ed anzi la usa per evidenziare l’idiozia di descrivere il personaggio di un libro cm “trpp Gnokko!!!”.

    Ah! si…Hai definito alcuni gnokki capaci di avere dei “poteri” che non si capisce bene da dove vengono…giusto?

    Sbagliato. Se leggi la parte in questione si capisce che Gamberetta non si lamenta tanto del fatto che i poteri siano inspiegabili (si lamenta anche di questo), ma del fatto che sembrano essere messi lì apposta solo per aiutare la trama. Dare ad un personaggio il potere di leggere nel pensiero ma “impedirgli” senza motivo di leggere i pensieri del protagonista è segno di pigrizia, è segno che l’autrice ha capito di aver creato un problema ma non si è impegnata per risolverlo in maniera decente.

    2) NON ARGOMENTI

    Mi ha fatto molto ridere la tua constatazione del “pornografico” Si è stata davvero esilarante

    Perché?
    Cosa dovrebbe pensare chi legge il commento? “Ehi, Noemi92 ha riso! certo che quella Gamberetta è ridicola!”.
    Mi dispiace, non funziona così. Dire cose come “Questa frase si commenta da sé” o “Questa frase è ridicola” senza dare spiegazioni equivale a dire “Quello che hai detto non mi piace ma non so come smentirlo”.

    Scrivi che i discorsi tra Edward e Bella sono inesistenti dato che lei intimidita da lui. Bè…ti darò una rivelazione incredibil:Non è vero.

    E qui invece uno dovrebbe pensare “Vedi? lo dicevo io che Gamberetta è stupida e dice solo fesserie… i dialoghi sono belli, lo dice Noemi92!”.
    Anche qui non funziona, almeno non dopo che Gamberetta analizza meticolosamente ogni cosa portando anche degli esempi.

    Ora, Noemi, io ho cercato di essere il meno sarcastico/antipatico possibile (e credimi, mi viene difficile) ma ti rispondo al post perché dal tuo nick presumo tu abbia 16 anni, e a 16 anni mi aspetto che tu certe cose, anche certe sfumature, le capisca. Fare il discorso che ho fatto a te ad una ragazzina di 12 anni non avrebbe avuto senso, quindi credimi se ti dico che questo non è un attacco.
    Gamberetta forse odia la Meyer, forse lei le ha investito il cane e ora Gamberetta si vendica distrugendo il libro, forse Gamberetta ha preso solo i difetti del libro senza far vedere invece i pregi… io non lo so. Non so nanche se quel che ha scritto è vero.
    Il punto è: Gamberetta mi dice che il libro fa schifo, e mi mostra dove e perché fa schifo, dandomi modo anche di pensare “No, la trama mi sembra interessante, non è così male”.
    Poi arrivi tu (e molte altre come te) e mi dici che non è vero niente, che il libro è bellissimo. punto. (al massimo rispondete a dettagli marginali o travisate quello che voleva dire Gamberetta).
    Io a chi dovrei dare più fiducia?

    p.s.
    Per essere precisi tu qualche cosa l’hai argomentata, peccato che hai argomentato proprio le cose inutili, quelle che rispondevano a domande che nessuno ha posto (tipo “Che Bella arrivi ed abbia tanti amici è normale!”).

  44. 342 gugand

    Non conosco il libro e me ne tengo lontano solo perche’ le storie incentrate sulle storie d’amore non mi attirano, o almeno non le cerco.
    La cosa piu’ ridicola della difesa di Noemi82 e’ la “rivisitazione moderna del vampiro”. Basta leggere i commenti precedenti a riguardo per capire quello che intendo con “ridicola”.

  45. 341 Noemi92

    Bè la meyer non da indicazioni di quando effettivamente Edward sia andato a Forks.
    potrebbe essere stato anche moltissimi anni fa per quel che ne sappiamo. Harvard non è nata l’altroieri quindi è possibilissimo che sia avvenuto molto tempo fa.
    Per quanto riguarda i documenti di ammissioni credo che li abbiano falsificati.
    Inoltre Edward non è andato per 20 volte al liceo. Di solito lui e la sua famiglia abitavano in posti come l’antartide dove di persone ce ne sono pocchissime e dove può girovagare senza problemi.
    Quando si sono stabiliti a Forks ,però, hanno dovuto iscriversi per forza al liceo (salvaguardare la facciata umana in primis).
    Non capisco una cosa però:
    Come fate a commentare negativamente un libro se nemmeno lo conoscete bene? la maggiorparte delle informazioni che ti ho dato sono scritte in Twilight non in New Moon o Eclipse quindi avresti dovuto leggerle.
    Ecco, è quello che dicevo prima riguardo a gamberetta. avete letto questo libro molto superficialmente.
    Commento vuoto dici?
    Nel mio primo commento ho fatto delle precisazioni. e l’ho già scritto,non mi piace ripetermi.
    felicissima che il mio secondo commento sia stato per te meno vuoto.

    Noemi92

  46. 340 Sandy85

    Non dovrei intervenire io, ma:

    ank’io aspetto la risposta di gamberetta riguardo ai suoi gusti!!!

    Gamberetta ha già detto quali siano i suoi gusti, basta mettere un po’ di buona volontà nel leggere un bel po’ di commenti (e non solo quelli) di altri post e troverete tutte le informazioni che volete.

  47. 339 Sessha91

    Oh Bèh che dire!!! Tutto quello di cui avrei voluto parlare è stato già ampliamente discusso, o per meglio dire scritto, da Noemi92!!!xciò nn posso far altro che complimentarmi con lei per il suo commento in qnt in modo chiaro e coinciso ha spiegato anzi chiarito alcuni punti a quanto pare non molto chiari!!! L’unica cosa che vorrei dire è questa: anche se il libro non ti è piacuto ciò nn sta a significare che tu ti puoi permettere di “offendere” le persone (ragazze in particolare) definendole “ragazze cerebrolese”…Cmq apparte ciò da qunto ho capito tu vorresti diventare una scrittrice ( e ti auguro vivamente che tu lo possa un giorno diventare) ma ti do un consiglio: impara a scrivere delle RECENSIONI xchè qsta nn la si può definire tale in quanto è piana di insulti a ragazza fan di qsto libro e di “condanne a morte” per la scrittrice!!!
    L’ultima cosa ke vorrei dire è per Leekanh: NOI FAN di qsto Libro nn siamo arrabiate per il commento negativo (che nn è l’unico, in quanto si tratta di gusti che IO RISPETTO) ma bensì per il modo in cui lo si è scritto….x fare delle recensioni negative ci sono modi e modi e qsto nn mi sembra il più adatto!!! E con ciò termino il mio breve commento (in confronto a qll di Noemi92 lo è :P)
    p.s ank’io aspetto la risposta di gamberetta riguardo ai suoi gusti!!!
    Sessha91

  48. 338 Leekanh

    Io non so, dicevo aria fritta proprio perché prima hai detto delle cose non parlando del libro, ora so e possiamo anche ragionarci sopra, se tutti facessero così sarebbe un mondo migliore…

    Comunque, avevo dato per scontato che vivesse a Forks, ma erravo evidentemente! In ogni caso è comunque uno scenario improbabile, perché per trasferirsi da scuola a scuola c’è bisogno di documentazione, non è che vai in un posto e ti iscrivi perché hai la faccia da diciassettenne… (per una persona presumibilmente già laureata poi! Ad Harvard! Tra l’altro spero ci sia andato presto, perché deve anche dimostrare che ha finito il liceo, ed è poco credibile un diciassettenen che fa vedere un diploma di 40 anni fa) Poco credibile spostarsi in quel modo, soprattutto perché ha già finito il liceo! Sarebbe stato di gran lunga più credibile un pluribocciato…

    La faccenda dell’amicizia improvvisa non è così scontata, ma nemmeno improbabile… Certo sarebbe stato migliore se più che amicizia amicizia fosse stata curiosità e basta, come quando arriva un alligatore a casa del tuo amico, magari ci vai a vederlo, ma io amico un alligatore non me lo faccio! (ok, era un esempio imbecille, ma spero si sia capito), cosa che in realtà nel libro potrebbe anche essere, ma come detto non so, se mi fate sapere è ok.

    Comunque il commento è già migliore del precedente, perché mi porta dati oltre alle affermazioni, il precedente era “vuoto” perché portava solo affermazioni, con cui ci faccio ben poco!

  49. 337 Noemi92

    Leekahn ho scritto punto per punto le dichiarazioni di gamberetta perchè le reputavo profondamente sbagliate. dici che non ho scritto fondamente nulla?
    se la vedi così liberissima di farlo ma credevo di aver spiegato alcuni punti che mi erano sembrati confusi. tutto qua.
    Ti faccio poi notare che la meyer non ha mai detto che Edward è stato a Forks prima di allora. Anzi lui stesso dice che è un posto perfetto e che sono stati felici di scovarlo perchè lì possono andare per la città tranquillamente.
    Di seguito Edward dice che probabilmente ci ritornerrano…tra 60 o 70 anni
    Credi che gli archivi di una scuola tengano per così tanto il materiale relativo ad un alunno?
    Io non credo.
    Poi secondo me il fatto che bella trovi subito amici è abbastanza normale.
    Il padre di Bella (Charlie) è l’ispettore di polizia ed è quindi ben voluto quindi secondo me è scontato che tutti i ragazzi della sua città la vogliono conoscere.
    Charlie ha parlato molto di Bella e quindi i ragazzi incuriositi la vogliono conoscere…sapere i motivi per cui è andata ad abitare col padre…insomma semplice curiosità.
    Non riesco a capire come facciate a non capirlo…a me è sembrato immediato…
    E poi il carico da 11(come lo chiami tu) non mi sembra poi così stupido; avevo capito l’ironia ma grazie di avermelo fatto notare.
    Edward non ha 17 anni ne ha 107. Dichiara di averne 17 perchè diminuendo la sua età di così tanto può stanziarsi di più in un posto (come ti ho già detto Forks per loro è un posto ideale) all’università avrà ovviamente dichiarato di avere più anni. ed ovviamente al liceo non ci è andato una volta sola ma più volte per rendere più credibile la sua “facciata”umana scrupolosamente costruita.
    Spero di essere stata chiara e spero che non giudicherai questo mio ulteriore commento in un ammasso di parole che non dicono praticamente nulla.

    Per .Lari: Mi fa piacere che la pensi come me, aspettero insieme le risposte!

    Noemi92

  50. 336 Leekanh

    Mi chiedo come si possano scrivere tutte quelle righe di… Fondamentalmente nulla…

    Posso capire che le fans siano arrabbiate per una recensione negativa, ma dicendo solo “No sei una stupida non è così” si fa solo una figura grama, ed implicitamente si da ragione all’altro, perchè si fa vedere come non si hanno argomenti a propria dispostizione…

    Tutto quello che Noemi ha fatto è prendere punto per punto i discorsi di Gamberetta e dire “No, non è vero”, senza poi dare realmente una giustificazione… In alcuni casi semplicemente non dice nulla o parte per assunzioni errate (vedi ad esempio la pornografia, che è stata già ampiamente spiegata anche all’interno dell’articolo, ma bestia, quando uno non vuol vedere…) in altri casi riesce persino a contraddirsi da sola!

    Ad esempio, Forks è piccola e si conoscono tutti… Ok, geniale, perfetto.
    Fermorestando che non è assolutamente vero che in una cittadina piccola il nuovo arrivato sia automaticamente pieno di amici (anzi, io mi aspetto il contrario, se la cittadina è piccola sarà anche più chiusa, avrà la sua piccola realtà, eccetera) poi dopo un paio di paragrafi mi sostieni la legittimità di Edward al liceo… E sostieni che non è stupido… La cosa divertente è che nell’articolo la “stupidità” era un modo epr ironizzare sul fatto che è l’unico modo per spiegare coerentemente una scemenza del genere!
    La cosa ancora più divertente è che viene messo su anche il carico da 11, Edward è stato ad Harvard… Ad Harvard… Un diciassettenne.
    Ok, può essere, per carita… E ci è anche uscito, splendido…
    Poi è tornato a Forks, il paese piccolo di cui sopra…

    Nessuno si è accorto della cosa, nessuno, anche se sono 4 gatti…

    La documentazione, sparita! Il tipo torna al liceo, allegramente…

    Direi che la cosa non torna, ed insieme al resto, è la solita chiacchierata priva di sostanza… Si può fare decisamente di più…

  51. 335 .Lari

    Io sono d’accordo con Noemi. Più che d’accordo. Brava. Brava davvero.
    E ora aspetto con lei una risposta.
    Lari

  52. 334 Noemi92

    Allora…Da dove cominciare? Ci sarebbero veramente troppi punti per iniziare, troppe obiezioni da fare e troppe cose che ti sono sfuggite nella lettura…e, sai una cosa? credo che le scriverò proprio tutte.
    Cara “gamberetta” appena ho letto la recensione che hai fatto mi è subito passato per la mente…Tutta questa acidità e cattiveria gratuita da dove viene fuori? Capisco i gusti personali ed infatti non ti dirò che sei quantomeno sciocca a non apprezzare La Twilight saga ma…dato che almeno io i gusti personali li capisco mi chiedo sconcertata con quale criterio tu possa dire che Twilight è un romanzo per “ragazzine cerebrolese” (per usare una tua deliziosa constatazione)
    Hai veramente letto questo libro? e se la tua risposta è si io e te ,purtroppo, abbiamo un concetto molto diverso di “leggere un libro”.
    Ti dirò leggendo la tua recensione ( anche se chiamare così l’ingente mole di sciochezze che ci hai fatto sorbire è abbastanza lesionistico per tante altre recensioni) Ho avuto la netta sensazione che tu non abbia minimamente letto questo libro.
    Mi ha fatto molto ridere la tua constatazione del “pornografico” Si è stata davvero esilarante; ma toglimi una curiosità mentre scrivevi la trama ti sei divertita? voglio dire ti diverte distruggere i libri altrui? Ti senti meglio dopo averlo fatto? Dalla mostruosa quantità di cattiverie che scrivi devo dedurre che Sì distruggere gli altrui libri ti faccia piacere.
    Nella “trama” (la metto tra virgolette perché è quasi impossibile chiamarla tale) hai scritto molte leggerezze tanto che sono certa che tu abbia letto il libro in mondo che definire superficiale mi sembra quasi riduttivo.
    Hai scritto che ti sembra paradossale che ,Bella,appena arrivata nella nuova città , abbia subito amici e parecchi pretendenti. e io ti rispondo così:
    Forks è una città minuscola tutti gli studenti del liceo si conoscono quindi è OVVIO che una nuova arrivata provochi scalpore ed è OVVIO che tutti le si avvicinano come Jessica ad esempio che fiuta l’occasione propizia per fare amicizia con lei in modo da essere sotto le luci del riflettore.
    La stessa cosa si può dire per Mike Newton ed Eric. Sono interessati dalla nuova arrivata e sono sopratutto curiosi da lei, quindi si avvicinano per fare amicizia.
    Ti ricordo: Forks è molto piccola.
    Questo mi sembra un’atteggiamento molto normale quindi devo dedurre che il concetto di “normalità” non abbia per te le stesse connotazioni che ha per me. E poi che dire del modo in cui hai bonariamente (si fa per dire) definito i Cullen?
    gnokki
    Sono rimasta assolutamente basita,e sono più che mai certa del fatto che tu non abbia letto il libro.
    Bella li nota subito ovviamente per la loro bellezza ma anche perché -come dice nel libro- le sembrano soli quasi emarginati ed è perchè gli altri ragazzi sono intimiditi da loro, poiché,inconsapevolmente, qualcosa nel loro cervello gli urla di stare attenti.
    Te ne eri accorta? Ti eri accorta di questo piccolissimo particolare?
    Sai…io credo di no.
    E poi la scempiaggine che è venuta poco dopo…
    Bella puzza
    Sono rimasta interdetta: Sai io sono sarcastica,ironica ma ,nella trama, la commentatrice dovrebbe spiegare le cose come stanno dando un panorama anche a chi ,magari, non ha ancora letto il libro.
    Cosa che ovviamente non hai fatto.
    L’odore del sangue di bella risulta ai vampiri molo dolce. irresistibile quasi. E su Edward ha un effetto ancora più prepotente e scatena in lui una lotta interiore, è costretto a combattere contro se stesso per non ucciderla, per salvarle la vita, per non macchiarsi di un così abominevole crimine .Poi ,ovviamente, il fatto che lei sia l’unico essere di cui Edward non riesce a sentire i pensieri acuisce ulteriormente la sua repulsione/attrazione per lei.
    Quindi capirai da ciò che per Edward non è facile contenersi. ma lo fa. Lotta contro se stesso e vince ogni volta perché il suo amore per lei è più forte della sete di sangue quando sente il suo odore.
    Ma tu ovviamente penserai ancora che questo è un romanzo per ragazzine cerebrolese…
    Scrivi che i discorsi tra Edward e Bella sono inesistenti dato che lei intimidita da lui. Bè…ti darò una rivelazione incredibil:Non è vero.
    Visto che io ho letto il libro (precisamente tutti e tre i libri) posso dirti che non è affatto vero.
    Bella non è stupida.
    Ed il fatto che Edward frequenta ancora il liceo è presto spiegato: Edward apparentemente ha 17 anni quindi per salvare la facciata umana frequenta normalmente il liceo come tutti i suo “fratelli” adottivi.
    Quindi cara gamberetta non è stupido. Anzi, in Eclipse Bella dice che è già entrato e uscito da Harvard.
    Lo vedi? lo “gnokko” non è stupido! Sorpresa?
    Personalmente credo che la storia d’amore sia molto bella si, forse il romanticismo è eccesivo ma Edward è nato nel 1901 quindi…
    Che altro…?
    Ah! si…Hai definito alcuni gnokki capaci di avere dei “poteri” che non si capisce bene da dove vengono…giusto?
    Ma cara gamberetta ogni cosa ha una sua spiegazione!
    I poteri che possiedono Edward Alice e Jasper (gli gnokki insomma! non vorrei che non mi capissi…) non sono altro che proiezioni amplificate di quello che sapevano fare da umani.
    Edward ad esempio sapeva intuire le emozioni delle persone
    Jasper era molto carismatico e quindi sapeva far valere le proprie idee e farsi ascoltare
    Alice,invece, da umana era stata rinchiusa in un manicomio proprio a causa delle sue visioni.
    Hai visto? ogni cosa ha una sua spiegazione e non è sconclusionata.
    Ovviamente il fatto che Bella venga presa di mira da James (lo gnokko vagabondo) è da attribuire al dolce odore che ha il suo sangue.
    Per le ragioni che ti ho appena esposto sono propensa a credere che tu il libro non l’abbia letto.
    No è impossibile!
    Però ribadisco un concetto:
    Se a te non piace un libro non devi sbandierare con eccessiva cattiveria che , chi lo legge, è un cerebroleso…
    Ti rendi conto?
    Solo perchè alcune persone non condividono le tue stesse opinioni devono essere considerate stupide. e poi la superficialità con la quale hai “recensito” il libro è deplorevole.
    Ho letto che vuoi diventare una scrittrice ;Bene buon per te anche a me piacerebbe ; ma di solito ogni scrittrice che si rispetti si informa meglio su ciò di cui dovrà parlare.
    Questo tipo di accuratezza è del tutto assente nel tuo commento.
    E poi…come tutti sono liberi di leggere ciò che vogliono anche gli scrittori sono liberi di scrivere ciò che vogliono.
    Ovviamente anche loro non devono sfociare nella banalità etc etc… ma se la Meyer vuole descrive in chiave moderna o magari del tutto cambiare la figura del Vampiro Perchè deve essere inquisita da te come una strega del XV secolo?
    Ci dev’essere libertà di pensiero e di parola e tu non sei nessuno per poter giudicare La meyer una stupida o i suoi fan dei cerbrolesi.
    Rispetto.
    Conosci questa parola?
    Dalla cattiveria con cui scrivi direi di no.
    Ti consiglio di leggere meno superficialmente i libri sopratutto se vuoi fare la scrittrice.
    E ti ricordo la parola Rispetto.
    Poi credo che un pò di romanticismo non ti farebbe male, sai?
    Magari ti ammorbidirebbe un pò anche se lo dubito fortemente data la cattiveria e l’acidità con cui scrivi.
    Ma permettimi una domanda cara gamberetta Quali sono i libri che noi comuni mortali possiamo leggere senza essere attaccati da te o essere definiti cerebrolesi? E quali sono gli autori che possiamo apprezzare senza che tu ci dica quanto vorresti che si buttassero dalla finestra?
    E sopratutto quali sono i tuoi gusti?
    Sono sinceramente incuriosita.
    Dammi le tue risposte gamberetta.
    Anche se sono ancora convinta che un pò di romanticismo ti faccia solo che bene.
    Grazie per l’attenzione. Aspetto le tue risposte.
    Noemi92.

  53. 333 .Lari

    Ciao Liven!
    Ci conosciamo, facciamo parte dello stesso blog e vorrei, innanzi tutto, farti i miei complimenti. In ognuno di questi commenti che hai pubblicato sei stata chiara, cortese e gentile. Hai dimostrato di essere superiore a molte persone che hanno lasciato le loro opinioni in questa sezione del blog. Per quanto riguarda la recensione, sono rimasta sconvolta. Non tanto per le opinioni di Gamberetta {per carità, ognuno ha il diritto di esprimere il proprio parere!} ma per alcune cose che ha scritto. Per esempio, ha consigliato il suicido non solo a Stephenie Meyer, ma anche a tutte le sue fans. Non ti sembra ti esagerare, Gamberetta? Non ti sembra una cosa non solo cattiva, ma sconcertante? Che motivo c’è di augurare la morte a persone che neanche conosci? Io sono una ragazzina{o bambina, come preferisci} di 14 anni, ebbene sì, in piena crisi ormonale, ma non ho letto questo libro solo perché trovavo Edward uno GNOKKO..Di sicuro ho una cultura estremamente inferiore rispetto a molti di voi, perché ripeto, ho solo 14 anni. Ma ho letto più di 2 libri nella mia vita, e obiettivamente, trovo Twilight un’ opera fantastica. Odio tre metri sopra il cielo e ho voglia di te, non sono il tipo{come potete tutti vedere} che scrive in sms-ese e compagnia bella. Amo leggere, amo apprendere cose nuove, ma se ci sono delle cose che proprio non sopporto sono la perfidia, la presunzione e la maleducazione. E, ahimé, in questa recensione, ne ho trovate, eccome se ne ho trovate.
    Comunque, mi dispiace che tu, Gamberetta, non abbia apprezzato questo libro. Il mondo è bello perché è vario, però spero che in futuro ti ricrederai, non su Twilight ma sul tuo modo di esprimerti e di relzionarti con le altre persone.
    Un saluto.

  54. 332 liven

    Dopo questa tua affermazione sulla massa me ne “tiro fuori”..cosa poteri ribattere? Sono solo una persona normale che vuol relazionarsi a persone normali..altre pretese non ne ho.. era divertente all’inizio scambiare opinioni con persone che mi paiono preparate e competetnti anche se d’opinione dialmetralmente opposta alla mia…ma ora il gioco è andato a finire in qualcosa di poco edificante e IO invece preferisco restarmene zitta…perchè le mie opinioni se non si relazionano con la “massa” restano solo idee…
    Liven

  55. 331 Sandy85

    @Liven: Come ho già detto a qualcun altro, fai un giro su internet e leggi i regolamenti di vari siti/blog/forum e noterai che tra le regole c\’è scritto espressamente di non scrivere in sms. A dispetto di quanto tu creda, nessuno vuole imporre con \’la violenza\’ di non scrivere sms-ese. Se ad uno non sta bene questa regola, può benissimo andarsene, siamo un Paese libero e nessuno costringe qualcuno a partecipare a qualcosa.
    Ma sto andando ancora più Off Topic di quanto non siamo già andate con questo discorso.

    devo per forza insultarlo e dargli dell’ignorante?

    Non era affatto questo che intendevo, ma se dare a qualcuno dell\’ignorante, perché non vuole tradurre ciò che scrive in modo comprensibile, direi che sarebbe il minimo. Soprattutto se prima di ricevere una risposta sgarbata si è stati disponibili al dialogo.

    Cerchiamo di non elevare all\\’olimpo della dignità artistico culturale qualunque scemenza, per cortesia.

    Questa affermazione io l\’ho letta anche in riferimento alla scrittura abbreviata, ma ognuno può darvi la sua interpretazione.

    Le pratiche dell’sms sono un nuovo tipo di modo di scrivere e come tali sono da considerarsi

    Ma direi anche di no; l\’sms-ese è una cosa aberrante e, come ho già detto, è un insulto alla nostra bellissima lingua.

    se per te è sbagliato o fai fatica a comprenderne l’utilità NON usarle o usale solo per gli appunti( a parte che nei miei ci troveresti pure le abbraviazioni matematiche tanto ci metto del mio..) ma non pretendere che la tua visione sia abbracciata da tutti…

    Preferisci restare nascosta, seguire la massa, invece di dire cosa pensi realmente? Forse la mia visione non sarà condivisibile da molti, ma perché dovrei starmene zitta?

  56. 330 Sandy85

    Nosferatu è anche il titolo di alcuni film sui Vampiri, ricordo che al liceo il professore di italiano e storia ce lo ha fatto vedere perché trattava anche della peste.

  57. 329 liven

    per Sandy
    Mi è capitato giusto ieri mattina con una frase in sms-ese piuttosto complicata che non comprendevo…ho ricevuto con gentilezza scuse spiegazioni. E cmq ho detto proprio il CONTRARIO sull’Olimpo..

    “Non si pretende credo di far risalire il libro ai “classici” nè agli “Olimpi della cultura” è solo piacevole e appassionante.”

    cioè che non si può paragonare un fantasy a un classico e che bisogna dividere bene le due cose…credevo che fosse chiaro!!!Caspita se si tramuta tutto quello che si dice…
    Io comunque parlo in italiano e scrivo tale ma cosa devo fare se un altro preferisce un modo di scrittura diverso dal mio? devo per forza insultarlo e dargli dell’ignorante? non mi sembra il caso. E non è questione di avere o meno il rispetto degli altri se per primi non lo diamo insultando!Le pratiche dell’sms sono un nuovo tipo di modo di scrivere e come tali sono da considerarsi, certo se per te è sbagliato o fai fatica a comprenderne l’utilità NON usarle o usale solo per gli appunti( a parte che nei miei ci troveresti pure le abbraviazioni matematiche tanto ci metto del mio..) ma non pretendere che la tua visione sia abbracciata da tutti…”il mondo è bello perchè è vario”…mettersi in cattedra è per chi non si sforza di confrontarsi…per il resto credo bene che mi approverai se dico che andremmo in una disputa filosofica senza uscita
    Buona giornata
    Liven

  58. 328 gugand

    Leekanh:

    Basti guardare i classici “Nosferatu”!

    Purtroppo non ho molta confidenza col mondo dei vampiri (non sono tra le creature fantastiche che preferisco), ma i Nosferatu non e’ il nome del clan del gioco di ruolo di Vampire: The Masquerade ?
    Quello, appunto, dove gli appartenenti al clan hanno un aspetto ributtante.
    L’unico altro riferimento a Nosferatu che conosco e’ che lo usa Stoker come sinonimo di Vampiro, non si dovrebbe parlare di razza o clan di vampiri.

  59. 327 Sandy85

    @Liven:

    E in quanto al mio linguaggio è quello che uso tutti i giorni perchè ho un rispetto infinito per una lingua che amo e che soprattutto mi piace usare al meglio delle sue possibilità…

    Se la pensi così, perché gli altri non dovrebbero avere lo stesso rispetto per la tua stessa lingua, che tu tanto elogi?
    Riporto qui una cosa che ha scritto Diarista e con cui mi vedo pienamente d’accordo (come con le restanti sue affermazioni):

    Cerchiamo di non elevare all\’olimpo della dignità artistico culturale qualunque scemenza, per cortesia. Leggere abbreviato è scomodo e fastidioso. Da parte dello scrivente è indice di poca considerazione, non per la lingua ma per chi poi dovrà leggere. Se voglio farmi capire mi prendo la briga di darmi da fare in tal senso usando il tempo che ci vuole, le dita che possiedo e l\’alfabetizzazione che ho messo assieme negli anni. Punto.

    Passiamo ad altri tuoi post:

    mi rendo anche conto che spesso il nostro interlocutore da per scontato che le sue abbreviazioni siano comprese e non trovo carino fare una crociata anti-abbreviatori quando si potrebbe cortesemente chiedere!

    Hai mai provato a chiedere, ad una persona abituata a scrivere in sms-ese, di non scrivere abbreviato? Io sì e mi sono trovata una risposta alquanto sconcertante: “Cm 6 vcc! Scr cm m pr”. Tu cosa capisci? Io niente. Ed infatti è proprio questo il punto: quelli che usano abitualmente sempre e solo l’sms-ese non sono inclini ad assecondare quelli che non ci capiscono un’acca.

    talvolta erano vere e propie annotazioni di servizio

    Appunto, erano annotazioni, nessun testo era scritto per intero così, come spesso trovi in internet. Anche i miei appunti all’università sono pieni di simboli o geroglifici, ma servono solo a me e, se devo passarli a qualcuno, li riscrivo.

    Per quanto riguarda i Vampiri mi trovo d’accordo con quanto detto dagli altri, soprattutto con questa affermazione:

    Il punto è che qui non si è portata una variante sul tema, qui si è proprio presa una cosa diversa e chiamata in quel modo perchè i vampiri attirano…

  60. 326 liven

    Diarista incostante non ho mai detto che avendo 27 anni posso permettermi di dare ad un libro il titolo di buono o cattivo, lungi da me…mi è soltanto piaciuto!E in quanto al mio linguaggio è quello che uso tutti i giorni perchè ho un rispetto infinito per una lingua che amo e che soprattutto mi piace usare al meglio delle sue possibilità…Non voglio nè essere saccente nè fare da esempio..le nostre opinioni differiscono in modo piuttosto ampio e non è mio compito farti cambiare idea, specie se odi così tanto una cosa; ho letto Jane Austen in tutte le sue sfumature e la adoro ma non la paragonerei mai alla Meyers che vive in un secolo dove scrivere è tutta un’altra cosa. In quanto al sognare…mi piace..ecco tutto…e mi piace anche, quando finisco a causa del mio studio di trovarmi tra le mani”mattoni”dalle dimensioni bibliche, leggere cose un pochino più leggere. In quanto ai ragazzi non parlavo della mia generazione che grazie al Cielo era ancora piuttosto ben tenuta e in quanto a nonna credo che tu non possa giudicare dalle poche parole di un commento…ma non ti posso ribattere su nulla se il tuo pensiero si limita ad una contestazione continua di qualsiasi cosa si dica…Poi possiamo stare qui a “beccarci” in ogni sfumatura ma ognuno resterà abbarbicato sulle propie posizioni…marmo di carrara o no..e la cosa non porta davvero da nessuna parte.
    buona giornata
    Liven

  61. 325 Leekanh

    Se non ricordo male i Vampiri da alcuni erano descritti come orrendi, ma avevano il potere di ammaliare incrociando il loro sguardo percio’ il vampiro non e’ gnokko di default in ogni contesto.

    Basti guardare i classici “Nosferatu”!

    Non mi sembrano proprio Gnokki!
    I vampiri fisicamente affascinanti sono frequenti quanto i vampiri ributtanti, ma spesso e volentieri entrambi hanno capacità di dominare con il solo sguardo…

    Il punto è che qui non si è portata una variante sul tema, qui si è proprio presa una cosa diversa e chiamata in quel modo perchè i vampiri attirano…
    Una variante è quella di Sergej Luk’janenko ad esempio, in cui i vampiri sono rivelati dagli specchi e non nascosti…
    Ma in Twilight sarebbe stato meglio chiamarli Bambiri (o Gnokkiri!) dato che sono una cosa diversissima, sono più credibili come elfi che come vampiri!

  62. 324 Diarista incostante

    @ Liven
    Scusa. Mi fai un po\’ cascare le braghe, e sono -lo apprezzerai- forbita nel comunicartelo.
    Intendiamoci. Non c\’è niente di male ad appassionarsi di vampiri, o a scrivere in modo pomposo. Io a Gamberetta contesto proprio la sua veduta ristretta per quanto riguarda lo stile di scrittura, perciò non è questo che mi colpisce negativamente del tuo intervento.
    Ma
    1) i romani abbreviavano perchè scalpellare marmo fatto arrivare da Carrara è un po\’ diverso che digitare dieci righe su una tastiera qwerty. Cerchiamo di non elevare all\’olimpo della dignità artistico culturale qualunque scemenza, per cortesia. Leggere abbreviato è scomodo e fastidioso. Da parte dello scrivente è indice di poca considerazione, non per la lingua ma per chi poi dovrà leggere. Se voglio farmi capire mi prendo la briga di darmi da fare in tal senso usando il tempo che ci vuole, le dita che possiedo e l\’alfabetizzazione che ho messo assieme negli anni. Punto. Non si svicola: ci si adegua. E piantiamola una volta per tutte di girare come cani da tartufo attorno a qualsiasi cavolata.

    2) Precisazione. A 27 anni si possono avere gli stessi gusti di un dodicenne, così come a 50 o 60. Capita. A mio modesto avviso non c\’è niente di male. Quindi che tu 27enne ritenga di poter affermare che siccome è piaciuto a te Twilight è un buon libro, è un\’affermazione che non sta in piedi.

    Ora, Gamberetta ha scritto una recensione dura, anche nei confronti delle lettrici di Twilight (e questo poteva risparmiarselo), ma ha argomentato bene quali sono i buchi di trama e sviluppo dei personaggi.

    Un vampiro ancora al liceo dopo un secolo fa ridere, è un fatto. Un vampiro e una ragazza che hanno zero in comune ma soprattutto zero da dirsi non sono una coppia ben architettata. Una ragazza con qualità nulle per attirare l\’attenzione di un lui \”super-iper-mega\” come un vampiro pressochè centenario sta a indicare che la scemenza dell\’odore, dell\’arrossire ecc. è solo una copertura. Copertura per celare il fatto che Miss Meyer voleva scrivere un libro fatto apposta per far sognare e squittire delle adolescenti che sognano il principe azzurro che sbuca dal nulla, si invaghisce di loro anche senza un concreto perchè -l\’amore è cieco, ma andiamo, cerchiamo di mantenere i piedi per terra- e le trasporta nel regno di mai, dove non solo l\’amore trionfa, ma i vampiri non ti dissanguano appena ti incontrano bensì t\’annusano e si estasiano.

    NON C\’E\’ NULLA DI MALE in questo, scusate il maiuscolo ma ci tengo a farmi capire. Sognare e squittire è ok, a qualunque età. Ma ammettiamo che è questo che ci piace, che è questo che troviamo in Twilight. Non è drammatico, pensateci, nè ci si deve vergognare per questo. Pensateci sul serio cinque minuti.
    Voglio un libro per credere ancora all\’amore che sbuca dal niente? Twilight va benissimo. Voglio un libro un po\’ meno campato per aria ma sulla stessa falsariga dell\’amore impossibile che però si realizza? Cathleen Shine, La lettera d\’amore (una quarantenne e un ventenne, direi che materiale per un amore impossibile ne abbiamo). Voglio un libro in cui i meccanismi del cuore vengano descritti un po\’ meglio, e magari con realismo, senza rinunciare al lieto fine che sento di meritarmi come il dessert a fine pasto? Jane Austen, Persuasione. O Emma, o Mansfield Park.

    L\’amore, lo diceva qualcuno, è una cosa meravigliosa. C\’è modo e modo di scriverne però. E coi vampiri è lo stesso, e credo che basterebbe affiancare Twilight a Dracula per accorgersene. Tutto qui.

    3) La parte sulla galanteria e sui ragazzi che bestemmiano e si vestono come barboni. Scusa, eh, ma dire una cosa del genere a 27 anni! Ai tuoi coetanei, tra l\’altro. Sembri mia nonna, se parli così. Oddio… nonna? Sei tu?

  63. 323 gugand

    Liven:
    Il problema dei vampiri della Meyer e’ che sono troppo distanti dal vampiro della mitologia.
    L’originalita’ sarebbe stata, ad esempio, una spiegazione di come i vampiri riescano a sopportare la luce del sole. Sto leggendo un manga adesso (Gantz) in cui i Vampiri vanno in gro di notte, ma prendono una medicina che permette loro di resistere ai raggi ultra-violetti cosi’ che possono farsi qualche passeggiata diurna.
    Si poteva inventare una crema solare per vampiri (cosi’ avrebbe giustificato la brillantezza sotto il sole :P ) o che il sole era pericoloso solo se diretto o altre minchiate simili o peggiori (in un videogioco ai vampiri bastavano degli occhiali da sole, mah)
    Poteva ideare mille cose per motivare i suoi vampiri chiamandoli tali, ma non l’ha fatto, percio’ si e’ allontanata troppo dallo stereotipo.
    Se non ricordo male i Vampiri da alcuni erano descritti come orrendi, ma avevano il potere di ammaliare incrociando il loro sguardo percio’ il vampiro non e’ gnokko di default in ogni contesto.

  64. 322 liven

    Blu, scusami, quando ho pubblicato l’articolo il tuo non era ancora apparso e non ho potuto leggere il tuo commento. Vero verissimo, la storia dei vampiri è antichissima e per chi non può reperire cartaceo( con l’enciclopedia dedicata) c’è persino un sito fantastico che ne parla molto accuratamente di cui credo tu sia a conoscenza visto le citazioni.. certo sono vampiri inusuali ma essendo comunque creature “immaginarie” la Meyers ha creato la sua variante della cosa( in Polidori per esempio il vampiro riesce a non cibarsi di sangue per giorni e poi morde solo nel finale o in Underwold bevono sacche di sangue ma possono anche andare in una sorta di letargo…insomma ce n’è per tutti i gusti)…in quanto al “principe azzurro” è certamente questa la ragione del grande successo del libro, Edward è il sogno delle ragazze: bello, forte che protegga e capisca. Purtroppo Dracula di B.Stocker non se ne trovano più ma talvolta è piacevole anche leggere qualcosa che ci accende una scintilla…non l’accende in tutti e non in tutti scatena le stesse cose ma credo che sia più che logico…
    Liven

  65. 321 liven

    Sono d’accordo sul fatto che il fatto di scrivere in un modo chiaro sia rispetto ma mi rendo anche conto che spesso il nostro interlocutore da per scontato che le sue abbreviazioni siano comprese e non trovo carino fare una crociata anti-abbreviatori quando si potrebbe cortesemente chiedere! Io sono una”vecchietta” e non so usare nè emoticon nè sms-ese avanzato ma se il mio interlocutore le usa cerco di adattarmi oppure in caso chiedo delucidazioni…Sono un pò perplessa sullo scontro dei manoscritti in quanto talvolta erano vere e propie annotazioni di servizio però tireremmo in piedi un dibattito lungo un blog…Mi scuso con Sandy se non conosco la Fogna dei Commenti..sono stata invitata a leggere l’articolo da un’amica e non mi sono presa la priga di analizzare a fondo tutto il blog essendoci finita quasi casualmente…spero mi perdoneai e che mi scuserai se ho creduto le tue parole un insulto…mia mancanza lo ammetto!
    In quanto a Twilight è vero, il personaggio è stereotipato ma aggiunge tutta una serie di caratteristiche molto affascinanti che lo rendono piuttosto piacevole, come la lettura del pensiero e la capacità attraverso la ragione di controllare i suoi istinti. guarda carlisle per esempio…Non è un bel personaggio? Non si pretende credo di far risalire il libro ai “classici” nè agli “Olimpi della cultura” è solo piacevole e appassionante.E cmq sono del tutto conscia che si può esser non d’accordo e mi è piaciuto molto il modo con cui Misa si è espressa…questo è un modo di confronto sempre gradito e sempre utile…buona giornata
    Liven

  66. 320 Blu

    Circa la figura del vampiro

    Caratteristica chiave del vampiro è la smania di sangue; la figura del vampiro non è un’invenzione letteraria, è conosciuta fin dai tempi più antichi in ogni parte del mondo quale demone notturno succhiatore di sangue(Il più antico testo si legge in una tavoletta babilonese conservata al British Museum: una formula magica che serve a proteggere dai Demoni Notturni succhiatori di sangue,che erano gli Etimmé). Secondo la versione più accreditata il termine Vampiro deriva da un manoscritto russo del 1047 circa in cui compariva il termine “Upir Lichyj” tradotto in “vampiro malvagio”, da qui è stato coniato il termine Vampiro, che identificava uan creatura spietata che si nutriva a danno di: sangue o anima o carne, delle sue vittime.
    Un personaggio può essere bello finchè vuoi, ma se non teme la luce del sole/non è una creatura notturna e può anche fare a meno di bere sangue umano allora non è un vampiro; sarà qualcos’altro, qualche creatura dalla forza sovrannaturale che ha ottenuto che il proprio corpo non si deteriori, ma non è un vampiro!

    Tracciare le caratteristiche base di un vampiro non è difficile, perchè fin dalle origini della storia gli uomini hanno sempre temuto dei demoni succhiatori di sangue, che nel medioevo sono stati chiamati vampiri.

    Edward… è in realtà una figura positivissima, la passione che ha suscitato nelle lettrici mostra come molte ragazze apprezzino la galanteria e la buona educazione purtroppo ormai ricordo d’altri tempi

    Edward è un “principe azzurro”.

  67. 319 +Misa+

    Oddio, ho scritto “a” invece di “ha”
    Scusatemi, mi sono uccisa da sola.

  68. 318 +Misa+

    Non credo che leggendo un manoscritto medievale ci si possa rovare davanti ad abbreviazioni spaventose e sgrammaticate come quelle che circolano ora…
    Se scrvss ttt il mx cs, qnt tmp ci vrrbb x cpr?
    Qualcuno a capito qualcosa?
    Non capisco nemmeno io quello che ho scritto…
    Capisco la comodità nei messaggi (il numero di parole è quello che è) ma qui nessuno conta le parole, abbiamo tutto lo spazio che vogliamo, e nessuno ci corre dietro per farci scrivere in fretta.
    Io trovo che usare l’”smsese” su internet sia indice di poco rispetto per gli altri, che dovranno perdere tempo a capire ciò che tu hai scritto.
    Non dico che le abbreviazioni non vadano bene (per carità, le uso anch’io) ma se si può scrivere in un bell’italiano, chiaro e comprensibile, perchè torturarci?
    Non mi pare sia uno sforzo sovrumano…
    Per quanto riguarda i vampiri, effettivamente quelli della Mayer non mi sembrano proprio dei veri vampiri… (a proposito, io non ricordo bene, ma dormono nelle bare? O.O)
    La figura del vampiro perde tutto il suo mistero, il fascino oscuro…insomma, non è una storia sui vampiri, ecco.
    E’ la storia di Bella che si innamora di uno gnokko con il vizietto di bere sangue e che al sole sbrilluccica come uno swarosky. XD

  69. 317 Priffry54

    Sergio, tu che hai scritto un libro di battaglie epiche e di guerrieri devi ammettere che Twilight fa un po’ “emo”.
    L’hanno scritto perfino sul Corriere della Sera.
    Oppure mi vuoi dire che anche tu sei un fan della Meyer?
    Crolla un mito.
    Dov’è il paladino dei veri valori italiani? Colui che ci ha indicato la via?
    Non deludermi così!

  70. 316 Sandy85

    Liven, la Fogna dei commenti è la parte del blog dove si può commentare andando off topic e parlando di tutto ciò che esula dagli altri post di Gamberetta. Prima di parlare visita il blog e poi vedi se ti insulto, prendo in giro o altro.
    Per quanto riguarda il resto, guarda caso anch’io seguo filologia e altri corsi dello stesso tenore all’università e ti posso quindi dire che quelle che tu definisci abbreviazioni al pari di quelle di adesso, non sono altro che abbreviazioni utili, mentre l’sms-ese è totalmente inutile.

  71. 315 Tappetta

    @Helen:
    a proposito dei manga, ti dico solo due cose: nel mio libro di storia delle superiori, nel capitolo dedicato al Giappone, c’era l’immagine di un precursore dei manga, datato ai primi del ’900.
    I manga sono una parte importante della cultura giapponese, come per noi italiani il calcio… e vorrei che pensassi, secondo te, quale delle due attività richiede un maggior sforzo intellettivo ù_ù

    Secondo: dici che i manga sono stupidi disegnini per analfabeti, ma allora anche le icone della Via Crucis, fondamentali per conoscere la storia di Cristo in un’epoca in cui l’80% se non di più della popolazione era analfabeta, sono stupidi disegnini?

    Il tuo intervento mi ha lasciata basita, tanto che mi viene da pensare che tu, sì, abbia provato a leggere un manga ma, sfogliandolo nel senso sbagliato, tu non abbia capito niente (chissà perchè?!): da qui, le tue sagge conclusioni.

    XDXD

  72. 314 liven

    Perdonami, a parte che nel regolamnento c’è una specifica sugli insulti e il tuo lo è se definisci un’opinione altrui Fogna dei commenti…Ti posso smentire, avendo fatto sia filologia sia un corso specifico sulle abbreviazioni, dicendoti che gli ideogrammi non sono certo appannaggio del nostro medioevo e parole come cfr. ,vs, o ex non erano simboli ma abbreviazioni delle parole confronta o versus o exemplum ed erano tracciati a lato dei manoscritti…io mi sono espressa nei tuoi confronti con una lingua pulita, cosa che tu definisci rispetto…per cortesia usalo anche tu e vedrai che non finiscono i TUOI commenti nella Fogna dato che ci fai la figura di una persona che vuole aver ragione oltre il buonsenso…E se non capisci chiedi con cortesia…vedrai che nessuno te la nega!
    Liven

  73. 313 Sandy85

    In quanto a Sandy85 vorrei solo dirgli che le abbreviazioni sono in uso fin dal periodo romano e che spesso sono state usate anche nei manoscritti medioevali divenendo prassi…Il fatto che si usi una forma contratta non è indice di “non amore” per la lingua ma mera comodità e che perciò è bene che si “svecchi”comprendendo che è cultura anche quella del telefonino..per la precisione si chiama cultura grassroots e si definisce nell’ambito della cultura partecipativa e non è assolutamente questione di rispetto, parola spesso usata per nascondere ben altre mancanze…

    Mera comodità di cui a volte – il più delle volte – si può anche fare a meno. Se certa gente non capisce ciò che una persona scrive cosa deve fare? Adottare il dizionario sms-ese/italiano? Direi che un piccolo sforzo si può sempre fare. O no?
    Penso che per svecchiare una lingua si possano fare cose ben più intelligenti, non eliminare le vocali. Come ho scritto in un mio articolo sul mio blog, non siamo in Cina o Giappone dove gli idiogrammi sono la forma di scrittura ‘unica’ e che comunque presenta più significati per ogni ‘figura’.
    Per quanto riguarda le abbreviazioni nella storia, erano usate in modo diverso da come sono usate adesso, per esempio nel medioevo quelle abbreviazioni erano perlopiù simboli, esattamente come i geroglifici o gli idiogrammi di cui ho parlato poco sopra, e servivano ad indicare piccole particelle del discorso. Il linguaggio sms, invece, non contiene simboli o altro, non serve a facilitare il discorso o la lettura, anzi lo complica e, sinceramente, si sta molto di più a scrivere in sms-ese che non le parole tutte intere.

    Comunque stiamo andando Off Topic, quindi o chiudiamo la questione qui o ci trasferiamo nella Fogna dei commenti.

  74. 312 Ginny

    Liven è riuscita a spiegare in termini ricercati e professionali quello che io volevo dire.
    Questo sì che si chiama scrivere! niente insulti, solo semplici opinioni..

  75. 311 liven

    Caro recensionista, sono un’appassionata di storie di vampiri da anni e leggo sull’argomento qualsiasi tipo di rarità e testo inusuale, compresi scritti di scrittori famosi come Volterre e il meno noto ma certamente più affascinante Polidori, illustre antesignano del ben più conosciuto Dracula di B.Stocker, ora, la mitologia “vampirica” risulta piuttosto varia e cambia a seconda delle epoche in cui viene redatto il testo ed è quindi piuttosto difficile tracciare le caratteristiche base di quello che può essere un vampiro, nel contesto e nella costruzione della trama la Meyers tiene molto conto della tradizione che ha alle spalle, tanto che molte delle cose contestate nell’articolo sono imprescindibili dalla figura del vampiro ossia: la bellezza, l’immortalità, la forza e soprattutto il desiderio di sangue(anche se nei vampiri psichici questa cosa è ovviata dal pensiero). Edward, il protagonista, che tu definisci GNOKKO(caratteristica imprascindibile se parli di un vampiro) è in realtà una figura positivissima, la passione che ha suscitato nelle lettrici mostra come molte ragazze apprezzino la galanteria e la buona educazione purtroppo ormai ricordo d’altri tempi. Twilight è sano romanticismo, in un’era che ci propina maleducazione e sciatteria ,dove i ragazzi bestemmiano e si vestono come barboni.
    Nel tuo articolo inoltre insulti le lettrici tacciandole di “Problemi ormonali adolescenziali”, io ho 27 anni e sono ben lungi dalle scalmane ma ti assicuro che il libro è molto piacevole e coinvolgente se non si ha la pretesa di trasformarlo in un novello “exemplum”della cultura mondiale. Inoltre, anche se probabilmente ti senti J.Joyce o l’illustre Sapegno ti vorrei ricordare che per giudicare un libro si usa il “piacere o dispiacere” ma che per giudicare i suoi lettori bisogna prima capirne la psicologia e le implicazioni sociali.
    In quanto a Sandy85 vorrei solo dirgli che le abbreviazioni sono in uso fin dal periodo romano e che spesso sono state usate anche nei manoscritti medioevali divenendo prassi…Il fatto che si usi una forma contratta non è indice di “non amore” per la lingua ma mera comodità e che perciò è bene che si “svecchi”comprendendo che è cultura anche quella del telefonino..per la precisione si chiama cultura grassroots e si definisce nell’ambito della cultura partecipativa e non è assolutamente questione di rispetto, parola spesso usata per nascondere ben altre mancanze…
    Grazie
    Liven

  76. 310 Sandy85

    Le scuse che hai inventato tu sono ridicole.

    Certo, argomentare e scrivere come si deve è ridicolo.
    Mah, certo che il mondo è strano…

  77. 309 ketty93

    Per scrivere un messaggio ad un amico sia sul cellulare o anche un’email non c’è bisogno di apprezzare la mia lingua madre; semmai quello che dici te vale per i testi o per scrivere poesie, ma è normale scriverle normali queste cose, è un po’ ridicolo dire di apprezzare la mia lingua madre per scrivere messaggini. Le scuse che hai inventato tu sono ridicole. Per i meggi lunghi su internet sono d’accordo con te ma per sms credo che vadano benissimo.

  78. 308 Ginny

    per non fare confusione: il mio commento era rivolto a Sandy85!

  79. 307 Sandy85

    non credo che sia stupido metterci 10 secondi invece che un minuto per scrivere un messaggio

    Dimostreresti almeno di apprezzare la tua lingua madre, senza contare che qui non siamo in un grande cellulare, questo è internet ed un minimo di rispetto verso gli altri ci dovrebbe sempre essere, come nella vita reale.
    E tranquilla, sono abituata a vedere tanti e(o)rrori, quindi i miei occhi non hanno subito nulla di che, solo un po’ più oscenità di tante altre volte.

    Conosco molte persone che vanno benissimo in italiano e che leggono molti libri e scrivono abbreviato nei messaggi.

    Penso scrivano solo gli sms abbreviati, non messaggi lunghi su internet.

  80. 306 ketty93

    Per Blu: ho capito in che senso l’ha detto Gamberetta, ma comunque quelloche volevo far intendere io è che era lo stesso una grandissima cavolata!

  81. 305 Ginny

    mi trovo comunque a non essere d’accordo con te, ma comunque ognuno ha le sue opinioni…!!

  82. 304 ketty93

    Per Sandy85: Prima di tutto mi chiamo ketty e non kitty. MI dispiace se i tuoi occhi hanno dovuto vedere tutti quegli errori…deve essere stata veramente dura per te. Per quanto riguarda, le abbreviazioni sono un modo per scrivere un messaggio con rapidità e non credo che sia stupido metterci 10 secondi invece che un minuto per scrivere un messaggio; se uno usa le abbreviazioni nei messaggini non vuol dire che una non sappia scrivere. Conosco molte persone che vanno benissimo in italiano e che leggono molti libri e scrivono abbreviato nei messaggi.
    E adesso ti dò l’informazioni che tanto aspettavi sul ponte più alto d’Italia:
    Il ponte più alto è quello di:
    Valgadena, sull’omonima valle, sull’Altopiano dei Sette Comuni in Provincia di Vicenza: esso misura 175 m nel suo punto più alto ed è il terzo ponte più alto d’Europa.

    P.s. al computer può capitare di far degli errori grammaticai, mi scuso ancora per i tuoi poveri occhi che hanno dovuto subire tali oscenità.

  83. 303 Sandy85

    A mio parere, il vero problema della Meyer è quello di aver usato ‘creature’ che non si possono modificare e non di averne create di nuove. I veri vampiri sono quelli della mitologia. Punto. Quelli della Meyer sono umani travestiti da qualcosa che non si può definire vampiro. Mi dispiace, ma è proprio questo che mi convince ancora di più a non leggere questo e gli altri libri della saga: il fatto di aver fatto vedere determinate creature come delle cose insulse.
    (Se nella frase che ti appresti a leggere vuoi includere anche te stessa, sei liberissima di farlo, sappi che non mi riferisco a te, comunque) Alla maggior parte delle ragazzine piacciono queste cose perché non hanno la cultura adeguata, non si interessano di come sia realmente la storia, di cosa le leggende parlino realmente, ecc.

    Era meglio se la Meyer si fosse fermata alla semplice storia d’amore, piuttosto che rovinare così delle creature estremamente affascinanti.

  84. 302 Ginny

    scusa mi ero dimenticata una ‘t’…comunque,rispetto la tua opinione, ma come ho detto è proprio questo che mi piace della Meyer:aver creato nuove creature e magari anche diverse da ciò che la mitologia definisce “vampiro”…il vampiro della Meyer credo mi affascini di più perchè si avvicina molto di più alle caratteristiche di noi umani: sono capaci di amare, sono essenzialmente egoisti,riescono a trattenersi da ciò che gli invglia di più…cosa che invece non esiste nei veri vampiri.senza anima, incapaci di resistere alle loro tentazioni,crudeli,privi di pietà o compassione…

  85. 301 Sandy85

    Stoker lo ho già letto e appunto non mi piace molto il suo modo di vedere i vampiri…proprio perchè li descrive come esseri bruti e violenti…

    Come ho già detto lui e la Rice hanno fatto molto riferimento alla mitologia ed alle leggende sui vampiri, quindi è normale che siano visti come esseri brut(t?)i e violenti. (Anche in Harry Potter non sono ben visti, così come altre creature metà umane metà ‘fantastiche’)
    Anch’io li ho sempre visti così, ci possono essere le eccezioni, cioè vampiri buoni o che decidono che nutrirsi e dannare gli altri non è una cosa ‘giusta’, però il considerare un vampiro gnokko (come ha detto qualche fan) mi dà idea di non aver mai letto niente di decente.
    La novità ci vuole, però snaturare e/o non documentarsi per creare qualcosa di nuovo mi sembra una presa in giro verso i lettori e quelli che magari hanno un po’ più di esperienza in merito. Tutto qui.

  86. 300 Ginny

    quello che intendevo era proprio quella che ha spiegato Blu prima di me…!!!
    e grazie per i consigli sui libri!!!

  87. 299 Ginny

    a Sandy85:
    si li avevo sentiti nominare molte volte…!!!infatti mi sto “mettendo all’opera” proprio dopo aver letto twilight…e anche Buffy lo guardo ogni tanto per farmi una cosiddetta “cultura” sui vampiri…non ho mai detto di non poter dare una possibilità ad altri scrittori che immagino siano molto bravi da come la gente ne parla…forse però io sono un tipo più da storie romantiche anzichè vere e proprie storie su vampiri famelici e crudeli…una cosa che ho notato è che la Meyer (per quello che ne posso sapere io..!!) ha parlato di vampiri come esseri sì crudeli, ma che non vogliono esserlo (almeno questo per quanto riguarda Edward e la sua famiglia…)…è questo, come avevo spiegato in qualche commento precedente, che mi piace della Meyer…comunque seguirò il tuo consiglio e leggerò la Rice…Stoker lo ho già letto e appunto non mi piace molto il suo modo di vedere i vampiri…proprio perchè li descrive come esseri bruti e violenti…

  88. 298 Blu

    Credo che a Ginny sia piaciuta anche l’atmosfera romantica di Twilight che non mi sembra sia presente nei libri della Rice, ma non li ricordo bene… comunque se mai deciderai di leggerli secondo me meritano solo i primi(Scelti dalle tenebre e La regina dei Dannati) perchè gli altri, purtroppo, degenerano terribilmente!
    Per trovare qualche lettura fantasy(e non) che possa interessarti il meglio, secondo me, è affidarsi ad Anobii. E’ un sito che ospita le librerie virtuali degli utenti, segnala i libri che, in base alla tua libreria, potrebbero piacerti e chi altro li ha nella propria.
    Secondo me è un ottimo sito per trovare titoli interessanti

    Tornando in topic, grazie per le risposte sul libro :)

  89. 297 Sandy85

    Scusate, piccola svista, ho aggiunto una ‘c’ di troppo nel cognome di Stoker.

  90. 296 Sandy85

    non ho mai letto libri fantasy o che parlano di vampiri e questo è il primo..

    Non potevi leggere la Rice o Stocker? Sono quelli che hanno raccontato i vampiri come sono visti nei miti e nelle leggende di tutto il mondo, senza snaturarne le caratteristiche.
    Soprattutto la Rice li fa aderire al nostro mondo in modo incredibile dando proprio l’idea che esistano realmente.
    Anche vedere Buffy sarebbe stata un’ottima palestra per quanto riguarda la cultura vampiresca, anche se non del tutto.
    Per quanto riguarda la letteratura fantasy in generale, penso che in questo libro non ce ne sia manco l’ombra, nel senso che si può benissimo classificare “narrativa romantica per ragazze”, niente a che vedere col fantasy.

    Magari gli autori che ti ho citato non li conosci o non li hai mai sentiti, però sono molto più conosciuti della Meyer, quindi ti consiglio di dargli una possibilità.

  91. 295 Ginny

    a Blu:
    è vero dovevo specificare…almeno per quanto mi riguarda, quando io uso il termine “pornografia” mi riferisco non al sesso che, come ha detto Gamberetta, non è affatto presente nel romanzo, anzi non se ne parla neanche minimamente(cosa che invece succede negli altri due libri), ma che la storia importa eccome (almeno questo per me..).

    tu dici:
    “Da quel che ho capito da recensione e commenti il vampiro è attratto dall’odore di Bella e solo per questo inizia a frequentarla, personalmente non lo trovo romantico. Lo sarebbe se invece di frequentare un’ipotetica ragazza dal profumo irresistibile sciegliesse Bella perchè attratto da lei come persona, con i suoi pregi e difetti; oppure se fra Bella ed Edward ci fosse complicità e passione, che invece mancano come ribadito anche da la Sonicchiana.”
    come avrai capito, io ho letto il libro e ti posso assicurare che Edward non è attratto solamente da Bella per il suo odore, che naturalmente come spiega lui è molto forte e non riesce quasi a resistergli, ma anche da ogni suo piccolo gesto:il fatto che lei arrossisca ogni volta che le si fa un complimento, il modo in cui lei si muove, come sposta i capelli dietro alle orecchie quando è imbarazzata…è questo il motivo per cui Edward si è innamorato…l’odore di Bella è solo ciò che lo ha attratto all’inizio…e di passione forse nel primo libro non se ne vede molta, ma nei seguiti invece sì..e come ho già detto anche il sesso è presente (forse diciamo non fino in fondo, ma tutti e due ne hanno voglia, solo che probabilmente, come dite voi, la meyer non ha potuto descrivere particolari scene “spinte” per via del pubblico a cui era rivolto il libro…ma comunque vedremo nel quarto libro, perchè immagino invece che si parlerà di sesso e forse lo faranno pure..comunque questo è quello che immagino io..).

    A Sandy85:
    sono d’accordissimo con te per quanto riguarda i film di Moccia…sono delle cose inguardabili, anche se Scamarcio non è poi tanto male…XD

    Per rispondere a praticamente tutti:
    quando ho detto che ci perdete, più che altro intendevo riferirmi a me…non ho mai letto libri fantasy o che parlano di vampiri e questo è il primo..quindi credo che se non lo avessi letto, ci avrei perso perchè non avrei avuto la possibilità di immaginare e di rifugiarmi in un posto dove vale solo l’immaginazione, dove posso staccarmi per un pò dalla realtà, pensando che da qualche parte creature misteriose e piene di fascino esistano veramente…quindi scusate ancora se mi sono rivolta a voi..non era quello che intendevo fare!!! Spero di essere stata chiara..!

  92. 294 Blu

    @Misa
    Se mai leggerò Twilight(per i successivi non ci conterei) lo prenderò di sicuro in biblioteca, che non valesse la pena spenderci soldi l’avevo intuito ;)

    @Ginny

    e quando anche noi sostenitrici della Meyer (o “ragazzine decerebrate adoranti della scrittrice”) usiamo il termine “pornografia”, dicendo che non ha a che fare con il libro, intendiamo proprio ciò che a scritto Gamberetta

    leggendo il commento di ketty93 non sembra, tu e poche altre ma la maggior parte sceglie di non badare al significato attribuitogli nella recensione, altrimenti non si spiegano i continui commenti scandalizzati! Dire che un libro è brutto perchè “la storia non importa, importano solo le immagini in sé, costruite apposta per suscitare determinati sentimenti” non è un’affermazione che porta allo scandalizzarsi, è riferita alla trama, può essere condivisa o meno ma se capita(o non ignorata volutamente) non porta a reazioni quali “mi chiedo come una persona normale non si vergogni di scrivere queste cose..pornografia? ma questa dove cazzo l’ hai tirata fuori? e grossa eheheh..”
    non trovi?

    @GiD

    Se vai a guardare nel post della fogna dei commenti scoprirai che le fantomatiche ragazzine Pamy & Moldy sono solo un fake mal riuscito…

  93. 293 GiD

    @ Pamy & Moldy

    Per essere precisi il vostro(?) commento riguarda la “filosofia” del blog e l’atteggiamento di chi lo gestisce e di chi lo frequenta.

    Il libro in questione non è oggettivamente dei migliori, questo è ovvio

    Questa è l’unica frase inerente a Twilight (e tra l’altro una frase del genere, in una discussione, ha l’utilità di un caminetto in legno).
    Scrivere che il vostro(?) post è inerente a Twilight è inesatto, ma naturalmente è un parere mio (mio e di chiunque altro sappia leggere).

    Nb. il post è inerente allo scarso acume di un utente quindi PIENAMENTE off-topic.

  94. 292 Pamy & Moldy

    Alle fans della Meyer:

    Ma perchè venite qui? Siete masochiste?
    Non vedete che con questa gente è impossibile fare una discussione costruttiva e che abbia un senso? O date ragione a loro e dite ciò che vogliono sentirsi dire o vi reputano inferiori, anzì per usare termini già citati “ragazzine sceme”.
    Non lo sapevate? Qui sono tutti e tutte critici provetti, maestrini, cultori elevati che possono permettersi di discutere senza sapere un cazzo di certi argomenti, ma soprattutto insultare il pubblico di lettori di romanzi che non li aggradano.

    Il libro in questione non è oggettivamente dei migliori, questo è ovvio; ma cercate di capire che questa gente, credendo di essere chissà chi, sfodera un’acidità micidiale. Poveracce/poveracci, cercate di compatirli/e: credono di detenere il monopolio del buon senso, e la cosa bella è che non si limitano ad esporre le questioni come SEMPLICI PARERI PERSONALI, ma te le propinano quasi come assiomi di buon gusto, di spessore culturale etc, in modo che chiunque li critichi, e in qualsiasi modo lo faccia, si senta rispondere cose allucinanti.
    Qui il problema non è la Meyer, sono i mocciosi dell’età di Gamberetta o i poco più che ventenni dal cervello non molto sviluppato che, pieni di BORIA, decretano, legiferano su cosa sia scrivere bene, dandone regole !!! (ma ci rendiamo conto??) Ma nemmeno fossero Umberto Eco & C.
    Definiscono ignoranti e stupidi chinque non corrisponda al loro esclusivo e raffinato gusto di lettrici/lettori !
    E infatti si vedono i risultati: su Twilight a discutere di copulatio, pornografia, di abbreviazioni e altre cavolate del genere; perchè come ben noto ci si attacca a questo per giudicare un testo.
    AIUTOOOOOOOO!

    Nb. Il post è inerente a Twilight quindi NON off-topic.

  95. 291 +Misa+

    Vorrei dire qualcosa su qualche affermazione allucinante che ho letto.
    Prima di tutto il “a nessuno è dato il compito di giudicare le persone” che mi sa tanto di arrampicata sui vetri con tanto di scivolata con unghie che scricchiolano.
    L’uomo, per sua natura, giudica. Ne ho un po’ le palle piene di gente che evita qualunque critica o argomentazione con il “chi sei tu per giudicare?”
    Io sono un essere umano e in quanto tale dotata di capacità di linguaggio, di mente critica e di pensiero.
    E in quanto tale giudico.
    Quindi non stiamo a menarla sul “nessuno deve giudicare” perchè è una delle cose più ipocrite che io abbia mai sentito.
    La storia delle abbreviazioni, poi, mi ha lasciata letteralmente senza parole.
    Anche io uso le abbreviazioni, ma vorrei far notare che sono nate negli sms, perchè questi hanno un limite di parole. Perchè io dovrei rincretinirmi per cercare di decifrare i geroglifici che scrivi, contanto anche che nessuno ti conta le parole?
    E’ un insulto alla bellissima lingua italiana.
    Detto questo – scusatemi per l’acidità, ma quando ci vuole ci vuole – invito Blu a leggere la saga – non perdo occasione per reclutare adepti XD –
    Anche io, ai tempi, ho trovato Twilight un po’…piatto.
    Newmoon ed Eclipse – soprattutto Eclipse – mi sono piaciuti di più. Quindi se vuoi un consiglio di una che divora fanfiction romantiche come fossero caramelle – ok, yaoi, ma alla fine che cambia XD – leggili!
    Magari non comprarli, ecco XD consiglio la biblioteca – non vale la pena di spenderci i soldi >.<

  96. 290 Sandy85

    @kitty93: Mi sto domandando dove vivi e da quando il fatto che facciano il film tratto da un libro voglia dire che quel libro sia veramente buono. Hanno fatto anche i film dei libri di Moccia e non mi sembra che quei cosi che lui e le sue fan chiamano libri si possano definire letteratura.

    Piace a tante persone? Bene, buon per l’autrice, ma non mi pare che lei si faccia tanti problemi se e quando venga criticata. Cosa cambia a voi lettrici?
    Ti faccio un esempio: io sono una fan sfegatata di Harry Potter, adoro i personaggi, le situazioni e la storia in generale, ne scrivo fan fiction, ma se uno mi dà argomentazioni valide del perché quel dato libro non gli piaccia e, soprattutto, lo fa nei suoi spazi, cerco il dialogo pacifico, do il mio punto di vista senza insultare, anche se quello magari mi ha insultata come lettrice di una data saga.

    Ti faccio un piccolo appunto sulla scrittura, visto che sembra tu non abbia riletto minimamente ciò che hai scritto, come va di moda adesso.

    scusa x i termini, ma sono alcunto incazzata

    Eh? Cosa vuol dire ‘alcunto’?
    Tralasciamo la x o la k usate al posto di intere parole, ne riparlerò dopo.

    è questo titolo è stato ricononosciuto
    è se un girno tu fossi appesa al decimo piano di un grattacelo ti schiaccerei le dita
    è se hai l’impressione

    Cosa ti ha fatto la congiunzione e per essere martoriata così?

    6 1 pò

    Su questa cosa davvero non ho parole, la tua maestra delle elementari si chiederà se tu abbia scaldato la sedia per cinque anni. E poi le fan di Twilight non sono sceme o ignoranti… mah.

    scrivere abbrevviando le parole è da studi

    Ennesimo ‘eh?’, mi meraviglio che il computer non si sia spento e abbia voluto morire.

    E adesso passiamo ad una tua affermazione da vera opportunista:

    ah e 6 1 pò all’antica se credi ke scrivere abbrevviando le parole è da studi….ma tu dv (dove) 6 vissuta finora..tutti adesso usano le abbreviazioni..

    Mi sa che quanto ti dirò ti sconvolgerà un po’: le abbreviazioni vanno di moda solo tra persone che non hanno mai avuto la più pallida idea di come sia scritto un libro (un vero libro, non Twilight, 3msc,…) e/o che non hanno mai cercato una parola sul dizionario.
    Fai un giro su internet e scoprirai quanti forum, siti, blog vietino l’uso dell’sms-ese perché i loro admin la trovano una cosa degradante e, siccome sono community aperte a più fasce d’età, non è giusto che qualcuno non capisca cosa ci sia scritto.

    Per quanto riguarda quale sia il nome del ponte più alto, sono curiosa anch’io di saperlo, quindi faccelo sapere presto.

  97. 289 Blu

    @Ginny:

    Credo tu abbia frainteso il mio commento.
    Le mie considerazioni nascono dall’intervento di jimmy, l’ennesimo commento che non fa altro che dire “come osi offendere questo libro bellissimissimo”(libera interpretazione del contenuto del detto intervento). Quello è, per me, un commento da ragazzina scema, perchè non dice nulla a sostegno del libro, perchè non motiva le sue affermazioni; si limita a pestare i piedini.
    Secondo me una “ragazzina scema” è quella che legge un libro(che sia Twilight o Il Signore degli Anelli) lo trova bellissimo e a chiunque dice “invece a me ha fatto schifo” risponde:
    come osi!!!!! è bellixximo, non capisci un cazzo frigida bigotta, scopa di più!!!E cm t permetti di offendere le altre persone, oca!
    Il tutto spalleggiata da altri con cui fa “branco”.
    Non credi anche tu che una simile reazione sia da stupidi? Indipendentemente da quello che l’ha “scatenata”. Per non parlare di una perla di saggezza che si trova fra i commenti più vecchi

    Trovi così tanto divertente andare controcorrente criticando un romanzo che in questo periodo piace?

    Va di moda, non si critica ciò che va di moda! Un genio…
    Detto questo non penso tu rientri nella categoria “ragazzine sceme”, perchè sei una dellle poche che ha fatto interventi sensati, che ha detto, motivandolo, ciò che pensa del libro; insomma hai permesso una discussione sul libro e non sul tono della recensione. Non sminuirti!

    Magari non sono un’intellettuale che legge solo libri impegnativi, ma ti posso assicurare che di libri articolati ne ho letti

    Anch’io penso che un libro possa essere valido, articolato pur non essendo un libro impegnato, così come ci sono libri che trattano temi “profondi” ma che fanno schifo, che sono scritti male.

    A mio parere diventare adulti è noioso, quindi, fin che posso, mi godo l’adolescenza leggendo libri adatti a me che magari non piacciono a persone di mezza età, ma che sono comunque piacevoli

    Guarda che avere 12 o 80 anni non influisce sul genere di libri che si legge, semmai acquisita una certa maturità(fattore soggettivo che, purtroppo, molti non hanno neppure a trent’anni) puoi apprezzare e valutare meglio certe tematiche trattate in un libro(la morte, la condizione della donna, il romanticismo di un gesto, ecc…). Io leggevo romanzi di avventura ad ambientazione storica a 11 anni e li leggo anche adesso che ne ho 24, mi piacevano i fantasy a 11 anni come ora. E adoro le storie d’amore. Harry Potter ha una trama ben costruita(almeno i primi sei libri), i personaggi sono ben caratterizzati e i primi due libri sono palesi favole per bambini sia che a leggerlo sia io, una ragazzina di tredici anni o un professore universitario (che ripone il libro in borsa prima di iniziare il massacro degli studenti).

    I libri per minorenni, e nel particolare le storie d’amore quali Twilight, hanno due limitazioni:
    - poca violenza
    - niente sesso trattato esplicitamente, al massimo qualche bacio e palpatina

    ma ciò non ne diminuisce la qualità, è l’abilità dell’autore a fare la differenza.

    Insultatemi fin che vi pare…

    Ribadisco che non volevo insultarti, il commento non era diretto a te.

    Tornando a Twiligth tu scrivi

    il libro mi piace, sono una grande fan della Meyer e se voi non siete d’accorod peggio per voi, siete voi che ci perdete.

    Cosa mi perdo non leggendolo però non lo dici; la prima volta che lo vidi in libreria l’idea di una relazione tra una ragazza e un vampiro mi aveva incuriosito, ma letta la trama(e “schifata” dal diminutivo Bella) ho deciso di non leggerlo perchè mi sembrava una buona idea raccontata in modo banale; interventi quali quello di La Sonicchiana e Misa invece mi hanno portato a rivalutare un po’ il libro. Misa:

    il tutto non è altro che un’enorme ficcy…
    Il che non mi impedisce di adorarlo comunque, giusto?

    Anch’io leggo fanfiction ogni tanto, magari la prossima volta invece di iniziare una long fic potrei prenderlo in biblioteca e trovarlo una lettura piacevole pur se banale e “pornografico”.

    Da quel che ho capito da recensione e commenti il vampiro è attratto dall’odore di Bella e solo per questo inizia a frequentarla, personalmente non lo trovo romantico. Lo sarebbe se invece di frequentare un’ipotetica ragazza dal profumo irresistibile sciegliesse Bella perchè attratto da lei come persona, con i suoi pregi e difetti; oppure se fra Bella ed Edward ci fosse complicità e passione, che invece mancano come ribadito anche da la Sonicchiana.

    gli gnokki sono troppo esuberanti come fisico e troppo scalmanati quando si eccitano, Bella non uscirebbe viva da una notte d’amore con uno gnokko.

    Secondo me la verità è che la Meyer non poteva farli copulare per contratto, perchè il libro è rivolto in particolare a giovani ragazzine e vige la regola minorenni=no sesso o i genitori non comprano loro il libro, al peggio qualche associazione si lamenta pure. Detto ciò secondo me non accennare affatto all’argomento sesso sarebbe stato meglio.

    Infine, se c’è qualcuno che l’abbia letto anche in inglese, sarei curiosa di sapere se i dialoghi mancano di senso logico o se è l’ennesima traduzione italiana che, come già ipotizzato da Gamberetta, ha saltatato qualche battuta.

  98. 288 ketty93

    ho appena letto il commento che hai scritto su Twilight..iio sarei una di quelle ragazzine “sceme\”..io mi chiedo come una persona insulsa come te si permetta di insultare un libro, anzi una saga, che ha venduto moltissime copie in tutto il mondo..quindi l’opinione di una persona insignificanta come te .. non vale un cazzo ..(scusa x i termini, ma sono alcunto incazzata) come ti permetti tu di insultrare dando delle sceme a tutte le lettrici di Twilight..che sono più di seicernto mila e passa ragazze e ragazzi, (e non credo ke siano poche). io ti consigli vivamente di andare a rileggere le stronzate(scusa ancora x i termini) ke hai potuto scrivere..io lo so ke mentre scrvevi ti stavi facendo di eroina..ma non è un buon movito per insultare una grandissima scrittice..è questo titolo è stato ricononosciuto anche dalla Summit che ha prodotto addittura il filme voglio ricordarti che la Summit ha prodotto tanti altri film di successo.. come puoi dire ke un libro fa schifo se esce anche il film di questo libro..ma forse ti posso scusare dopo esserti fatta di tanta eroina… un consiglio la prossima volta non isultare una famosa scrittice. una saga ormai famosa in tutto il mondo è soprattutto seicentomila fan e per te sono solo delle sceme… quando ho letto quello ke hai scritto dopo l’iniziale rabbia mi sono sbellicata dalle risate leggendo quelle assurdita e mi chiedo come una persona normale non si vergogni di scrivere queste cose..pornografia? ma questa dove cazzo l’ hai tirata fuori? e grossa eheheh.. e credo di poter dire a nome della maggior parte di tutte le fan che puoi benissimo buttardi giu dal ponte più alto d’italia..tanto nessuno soffrira la tua mancana.. e scusa se in questio non posso dirti il nome di questo ponte, ma non ti preoccupare mi sto gia documentando..ah e 6 1 pò all’antica se credi ke scrivere abbrevviando le parole è da studi….ma tu dv (dove) 6 vissuta finora..tutti adesso usano le abbreviazioni..e visto ke tu non sei un critico esperto tieniti le tue idee per te.. visto che perfino i maggiori critici letterari hanno fatto una buona recensione di questi libri…..

    bacioni e a mai più ..ah è se un girno tu fossi appesa al decimo piano di un grattacelo ti schiaccerei le dita…addio tesoro.. p.s è se hai l’impressione di essere stata presa un pochettino per il culo x i baci e per il nome tesoro hai avuto limpressione giusto..presto ti darò il nome del ponte

  99. 287 Mea

    Sono capitata per caso in questo blog e trovo la recensione di Gamberetta scritta davvero bene e con delle argomentazioni valide a sostegno della sua posizione. Nonostante ciò, non condivido le sue opinioni, perchè a me il libro è piaciuto…A questo punto la maggior parte di voi starà pensando”ecco un’altra a cui il libro è piaciuto senza validi motivi”…io i miei motivi ce li ho, eccome, ma questo commento è destinato non a parlarvi della mia opinione del libro, bensì di come gli altri ne abbiano preso posizione.Leggendo commenti (non tutti, sarebbe da pazzi XD) ho notato che una parte di “voi” ha preso o le difese di Gamberetta o semplicemente si è limitata a insultarla..ora secondo me ognuno ha avuto i suoi validi motivi per fare quello che ha fatto, ma io non la insulterò, perchè sennò mi dimostrerei una “ragazzina scema” che non ha nemmeno elencato le sue valide argomentazioni. Inoltre, rispetto le sue opinioni, anche se non le condivido. Però forse la voglia di insultarla la trovo, pensando a come lei ha insultato taaante persone altre persone. Non intendo la parte in cui ha giudicato le fans della saga “ragazzine sceme edecerebrate”, ma quella alla fine della recensione, dove si è presa la briga di inserire vari commenti favorevoli alla saga e di smontarli e insultare, anche pesantemente,gli autori di tali pensieri…il punto è che come io la rispetto lei e le sue idee, vorrei che anche lei facesse lo stesso, limitandosi a esprimere la sua opinione sul libro e evitando di insultare e ritenersi superiore ai fans del libro
    la mia l’ho detta, anche se forse non è molto attinente al tipo di commenti richiesti XD
    spero di essermi spiegata bene e che tutti abbiate capito la mia posizione ^_^
    “Mea”

  100. 286 Sandy85

    La mia domanda a cui non hai risposto è sempre lì: perché ci perderemmo? Dai una motivazione convincente, argomenta questa tua convinzione.
    Gamberetta (e non solo lei) ha argomentato e portato tesi molto valide del perché questo libro sia scadente, ‘pornografia per ragazzine sceme’, ed un’inutile perdita di tempo. Se non sei in grado di argomentare, dillo subito, ci fai più bella figura, invece di sparare cavolate come ‘tanto siete voi che ci perdete’.

Pagine: « 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 [4] 3 2 1 » Mostra tutto

Lascia un Commento.
Per piacere, rimanete in argomento. Per maggiori informazioni riguardo la politica dei commenti su questo blog, consultate la pagina delle FAQ.

  

Current day month ye@r *