Recensioni :: Romanzo :: Twilight

Copertina di Twilight Titolo originale: Twilight
Autore: Stephenie Meyer

Anno: 2005
Nazione: USA
Lingua: Inglese
Traduzione in lingua italiana: Luca Fusari
Editore: Fazi

Genere: Fantasy, Romantico, Ritardo mentale
Pagine: 443

È da circa un anno che sento parlare, di solito in termini entusiastici, di questo Twilight. Ho voluto aspettare che si concludesse la trilogia, con l’uscita di New Moon ed Eclipse, per iniziare a leggerlo. Nel caso si fosse rivelato un bel romanzo non avrei dovuto aspettare neanche un giorno per leggere il seguito!
Poi ho scoperto che nel frattempo la Meyer aveva messo in cantiere altri due romanzi, Breaking Dawn e Midnight Sun, ma ormai Twilight l’avevo comprato.

Al termine della lettura di Twilight avevo il cuore che mi batteva forte forte, e un turbine di sentimenti mi sconvolgeva. Sentimenti difficili da raccontare, e perciò, da brava aspirante scrittrice, cercherò di mostrarli:

Se vedessi la signora Stephenie Meyer appesa per una mano al cornicione di un palazzo di nove piani, le schiaccerei le dita.

Twilight o del Romanticume

Io sono una persona cinica, ma non per questo disdegno le storie romantiche, specie quelle di ambientazione fantastica. Ho riletto il manga di Video Girl Ai non meno di dieci volte, e non riesco mai a trattenere le lacrime quando Yota regala il vestito ad Ai o quando loro due festeggiano il primo compleanno di lei nel nostro mondo.

Video Girl Ai Capitolo Sesto
Video Girl Ai Capitolo Sesto: Il primo appuntamento con Yota indossando il vestito che mi ha regalato. Clicca per ingrandire

Perciò non mi ha mal disposta sapere che Twilight aveva a che fare con vampiri adolescenti innamorati. È vero, diversi neuroni si sono suicidati solo per l’argomento, ma in generale ero pronta a lasciarmi andare e frignare alla fine. Non è successo e anzi alla fine ero nera, perché Twilight è un pessimo romanzo.

La copertina giapponese di Twilight
La copertina dell’edizione giapponese di Twilight

La storia è la seguente: la signora Swan si è appena risposata con un giocatore di baseball professionista. Per questo dovrebbe essere sempre in viaggio al traino del nuovo marito, invece rimane a casa, ad accudire la figlia diciassettenne, Isabella (“Bella”).
Bella comprende il disagio della madre e per farla contenta decide di andare a vivere con il padre naturale, Charlie, capo della polizia di una minuscola cittadina, tale Forks.
Forks è un grumo di case in mezzo ai boschi, e uno dei luoghi più piovosi d’America. Le giornate sono sempre buie e grigie. La povera Bella, non appena si rende conto di dov’è finita, si pente subito della propria generosità, ma ormai il danno è fatto.

Uno dei principi cardine della narrativa è il conflitto. Nella buona parte dei casi tale conflitto è la lotta del protagonista, l’eroe, per vincere un problema (il cavaliere ammazza il drago che aveva rapito la principessa). Senza conflitto non c’è storia: se il drago non rapisce la principessa non c’è conflitto e non c’è niente da raccontare.
Qual è il conflitto in Twilight ? Bella è una ragazza carina ma non troppo, intelligente fino a un certo punto, goffa, insicura, timida, né ricca, né povera. È una persona qualunque. Questo è l’eroe. Il problema è: riuscirà una persona qualunque ad abituarsi alla vita in una piccola cittadina? Riuscirà a farsi nuovi amici a scuola? Si sentirà accettata?
Non è un granché, specie per una storia fantasy, ma la Meyer non è interessata a raccontare alcunché e infatti il problema è risolto per pagina 40 o giù di lì: Bella ha già un paio di amiche e ben quattro spasimanti, tra i quali il Ragazzo Più Bello della Scuola.
Infatti Twilight non è narrativa, Twilight è pornografia per ragazzine sceme.

Pornografia: niente a che vedere con il sesso, del tutto assente nel romanzo, è pornografia in quanto la storia non importa, importano solo le immagini in sé, costruite apposta per suscitare determinati sentimenti. Twilight, al pari di un film porno, è una sequenza di scene slegate, costruite apposta per appagare certe fantasie. Se si vuole un esempio meno crudo lo si può paragonare a un documentario sugli ornitorinchi: non vuol narrare niente, vuol solo mostrare un’ora d’immagini di ornitorinchi, per gli appassionati di ornitorinchi.

Ornitorinco
Ornitorinco

Ragazzine sceme: perché, Dio Santo, se una ha un minimo di fantasia è capace da sola d’immaginarsi di arrivare in una nuova scuola ed essere subito adorata da tutti, compreso il Bello di turno. Ci arrivo persino io. Quando butto dei soldi in un romanzo, voglio qualcosina in più, voglio che la mia fantasia sia aiutata da quella dello scrittore, manipolatore di fantasie per professione. Invece la Meyer non ha niente di più da offrire: lei è una qualunque, lui è il più bello di tutti. Lei ama lui e lui ama lei. Fine della (inesistente) storia.

Ma… ma lui è un vampiro!
Persino la Meyer, forse rileggendo una prima stesura, dev’essersi accorta che senza un qualche minimo elemento d’ulteriore interesse il romanzo non avrebbe venduto. Perciò, tanto per essere Originale (O maiuscola), ha deciso di rendere il Più Bello della Scuola un vampiro!

Ridi, Ridi ché la Mamma ha fatto gli Gnokki!

Vediamo cosa comporta essere vampiri nell’universo di Twilight:
I vampiri sono tutti bellissimi, per citare la protagonista: “bellezza assurda… sovrannaturale… dio greco… ecc. ecc.” Per citare una sagace commentatrice su iBS.it, Edward, il vampiro amante di Bella, è: trp gnokko.

Relativity di M.C. Escher
Esempio di bellezza assurda: forse anche M.C. Escher era uno gnokko!

Essere dei vampiri gnokki implica l’immortalità. Avere forza, agilità e resistenza molto superiori a quelle umane. Avere i sensi molto più sviluppati e quando si compie la mutazione si ottiene anche un potere bonus: c’è il gnokko che predice il futuro, il gnokko che può influenzare lo stato d’animo altrui e il gnokko Edward è un telepatico.
Una piccola nota su questi poteri bonus: sono stati inseriti senza alcuna logica, solo perché servivano alla trama, tanto che Edward può leggere nella mente di chiunque, umano o gnokko, ma non nella mente di Bella. Un classico esempio di regola creata ad hoc e irrealistica, chiaro sintomo di pigrizia o stupidità da parte della Meyer.

Gli gnokki, nell’universo di Twilight, non devono neanche temere la luce del sole, non temono croci, aglio, acqua santa, non temono niente. In più non sono neppure obbligati a bere sangue umano, possono sopravvivere nutrendosi di animali. Né pare perdano l’anima o diventino malvagi: la sete di sangue può portarli a gesti inconsulti, ma volendo sanno trattenersi.
Perciò la domanda è: perché non divengono tutti gnokki? Qual è la fregatura? La Meyer non lo dice, ma io ho capito quale sia, e tutta da sola (sono furba!) Ho ragionato su questo particolare: Edward è nato nel 1901, è diventato gnokko nel 1918, la storia è ambientata nel 2005, Edward è ancora al Liceo! In altre parole credo che gli gnokki siano ritardati mentali.
Non che Bella sia molto più sveglia. Insomma, se io scoprissi che il mio ragazzo ha cent’anni ed è uno gnokko, una delle prime domande sarebbe:
«Che cazzo ci fai ancora al Liceo?!»
Bella invece china la testa, tutta rossa di vergogna, e mormora fra sé: «km 6 bello!». Bella vive in stato d’imbarazzo perenne vicina a Edward, e la loro conversazione ne risente molto.

Bella è un’eroina d’altri tempi. Come se il femminismo, Sailormoon, Ripley e Buffy non fossero mai esistiti. Bella è fragile sia fisicamente, sia moralmente. Ogni piccolo contrattempo la riempie d’insicurezze e la porta sull’orlo di una crisi di pianto. È svenevole nel senso letterale del termine. Alla vista del sangue sviene. Dopo una corsa a perdifiato sviene. Per un bacio sulle labbra sviene.
È indifesa, e per fortuna che c’è il suo gnokko sempre pronto a proteggerla! Lo gnokko la salva da un incidente stradale e subito dopo da quattro manigoldi che volevano violentarla. La scena della tentata violenza è da manuale: Bella se ne va a zonzo, dopo il tramonto, per il quartiere più malfamato della città. Viene importunata da quattro mascalzoni ma lo gnokko accorre a salvarla! M’immagino la Meyer mentre cancella la riga dove è scritto che Bella indossa una minigonna e poi gongola: «Sì, ottimo! Adesso non è più una scena banale!»

In realtà fra Bella ed Edward non c’è nessuna complicità, nessuna passione. È la storia d’amore più deprimente che abbia mai letto. Per ritornare a Video Girl Ai, sembrano Moemi e Takashi. Lei è innamoratissima e lui è gnokko (qui nel solo senso di “molto bello”), ma non c’è nient’altro.

Video Girl Ai Moemi & Takashi
Video Girl Ai: Momento d’imbarazzo fra Moemi e Takashi. Clicca per ingrandire

Non hanno niente in comune, nessun interesse, nessun progetto, il loro amore è come i confini tracciati con la squadra di certi stati africani: amore per decreto.
Non a caso, l’unica scena che contenga un minimo di sentimento è la cena al ristorante italiano. Il sentimento è la vanità di Bella, stuzzicata dal fatto che la cameriera, molto più carina di lei, la invidi, perché accompagnata da uno gnokko
Quando Bella ed Edward escono assieme non si divertono mai. Non c’è mai neanche un pizzico di allegria o ironia. È solo un generico amore, perché sì e basta.
Fra l’altro non possono neppure andare oltre al semplice bacio, perché, come spiega lui: gli gnokki sono troppo esuberanti come fisico e troppo scalmanati quando si eccitano, Bella non uscirebbe viva da una notte d’amore con uno gnokko.

Un altro punto che rimane oscuro per parecchio è l’attrazione di Edward verso Bella: d’accordo, perché così l’autrice ha voluto, ma qual è la scusa? La scusa è che Bella puzza (visto che succede a trascurare l’igiene personale?) Bella puzza di sangue in maniera particolare, tanto da far imbizzarrire tutti gli gnokki che incontra. E da questo nasce anche il guaio che occupa le ultime 60 pagine circa del romanzo: uno gnokko barbone cattivo decide di mangiarsi Bella!
Queste ultime 60 pagine sono anche più sconclusionate e patetiche del resto. Appare subito ovvio che il thriller e l’azione non sono nelle corde della Meyer. In più, non sapendo come cavare dagli impicci la protagonista, usa il classico Deus Ex Machina: all’ultimo istante Edward arriva a salvare la sua Bella, saltando fuori da un macchina rubata. Gli gnokki buoni uccidono lo gnokko cattivo e tutti vissero felici e contenti, almeno fino al prossimo romanzo.
Non manca neanche l’imprescindibile scena con lo gnokko che accompagna Bella al ballo di fine anno. Oh, che romantici! E poi nel giardino dietro la scuola si promettono di non lasciarsi mai! Che carini!

Liceali pronti per il Prom
Liceali americani pronti per il Prom o Ballo di Fine Anno: Una tradizione demente che spero non attecchisca mai da noi!

Tecnicismi

Dal punto di vista tecnico la Meyer narra in prima persona, immedesimandosi in Bella, al passato. Il romanzo è molto raccontato, più che mostrato, ma qui non se ne può fare una colpa all’autrice: data l’insignificanza degli eventi, è meglio così. Anzi, se proprio tagliava il romanzo in blocco e non lo pubblicava era meglio!
I dialoghi sono atroci. La Meyer riporta parola per parola le minuzie che si scambiano i personaggi, senza rendersi conto di costruire spesso lunghi dialoghi di sole minuzie:

«Perciò ti piace?». Non era intenzionata a desistere.
«Sì», tagliai corto.
«Voglio dire, ti piace davvero?».
«Sì», ripetei, e stavolta arrossii, sperando che i suoi pensieri non registrassero quel dettaglio.
Ne aveva abbastanza dei monosillabi. «Quanto ti piace?».
«Troppo», bisbigliai.

Mi ami, ma quanto mi ami? E non aggiungo altro, altrimenti poi comincio ad agitarmi, mamma si preoccupa e devo prendere le pillole che mi annebbiano la vista.

C’è solo un altro particolare che vorrei far notare: lo stile della Meyer è semi-professionale, ovvero segue, per quel che la limitata sua intelligenza le consente, quelle tre-quattro regolette della narrativa, e basta questo a creare un romanzo leggibile. Rimane uno schifo, ma è uno schifo scorrevole. Cioè la Meyer scrive almeno un romanzo giudicabile. Tanti “scrittori” nostrani paiono dotati di maggior talento, ma poco importa se non si possiede un minimo di tecnica. Se il lettore crepa di noia a pagina 10 le buone idee non emergeranno mai.

Tirando le somme

Tirando le somme: Twilight è immondizia. Non comprerò gli altri romanzi della serie e credo mai più niente scritto dalla Meyer, che spero s’impicchi.

Dimmi Chi Sono i Tuoi Fan e Ti Dirò Chi Sei

Inauguro con questa recensione una nuova rubrica, che potrebbe apparire d’ora in avanti anche in altre occasioni. Avverto subito che tale rubrica è basata sul sarcasmo e sul prendere in giro il prossimo. Lo scopo è più che altro personale: farmi sentire più intelligente delle mie coetanee e in generale del pubblico. Se la cosa vi crea problemi, passate oltre.

Una torta di compleanno
Questa rubrica è autocelebrativa, come fosse il mio compleanno!

Spesso leggo i commenti su iBS.it dopo che ho comprato un romanzo. Mi divertono sempre, specie quelli entusiasti e sgrammaticati. Vediamo un po’ Twilight cosa ci riserva…

pasquale
Sara’ pure un libro per ragazzi, ma per un neo 5oenne come me e’ stato piacevolissimo leggerlo tant’e’ che sono certo che adesso acquistero’ anche gli altri due della trilogia. Voto 4,5
Voto: 5 / 5

No comment.

Antonella
Da quando ho letto twilight la mia vita è cambiata…ho perfino lasciato il mio moroso! Il seguito l’ho letto in un giorno!! Sentivo troppo la mancanza di Ed quando è andato via e le volte in cui Bella sentiva la sua voce mi sollevavano…era come riprender fiato dopo un’immersione…Mentre leggevo sospiravo, il cuore ha rischiato più volte di andare in tachicardia…soprattutto nel tredicesimo capitolo del primo! Quanto sono triste pensando che nella realtà cose del genere non possono esistere…ma non mollo! Sarò per sempre in attesa del mio Edward…
Voto: 5 / 5

Antonella, racconta la verità: è il tuo moroso a esser scappato a gambe levate!

Ely
1 sola parola: STUPENDOOOOOOOOO!!!!!! è 1 dei pochi libri che mi ha fatto sobbalzare ad ogni pagina, attirandomi peggio di una calamita… leggendo “Twilight” credo di aver sviluppato 1 vera e propria passione per i vampiri (vegetariani, s’intende!)… e dire ke prima ne aveva il terrore! Ecco: 1 esempio di come i libri riescono a farti crescere! Senza dubbio, poi, Edward è 1 personaggio fantastico… oserei dire, e credo che in molti siano d’accordo con me su questo punto, che ci vorrebbero in circolazione + ragazzi come lui!!!!!!!
Voto: 5 / 5

Ely, lo so che sarà una notizia dura da mandar giù, ma fatti forza. Guardami negli occhi, segui le mie labbra: i vampiri non esistono!

VANIA
…inconsciamente invidiabile, sorprendentemente appassionante, involontariamente coinvolgente…… praticamente BELLO!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Wow?

MARTIN@
…Per tutti coloro che desiderano evadere dalla realtà… e immergersi in un sogno!!sognare fa bene a tutti: per questo consiglio vivamente questo libro a chiunque!!……….Soprattutto a chi è ancora alla ricerca del proprio EDWARD CULLEN!!!!!
Voto: 5 / 5

Sei sicura che i sogni ti facciano bene Martin@? Io avrei qualche dubbio…

fra
Ragazzi, non capisco ki nn legge qst libro e ki dice che è brutto…tt hanno il diritto di dire la propria ma…come si fa a dire che twilight è brutto!!!è assolutamente il libro più bello k io abbia mai letto!!! è magico, fantastico, indescrivibile…in una parola…UNICO!!!All’inizio la copertina mi ha incurosito e l’ho letto come x sfidare le mie amike ke lo giudicavano dalla copertina…e dopo il primo capitolo…non riuscivo + a separarmene!! [...]
Voto: 5 / 5

fra, dovresti seguire i consigli delle tue amike, finché ne hai ancora.

barbara
non sono una ragazzina e mi sono approcciata a questo libro unicamente perchè mi è arrivato in regalo(a Natale ma non mi decidevo a leggerlo) pensavo fosse un libro unicamente per adolescenti…….mi sbagliavo…non c’è età per i veri sentimenti……sono rimasta incantata da edward… lui che si mette sempre al secondo posto dopo la sua Bella…..chi non vorrebbe un uomo così….un amore così, finalmente un libro vero sull’amore che và oltre alla fisicità……sarà che sono un’inguaribile romantica ma io sono rimasta affascinata da questa storia.
Voto: 5 / 5

barbara non sei un’inguaribile romantica. Inguaribile sì, ma non romantica.

*Cle*
Twilight… In Assoluto Il Mio Libro Preferito..! L’Ho LeTTo In PochiSSimo Tempo E Dovevo Continuamente Impormi Di SmeTTere Perchè Non Volevo Che DuraSSE TroPPo Poco…! Appena L’Ho Finito L’Ho RileTTo Di Nuovo!Questo Libro Riesce DaVVero A Incantarti,è ImpoSSibile Non Divorarlo! è DaVVero Fantastico,La Storia Affascinante,I PersonaGGi X NuLLa PiaTTi Al Contrario Di Come Sono Stati Definiti… Ki Non Si Riconosce In BeLLa? E Ki Non VoRReBBe Un Edward TuTTo Suo? Il Libro Non è Un Semplice Armony E Ve Lo Dice Una Ke Non è Una Grande Fan Dei Libri Alla MoCCia&Co… L’Elemento Fanstasy Lo Rende Unico! L’Unica PeCCa? Il Finale Un Pò TroPPo Veloce…! AspeTTo Con Ansia Il Seguito,New Moon! Ve Lo Consiglio ;-)
Voto: 5 / 5

Anch’io ho un consiglio per te *Cle*, questo libro: Le Lettere MAIUSCOLE e le Lettere minuscole: Una Splendida Avventura!

Martina
E’ il più bel libro che abbia mai letto… è favoloso mi ha suscitato delle emozioni fortissime… Io l’ho letto perchè me l’hanno presentato quelli del libernauta… Mi hanno affascinato subito con la trama allora l’ho comprato e nn me sn pentita affatto!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Non so chi sia ‘sto “libernauta” ma sono sicura che non dovrebbe girare a piede libero!

Erika
Ok ragazzi, ve lo dice una che di libri se ne intende e come…non per vantarmi, ma non credo che ci sia qualcuno che abbia letto tanti libri quanti ne ho letti io…e devo dire che Twilight è il libro più bello, interessante, coinvolgente, emozionante che si trovi nella mia vasta biblioteca… [...]
Voto: 5 / 5

Ok, Erika, concordo con te che leggere tutti i romanzi di Geronimo Stilton sia stata un’impresa, ma, mi spiace dirtelo, c’è gente che ha letto ancora più libri! Lo so, incredibile!

green day
ho letto il libro in 6 gg sl xke ero impegnata anke con i compiti etc, altrimenti in 2gg l’avevo finito!! x vari motivi: 1.Edward (è impossibile essere cosi gnokki) 2.la storia è bellissima 3.ed è scritta molto bene 4.vi siete accorti ke a tt quelli ke hanno letto “twilight” è piaciuto da matti?? un motivo ci sarà,,, [...]
Voto: 5 / 5

Il motivo ha un nome: John Langdon Down, che nel 1862 descrisse l’omonima patologia.

twilight lover eragon.nihal @ noto-fornitore-di-email-gratuite.com
Twilight. Già sl il nome ispira e x ki nn conosce bene l’ inglese si tratta di ql momento prima ke inizi il giorno, nè notte nè giorno, ma twilight… ho letto qst libro in 1 giorno e 1a notte, ho dormito sl 4 ore! nn potevo nn finirlo e il giorno dp ho telefonato a tt qll ke conoscevo x consigliarglielo! [...]
Voto: 5 / 5

Di questa squilibrata ho lasciato quasi intatto l’indirizzo e-mail. Direi non ci sia miglior commento.

violsa
ho iniziato a leggere qst libro due giorni fa e sn quasi a fine…ogni momenti è buono x leggere dalle lezioni in classe alla sera a letto!! un libro stupendo…ai livelli di 3msc e potrebbe anke superarlo!!!!
Voto: 5 / 5

Come, come, come?! Potrebbe superare Tre Metri Sopra il Cielo ?! No, non è possibile! Perché l’amore tra Step e Babi è trp qlcs!!!!!!!!!!!

EmAnUeLa
weee…salveeeeeeee!!!!!!!!! beh, ke dire su twilight??????? e 1 dei libri + belli ke abbia mai letto… e io d libri ne ho letti tanti… qndi immaginate!!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Ci provo, Emanuela, ma davvero non riesco a immaginarmi come tu abbia letto tanti libri. Sarà un limite mio.

greta
UN CAPOLAORO DEL FANTASY DECISAMENTE UNO SPLENDORE PERDERSI FRA LE SUE RIGHE E SOGNARE DI ESSERE TRA LE BRACCIA DI EDWARD A PARTE TUTTO HO LETTO GLI ALTRI COMMENTI ED E’ STATO DETTO DAVVERO DI TUTTO SONO FELICE CHE CI SIANO PERSONE CHE ANKORA SANNO APPREZZARE LA BELLA LETTURA E RIESCONO A PROVARE ANCORA DELLE EMOZIONI COSI’ FORTI COME E’ SUCCESSO A ME HO LA RECENSIIONE DI NEW MOON IN INGLESE E MI SENTO MALE A LEGGERLA PERCHE SO CHE NON E’ TUTTO D’UN FIATO COME LEGGERE IN ITALIANO … COMUNQUE QUEL PO’ CHE HO LETTO PROMETTE BENISSIMO PER CHI LEGGERA’ LA MIA RECENSIONE TENETE D’OKKIO LA MIA MAIL PERCHE PRESTO LEGGERETE DI ME STO SCRIVENDO ANKE IO UN LIBRO MOLTO INTERESSANTE E DEL GENERE SONO UN APPASSIONATA DI VAMPIRI DESCRITTI NELLA NOSTRA GENERAZIONE SALUTI AGLI ESTIMATORI
Voto: 5 / 5

Da leggere tutto d’un fiato. È uno degli esercizi per chi vuole diventare sommozzatore.

Debby
Ho finito stamattina di leggerlo in inglese, purtroppo l’ho scoperto tardi, ma dopodomani avrò già fra le mani New Moon. Mi sono ritrovata a spegnere la tv per quindici giorni, per leggerlo con calma. Ho riletto da capo ogni capitolo tre volte, per non farlo finire troppo presto, e la mattina mi sono svegliata sempre pensando “Ma perchè non ho scritto io una cosa così bella?”. A parte la tensione sentimentale (e anche erotica) tra i protagonisti mi sono ricordata tante emozioni dell’adolescenza, quando ogni ragazzo di cui ti innamori sembra sovrumano, bellissimo, irraggiungibile. Ho letto gli ultimi due capitoli in treno e (senza dare spoilers), mi hanno passato i fazzolettini per asciugare le lacrime. Detto tutto ciò, confesso: ho quasi quaranta anni!
Voto: 5 / 5

Debby per me sei come la stella cometa, a indicarmi la direzione da non seguire.

Eleonora
In libreria era nel settore “libri per adolescenti”???????. Allora o sono matti in libreria, o io mamma di 30 anni ho crisi di identità. Adesso lo custodisco gelosamente per i miei figli, non ho dubbi che alle future generazioni piacerà come a noi. Non scrivo altro, è già stato detto tutto o quasi…
Voto: 5 / 5

Ti posso dire che non sono matti in libreria. Il resto lo lascio alla tua immaginazione!

Ary_Bimba
oddio..ho iniziata a leggere qst libro ieri e l’ho finito pk ore fa..qnd nn leggevo nn potevo fare a meno d pensare al libro..d averlo letto m sn totalmente depressa,non so perkè..ero felice ma anke triste xk anche io vorrei una storia così..nn importa se i vampiri non esistono,non imposta se una ks del genere non capiterà mai..in tt la my vita ho letto un sakko di libri..e qst è assolutamente il + bello k abbia mai letto..100 volte più bello..c’è un seguito? [...]
Voto: 5 / 5

Cara Bimba, se tu avessi seguito le lezioni di aritmetica alle elementari, sapresti che aver letto 2 libri non significa averne letti un sakko. Studia!

JUMA JUMA
SE FOSSE 1 FILM ITALIANO NN AVREI DUBBI:SCAMARCIO NEL RUOLO DI EDWAED E KATY LOUISE SAUNDERS NEL RUOLO DI BELLA!!!!IDENTICI!!!!
Voto: 5 / 5

Se Juma Juma fosse un essere umano non avrei dubbi: lobotomia.

eugenia
unicooo….durante la lettura mi ha tolto il fiato..lo consiglio a tutti. è stata una tempesta di continue emozioni!!! ora ho soltanto un grosso dubbio..non è che esistono i vampiri?!?!brr..però mi piacerebbe 1 kasino fare conoscenza di creature così delicate,armoniose..cosi facili da amare!! [...]
Voto: 5 / 5

eugenia confonde i vampiri con i maialini da latte.

GIAMAICA BRASINI
IL LIBRO MI HA AFFASCINATA!VORREI TANTO SAPERE SE NE FARANNO UN FILM E…QUANDO ESCE NEW MOON?IO E LA MIA AMICA C SIAMO LETTERALMENTE LITIGATE EDWARD…E HO VINTO IO!CMQ GRAZIE X IL BELLISSIMO LIBRO!!! W TWILIGHT!!!!!!!!!!!!!!! P.S.POTETE INVIARMI IL GIORNO IN CUI ESCE NEW MOON?è X 1 AMICA!!!
Voto: 5 / 5

Giamaica, se molli il tasto shift e scrivi l’indirizzo della tua amica, t’invieremo il giorno tutto intero!

ambra
questo libro mi fu dato in una maniera totalmente strana ero a farmi 1 giro quando 1 ragazza mi si avvicinò porgendomi la copia piccola del volume la sera iniziai a leggerlo poi scropi che mi appassionava sempre di piu a tal punto k passavo 5 ore a leggere per poi finirlo solo in 2 giorni e mezzo..che altro posso dire che se esistesse 1 personaggio come edward io pure me ne sarei innamorata perdutamente……
Voto: 5 / 5

Questo commento ha una trama più interessante del romanzo. Cioè Ambra era a spasso per i fatti suoi quando una misteriosa ragazza l’affiancò porgendole una copia in miniatura di Twilight ? Affascinante!

Ma questi erano i giudizi di ragazzine cerebrolese. Chissà cosa ne pensa una scrittrice, il cui romanzo d’esordio è stato recensito su questo blog (lascio al lettore scoprire chi sia):

Bello, bello, bello, capace di trasportare nella dimensione adolescenziale con una pacatezza incredibile. Il tempo torna indietro e si torna nuovamente ragazzi alle prese con i primi terribili approcci, il batticuore, i primi amori. Tutto si tinge di rosa, il brutto diventa bello, l’orrore diventa amore. Ed é questo a parer mio il punto di forza di questo romanzo: una ragazza innamorata di una creatura incredibile, ma a suo modo desiderosa di riscatto seppur mantenendo tratti sintomatici della sua specie.

Non posso che farti i miei più sentiti auguri, cara “scrittrice”: se hai intenzione di scrivere altri romanzi ne avrai bisogno!


Approfondimenti:

bandiera IT Twilight su iBS.it
bandiera EN Il sito ufficiale di Twilight
bandiera EN Il sito ufficiale di Stephenie Meyer
bandiera IT Uno dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight
bandiera IT Un altro dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight

bandiera IT Video Girl Ai su Wikipedia
bandiera EN M.C. Escher su Wikipedia

 

Giudizio:

Edward è uno gnokko!!! +1 -1 Gli gnokki sono ritardati mentali.
-1 La protagonista è un’idiota.
-1 Una storia d’“amore” senza passione o divertimento.
-1 Al di là dell’“amore” c’è solo noia.
-1 Dialoghi degni dell’asilo.
-1 Il finale “thriller” è ridicolo.
-1 La Meyer ha scritto altri libri.

Sei Gamberi Marci: clicca per maggiori informazioni sui voti1

«Chiara, Chiara, quante volte ti ho detto di non metterti al PC a scrivere recensioni senza aver prima preso le tue medicine!» «No, mamma, non le voglio le pillole! No, no, no, no!»

Scritto da GamberolinkLascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

1.485 Commenti a “Recensioni :: Romanzo :: Twilight”

Pagine: « 15 14 13 12 11 10 9 8 [7] 6 5 4 3 2 1 » Mostra tutto

  1. 685 Bella Cullen

    @Nerissaw: Forse se tu lo LEGGESSI impareresti i congiuntivi… (non si dice “forse se lo leggi”… va a studia’, va!)

  2. 684 Nerissaw

    *lacrime di gioia*
    DIO SANTO! Ma allora non sono pazza!!!! *si apre uno spiraglio di luce*

    Dopo aver sentito tutti e dico TUTTI tessere le lodi per questo “magnifico” “splendido” “emozionante” “fantastico” romanzo finalmente riesco ad udire una voce fuori dal coro.
    Sì, perchè non solo avevo sentito pareri positivi e urlettini di approvazione da parte di qualche idiota con una splendida faccia di un androgino-dei-miei-stivali-preso-a-caso spiaccicato sulla maglia ma anche da persone che consideravo giudiziose e che avevano almeno un minino di buon gusto.
    Dico solo che per la disperazione stavo per iniziare a leggere questo magnifico pezzo di letteratura , sussurrando tra a me e me “forse se lo leggi cambierai idea e ti renderai conto di quanto avevi torto…”.

    Ma ora penso che mai e poi mai spenderò anche un solo centesimo per finanziare ancora di più un idiota che mettendo quattro parole insieme , seduta davanti a un portatile, ha conquistato il cuore di una generazione allo sbaraglio. Non per nulla ma se voglio leggere una deficentata romantica leggo un buon manga yaoi, dove lì perlomeno le difficoltà hanno un fondamentò logico (mica facili da affrontare i pregiudizi!) e la storia è perlomeno godibile dal punta di vista grafico…di certo non vado a leggere un volumone scritto coi piedi , ehm..mi correggo, con l’alluce.

    Comunque sia…tra breve uscirà il film. Cosa posso dire più di questo?

  3. 683 Clio

    A nory

    quella è la sa opinione!! ma nn è detto che sia cosi per tutti!!e nn trovo giusto che si permetta di giudicare una scrittrice soltanto xche nnle piace il libro!!!

    Gomenne, ma dove sta il problema? Questo è il BLOG della BARCA DEI GAMBERI, sul quale i pescatori scrivono quel che picchio vogliono in piena legittimità (essendo questo un blog e non un forum). Io posso benissimo giudicare un’autrice da un solo libro, anzi, da sole due pagine! Io della Troisi ho letto solo “La setta degli assassini” (con immensa fatica) e la giudico un’autrice ributtante, incapace e cialtrona. Avrò diritto ad avere un’opinione? Ad esprimerla? Non vado nel blog della Troisi a dirle che è un’incapace, ma nel mio blog se ho voglia di dirne peste e corna lo faccio, come e quando mi pare: si chiama “libertà di espressione”.
    La cosa che molte fanciulle non hanno capito è che quello che state facendo (“non hai diritto di dire questo brutta cornuta, ecc.”) è come se faceste irruzione in casa di qualcuno urlandogli contro che non deve permettersi di girare in mutande. Ma saranno cavoli suoi quello che fa in casa sua? E saranno cavoli dei pescatori quello che Gamberetta scrive? Se non vi piace non avete che da navigare verso porti più “civili” (secondo voi) e lì mettervi alla fonda.

    se hai solamente un sito dove scrivi le tue OPINIONI sui libri nn LEGGI sui sui propri gusti personali!!

    Esatto, sono sue opinioni, e visto che qui “è casa sua” le esprime come leggi. Non penso che tu in casa tua, quando vuoi dire qualcosa, cominci con: “Premetto che quello che sto per dire è una mia personale, fallace, acritica opinione e che qualsiasi riferimento a fatti o persone è casuale o scherzoso non sotteso a ledere od offendere”. Dico bene?

    Nory, il messaggio è dedicato a te ma rivolto anche a molte altre persone. Non capisco tutta questa rabbia inviperita. Diavolo, Gamberetta ha scritto anche un articolo su Tolkien, secondo me non ci ha capito una ceppa, mica mi invelenisco o le impesto il blog di messaggi stizzosi: mi leggo altri articoli più interessanti, punto.
    Adieu
    P.S. E con questo mi sa che ci ritroviamo nella fognia XD Era un po’ che non ci finivo!

  4. 682 Tintaglia

    Scusate. Mi PRECIPITO a comprarlo: ho bisogno di farmi due risate!

  5. 681 -Ayame-

    @Chiquita: no no, Ayame è per la mitica ninja di Tenchu ^_^

    Nel loro forum le ho attaccate esattamente come loro attaccano gli altri, con l’unica differenza che io scrivo in italiano sufficientemente corretto ;)
    Ho quasi finito Twilight e mi divertono alquanto certe scene tra Bella ed Edward…certe perché sono divertenti per davvero, altre perché sono semplicemente ridicole :D Però non lo disprezzo, trovo che la capacità della Meyer di scrivere in maniera decente la elevi al di sopra del livello “Spazzatura Immonda Porcheria Assoluta Proveniente Dall’Inferno” in cui ho inserito le “mirabili opere” del sig. Federico Moccia.

    Au revoir, ma chere.

  6. 680 nory

    trovo logicoche a delle trentenni nn interessino libri per ragazze quindi chi è ragazza secondo me lo puo comprare e se vuoi anke appassionarsi ma a trentanni nn ci aspettiamo di certo che ti piacciono libri per ragazze che stupidate che dite pero!!fate ridere!!!

  7. 679 Bella Cullen

    @Serathel: da che pulpito… una che a 30 anni spende soldi su statuine dei personaggi dei manga o giochi della playstation.
    Se non altro la lettura permette di aprire la propria mente e di poter discutere costruttivamente, anche se un libro non piace o è scritto male ma una statuina cosa può darti?! Certo se prendi l’edizione speciale ti potrà forse dire buonanotte e buongiorno…

    Evviva le trentenni acculturate e intelligenti che non leggono “Twilight” che è il male della società quelle si che sono Donne!

  8. 678 Serathel

    Cara Gamberetta
    Ho trovato per caso il tuo blog,mihai risollevato la giornata!
    Trovo le tue recensioni pungenti e graffianti quanto basta,e questa di Twilight direi che ha gettato lo scompiglio.
    Io non ho letto il libro,e non avevo intenzione di farlo (amo altri generi),pero’ adesso mi hai messo curiosità,quindi vedro’ di farmelo rpestare…di comprarlo non se ne parla…voglio farmi 4 risate!
    Ora che è uscito il film…figurati…ragazzine in visibilio totale,pensa che c’è una mia amica che su messenegr si è messa il Nick “Bella Cullen”…il problema è che siamo alla soglia dei 30…vabbè!

    @fans di twilight: ciao sono il sarcasmo volete fare amicizia con me?

  9. 677 Chiquitita

    @Ayame: sono la prima a dire che Twilight, sebbene mi sia piaciuto, non è un libro di quelli “seri”. E’ un libro che leggi per fantasticare un pò, per staccarti dalla realtà, un libro che alla mia età (ho 17 anni anche io) penso che si possa ancora leggere, perchè no? Però cavolo mi pare che sul forum che hai citato sopra, tu abbia attaccato un pò troppo le ragazzine. Loro sono stra prese bene da Twilight e attaccare il “loro” libro è come colpirle personalmente. Anche se sono la prima a dire che sono esagerate. Tutto qui ^_^. Detto questo me ne vado. Besos.

    [OT: Ayame è per fruit basket?]

  10. 676 nory

    volevo riferirmi all’articolo sopra su twillight e dire all’autrice di esso che quella è la sa opinione!! ma nn è detto che sia cosi per tutti!!e nn trovo giusto che si permetta di giudicare una scrittrice soltanto xche nnle piace il libro!!!prima di giudicare cosi pesantemente gli altri ti consiglio vivamente di scendere dal piedistallo sul quale ti trovi !!tu nn sei superiore a nex !!!se hai solamente un sito dove scrivi le tue OPINIONI sui libri nn LEGGI sui sui propri gusti personali!!se vuoi diventare una scrittrice ti consiglio di essere piu umile !!nn so quanti anni hai ma presumono piu di 18 ti consiglio di nn comportarti cosi matura un po mi sa che ancora devi crescere abbastanza per diventare una scrittrice di successo!!!!baci

  11. 675 -Ayame-

    Dopo mesi passati a leggere ‘sto topic mi sono trasferita sul forum di provenienza delle ragazzine che hanno commentato inviperite nel blog. Tra l’altro pretendono rispetto senza darne, e fanno affermazioni che non stanno né in cielo né in terra.
    Va beh…
    le ho bacchettate un po’, da perfetta neutrale visto che il libro non l’ho mai letto.

    Dopodiché ho lanciato eMule e mi sono scaricata Twilight.
    Sono arrivata all’incirca a pag. 60 e devo concordare con molte cose dette da Gamberetta. Con moltissime cose dette da lei.
    Tuttavia è un libro abbastanza piacevole se si vuol passare il tempo con leggerezza: un po’ come quando si va dal parrucchiere e si leggono le riviste di gossip. Lo sappiamo tutti, Twilight è un libro prettamente commerciale.
    Niente di più, niente di meno ;)

  12. 674 Clio

    Gomenne Chiquitita

  13. 673 Chiquitita

    si però non è bello lo stesso..(comunque è Chiquitita.)

  14. 672 Clio

    Chiquita, suppongo che quel “consiglio” fosse faceto, non serio ^_^

  15. 671 Chiquitita

    Nelle recensioni puoi scrivere quello che vuoi, perchè ognuno la pensa come vuole, grazie al cielo. Però sei proprio cattiva quando dici di seguire il tuo consiglio. Cioè non è bello. Anche se un libro mi ha fatto schifo io mi limito a scherzare chi ne va matta, non consiglio il suicidio.

  16. 670 Ary

    Madonna mia..quanti diavolo di commenti ci sono… Lasciai il mio primo commento il 26 dicembre 2007 e adesso ke ritorno vedo ke state continuando ad attaccare e difendere Twilight..
    O mamma…!
    cmq ke belloooo!!! tra un po esce il film di Twilight!!!! oddio oddio!
    inoltre x vedere il mio edward mi sn fatta 8 ore di fila da Melbook e ne vado fiera!
    e devo dire ke l’attore scelto è bellissimoooooo!!!
    Non vedo l’ora ke Gamberetta commenti anke il film!

    devo dire ke ti trovo brillante sarcastica e spiritosa, davvero hai uno stile divertente..nn ti sto prendendo in giro ..dico sul serio..mi piace da morire come commenti xk anke io -devota fan di twilight- non ho potuto trattenere le risate…sei davvero in gamba! complimenti! ^_^

    ps. mi raccomando comprate tutte breaking dawn!!!

    Ciao!

  17. 669 Clio

    A FromAMadWorld:

    Edward non è uno gnocco. La Meyer non ha mai affermato che i vampiri hanno anime. Infatti, Edward si crede un “demonio” (giusto per esagerare) e crede di non avere anima.

    Tanto per cominciare ciò che un personaggio crede di essere e ciò che un personaggio è sono cose che non hanno niente a che vedere tra loro.
    Chiarito ciò, prendiamo “anima” in una delle sue accezioni più ristrette, ovvero l’insieme di caratteristiche psicologiche che fanno di una persona quel che è.
    Un tizio viene morso da un ragno radioattivo e diventa Spiderman. Non ha perso l’anima (suppongo che sarai d’accordo cone me), difatti la sua scala di valori ed i suoi sentimenti verso il mondo possono essere mutati, ma nella sostanza sono rimasti gli stessi, si sono “sviluppati”, non “annullati”.
    Un tizio viene ammazzato da un redivivo e diventa redivivo assassino a sua volta. Ha persona l’anima, perché fa cose e ritiene giuste cose che non faceva e non riteneva giuste da vivo.
    Eddie viene morso da un vampiro, e… e si ritrova con una sgradevole predilezione per il sangue crudo, predilezione che comunque controlla e anche bene, dato che i suoi valori, le sue idee, il suo modo di sentire sono rimasti gli stessi. Ergo non ha perso l’anima.
    Un vampiro è un predatore, per un vampiro è naturale e legittimo ammazzare la gente, come lo è per un gatto ammazzare i topi. Un vampiro che abbia conservato un indole umana mi fa pensare ad una situazione paragonabile alla doppia personalità. Ad ogni modo, nel caso del primo vampiro possiamo dire che ha perso l’anima, nel caso del secondo non ne siamo poi così sicuri.
    Edward non rispecchia né il primo caso né il secondo, Edward è una specie di Spiderman per ragazzine, la vampirizzazzione ne ha fatto il sex-symbol perfetto. Per ovviare a questo inconveniente (sennò poi sembra che vampirizzarsi sia troppo una bella cosa!) senza sottrarre nulla al canone, l’autrice ha, con la delicatezza di un gorilla, piantato nel mezzo il tormento interiore che lascia il tempo che trova. Tormento che, Beata Provvidenza, va anche a collimare con Cliché dei Cliché: il Bel Tenebroso dal Terribile e Oscuro Segreto che In Fondo Ha un Cuore Così.

  18. 668 La Sonicchiana

    Non è una storia banale.

    Spiacente, ma io l’ho trovata banale. Come ho già detto gli avvenimenti rilevanti sono pochi (e scialbi) e distanziati tra loro da pagine e pagine noiose e ripetitive.

    Bella è fragile fisicalmente: è riflesso della sua fragilità morale. Se avessi letto Breaking Dawn, probabilmente lo avresti capito.

    E per capire che Bella è fragile fisicamente e moralmente devo leggermi QUATTRO libri?

    Edward non è uno gnocco.

    Hai ragione, è un dio greco.

    Edward è un personaggio profondo e complesso.

    Io continuo a pensare che Edward corrisponda appieno allo stereotipato del “ragazzo bello e tenebroso, adulato dalle donne, con un “terribile” segreto su cui si tormenta dalla mattina alla sera”.

    Non ricordo se abbia altre caratteristiche o meno. Proprio un personaggio memorabile, eh.

    Non hai capito niente di Twilight.

    C’era qualcosa da capire? No, non è sarcasmo. Sto seriamente chiedendo se ci fosse qualcosa di più oltre alle seghe mentali di una Mary Sue e di uno pseudo-vampiro sbrilluccicoso.

  19. 667 Gamberetta

    Mi vedo costretta a ricordare per l’ennesima volta alle fan della signora Meyer che possono risolvere ogni loro problema in maniera semplice e quasi indolore, basta che seguano il sincero consiglio.

  20. 666 uriele

    “Arrivata a mezza recenzione”
    Nella recensione e nei commenti si critica la scarsa conoscenza grammaticale, ortografica e sintattica dei fan della Meyer. Se volete essere credibili quando dite di non essere tutti uguali e ignoranti vedete almeno di rileggere la prima riga dei vostri messaggi, cazzo!
    Andando avanti poi un errore può sfuggire, ma nella prima riga è stupido

  21. 665 FromAMadWorld

    Arrivata a mezza recenzione, avrei voluto scrivere direttamente il mio disappunto. Poi, però, mi sono detta che non è corretto contraddire, se non si legge tutto, fino alla fine.
    Allora ho letto tutto.
    Ed ora posso commentare.
    Rispetto le opinioni di tutti, non mi cambia niente se ad una persona piace o meno Twilight.
    Ma mi da fastidio quando una persona attacca i fan di un romanzo e l’autore.
    Come ti permetti? Non puoi criticare le persone a cui è piaciuta la saga. Non ne hai alcun diritto, perchè qui si parla di gusti personali. E come a te può fare schifo, io lo posso amare.
    Come ti permetti di omologarci tutti? Da come parli dei fans, sembriamo delle galline. Beh, non lo siamo, non tutte.
    Non hai capito niente di Twilight. Non è una storia banale. Bella è fragile fisicalmente: è riflesso della sua fragilità morale. Se avessi letto Breaking Dawn, probabilmente lo avresti capito.
    Edward non è uno gnocco. La Meyer non ha mai affermato che i vampiri hanno anime. Infatti, Edward si crede un “demonio” (giusto per esagerare) e crede di non avere anima.
    Edward è un personaggio profondo e complesso. Non hai capito niente di Twilight.
    Hai libertà di esprimere la tua opinione, ma non puoi criticare il gusto di altre persone. Limitati a dire la tua e rispettare i gusti altrui.
    Così facendo, non ti mostri affatto superiore alle tue coetanee, ma più gallina delle altre.
    Se questo commento risulta un pò “acido ed offensivo”, mi dispiace, non era mia intenzione. Mi da fastidio che qualcuno giudichi il mio gusto personale. :)

  22. 664 La Sonicchiana

    bene, rispetto le tue critiche perchè ognuno è libero di pensarla come vuole.

    poi volevo dirti di non prendere le pillole che ti da tua madre datoc he ti annebbaino al vista, soprattutto mentre leggi i libri!

    OBIEZIONE!

    Il testimone prima dice di rispettare le opinioni di Gamberetta, ma poi le da implicitamente della “scema che non ha capito una ceppa e che dovrebbe rileggere tutto il libro” nel giro di appena tre frasi.

    Ergo, il testimone sta dicendo il falso!

  23. 663 claudia

    ciao.
    tutti parlano di questa gamberetta allora sno venuta a impicciarmi.
    ho letto attentamente.
    bene, rispetto le tue critiche perchè ognuno è libero di pensarla come vuole.
    però siccome mi dai della scema, devo chiederti di imparare l’educazione^^
    poi volevo dirti di non prendere le pillole che ti da tua madre datoc he ti annebbaino al vista, soprattutto mentre leggi i libri!
    ripeto impara l’educazione.
    ciao ciao
    cla

  24. 662 Clio

    Simona scrive:

    ho trovato Edward ridicolo. E mi rattrista che sognare, come molte sostengono, si riduca a immaginare una love-story con un principe azzurro piatto come una figurina Panini.

    Direi che… straquoto. Forse non avrò sulle spalle tomi di letteratura sentimentale (al massimo gravito intorno al romanzo cortese), ma ho trovato bizzeffe di “principi” con un carattere più intrigante.
    Edward è noioso come un esempio di figura retorica (non so se avete presente i manuali, “ossimoro, ad es. un grido silenzioso”). Per renderlo l’essere prefetto l’autrice lo ha accuratamente ripulito da qualsiasi tratto che potesse renderlo interessante.

    Alle ragazzine nervose: perché le pastiglie non le prendete voi? Se vi calmate magari vi accorgete che questo è un blog e che l’autrice ha il diritto di scriverci quello che diavolo le pare. Non siete obbligate a leggere cose che non vi piacciono (mica siamo a scuola), ci sono un sacco di altri blog in cui si parla bene di Twilight, sapete? A che pro venire qui a scandalizzarvi? Seriamente, a che vi giova? Mah…
    Oyasuminasai

  25. 661 stephenye meyer

    sei 1 pezza di merda! stop!

  26. 660 Ale_Bimba_StilOsa

    senti brutta pezza di m,,,,a! qst tue recensioni stupide potresti proprio evitartele perchè per quanto tu possa reputare brutto questo libro, molti non la pensano come te! Ma quello k più mi ha fatto incazzare è il fatto che tu ti sia sentita superiore e ti sia permessa di commentare tutti i commenti delle persone a cui questo libro è piaciuto! posso solo dirti una cosa,,, vergognati! mi fai veramente una grande pena perchè si capisce che nella vita non hai niente di meglio da fare che scrivere queste cattiverie,,, un consiglio: prendi le pastiglie da mammina, esci di casa e cercati degli amici, un ragazzo,,, fatti una vita sociale e non stare sempre incollata a questo computer che ti brucia il cervello! i tuoi neuroni probabilmente si sono suicidati da un pezzo e sinceramente,,, li capisco!! con affetto un’amica di stephenie meyer che si è presa anche la briga di tradurti il commento in italiano!!!

  27. 659 Simona

    *salta i settecento commenti di ragazzine decerebrate – prima che qualcuno pesti i piedini per terra, non mi riferisco a coloro cui non piace Twilight, ma coloro che hanno, sgrammaticamente o meno, espresso infantilmente il loro disaccordo*

    Alt, purtroppo mi è capitato di leggerne una ventina.
    E mi viene di rispondere: Crescete!
    Per tutta la vita criticheranno ciò che a voi piace, e che sia giusto o meno, succederà. Basta pestare i piedini per terra, bimbe (che abbiate 15 50 o 500 anni, talune di voi non meritano altro appellativo, per come hanno risposto all’arguta recensione), non si fa più dopo una certa età. Darwin ha scoperto che la selezione naturale, oltre che il pollice opponibile per scrivere idiozie con la tastiera, ci ha donato un meraviglioso linguaggio che è stato pian piano trasformato e fissato. La nostra varietà si chiama ITALIANO. E no, l’italiano non ha K, non ha CMQ e ha tante belle vocali.

    Ok. Fine delle mie riflessioni random sui commenti che, a saltare, ho leggiucchiato qua e là.

    Ora passiamo all’autrice, che non conosco ma di cui vorrei tanto essere la migliore amica.
    Gamberetta, se fosse salita la sinistra al governo ti avrei proposto di pacsarmi, ma purtroppo è salita la destra e hanno deciso che le coppie di fatto confondono i bambini e tolgono privilegi alle famiglie vere.
    Mi accontenterò di farti ricevere nel modo migliore che mi riesca tutta la mia ammirazione, e soprattutto le mie condoglianze per aver speso preziosi euro in un simile tomo buono solo da mettere sotto le gambe dei tavoli. Perchè vedi, anch’io ho acquistato, imbrogliata dai pareri entusiastici sul web, l’infame libro. E io, ventun anni suonati, un ragazzo in carne e ossa che non sarà bello come un dio greco ma almeno allunga le mani come qualsiasi altro partner dovrebbe fare, e soprattutto, tanti libri sul groppone tra cui classici del sentimento (Austen, Richardson, Galdòs, etc a piacimento), fantasy, horror, Rice, e beh, forse potrà sembrare strano, ma ho trovato Edward ridicolo. E mi rattrista che sognare, come molte sostengono, si riduca a immaginare una love-story con un principe azzurro piatto come una figurina Panini. Ai miei tempi facevo sogni più femministi: il principe azzurro ero io, e ciò che mi faceva fremere di eccitazione erano le avventure, non la presenza di uno gnokko che mi stringesse al petto come una palla da football (cit.)

    Ricapitolando: tu sei un genio, Gamberetta (anche se VGA l’ho trovato melenso, non come Twilight, ma più di I”S e oltre il mio sopportabile). E addo subito il tuo sito tra i preferiti, leggerò le altre recensioni e tornerò senz’altro a commentare. Forse non sarò sempre d’accordo, ma sicuramente mi farò tante risate, perchè mi piace l’autoironia di cui molte pare non conoscano il significato.

    Commentando infine chi ha detto che non si può paragonare IL libro a UN manga, o qualcosa del genere…beh, gioia. Si vede che non ne hai letti. Ci sono dei capolavori. E, soprattutto, si vede che non hai letto tanti libri. Moccia non vale, per la cronaca xD

    Scusandomi per la sfacciataggine di aver risposto ad alcune delle tue commentatrici, ti saluto, Gamberetta, e corro a leggere il resto del blog.

    ^Simona^

  28. 658 DelemnO

    Mia sorella sta leggendo twilight, e dice che le piace. Ne ho approfittato e ho letto a sbafo il primo capitolo, ma non credo che andrò avanti. Sembra la prima stesura del mio, fatta in 3 media. L’idea della storia non è poi pessima, commercialmente parlando si può dire che è ottima, ma un tema così lo si sarebbe potuto sfruttare meglio, scrivere meglio. Credo che a questo libro manchi qualcosa, non mi cattura per niente. A parte che la prima persona da leggere non mi piace, ma può essere una scelta dell’autrice e ci può anche stare.. però boh, ripeto, non mi convince. Paradossalmente, era più apprezzabile Nihal. Però Bella si trattiene dal piangere, yeah.

  29. 657 Gabbro

    hahahahaha sono andato anche io a leggere i commenti su ibs.it, ero sicuro che sarebbero stati meravigliosi: antonella e erika über alles.

    Tornerò a leggere questo blog, mi hai convinto, ma ora scappo a lezione, chè per finire di leggere sono già in ritardo -.-

  30. 656 Jùh

    Dunque, devo dire che ho seguito lo spettacolino con estremo interesse. Veder discutere civilmente le persone è una cosa rara, difatti dai commenti di alcune persone si notano frecciatine che spingono ad ulteriori critiche e polemiche. Ragazze, ognuna di noi ragiona come vuole. Personalmente adoro Twilight ma riconosco anche che ci sono bimbette all’età di quattordici, quindici anni che si limitano a giudicare la Meyer come propria fata turchina ed eroina per aver “portato sulla terra” un personaggio come Edward e si limitano a giudicare Twilight come “libro meraviglioso” semplicemente perchè in qualche riga, immedesimandosi nelle parole della scrittrice, gira loro la testa.

    Ma lasciatele stare, dico io. Siamo tutti liberi di sognare e tutti liberi di dare una definizione soggettiva del mondo e di ciò che ne farte ( per cui, anche i libri ). Non vi piace un libro? D’accordo, ognuno sostiene le proprie opinioni e le proprie idee ma questo non vuol dire sputare cattiverie simili sopra un libro che l’altra metà della popolazione adora, magari, perchè così facendo si infangano anche le opionioni degli altri.

    Volevo ricordare che c’è da considerare il fatto che noi, i libri della Meyer, li leggiamo tradotti e NON in lingua madre. Ho sentito, spesso e volentieri, diverse critiche sulla traduzione dall’americano all’italiano. Dobbiamo tener conto anche di questo poichè alcune frasi, romanticherie, descrizioni varie e parole, possono essere sfatate dai nostri traduttori anche solo modificando una virgola o un accento. Cito anch’io Oscar Wilde e aggiungo che lui, proprio lui che non considerava la sintassi, è uno dei miei scrittori preferiti. Il ritratto di Dorian Gray, un romanzo sull’estetismo che ha chiamato a sè milioni e milioni di lettori, con e senza sintassi.

    C’est la vie.

  31. 655 Francesca

    Ma guarda un pò!
    Qui vi permettete di alzarzi a professori di italiano, fino a prova contraria:

    sintàssi: sintàssi

    s. f. inv.

    parte della grammatica che studia l’ordinamento e le relazioni che intercorrono fra le varie parole di una proposizione (sintassi della proposizione) e delle diverse proposizioni che costituiscono un periodo (sintassi del periodo)

    nel linguaggio scolastico, il testo in cui vengono esposte le regole sintattiche.

    E già che ci sto riporto anche questa:

    Non esistono libri morali o immorali. I libri sono scritti bene o scritti male. Questo è tutto.

    Agli ignoranti, ricordo che è Oscar Wilde.

    Secondo punto, mi chiedo come voi, vi innalziate a ricercatori e osservatori della letteratura. Tutti esperti del campo.
    E’ un libro. Se è stato pubblicato significa che a qualcuno piace e mi chiedo come vi permettiate di criticare il giudizio di uno o più persone.
    E voi mi risponderete di criticarlo obiettivamente, ma si può criticare obiettivamente una sensazione che di per se è soggettiva?

    Un altro esempio? Rimanendo sempre in tema di Oscar Wilde. Nell’Inghilterra del secolo i romanzi di Oscar Wilde erano considerati delle schifezze, scialbi nei contenuti e inutili. Ora come li consideriamo?

    Non intendo assolutamente paragonare la Meyer a Wilde, non oserei mai, ma cerchiamo di capire.

    Un libro ha come principale obiettivo quello di trasmettere. Se trasmette è un buon libro, se non trasmette è solo un esercizio letterario.

    Mettiamola così: a chi questo benedetto libro ha trasmesso qualcosa può considerarlo un buon libro; a chi non ha trasmesso nulla farà schifo.

    E finisce così, non che partono frasi come: “Eh, quelle stupide ragazzine che svengono al solo pensiero di un immaginario personaggio che non potrà mai esistere.”

    E per ritornare alla sintassi,ricordo qualce letterato del 400, 500 forse che come espediente letterario lasciava pagine bianche, vuote. Ricordiamoci che le parole non sono l’unica via di comunicazione.
    Porto un esempio.

    La letteratura si potrebbe paragonare all’arte.
    Nel ’600 avevamo un’arte pittorica, architettonica e scultorea piena di fronzoli, particolari, cura nei colori ricercati e via dicendo, potremmo riportarlo al linguaggio aulico e altolocato di un Gabriele D’Annunzio.
    Oppure un quadro astratto come il famoso contemporaneo del puntino nero su tela bianca, alla Meyer che, nonostante i vostri pareri artista è in quanto scrittrice, ha un suo modo di scrivere. Puntuale, dalle pause ben ritmate.

    Io ho detto la mia. Tiratemi dietro gli accidenti, criticate e appigliatevi ad un mio personale modo di pensare, ma non alzatevi a critici degli altri, non ne avete la facoltà.

  32. 654 +Misa+

    Non posso parlare per gli altri, ma per quanto mi riguarda, il punto non è affatto questo. Il punto è che Edward è un personaggio caratterizzato male. Non ha anima, non ha sentimento, non ha vita, è solo una bella confezione riempita di niente. Piatto, piatto come pochi altri personaggi che abbia incontrato. E soprattutto, falso. E’ un bambolotto realizzato ad arte per incarnare un ideale, ma questa realizzazione non è stata in grado di eliminare la percezione di “finto”. E’ un Ken in formato cartaceo.

    Sì, su questo sono d’accordo…per quanto riguarda Twilight. Avendo letto anche gli altri libri, non posso scindere il giudizio dell’uno dall’altro, dato che li considero come un corpo unico.
    Sì, inizialmente ammetto che Edward mi sembrava una figura quasi inconsistente.
    Come ho già detto, credo, Twilight non mi è piaciuto per niente XD Piatto piatto. E’ poi che viene il bello ^^

    Dato che tutti professano l’assoluta profondità di questo grande amore (che io non vedo manco di striscio, ma pace), dove starebbe il problema nel fare anche del sesso? Sì, lo so che lui non vuole per paura di sbriciolarla, dato che lei è così “friabile”… ma il punto è che la Meyer si è inventata questa scusa proprio per far sì che i due non facessero sesso prima di sposarsi.

    Veramente non è solo quella, la “scusa” (insomma…direi che è abbastanza: nel mezzo della passione non sarebbe in grado di controllarsi…bum, torace sfondato e ciao ciao a Bells): Edward è dei primi del Novecento, è all’antica. E per lui è importante (tanto che in Eclipse arriva a ricattarla in un modo che risulta davvero divertente XD), molto.
    Per quanto riguarda la bigotteria della Mayer…io sono tutto tranne che bigotta, ma non vedo cosa ci sia di male, dato che questo è un elemento del romanzo che ho apprezzato.
    Per una volta, per lo meno, lei vuole fare sesso e lui no XD interessante variazione sul tema XD

  33. 653 Grace

    Sì, Edward è sdolcinatamente romantico…e allora?

    Non posso parlare per gli altri, ma per quanto mi riguarda, il punto non è affatto questo. Il punto è che Edward è un personaggio caratterizzato male. Non ha anima, non ha sentimento, non ha vita, è solo una bella confezione riempita di niente. Piatto, piatto come pochi altri personaggi che abbia incontrato. E soprattutto, falso. E’ un bambolotto realizzato ad arte per incarnare un ideale, ma questa realizzazione non è stata in grado di eliminare la percezione di “finto”. E’ un Ken in formato cartaceo.
    A me non importa un accidente che alla gente piaccia più un teppista o più un principe azzurro, non è sui gusti in fatto di uomo ideale che discuto. Discuto su questo specifico personaggio, che a mio avviso è un personaggio pessimo.

    E mi piace l’idea che lui non voglia fare sesso con lei. Perchè no?

    E perché sì, invece? Dato che tutti professano l’assoluta profondità di questo grande amore (che io non vedo manco di striscio, ma pace), dove starebbe il problema nel fare anche del sesso? Sì, lo so che lui non vuole per paura di sbriciolarla, dato che lei è così “friabile”… ma il punto è che la Meyer si è inventata questa scusa proprio per far sì che i due non facessero sesso prima di sposarsi. La galanteria di Edward non c’entra un piffero, si tratta soltanto del perbenismo bigotto dell’autrice.
    Magari prima o poi incontrerà qualcuno che le farà presente che per i vampiri, così come per le loro vittime, il morso equivale ad un orgasmo, quindi qualcosina i due piccioncini l’hanno già combinata.

    Non credo la sintassi sia uno dei punti fondamentali di un libro. Credo che lo siano le emozioni e le sensazioni che le parole suscitano nella mente di ognuno di noi, che sia un adolesciente o un simpatico nonnino. Non credo sia realmente importante che la storia sia strampalata o inverosimile, ripeto contano le visioni che ti suggeriscono monologhi o descrizioni.

    Ed ecco perché tanta spazzatura vende milioni di copie, ecco perché Licia Troisi non si è ancora data all’ippica, ecco perché nelle librerie ci si deve trovare di fronte a cartelloni alti un metro e mezzo che annunciano l’ultima attesa “fatica” di Moccia. Certo, chi se ne frega se un libro è scritto male, l’importante è quello che suscita in me… bene, in me suscita disgusto, quindi direi che non ci sono problemi se continuo a sputarci sopra, vero? ^_^

  34. 652 +Misa+

    Non condivido assolutamente il discorso sulla sintassi…ma scherziamo?
    Le parole sono il mezzo con cui comunichiamo…diamo loro un po’ più di importanza, su.
    Non dico che la forma sia tutto: non è certo bello un libro dalla bellissima forma ma dai contenuti aridi.
    Un bel libro è fatto da bella forma e bei contenuti.
    Comunque ovviamente non condivido tutte le critiche fatte al libro, dato che mi è piaciuto.
    Non è un granchè, certamente (ribadisco che ho trovato Twilight orrendamente piatto <.<) ma dissento sulle critiche hai personaggi e alla trama.
    Ok, non sarà poi l’idea del secolo (anche se una relazione vampiro-umano è affascinante e molto interessante come spunto, a mio parere) però la storia mi piace.
    Sì, Edward è sdolcinatamente romantico…e allora?
    A me le romanticherie piacciono moltissimo. Vorrei un ragazzo romantico, proprio come mio padre… e come Edward.
    E mi piace l’idea che lui non voglia fare sesso con lei. Perchè no?
    Non sono per la castità fino al matrimonio (figuriamoci <.<) ma trovo il suo un gesto terribilmente dolce.
    Che male c’è se delle ragazze invece di avere come uomo ideale un teppistello maleducato e violento hanno il classico “principe azzurro”?
    Come le fan devono capire che chi non vede il mondo come lo vedono loro ha comunque dei sogni e dei sentimenti, anche coloro che considerano questo libro una vaccata dovrebbero pensare che non è molto carino denigrare e deridere gli ideali altrui.
    Edward è romantico, sdolcinato e un’altra serie di cose che a qualuno potrebbero sembrare disgustose, e ad altri fantastiche.
    Riferendomi alla discussione in corso, appunto, la bellezza è assolutamente soggettiva. Come io considero esteticamente brutti i quadri cubisti, qualcun’altro potrebbe giudicarli incantevoli…e chi siamo noi per giudicare?
    E in questo caso…i gusti in fatto di libri sono soggettivi. Quindi magari un po’ di tollenza in più farebbe bene a tutti ^^

  35. 651 Sandy85

    Non credo la sintassi sia uno dei punti fondamentali di un libro. Credo che lo siano le emozioni e le sensazioni che le parole suscitano nella mente di ognuno di noi, che sia un adolesciente o un simpatico nonnino.

    Ora capisco perché le cose scritte male e/o in sms-ese piacciano tanto!

  36. 650 gugand

    @francesca
    Credo che dovresti cominciare aprire un vocabolario alla voce “sintassi”. Da quello che scrivi non sembri saperlo.

  37. 649 Francesca

    Ho notato che ci sono molti commenti a questo tuo intervento, alcuni positivi, alcuni negativi.

    Io l’ho letto, ho letto New Moon, Eclipse e ora sto leggendo Breaking Dawn. Sono d’accordo con te sulla troppa enfasi delle ragazzine per questo libro, ma d’altronde è normale, sognare non ha mai fatto male a nessuno, perchè non farlo fra le pagine di un libro che di spunti per sognare ne da tanti?
    Non so in che ottica hai letto questo libro, ma io sinceramente non lo trovo affatto male, sia per contenuto che per sintassi: entrambi possono avere una duplice (o perchè no, anche più di due) chiave di lettura.
    Il fatto che si parli di qualcosa che è a tratti fantasiosa (per quanto riguarda la storia dei vampiri) e a tratti reale (come può essere la visione della cittadina di Forks o la vita della protagonista) credo sia tutt’ora uno stimolo. Chi non ha mai desiderato vivere qualcosa che scaturisce direttamente dalla propria fantasia?
    Non capisco per quale motivo Tu, giudichi quelle povere ragazze (sedicenni un pò strampalate, ok) e tutti quelli che si sono messi a sfogliare le pagine di Twilight.
    E’ un libro ok, ci sono libri scritti bene e libri scritti male come anche Oscar Wilde ci ha suggerito. E di certo te ne parla una che Oscar Wilde, sa chi sia.

    Per quanto riguarda la sintassi che tu hai visibilmente bisfrattato e criticato, vorrei ricordardi che persone come Charles Boudelaire della sintassi se ne sono fregati, o vogliamo nominare Ungaretti?

    Non credo la sintassi sia uno dei punti fondamentali di un libro. Credo che lo siano le emozioni e le sensazioni che le parole suscitano nella mente di ognuno di noi, che sia un adolesciente o un simpatico nonnino. Non credo sia realmente importante che la storia sia strampalata o inverosimile, ripeto contano le visioni che ti suggeriscono monologhi o descrizioni.

    Cerca di ragionarci su, magari se diverrai una scrittrice come desideri capirai ciò che voglio dirti.

    Ciao!

  38. 648 Jamile D.

    Carissima Gamberetta,
    premetto che io sono una fan di Twilight e di Stephenie Meyer in generale.
    Volevo solo chiederti una cosa: non credi che, a volte, le tue recensioni possano risultare offensive, nei confronti di chi come me, ama qualcosa che tu invece denigri?
    Effettiamente, il tuo, più che voler criticare oggettivamente un dato libro, sembra proprio voler ridicolizzare lo stesso. Ma a quale scopo?
    Proprio non riesco a capire.
    Un\’altra cosa: le emozioni variano a seconda delle persone, percui non puoi dire che un libro fa schifo solo perchè a te non trasmette niente.
    Potrebbe darsi che, ad altre persone, lo stesso faccia provare qualcosa.
    E comunque, la tua maleducazione è dimostrata dalla frase Twilight è pornografia per ragazzine sceme.
    Come ti permetti?
    Chi sei tu, per dire che noi lettrici di Twilight siamo ragazzine sceme?
    Sei forse una filosofa? Una letterata? Una scrittrice di successo? Dante Alighieri?

    Perdona il mio scarso italiano, sono in Italia da pochi mesi.
    Spero di non averti offesa con le mie parole.

  39. 647 Giorgia

    Questa frase non corrisponde alla realtà: per la Meyer si parla di successo mondiale, valanghe di fan, milioni di copie vendute. E se non sbaglio esce pure un film a breve.

    Non posso darti torto, in effetti ^_^ (e la cosa è triste) – tranne per il fatto che non c’è riuscita con me (ed era questo che intendevo)…

    Il discorso che possiamo fare è che non c’è ancora una teoria estetica che faccia rientrare i libri della Mayer nell’ambito “arte”, quindi non viene considerata un prodotto dalla rilevanza artistica, oggi.
    In futuro potrebbe anche esserci.

    Speriamo non arrivi mai quel giorno… magari però, in futuro, verrà studiato, assieme ad Harry Potter (che ritengo comunque tre spanne e più sopra Twilight, per quanto riguarda la narrativa per ragazzi), come fenomeno di massa, che so, del tipo: “Ragazzi, oggi trattiamo quel tipo di narrativa che, agli inizi del millennio, è stato capace di modificare i gusti e i canoni dei giovanotti, che da quel momento in avanti hanno iniziato a limarsi i canini e candeggiarsi il petto, onde evitare l’estinzione della razza umana. Infatti la maggioranza delle giovanotte di quel tempo si è rifiutata di accoppiarsi con esemplari maschi che non avessero i connotati di Edward Cullen…”. Ovviamente sto solo scherzando, e con questa passo e chiudo, con le fesserie.

  40. 646 Guglielmo

    Va bene il fraintendimento, dalla sua ultima risposta non ne sembra consapevole, ma prendiamo per buona la sua posizione, avvocato.
    Anche il valore artistico di un’opera però non può essere determinato in modo oggettivo, a ben vedere.
    Il discorso che possiamo fare è che non c’è ancora una teoria estetica che faccia rientrare i libri della Mayer nell’ambito “arte”, quindi non viene considerata un prodotto dalla rilevanza artistica, oggi.
    In futuro potrebbe anche esserci, o non esistere mai.
    Sui contenuti: non capisco quale sia stato il suo errore.
    Dici:
    “voleva solo una storia da mettere in commercio, che piacesse, che interessasse, che creasse fan. Non ho nulla in contrario a questo proposito. Quello che dico, è che è riuscita a far male anche questo”

    Questa frase non corrisponde alla realtà: per la Meyer si parla di successo mondiale, valanghe di fan, milioni di copie vendute. E se non sbaglio esce pure un film a breve.

  41. 645 Giorgia

    E confondere la rilevanza artistica con il concetto di bellezza è il tipico errori dei saputi ignoranti.

    Infatti mi pare d’aver detto che c’era stato un fraintendimento e karoo aveva sbagliato a riferire i valori oggettivo\soggettivo al concetto di bellezza. Ho detto che secondo me voleva riferirsi al valore artistico ecc., travisando il termine.
    Forse non mi sono spiegata bene, giustificami col fatto che sono ancora una studentessa (e non col fatto che studio arte su Topolino, per favore. Giudizio un po’ affrettato, anche se le tue obiezioni sono corrette). Tralasciando i discorsi a “paroloni”, anche perchè non mi sento proprio di avere i mezzi necessari per intavolare un dibattito serio sulla critica dell’arte, io abbandonerei, come già detto, il discorso “arte” riferito a Twilight, perchè è palese che la Meyer non abbia cominciato a scrivere chiedendosi quale fosse il messaggio da comunicare, quale il contesto sociale, quali i mezzi migliori… giustamente non gliene fregava nulla, voleva solo una storia da mettere in commercio, che piacesse, che interessasse, che creasse fan. Non ho nulla in contrario a questo proposito. Quello che dico, è che è riuscita a far male anche questo. Mi inquieta pensare alle sue fan che guardano Zoolander e ridono a crepapelle perchè Ben Stiller continua a dirsi addosso che è “bello bello bello in modo assurdo”, poi leggono Twilight (ovvero Zoolander con i canini), e piangono di commozione.

  42. 644 Guglielmo

    Mi spiace dirlo karoo, ma ha ragione polimetys. Se c’è qualcuno qui che dovrebbe tornare sui banchi di scuola, quello sei tu.
    Se ne stava parlando anche nella recensione sulla Troisi.
    Gli sboroni che si riempiono la bocca di concetti assoluti imparati leggendo Topolino abbondano su Internet, anche perché possono usufruire gratis della possibilità di offendere chi non la pensa come loro.
    Tu fai così: torna a discutere dopo aver studiato gli ultimi 400 anni di storia, filosofia, estetica e storia dell’arte.
    Sono sicuro che avrai una visione più ampia e complessa di quella attuale, e chissà, magari avrai anche imparato a rispettare l’altrui punto di vista.
    Magari.
    Tralascio la battuta sulla Gelmini perché sono buono, ma evita queste uscite in futuro, rischi brutte figure.

    Invece sono d’accordo con il discorso che faceva Giorgia due interventi prima, ovvero i contenuti psicologici dei libri della M sono preoccupanti.
    Peccato però che siano la moda, e se c’è di meglio in giro non rappresentato con la stessa efficacia.
    Non ho capito invece cosa intendi per bellezza, visto che hai tirato in ballo:

    - Correttezza dei mezzi utilizzati
    - Valore artistico dell’opera

    Se sei d’accordo con karoo, e pare tu lo sia nell’intervento, puoi dimostrare che ognuno di questi elementi può essere definito oggettivamente “arte” o “non arte”.
    E questo secondo quale teoria estetica?quella di Topolino evidentemente.
    Quello che dovreste capire è che il sistema di valori con cui giudichiamo un opera dell’ingegno umano non solo è relativa a degli schemi sociali che mutano di epoca in epoca o anche di decennio in decennio a seconda degli ambiti, ma ci si relaziona anche con l’esperienza personale e il gusto personale.
    E confondere la rilevanza artistica con il concetto di bellezza è il tipico errori dei saputi ignoranti.

  43. 643 karoo

    Questa penso sia la più grande stronzata mai detta da un solo uomo…
    Cioè è una frase idiota dal punto di vista logico, filosofico, storico e anche artistico. Viva la bellezza OGGETTIVA…

    Ma studiare no ?
    Oppure sei a protestare per la Gelmini ?
    Ma di che mi stupisco ? ^_^

  44. 642 Giorgia

    E vorrei aggiungere, con una nota di maschilismo: adesso devo andare a fighe, del resto data la mia bellezza OGGETTIVA, non posso certo andare in bianco…

    Non intendeva la “bellezza” come canone estetico. Si parla di bellezza intesa come “valore” artistico di un’opera, che sia letteraria, visiva ecc.. ovvero la correttezza dei mezzi utilizzati per esprimere un messaggio, l’efficacia. E il messaggio non è detto che debba essere il “Bello”. Le tematiche sono tante – vedi gli espressionisti, vedi Ungaretti e tanti altri – Non è di bellezza che parlano, ma d’altro, ed è indiscutibile che il messaggio trasmesso sia potente e intenso, grazie alla loro abilità nel comunicarlo. E’ questa abilità ad essere oggettivamente non criticabile. Ma forse non era nemmeno il caso di affiancare la parola “arte” alla parola “Meyer” (e non penso sia nemmeno nelle aspettative di quella povera donna…)

  45. 641 Polymetis

    E vorrei aggiungere, con una nota di maschilismo: adesso devo andare a fighe, del resto data la mia bellezza OGGETTIVA, non posso certo andare in bianco…

  46. 640 Polymetis

    Se avessi studiato un minimo l’arte, sapresti benissimo che la bellezza è un valore OGGETTIVO. E’ solamente il gusto ad essere personale e SOGGETTIVO.

    Questa penso sia la più grande stronzata mai detta da un solo uomo…
    Cioè è una frase idiota dal punto di vista logico, filosofico, storico e anche artistico. Viva la bellezza OGGETTIVA…

  47. 639 Giorgia

    ti rendi conto di quante volte hai usato la parola gnokki
    cmq come puoi scrivere una cosa del genere Twilight è un libro bellissimo capisci che nn ti può piacere ma offenderlo cosi ti rendi conto di quante persone amano questo libro nn parlare di cose che nn capisci iniziamo Bella è una ragazza normale ed è per questo che molte ragazze ci si riconoscono e questo libro ti fa sperare che la fuori i ragzzi nn siano solo degli idioti che primo o poi troveremo il nostro edward e la storia nn è un trhiller ma chi ha detto che lo deve essere la storia ti fa rimanere cmq sempre col fiato sospeso ti fa emozionare e poi come osi prendere in giro le persone a cui piace anch’io sn sarcastica è divertente ma nn mi permetterei mai di esserlo cosi tanto e di offendere le persone cosi sotto gli occhi di tutti e poi come puoi sperare la morte di una persona e concludo dicendo che nn hai capito niente di questo libro e che se nn riesci a sognare mi dispiace per te

    E’ un unico periodo, è… illeggibile questo commento. Scusa, ma non puoi metterti a difendere un’opera di letteratura in questo modo, ti svaluti da sola. Ad ogni modo, se leggendo questo libro ti è venuta la speranza che là di fuori ci sia qualcuno meglio dei ragazzi che conosci, mi dispiace doverti dire che a mio parere hai preso una grossa cantonata. Il fatto è che se il bello, nelle persone, tu non ce lo vuoi vedere, non lo vedrai mai. Se vaghi per le strade aspettando di incrociare il tuo Ed che ti salva da un pulmino impazzito, tra cent’anni sarai ancora lì ad aspettare. Questo mi manda in bestia, di Twilight. E’ così falso da creare inutili e dannose aspettative. Spero che le ragazze che lo hanno letto ne abbiano goduto solo come evasione, come divertimento, e non come speranza di vita, perchè dal mio punto di vista la vita è diversa. Gli eventi non ti cadono addosso come è successo a Bella, che è rimasta lì come una fessa a SUBIRE tutto quello che le accadeva attorno. E’ incredibile come il personaggio principale di una storia possa essere così inutile a livello concreto: Bella non fa nulla, Bella subisce, Bella viene desiderata, viene salvata, viene inseguita. Spero davvero che nessuno la prenda come esempio. E’ l’incarnazione di – quello che si deve fare per vivere al minimo, infelici, e sperando in una botta di culo – Leggetela pure fino allo sfinimento, chiamatela letteratura, chiamatelo il libro più bello del mondo, ma per favore non prendetelo d’esempio.

  48. 638 karoo

    ti rendi conto di quante volte hai usato la parola gnokki
    cmq come puoi scrivere una cosa del genere Twilight è un libro bellissimo capisci che nn ti può piacere ma offenderlo cosi ti rendi conto di quante persone amano questo libro nn parlare di cose che nn capisci iniziamo Bella è una ragazza normale ed è per questo che molte ragazze ci si riconoscono e questo libro ti fa sperare che la fuori i ragzzi nn siano solo degli idioti che primo o poi troveremo il nostro edward e la storia nn è un trhiller ma chi ha detto che lo deve essere la storia ti fa rimanere cmq sempre col fiato sospeso ti fa emozionare e poi come osi prendere in giro le persone a cui piace anch’io sn sarcastica è divertente ma nn mi permetterei mai di esserlo cosi tanto e di offendere le persone cosi sotto gli occhi di tutti e poi come puoi sperare la morte di una persona e concludo dicendo che nn hai capito niente di questo libro e che se nn riesci a sognare mi dispiace per te

    Tanto per cominciare, è difficile sentirsi seriamente criticati da una persona che ha messo al bando la punteggiatura e che non si impegna a scrivere nemmeno la “O” nella parola “NON”.
    Il libro è stupendo ? Scusa ma chi lo decide, tu ?
    Se avessi studiato un minimo l’arte, sapresti benissimo che la bellezza è un valore OGGETTIVO. E’ solamente il gusto ad essere personale e SOGGETTIVO.
    Non posso e non voglio perdere ulteriore tempo a spiegarti il perché di questa verità, sono sicurissimo che accantonerai la cosa come una idiozia invece di correre ad informarti (Sui libri o parlando con degli esperti, e non certo su wikipedia).
    Detto questo ti lancio una semplice sfida: Mostrami una recensione di un critico autorevole che parli di questo “Libro” in maniera positiva.
    Mostramela, ed allora si potrà intavolare un discorso.

    Tanto per chiudere, ti annuncio delle altre piccole notizie: Le ragazze cosidette “Normali” non esistono. Possono apparire solo nei romanzi generici appunto per consentire a gente ignorante e vuota come te di identificarsi con essa.
    Le persone (E se mi è concessa una punta di mero maschilismo, soprattutto le ragazze), sono gli esseri più complicati della terra. Ognuno di noi è diverso dall’altro ed una delle qualità che deve possedere una scrittrice è proprio quella di una visione onniscente, capace di cogliere gli orizzonti inconoscibili della pische umana.
    Che i ragazzi siano solo degli idioti è una opinione che può avere solo una persona superficiale quale è la Mayer e le sue fan. Prima di pensare di non essere capita dagli altri, prova a chiederti perché mai dovrebbero farlo.
    Finisco con il dire che qui si è in diritto di insultare ed offendere chiunque. Se ami il sarcasmo perché non ne fai uso ? (Senza contare che la recensione era per lo più ironica e non sarcastica).

    P.S. Scusate il commento lungo ma sono a casa con la febbre e non ho nulla da fare.

  49. 637 Tonari

    Un commento da leggere “tutto d’un fiato”, letteralmente.

    Tra l’altro non è stata una gran mossa inserire la mail nel campo “website”.

  50. 636 prettyprincess93

    ti rendi conto di quante volte hai usato la parola gnokki
    cmq come puoi scrivere una cosa del genere Twilight è un libro bellissimo capisci che nn ti può piacere ma offenderlo cosi ti rendi conto di quante persone amano questo libro nn parlare di cose che nn capisci iniziamo Bella è una ragazza normale ed è per questo che molte ragazze ci si riconoscono e questo libro ti fa sperare che la fuori i ragzzi nn siano solo degli idioti che primo o poi troveremo il nostro edward e la storia nn è un trhiller ma chi ha detto che lo deve essere la storia ti fa rimanere cmq sempre col fiato sospeso ti fa emozionare e poi come osi prendere in giro le persone a cui piace anch’io sn sarcastica è divertente ma nn mi permetterei mai di esserlo cosi tanto e di offendere le persone cosi sotto gli occhi di tutti e poi come puoi sperare la morte di una persona e concludo dicendo che nn hai capito niente di questo libro e che se nn riesci a sognare mi dispiace per te

  51. 635 Sandy85

    Al telegiornale di questa sera hanno fatto vedere alcune interviste, tra le quali quella della regista del film tratto da questo libro, beh anche lei ha definito questa storia d’amore bellissima perché i due protagonisti non dovevano stare insieme, ma l’amore è più forte.
    Davvero non ho parole e mi cascano sempre di più le braccia.

    Concordo con Giorgia, l’analisi fatta da karoo è perfetta e quanto mai veritiera e dire che purtroppo conosco scrittori molto validi che sono lasciati in disparte (non dalle piccole case editrici) perché scrivono forse troppo bene.

  52. 634 Giorgia

    Purtroppo un tempo la profondità d’animo era una virtù. Chi non la possedeva fingeva di possederla e così gli artisti scrivevano di argomenti seri, perché il pubblico era (O si fingeva) esigente.
    Ora è l’esatto contrario.

    Parole santissime. Un\’analisi spietata ma veritiera.
    Mi è venuto da riflettere su una cosa. Un rapporto d\’amore, dove uno dei due è diviso dal desiderio di amare e uccidere al contempo, è davvero un bel tema su cui costruire un racconto. Peccato che la scrittrice abbia sprecato una così bella perla, coprendola di bigiotteria da quattro soldi.

  53. 633 karoo

    Bella recensione. Anche io adoro Video Girl Ai e devo ammettere che vederlo anche solo accostato a questa immondizia è stata una dura prova per il mio stomaco.
    Sarebbe interessante a mio parere cercare di capire i motivi che portano simile spazzatura al successo, se non fossero del tutto ovvi.
    La gente non legge più un beneamato cavolo. I “Ragazzi”, il target di questi romanzi harmony di quarta categoria, sono ancora peggio. Non solo non leggono un libro nemmeno a pagarli, ma nemmeno scrivono più.
    La loro idea di comunicazione passa per dei simboli come il “+” o le “k”. La loro idea di “Amore” è quella che vedono in TV o su Cioé.
    Prendendo in esame un pubblico del genere si capisce benissimo come tali schifezze raggiungano le quote di vendita che hanno.
    Ho letto alcuni commenti (Ma sono veri ?) di ragazze che assicurano di aver letto maree di libri … ma nessuno gli ha mai spiegato che non è QUANTO leggi ma COSA leggi ?
    Purtroppo un tempo la profondità d’animo era una virtù. Chi non la possedeva fingeva di possederla e così gli artisti scrivevano di argomenti seri, perché il pubblico era (O si fingeva) esigente.
    Ora è l’esatto contrario.
    Sono sicuramente tristi le persone che credono di “Sentire” qualcosa attraverso cretinate come “Twilight”, ma sicuramente peggio è gentaglia come la Mayer che, sfruttando la cosa, si convince anche di essere una “Scrittrice”.
    Scrivo degli sms migliori dei suoi racconti. -_-

  54. 632 Giorgia

    Ciao!
    Beh, concordo pienamente con ogni punto della tua recensione. Mi sono ritrovata alla fine del libro con una gran rabbia addosso perchè c’è gente che sui siti di fanfiction scrive ventimila volte meglio della Meyer, e non lo fa a scopo di lucro. Quello che più mi ha lasciata perplessa è la palese situazione della Meyer: una scrittrice innamorata del suo personaggio – Ed – che non riesce a guardare la storia obiettivamente e a ricavarne qualcosa di buono. Come se l’intero libro non fosse altro che la messa in scena di un suo proibito sogno adolescenziale e romantico – credo che uno scrittore possa e debba prendere spunto dai suoi desideri privati, ma per trasformarli in un’opera che non c’entri nulla con un diario privato. Seconda cosa, beh, data la natura romantica, sensuale della storia – per meglio dire la tentata sensualità – e il rapporto tra due adolescenti, perchè non ne ha approfittato per metterci un po’ di sesso? Magari avrebbe risollevato il morale a tutti. Ad ogni modo, se quella che dovrebbe essere l’apoteosi dell’”essere vampiro” è sbrilluccicare come diamanti al sole, ovvero apparire fatto del materiale MENO SENSUALE, allora non c’è proprio speranza che la Meyer capisca cos’è l’erotismo, seppur adolescenziale. Una delusione unica, di peggio non ho mai letto, pagando. Forse sarà uno dei pochi casi in cui il film riuscirà meglio del libro?

  55. 631 Grace

    e cmq io adoro bella [...] non è superficiale

    Bella non è superficiale?!
    /ride fino a farsi venire una sincope…

  56. 630 Clio

    A Gioia
    Pr la duecentesima volta, nessuno ha detto che chi legge questo libro è un imbecille, Gamberetta ha preso in giro fans sgrammaticate e che inneggiavano a Twilight come ad un satori in prosa, cosa che non è. Twilight è un romanzo da due soldi. Può piacere tantissimo, può far piangere e strappare i capelli dall’entusiasmo, ma resta un romanzo da due soldi, al di là dei gusti.
    Perché è da due soldi? Perché la trama è banale, l’ambientazione pure, la prosa non ha niente di notevole. Ripeto, può piacere un casino, non è assolutamente influente.

    e cmq io adoro bella…sarà una persona debole fuori…
    ma ha una mentalità di ferro!!!!
    si distingue dalla massa…non è superficiale

    Stiamo parlando della stessa Bella?
    Quella che piange perché piove, che si lamenta in continuazione, che vive in uno stato di perenne imbarazzo per la propria goffaggine? Cercare di eludere l’altrui attenzione in palestra perché si è imbranati non è distinguersi, è essere ossessionati dall’opinione che gli altri hanno di noi. Preoccuparsi se la macchina fa troppo rumore in mezzo alle altre idem. Lambiccarsi il cervello sul perché il tuo nuovo compagno di banco storce il naso, pure.
    Bella è ossessionata dal timore di essere notata, additata o derisa. Bella è fragile, timida, inutile, e soprattutto è una lagna.
    Ergo, cos’ha di speciale Bella?
    Fa colpo su Edward per il suo odore, non perché fa qualcosa di eccezionale o pensa qualcosa di speciale. E’ solo una questione di ormoni, se la vogliamo parafrasare un po’.

    ps: più criticate, più diventa famoso…si dovrebbero sapere queste cose ormai no?

    Scusa la brutalità, ma… chi se ne frega? XD

  57. 629 +Misa+

    A me sono molto piaciuti i libri della saga, anche se ho trovato molto deludente Twilight.
    Sono andata avanti a leggere semplicemente perchè in biblioteca avevo preso sia Twilight che New Moon XD E devo ammettere che col tempo la Mayer è migliorata, non per niente il mio preferito è Eclipse.
    La trama non sarà proprio questa grande meraviglia, ma i personaggi migliorano, perciò vi consiglio di dare alla saga un’altra possibilità…poi, se li trovate repellenti, vi autorizzo a insultarmi XDXDXD
    Non mi piace per niente, comunque, la reazione delle “fan” di Twilight: ragazze, è per colpa di gente come voi che siamo tutte definite cretine. Prendete le cose con filosofia, e provate a vedere le cose anche dal punto di vista degli altri!
    E basta!
    Ah, ultima cosa

    si distingue dalla massa…non è superficiale cm la maggior parte di noi donne oggi lo è…
    siamo tutte uguali…lei non lo è..

    Bella opinione che hai delle donne, complimenti.
    Io personalmente non sono uguale a nessuno, sono me stessa, e non sono nemmeno superficiale.
    Queste tue parole sono molto più offensive di quelle di Gamberetta, a mio parere.
    E comunque le persone possono anche sognare qualcosa di diverso da ciò che sogni tu: il mio “principe azzurro” è simile ad Edward…quello di Gamberetta, magari no.

  58. 628 gugand

    @Gioia.
    Volevi dire “personale e soggettivo”, vero?
    L’essere famosi non e’ sempre una cosa di cui andare fieri.
    Anche gli scemi del paese sono famosi :)

  59. 627 Gioia

    il tuo è un giudizio personale e oggettivo…non fa questa trilogia uno schifo solo perchè lo dici te…
    bisogna guardare le cose da un altro punto di vista…
    è facile buttare la merda addoso a qualcuno…
    è meno facile invece aprire la mente ad altro…
    io personalmente lo trovo un buon libro…
    e non vedo l ora che esca il quarto!
    e cmq abbiamo tanto da dire su a Edward…
    è ovvio che persone cosi non esistono…
    è il classico principe azzurro che ogni ragazza sogna o ha sognato…
    e allora bisognerebbe smontare e fare a pezzi un mito che dura da secoli…no????????????
    w Edward Cullen!!!!!!!!!!!!!!!!!
    e cmq io adoro bella…sarà una persona debole fuori…
    ma ha una mentalità di ferro!!!!
    si distingue dalla massa…non è superficiale cm la maggior parte di noi donne oggi lo è…
    siamo tutte uguali…lei non lo è..e io la stimo…e se pensi che sia scema
    forse è il caso di farsi un esamino di coscienza eh!
    bacini edwardosi a tutte le fan di twilight
    ps: più criticate, più diventa famoso…si dovrebbero sapere queste cose ormai no?

  60. 626 Carmen

    Penso che ognuno sia libero di leggere ciò che vuole senza essere criticato..-.-”
    trovo stupido che tu perda il tuo tempo a scrivere un cagata del genere..ti annoiavi forse?
    La noia è proprio una brutta bestia..
    Io ho letto Twilight..e allora? Sono forse persiguibile penalmente per tale oltraggioso atto?
    Ognuno legge quel cazzo che gli pare..e può anche piacergli senza che qualcuno gli venga a dire che è un idiota… chiaro?

  61. 625 Sandy85

    se hai voglia poi ci sono altre strade oltre al DVD come insegna questo sito

    Purtroppo non ho di queste possibilità, quindi posso permettermi solo i dvd e i libri in formato cartaceo.

    tornando all’argomento principale, ma sti ragazzi l’hanno davvero letta la storia dei due amanti di Verona per fare questi “arditi” parallelismi?

    Le mie teorie le ho già esposte, e adesso aspetto le risposte delle fan fi Twilight ed in particolare di colei che li ha messi sullo stesso piano :)

  62. 624 Uriele

    Parliamoci chiaro, in entrambi i casi le musiche di Cocciante sono molto belle, per il gobbo i testi in francese sono anche ben scritti, per romeo e giulietta no.
    Riguardo ad hamlet e as you like it, non do giudizi, dico solo che sono oggettivamente buone rivisitazioni, poi il giudizio dipende molto dal gusto personale, ma indubbiamente c’è un’ottima conoscenza dell’opera originale alla base (cosa che non ho visto nel romeo e giulietta di Di Caprio, che mostra al più una lettura vaga del testo)
    Trono di sangue è un bel film, ma aveva perso quasi tutto lo shakespeare per diventare puro Kurosawa. Si vede l’ispirazione alla base, ma alla fine diventa tutta un’altra opera: una cosa è un ispirazione, per quanto marcata, un altra è un trasposizione vera e propria.

    tornando all’argomento principale, ma sti ragazzi l’hanno davvero letta la storia dei due amanti di Verona per fare questi “arditi” parallelismi?! Dai non è difficilissimo e poi sono un quarto delle pagine di Twilight (per di più in forma teatrale)… dateci un occhiata

    PS: in tv Hamlet non lo vedrai mai, almeno la versione integrale, al più proietteranno quella in 2 ore… se hai voglia poi ci sono altre strade oltre al DVD come insegna questo sito

  63. 623 Sandy85

    ma li hai visti “As you like it” (ambientato nel giappone feudale) e Hamlet (ambientato nell’800 e con alcune licenze dell’autore, piccole ma indovinate, rispetto alla storia originale) di Kenneth Branagh ? Non sempre le rivisitazioni sono delle schifezze, dipende molto da chi le ha fatte.

    Non li ho visti e non so se mai li vedrò, cioè dipende se li faranno in tv e non ci sia niente di meglio da vedere (o fare) o se i dvd non costino troppo.
    Non lo dico perché sono rivisitazioni, ma non mi piacciono i film consigliati da altri, cioè preferisco vedere una cosa indipendentemente dal consiglio positivo o negativo che le altre persone ne danno.
    Ti ringrazio comunque del consiglio :)

    Se dopo questo messaggio ti venisse la curiosità di vedere il musical di Romeo e Giulietta, NON FARLO! E’ UNA SCHIFEZZA!

    Non preoccuparti non ho mai avuto intenzione di vederlo perché ritengo che sia una schifezza anche senza guardarlo tutto, mi è capitato di sentire due-tre canzoni e una scena per dire che Cocciante è ora che la pianti di fare cose del genere. (mi sono rifiutata di vedere anche Notre Dame de Paris perché i musical reclamizzati come dei grandi successi, esattamente come per i libri costruiti a tavolino, non mi piacciono)

    Di quale musical di Romeo e Giulietta parli?

    Quello che andava alla grande due-tre anni fa, con le musiche di Cocciante e che voleva seguire un po’ la scia di Notre Dame de Paris. Probabilmente in italiano poi è diventata una schifezza.

  64. 622 Clio

    Chiedo venia per l’OT
    A Uriele: Di quale musical di Romeo e Giulietta parli? perché quello che conosco io è francese e, in originale, i testi sono quasi tutti buoni, alcuni veramente bellissimi.

    Come trasposizione straconsiglio “Il trono di sangue” di Akira Kurosawa, trasposizione del MacBeth! Dialoghi e ambientazione sono diversi, ma lo “spirito” della storia e l’atmosfera sono rese benissimo.

    Chiuso OT

    Ad ogni modo Romeo e Giulietta è la storia di un amore contrastato, che sarebbe possibile e felice ma che l’ottusità e la meschinità degli uomini rendono impossibile e infelice.
    In Twilight non ho trovato niente di tutto questo. Il fatto che lui sia morto da cento anni non desta nessun problema, il suo appetito viene tenuto sotto controllo.
    Ciò che veramente mi sconvolge è: una coppia come quella di Twilight oggettivamente avrebbe seri impedimenti, ma codesti non sono rappresentati (come logica vorrebbe) dal fatto che lui ha cento anni più di lei, nemmeno dal fatto che lui è morto, o che se la vuole mangiare (visto che si controlla tranquillamente dopo poco), ma dal fatto che lui è troppo esuberante. In parole povere l’unico intralcio è il puritanesimo dell’autrice.

  65. 621 Uriele

    ho detto che è orrendo (tranne che per mercuzio :) ), ma non è orrendo perchè NON segue la storia originale, anzi… la segue anche troppo e mantiene spesso i dialoghi originali nell’America di oggi, risultando ridicolo. Poi ci sarebbero molte note dolenti sulla fotografia sovraesposta, sulla recitazione degli attori ANCHE in lingua originale (e qui gamberetta il doppiaggio nostrano ci ha proprio messo delle pezze), sull’inadeguatezza delle ambientazioni e su quello stile di regia che fa tanto videoclip glitteroso inizio anni 90.

    @Sandy85: giusto una domanda, ma li hai visti “As you like it” (ambientato nel giappone feudale) e Hamlet (ambientato nell’800 e con alcune licenze dell’autore, piccole ma indovinate, rispetto alla storia originale) di Kenneth Branagh ? Non sempre le rivisitazioni sono delle schifezze, dipende molto da chi le ha fatte.

    PS: Se dopo questo messaggio ti venisse la curiosità di vedere il musical di Romeo e Giulietta, NON FARLO! E’ UNA SCHIFEZZA! Nonostante le musiche siano state scritte da Cocciante, come per Notre Dame de Paris, in questo caso il paroliere era un cane mostruoso che ha deciso di scrivere il testo usando come parole solo: romeo, giulietta, vero, verona, amore, muore. Quando un testo arriva all’orecchio, urta sistematicamente il sistema nervoso.

    scusate l’OT

  66. 620 Sandy85

    e\’ una cattiveria senza nessun fondamento: sebbene il film mi abbia fatto schifo (con l\’eccezione dell\’afro Mercuzio, ma quello perchè sono tamarro nell\’animo), la storia seguiva quella del libro in modo abbastanza fedele. Il problema erano i protagonisti e l\’idiosincrasia fra lingua e ambientazione.

    Io lo considero il classico filmetto per adolescenti che non hanno nulla di meglio da vedere. A me ha fatto veramente schifo in tutto, ma penso mi farebbe schifo anche quello che stanno facendo per l’Otello in chiave moderna, visto che non capisco la mania di distorcere così le grandi opere letterarie.
    (Ho apprezzato molto West Side Story che si rifà alla storia di Shakespeare e la traduce in chiave moderna mantenendo lo spessore dei personaggi originali e non avendo la pretesa di chiamarli Romeo e Giulietta. Ma come sempre sono gusti personali)
    Capisco le parodie e le accetto, anzi mi diverto un mondo a vederle (soprattutto quelle di Mel Brooks), ma i rifacimenti in chiave moderna atti a rovinare un’opera o a farla diventare una scemenza non li reggo. Sarà “deformazione professionale”, sarà l’idea di dover lasciare i classici così come sono, sarà che ho subito traumi da piccola perché hanno cambiato in peggio qualcosa che mi piaceva tanto, non lo so, sta di fatto che certe cose possono benissimo evitare di farle e se una ragazzina mi viene a dire che Romeo e Giulietta con Leonardo Di Caprio è il capolavoro del cinema del ’900 non posso far altro che sputarle in un occhio e obbligarla a vedere i film di Charlie Chaplin o del neorealismo.

    Mi scuso per l’OT.

  67. 619 Uriele

    \”• o si è visto il film con Leonardo di Caprio e si pensa che quella sia la storia più bella del mondo, con i ragazzi che se ne vanno in motocicletta, anche se Shakespeare l’ha scritto e ambientato nel 1500\”

    e\’ una cattiveria senza nessun fondamento: sebbene il film mi abbia fatto schifo (con l\’eccezione dell\’afro Mercuzio, ma quello perchè sono tamarro nell\’animo), la storia seguiva quella del libro in modo abbastanza fedele. Il problema erano i protagonisti e l\’idiosincrasia fra lingua e ambientazione. Un esempio ottimo di decontestualizazione dell\’opera shakesperiana è Hamlet che, essendo stato ambientato a cavallo fra 800 e 900 ed avendo leggermente rimaneggiato i testi, era una magnifica trasposizione.

    ps: ho cominciato a leggere il libro con le peggiori aspettative e… devo ammettere che non è scritto male. Insomma non è un bel libro, non è avvincente, ma almeno raggiunge il minimo sindacale. Non capisco come sia diventato un capolavoro, ma almeno ha uno stile semplice e pulito, cosa a cui alcuni dei nostri \”capolavori fantasy italiani\” dovrebbero aspirare.
    In definitiva: sufficiente come prosa (gamberetta, nella tua marcia nella fuffa italiana hai recensito delle \”robe\” scritte molto peggio, parlando solo di prosa), ma assolutamente piatto,irrealistico e inutile come dialoghi, trama e storia

    ps: è tardi, sono stanco, mi ero scordato l’antispam, non ho voglia di cancellare le barre

  68. 618 Sandy85

    Dopo un po’ ritorno a farmi sentire, ho letto i commenti che non avevo ancora letto per mancanza di tempo, saltando naturalmente quelli scritti con i piedi, e leggendo con attenzione anche quelli di fan di Twilight che non ci definiscono degli incompetenti perché non ci piace questa cosa (come sempre non mi sento di chiamarlo libro).
    Una cosa mi ha colpita:

    mi sono “innamorata” del romanticismo alla “Romeo e Giulietta” che permea il libro.

    Questa mi sembra un’eresia grande come una casa, vuol dire che:
    • o non si è capito una mazza di Romeo e Giulietta perché troppo piccola quando lo si è letto;
    • o non si è capito una mazza di Romeo e Giulietta perché non si è letto con abbastanza attenzione;
    • o si è letto il libro del – perdonatemi l’esaltazione – divino Shakespeare calcolando Romeo e Giulietta come due giovani che hanno giocato a innamorarsi e hanno fatto finta di morire, quindi tutta la storia va a farsi un giro;
    • o si è visto il film con Leonardo di Caprio e si pensa che quella sia la storia più bella del mondo, con i ragazzi che se ne vanno in motocicletta, anche se Shakespeare l’ha scritto e ambientato nel 1500.
    Ora vorrei proprio sapere dove, in Twilight, si può scorgere il “romanticismo alla Romeo e Giulietta”, grazie.
    E tanto per continuare il confronto tra Twilight e Romeo e Giulietta vorrei riprendere i punti detti da Micaela:

    Un amore che inizia a metà libro.

    A quanto mi risulta nella tragedia di Shakespeare l’amore tra i due sboccia più o meno all’inizio del libro;

    Un amore che non ha dovuto far sudare sette camicie ai protagonisti e versar litri di lacrime a noi.

    per spiegare questo punto quoto Clio: “Ma Romeo e Giulietta lo sudano e lo piangono il loro amore, atro che tran-tran! Sono due poveri innamorati che si dannano l’anima e sputano sangue per poter restare insieme”

    Un amore normale, fatto di scuola e tram-tram quotidiano, senza pretese, a parte quella di vivere per sempre.

    E cosa richiamerebbe qui la tragedia shakespeariana che tanto dici di aver ritrovato? Forse solo nel film con Di Caprio c’è questo e l’ho già detto.

  69. 617 Kaius

    E’ grosso modo la storia di Twilight, a che scopo infilarci dei vampiri che di vampiresco non hanno nulla?

    e qui ci scappa un quotazzo.

    Perché, tutto sommato, lo stile della Meyer non è di quelli che ti fan mettere subito mano ad un purificante lanciafiamme, a tratti può persino risultare scorrevole. Se l’autrice in questione avesse recintato la sua storia ad una smielata love story nessuno di noi “ebeti e pure invidiosi” sarebbe insorto con l’intento di vampirizzarla sul serio, per poterla impalettare ed esporre ai raggi del sole, magari cosparsa di mezzo litro di acqua santa.

    E’ quel cavilloso inserimento del mondo di tenebra che infastidisce. Perché puzza. Puzza di mera trovata commerciale, il pluri utilizzato amore tra razze antitetiche e differenti per natura, da cui ne derivano gli ancor più riciclati stereotipi della sofferenza interiore e bla bla bla.

    Ho giocato per anni al carteceo GdR “Vampire the Masquerade“…sfogliatene il manuale del narratore, ci sono dozzine di pagine (fin troppe anche per un gioco) ove vien presentato uno splendido mondo di tenebra, il fascino dell’occulto, della diatriba tra anime corrotte e l’istinto di non sprofondare nell’abisso della totale bestialità. E stiamo parlando di un semplice gioco. Il bello poi, è che la Meyer, piuttosto che copiare (perché di spunti da Vampire ne prende anche troppi), preferisce riciclare e rielaborare, tipica usanza dell’autore che pensa di aver avuto quell‘idea geniale, intrisa di originalità: ma lo fa in maniera talmente ridicola da farlo sembrare quasi un gesto di spontanea comicità

    Io in Twilight ho trovato solo canidi e vampiri con poteri narutoniani. Quella ruba le macchine, quello legge nel pensiero, l’amico fa gli origami con la carta igienica.
    Il nutrimento, poi, è una caccia nel vicino parco comunale e dopo che hai azzannato il primo micio randagio di turno, puoi tornare al college a spassartela con la donna dei tuoi sogni.

    Io non odio la Meyer, odio un background assolutamente inconciliabile col cast. Non so, è come inserire personaggio di Dragon Ball all’interno di un capolavoro quale Sanctuary, mi dà la stessa orrenda sensazione distorta…(esempio davvero poco calzante)

  70. 616 Clio

    Ma Romeo e Giulietta lo sudano e lo piangono il loro amore, atro che tran-tran! Sono due poveri innamorati che si dannano l’anima e sputano sangue per poter restare insieme, e ciononostante vengono schiacciati da un Fato più grande di loro e che loro non hanno voluto né deciso. Questa è una bella storia, anche se triste.
    Capisco che possano piacere anche storie più “disimpegnate”: lei è una qualunque, lui un super-gnokko, si mettono insieme. E’ grosso modo la storia di Twilight, a che scopo infilarci dei vampiri che di vampiresco non hanno nulla?
    Tra l’altro se lo scopo della Meyer era scrivere una storia disimpegnata e normale, scrivere di uno morto da cento anni e di una diciassettenne è… geniale?…
    Personalmente preferisco Romeo e Giulietta, preferisco del personaggi che si sudano il loro amore piuttosto che una ragazzina viziata e lagnosa che pur frignando per qualsiasi cosa ha la fortuna dalla sua.
    Cela dit, sui gusti non ci si scaracchia, diceva quello che cicciava i calzini sudici (adagio fiorentino), purché non mi si venga a dire che il libro non è un libro ma un Libro -_-”

  71. 615 Micaela

    Io per coerenza vorrei aggiungere che evidentemente dentro di me custodisco una gran parte della ragazzina scema che ero e che mi sono “innamorata” del romanticismo alla “Romeo e Giulietta” che permea il libro.
    Quindi dopo averlo finito sono corsa (letteralmente) a comprare il seguito.
    A me piace l’idea di un amore normale, fra una ragzzina anonima e un ragazzo di poteri sovranaturali bello oltre ogni dire.
    Un amore che inizia a metà libro.
    Un amore che non ha dovuto far sudare sette camicie ai protagonisti e versar litri di lacrime a noi.
    Un amore normale, fatto di scuola e tram-tram quotidiano, senza pretese, a parte quella di vivere per sempre.
    A qualcuno annoia persino “Romeo e Giulietta”…
    Che vi devo dire… io mi son convertita e Twilight.
    Amen.

  72. 614 L'OmbraDelVento

    Io ho letto Twilight poichè tutti coloro che lo hanno precedentemente letto me lo hanno consigliato quindi presa dalla curiosità me lo sono fatta prestare da un’amica. Devo dire che non mi è dispiaciuto, nonostante mi aspettassi di sicuro di più da quello che mi avevano raccontato. E’ vero, la storia non è originalissima, ma è tanto che non leggo qualcosa dalla trama davvero originale (non venite a parlarmi di Eragon vi prego perchè potrei avere una crisi di rigetto, tutto stracopiato da Il Signore Degli Anelli). Comunque, dicevo. Non è una storia originalissima ma mi è piaciuta, non particolarmente come speravo, ma non sono delusa. Il personaggio femminile non mi piace per niente, unica nota a suo favore è l’amore per Edward. Lui non mi dispiace, l’ho preferito così, un vampiro un po’ particolare, senza quei tratti caratteristici ai quali siamo abituati grazie a Dracula. Anzi meglio che non li possieda perchè non avrebbe minimamente retto il confronto. Comunque a parte alcune personaggi inutili, non è un libro da buttare via. Penso che leggerò anche gli altri tre libri della saga per avere almeno il quadro completo della storia e perchè sono sinceramente interessata. Ho letto quasi tutti i commenti che avete lasciato e devo dire che alcuni proprio non li ho capiti. A parte che volgarità simili tipo ditalini e prostitute avreste anche potuto risparmiarvele, tutti sono liberi di lasciare le proprie opinioni e farle sapere. Ma queste devono anche rispettare le idee personali delle altre persone. In alcuni momenti mi hanno dato fastidio infatti quegli insulti che avete scritto. Comunque fa niente. Per coloro che hanno osannato Tre Metri Sopra Il Cielo.. Beh, quello è un vero insulto a tutti i libri e alla scrittura del mondo. Ciao a tutti.

  73. 613 Fan Meyer

    P.S
    Io non sono entrata in questo blog dal suo inizio come te,quindi non ho letto tutti i commenti.

  74. 612 Fan Meyer

    Cara Sandy85 non posso stare a leggere tutti i commenti che avete scritto è un pò stressante io ne ho letti alcuni.Comunque,SI conosco il significato delle parole che ho usato e qui,se non sbaglio,si viene per scrivere il proprio commento su quello che è stato detto da gamberetta,quindi se permetti scrivo quello che mi pare come fai te,e a me è piaciuto tantissimo.

  75. 611 Kaius

    Uriele, lo spirito di Dante sta echeggiando spasmodicamente nella propria bara, irritato dal mio indegno animo da “presunto” letterato. Grazie per la correzione, ieri ero stanco ed annebbiato dalla rabbia (fermo restando che gli errori, TALI restano).

    Per qnt riguarda Dark..beh se ksì fsse nn potrei ke kiedere skusa, nn potevo prpr immaginarlo, anccckkke perke”” sn nuovo…dimenticavo, grazie x i kompli!!!!

    ps. mi scuso anche di questo Ot…per farmi perdonare, comunico che il film di Twilight da noi tradotto col titolo Amici vampiri, regia di Maria De Filippi, dovrebbe approdare il 21 novembre nelle peggiori sale…tutti pronti con Ak47, Lightfifty e lanciafiamme, io sarò in primissima fila.

  76. 610 Uriele

    “capirei se stessi scrivendo un sms”… scusa, ma il tuo primo intervento era così bello (non sono ironico, mi è piaciuto), che sembrava brutto rovinarlo con un errore di distrazione in un messaggio più corto.

    ps: penso che dark stesse facendo ironia sui fan T9 della Meyer

  77. 609 Kaius

    x Dark – se la pensi così e ne sei felice, ben per te.

    Io ho avuto la sfortuna di leggerlo e lo critico non certo per i soldi intascati dalla Meyer ma perché, in caso contrario, non potrei più farmi la barba davanti allo specchio senza provare un senso di vergogna e repulsione.

    ps. capissi se stessi scrivendo un sms…ma il perché di tutte quelle oscene abbreviazioni non lo capirò mai…

  78. 608 Kaius

    Salve a tutti.

    Seguo da un po’ di tempo questo forum e nonostante la valanga di flames che spesso contamina l’esito delle, peraltro interessantissime, discussioni, lo reputo indispensabile per avere un quadro generale di un’opera prima di lanciarmi in un’assurda ed improbabile spesa (vista la qualità poco rassicurante che infesta da un po’ le librerie).
    E’ anche il mio primo intervento, né so bene il motivo per cui abbia deciso di uscire dal calmo e rassicurante luogo chiamato “lettore anonimo”.
    Il fatto è che commenti come quello di cui sopra sono in grado di far scorrere ogni singola goccia del mio sangue controcorrente.
    Perché nella critica (ove per critica intendo il caro significato scolastico di “giudicare”) di colei che ha sovvertito il mio concetto di maschilismo (Gamberetta, ti prego, clonati!) io non trovo acredine, quanto il parere di una lettrice che, come me, ha trovato repulsione in un’opera infingarda e meschina, rea di aver consumato inutilmente la nostra preziosa e già debilitata flora.
    Twilight è spazzatura non riciclabile.
    E’ una fiction di bassa lega, sedicenni con piccoli problemi di cuore (no, non sto citando Marmelade Boy, quello è sicuramente più dignitoso), inseriti in un mondo di tenebra a cui non vi appartengono. Non c’è pathos, non c’è tensione, non c’è conflitto interiore, a parte elenchi interminabili di isteriche lagne.
    E’ un resoconto in stile Grande Fratello, dove cuccioli di pezza formato animale domestico (che l’autrice chiama licantropi), si punzecchiano con un gruppo di presuntuosi e decerebrati albini, Soprattutto belli, bellissimi, divini.
    Andando avanti nella lettura, cresceva il desiderio di divorarne ogni pagina, sperando che il mio stomaco fosse in grado di digerire la cellulosa; sfortunatamente quell’inutile ammasso di fogli non era di mia proprietà e io non ledo mai gli oggetti altrui.
    E’ stato però gratificante usare il cestino di windows per gli altri due obbrobri che avevo preventivamente messo in download.

    xMia – ciò che mi irrita non è la difformità di pensiero (per ogni tesi ne esiste un’opposta, quasi fosse un nuovo principio della termodinamica), quanto il tirare in ballo l’indecenza del commento e farne un parere universalmente valido (convalidato da chi, poi, non si sa).
    Non sei d’accordo? Piuttosto, sarebbe più saggio e maturo scrivere che la pensi diversamente e magari scriverne il perché. Non dare dell’ebete a chi ancora ha il buon senso di dire che certe cose fanno schifo, a prescindere dal fatto che le leggano MILIONI di lettori.
    Perché valutare la beltà di un prodotto artistico in base al parere altrui è indice di grande miseria intellettuale, nonché di scarsa autostima: il vanto più grande dell’uomo è pensare con la sua fottutissima scatola cranica.

    E visto che parliamo di exempla ricorda che i grandi scrittori, in genere, vengono immortalati postumi e che in vita sono soliti patire la fame ;-)

  79. 607 the_Dark_SOfy

    io ho letto la saga di twilight(anke il 4) in una sett.. e penso ke nn c siano libri migliori…certo x kiarirsi leidee su qnt succede bisogna asp il 4 dove spiega esattamente le cs ma io nn capisco qll ke dicono ke nn sia bello km libro….forse nn avete letto la stessa cs..è kiaro ke la Meyer si sia arrikkita kn qst libri(di solito si fa un lavoro x fr soldi) ma a me nn me ne frega un emerito cazzo..so sl ke twilight è un bellissimo libro(tt la saga) e ke io l’ho comprato x ME nn x la Meyer!!

  80. 606 Mia6969

    AH, DIMENTICAVO… SE AVETE QUALCOSA DA RIDIRE PER QUELLO CHE HO SCRITTO SONO AFFARACCI VOSTRI! PERCHE’ SICCOME CHI HA SCRITTO QUESTA COSA HA INSULTATO LIBERAMENTE IL LIBRO DICENDO CHE E’ SPAZZATURA ECC… IO HO TUTTO IL DIRITTO DI ESPRIMERE LA MIA OPINIONE!! NON ME NE PUO’ FREGARE DI MENO DI QUELLO CHE PENSATE DEL LIBRO, MA LA COSA CHE MI DA FASTIDIO E’ CHE CHI HA SCRITTO QUESTA ROBACCIA NON RISPETTA E NON HA CONSIDERAZIONE PER NESSUNO. IO STO FACENDO LA STESSA COSA E LA GENTE SMETTERA’ DI CRITICARE QUELLO CHE C’E’ SCRITTO SOPRA SOLO QUANDO IMPARERETE A RISPETTARE LE PERSONE. E COMUNQUE SCEMI E RITARDATI MENTALI CI ARETE VOI, NON I 2 MILIONI DI PERSONE CHE AMANO IL LIBRO.

  81. 605 Mia6969

    QUESTA RECENSIONE E’ LA RECENSIONE PIU’ IDIOTA, FRIVOLA E SCHIFOSA CHE IO ABBIA MAI VISTO!!!!!!!!! CERTO CHE CE N’E’ VOLUTO DI TEMPO PER TIRARE FUORI UNA ROBA DEL GENERE!!! NEANCHE A FARLO APPOSTA RIUSCIREI A CREARE UNA CA****A SIMILE!!!!!!!!!!
    LA SERIE DI TWILIGHT E’ LA MIA PREFERITA E SE A QUALCUNO NON PIACE E’ PERCHE’ QUEL QUALCUNO E’ COSI’ STUPIDO E RITARDATO MENTALE CHE NON RIESCE NEMMENO A CAPIRE DI AVER COMMESSO UN GRAVISSIMO ERRORE!!!!!!!!!! A CHI NON PIACE TWILIGHT ECC…. SE NE VADA IMMEDIATAMENTE E VADA A COMMENTARE QUALCHE LIBRO ORRENDO CHE CONSIDERA CARINO.

  82. 604 Grace

    @…I,R,…
    Sinceramente non capisco quale sia il problema. Se a me un libro fa schifo, non posso scrivere NEL MIO BLOG che quel libro mi fa schifo? A parte il fatto che Gamberetta non ha fatto quello che tu dici, non si è limitata a dire “a me non piace”, ma ha elencato e analizzato i motivi del suo non apprezzamento; quindi il tuo esempio non calza minimamente. In secondo luogo, non vedo perché dovrei inventarmi dei pro che non ci sono (perché per me non ci sono) solo perché altrimenti secondo te sto solo criticando per divertimento. Se a mio parere un libro è pessimo in tutto, sul mio blog scrivo “questo libro è pessimo in tutto, per questo, quello e quell’altro motivo”. Semplice.
    Ovvio che chi legge una recensione si faccia una sua idea sul libro in questione, quanto meno sui contenuti che tratta. In caso non l’abbia letto, le opzioni sono due:
    - è una persona intelligente e risponde con un “queste caratteristiche non mi attirano, non penso che lo leggerò”, oppure “non sembra un libro valido, ma lo leggerò per farmi una mia idea”
    - è una persona stupida e riponde con un “mamma mia che merda questo libro, hai assolutamente ragione, fa schifo in tutto”
    Ma che chi legge reagisca in un modo o nell’altro, non è un problema mio.

  83. 603 gugand

    @…I,R,…
    Sinceramente non capisco le tue accuse su chi giudica.
    Ognuno giudica anche dalle informazioni che ha e non mi pare che nessuno si sia sbilanciato giudicando cio’ che non conosce.
    Da parte mia ho trovato stupida l’idea del vampiro che va in giro di giorno, puo’ tranquillamente resistere alla sete di sangue e ha poteri strani e l’ho detto.
    Come dico che una storia da tipico film per adolescenti ambientata nei college non mi attira.
    Per dire queste cose devo essermi letto il libro?

  84. 602 ...I,R,...

    della medaglia..non della moneta.. scusate sono influenzata:(

  85. 601 ...I,R,...

    Lo scopo della recensione e’ far capire che tipo di libro e’ e quindi far risparmiare tempo e spesso denaro a chi, come me, non apprezza quel tipo di storie oppure far correre in libreria chi ne e’ attratto.
    Come faccio a sapere che non mi piacera’ la storia senza leggerla?
    Non lo so, ma visto che nella vita non si puo’ far tutto bisogna scegliere in base ad informazioni parziali (non di parte, ma incomplete)

    non si puo fare tutto?
    mi sembra una scusa bella e buona ..
    tu ti dichiari un aspirante scrittore, critico, ti diletti a recensire
    e poi vieni qui a dire che NON SI PUO\’ LEGGERE TUTTO?

    uhm….

    Lo scopo della recensione non è per smerdare un libro intero, gugand
    E non stiamo parlando di un libro
    PARLO DI UN BLOG INTERO che smerda libri su libri !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Io posso capire che nel mondo dei libri c\’è tanta merda..ripetizioni…solite storie..soliti intrecci ecc..

    Ma se qualcuno di voi si dilettasse a creare un blog dove ci siano dei pro e dei contro
    COMMENTA GAMBERETTA….allora ok ne parlerà quasi all 99 per cento male del libro che ha in mano..
    E INSIEME A GAMBERETTA COMMENTA un amante del libro, abbastanza istruito ed intenditore per rilevarne gli aspetti buoni

    E\’ TROPPO FACILE CRITICARE
    E\’ COME TROVARSI DAVANTI UNA PERSONA
    E DIRE
    A NON PIACE
    E magari ad altre mille persone quella persona può piacere e viene condizionata dal primo che la guarda ed esprime un giudizio con tutti e ad alta voce dicendo : A ME NON PIACE.. -.-
    gli altri se sono pecore diranno AHHHHHH NEMMENO A ME…
    magari ancora prima di vedere quella persona… -.-
    quelli che avranno piu coraggio diranno
    IO L\’ HO VISTA… HA UN SUO FASCINO E PUO\’ ESSERE PIACENTE

    esempio stupido , lo so.
    Ma si sono guardati entrambi i lati della moneta

  86. 600 ...I,R,...

    scusate gli errori di MORTOGRAFIA hahahah come diceva la profe di un mio amico XD

  87. 599 ...I,R,...

    gugand nessuno insiste
    mi piacerebbe che si sparassero meno giudizi .
    E’ questo blog e tutto un giudizio
    Non so da qualche represso sentimento porti avanti i blogger e commentatori qui dentro.

    gugand
    via a leggerti le nostre minchiate italiane se vogliamo parlare di ragazzete sditalinitrici

    Ti ripeto che se tutto viene reso fenomeno da baraccone è per colpa della mielosità e stupidità della gente
    Non dal contenuto di un libro che si sforza di essere preso in mano anche da ragazzi e da adulti ed essere apprezzato.

  88. 598 Tuareg

    Da quello che capisco libri così sembrano fatti apposta per ispirare ditalini alle quindicenni… D’altra parte è da tempo sfatata la leggenda che la masturbazione causi danni organici. Correttamente alternata allo sport, all’impegno sociale e alle buone letture non sembra un’attività nociva. Meglio le seghe dei sassi dal cavalcavia. Viva Twilight!

  89. 597 gugand

    Non hai capito.
    Io non vado all’attacco di un libro che non ho letto, ma solo al fatto che tu voglia insistere sul far leggere il libro a chi non l’ha fatto.
    Mica pretenderai che la gente legge le recensioni cosi’ giusto per passare il tempo? Lo scopo della recensione e’ far capire che tipo di libro e’ e quindi far risparmiare tempo e spesso denaro a chi, come me, non apprezza quel tipo di storie oppure far correre in libreria chi ne e’ attratto.
    Come faccio a sapere che non mi piacera’ la storia senza leggerla?
    Non lo so, ma visto che nella vita non si puo’ far tutto bisogna scegliere in base ad informazioni parziali (non di parte, ma incomplete)

  90. 596 ...I,R,...

    ah 0.o
    non conosco il tuo tempo prezioso
    Ma in un mondo dove il tempo prezioso della gente è farsi fare i ditalinia 15 anni e andare a prostitute a 20 anni… O.o
    (e fatemi passare la volgarità ma certe cose mi fanno girare le palle…)
    la gente può sprecare anche un quarto del suo tempo a leggere Twilight non cade a terra il mondo

    e poi perchè vi ostini a scrivere qua ( e in ben altre sezioni e recensioni)
    se hai troppe cose da fare e da leggere e il tempo da sprecare per leggere twilight non ce l\’hai
    Non so sei un ragazzo o una ragazza e la saga è decisamente femminile..
    Ma guarda che non diventi una checca a leggerlo sai… -.-

  91. 595 gugand

    E’ che dopo una recensione cosi’ non e’ che mi vergognerei a chiederlo in prestito, non ho voglia io di sprecare il mio tempo.
    Ho tante cose da leggere e fare, proprio ‘sto libro devo leggere?
    :)

  92. 594 Micaela

    Sono un po’ interdetta… a me sembra un libro di Moccia con i vampiri al posto dei burini…

    (Chi glieli ha pubblicati 4 libri a questa?)

  93. 593 ...I,R,...

    fattelo prestare gugand ci vuole tanto!
    o bisogna vergognarsi anche di quello

  94. 592 gugand

    Purtroppo per leggerlo bisognerebbe comprarlo.
    Forse non ne vale la pena se si cerca qualcosa di fantasy.

  95. 591 ...I,R,...

    isettina se devi vergognarti vergognati di ben altro prima di tutto.
    Secondo la tua superficialità come tutti quelli che hanno scritto qui
    Fa venire la cacca molliccia agli stitici..
    Non puoi dire ME NE VERGOGNEREI..
    Ce ne sono di libri di cui ci si potrebbe vergognare di aver letto ma quando li si ha letti sono piaciuti
    Non c’è nulla di male nel dire che è un libro semplice..scorrevole ..e che ti è piuaciuto anche se non è un capolavoro del fantasy ecc ecc..
    Se tu non lo leggi o lo inizi e non ti sforzi di continuarlo..evita commenti..
    Non bisogna intendersene per forza
    Bisogna LEGGERLO e esprimere opinioni positivi e negative, a seconda dei casi
    Non critiche cosi campate in aria
    ANkio odio tutto ciò che viene lanciato per successo… successo costruito a tavolino..
    Sarà per quello che i libri italiani li leggo ma poi non li compro
    I film che ne fanno possono essere dolci ..con tante smancerie e guardabili…
    Ma da qui a diventarne ammiratrice ce ne passa di acqua sotto i ponti
    Leggerlo significherebbe che potreste apprezzarlo
    Apprezzarlo non significa necessariamente farlo diventare parte di voi e parte della vostra libreria personale…

  96. 590 isettina

    Ciao,
    piacere di conoscerti!
    Non ho letto questo libro e direi proprio che non lo leggerò… O per lo meno: di certo non lo acquisterò (è pure piuttosto caro per essere un libro edito in brossura e con la copertina molliccia). In realtà un po’ mi hai incuriosito, quindi forse potrei prenderlo in prestito in biblioteca ma in effetti mi vergognerei (lo stream of consciousness è del tutto normale).
    Quindi è possibile che mi dimenticherò di averne mai sentito parlare.

  97. 589 leia87

    Ho recentemente terminato twilight…devo dire che Gamberetta ha ragione,è un harmony in salsa pseudofantasy e nemmeno scritto molto bene!
    Il fenomeno che ha scatenato però è interessante, secondo me piace a molte persone perchè si identificano in Bella (una ragazza comune e insicura,ma dalla psicologia piuttosto piatta)e in fondo Edward (uno gnokko che vive solo per te) è il sogno di tutte, il moderno principe azzurro, anche se è un personaggio piatto pure lui;forse il loro pressochè nullo spessore psicologico è in un certo senso un vantaggio:tutti possono identificarsi nei personaggi senza troppa fatica.In effetti il romanzo scorre, non è noioso, anche se è tenuto in piedi solo dalla pornografia di cui parla gamberetta.é un libro piatto, banale ma che ha saputo intercettare i gusti di un certo pubblico e sfruttare il gusto per il fantasy (più o meno buono!),come anche il codice da vinci aveva saputo sfruttare sapientemente il nuovo gusto per l’esoterismo.L’aspetto positivo è che magari avvicinerà alla lettura persone che prima la evitavano come la peste!Poi,con la formazione di un gusto letterario, si renderanno conto del vero valore di Twilight.Succederà come a me è successo con il cinema: da piccola adoravo Desideria e l’Anello del Drago e Sheena Regina della Jungla, ma col vedere altri film ho acquisito un minimo di capacità di giudizio, e mi sono resa conto che come film non valgono pressochè nulla,e ora mi diverto a rivederli con gli amici per prenderli in giro;ciononostane hanno un posto particolare nella mia memoria perchè mi hanno aiutato a crescere a a coltivare (anche se non fino alla cinefilia) l’amore per il cinema.

  98. 588 Uriele

    al mondo ci sono circa 5 miliardi di persone; facciamo che anche solo un miliardo sia alfabetizzato; facciamo che Twilight sia stato tradotto in un numero sufficiente di idiomi da permettere al 70% della popolazione di poterlo leggere:

    0.7*10^9=7*10^8
    7*10^8-2*10^6=6.98*10^8
    (7*10^8-6.98*10^8)/(7*10^8)=0.002857143

    Quindi le ammiratrici di Twilight sono solo uno 0.3% dei possibili lettori di questo romanzo… e che su di un campione di persone lo 0.3% sia formato da scemi è un risultato fisicamente plausibile.

    A parte gli scherzi. Scusate, ma se vi piace il romanzo perchè non rimanete della vostra idea, invece di prendervela con chi la pensa diversamente? Qualcuno di questo sito è venuto forse sul sito della Mayer o del suo fanclun ad insultare il romanzo? Non credo. Una ragazza ha espresso le sue idee in modo caustico, ficcante e divertente. Punto. Capisco le critiche di Guglielmo o utenti simili, che discutono di difetti oggettivi e soggettivi nella stesura di una recensione, ma non capisco l\’accanimento fine a se stesso.

    Altra cosa i numeri non determinano la qualità di un romanzo: infinity Jest è considerato un capolavoro del 900, come l’Ulisse di Joyce, ma di persone che hanno letto integralmente questi testi ce ne sono davvero poche (forse meno di quelle che hanno letto il libro della Mayer); la serie Vacanze di Natale ogni anno sbanca ai botteghini, ciononostante si tratta di film di qualità indegna; milioni di ragazzini hanno letto moccia e attaccato dei lucchetti sui lampioni di mezz\’europa, ma non vuol dire che non sia un idea del cazzo; in tutta Italia solo una decina di persone avrà visto Waking Life e A Scanner Darkly di Linklater; Pochi avranno visto Pi e Requiem for a Dream o Arizona Dreaming.

    Insomma il numero NON necessariamente fa la qualità dell’opera, alle volte mostra solo la potenza della pubblicità. Non è obbligatorio, ma se proprio si vuole commentare la recensione, si dovrebbe portare qualche esempio a favore del testo (oltre al vampiro che è figo).

    In passato ho apprezzato molto la saga dei Vampiri della Rice, ma sono il primo a dire che, con qualche eccezione, non sono dei libri scritti particolarmente bene (o meglio tradotti). Personalmente però ho apprezzato la storia e la caratterizzazione dei personaggi e l’ambientazione. Questi sono giudizi soggettivi però. Se in una recensione leggessi che la Rice non è una maga della penna non avrei nulla da obbiettare.

    Il gusto per il romanzo si fa con la lettura, magari un giorno quello “ke mi sembra il + bel romanzo del mondo x me”, sarà solo una storia divertente che ti ha fatto passare un po’ di tempo. Magari non ti farà schifo, ma lo vedrai in un’altra ottica meno estremista…

  99. 587 Clio

    A ImpOrta fOrse

    Superficiale perchè non hai capito il VERO senso del libro

    .
    Va bene, è una domanda fatta 10000 volte, ma forse tu risponderai…
    Io ho letto solo il primo di Twilight (e leggere un libro basta per giudicarlo, non per nulla la critica di Gamberetta è riferita al libro, non a tutta la saga), in parte almeno, perché mi sono a più riprese addormentata… Qual’è il senso del libro?
    “Vettelo a rileggere” sarà considerata una risposta non pertinente -_^

    E sì.. sono almeno 2 milioni le fan di questo libro “pornografico”, come dici tu.

    Mi chiedo se qualcuna di voi abbia capito il seguente paragrafo:

    Pornografia: niente a che vedere con il sesso, del tutto assente nel romanzo, è pornografia in quanto la storia non importa, importano solo le immagini in sé, costruite apposta per suscitare determinati sentimenti. Twilight, al pari di un film porno, è una sequenza di scene slegate, costruite apposta per appagare certe fantasie. Se si vuole un esempio meno crudo lo si può paragonare a un documentario sugli ornitorinchi: non vuol narrare niente, vuol solo mostrare un’ora d’immagini di ornitorinchi, per gli appassionati di ornitorinchi.

    -O siamo 2milioni di persone pervertite
    -O sei scema tu con i tuoi commenti.

    Il fatto di essere 2 milioni non esclude la possibilità che siate sceme. Occhio, non dico che chi apprezza Twilight è scemo, ho conosciuto persone normali che lo hanno apprezzato, dico solo che gli scemi sono molti più di 2 milioni al mondo, e che l’essere tanti è spesso un’aggravante, non un’attenuante.

  100. 586 ImpOrta, fOrse?

    Ciao.
    Non sò chi tu sia, ma sono capitata qui grazie al link di alcune fan di Twilight molto arrabbiate con te.
    Mi è venuto da ridere quando leggevo.Sai perchè?
    Perchè hai dimostrato di non avere rispetto per niente e nessuno e ti sei resa superficiale.
    Superficiale perchè non hai capito il VERO senso del libro.
    Ovviamente, i gusti son gusti. Ma se dico così, io rispetto ( però se fai così’ la mia pazienza, e quella di almeno 2 milione di persone, svanisce!) te e tutte le, permettimi il termine, CAZZATE che hai scritto… ma tu devi rispettare anche noi!
    Che siamo sceme lo dici ad altre.. perchè allora 2 milioni e qualcosa di gente è scema, scusa!
    E sì.. sono almeno 2 milioni le fan di questo libro “pornografico”, come dici tu.
    Quindi..
    -O siamo 2milioni di persone pervertite
    -O sei scema tu con i tuoi commenti.

    Permettimi i termini perchè sei davvero una persona che non capisce ciò che legge.. ti dai da sola dell’ignorante, praticamente.
    E se la Meyer leggesse cos’hai scritto riderebbe anche lei.
    Confido che tu abbia il coraggio di cancellare questo tuo intervento al più presto.

    Tanti saluti

Pagine: « 15 14 13 12 11 10 9 8 [7] 6 5 4 3 2 1 » Mostra tutto

Lascia un Commento.
Per piacere, rimanete in argomento. Per maggiori informazioni riguardo la politica dei commenti su questo blog, consultate la pagina delle FAQ.

  

Current day month ye@r *