Articoli con tag 'Mamoru Oshii'

Nascondi elenco articoli ▲
  1. Kill di Gamberetta
  2. The Sky Crawlers di Gamberetta

Kill

Kill è una raccolta di quattro brevi film. Il filo comune che li lega è il desiderio di voler eliminare il superfluo. Ognuno dei quattro segmenti riduce la storia al minimo indispensabile, per lasciar spazio a quello che davvero interessa allo spettatore: gli sbudellamenti!

Locandina di Kill
Locandina di Kill

Kiru (Kill, 2008)
Kill.2008.JAP.DVDRip.XviD-AXiNE (DVDRip, ~700MB, audio mp3 stereo)
(giapponese senza sottotitoli, i sottotitoli si possono trovare da kLOOFy – registrazione gratuita richiesta, il nome per i sottotitoli è Kill.a.k.a.Kiru.2008.DVDrip.XviD-Enma.rar tra i sottotitoli non ancora catalogati)

Trailer di Kill

I quattro segmenti sono i seguenti:

Icona di un gamberetto “Kiliko”, diretto da Takanori Tsujimoto. Un boss della yakuza rapisce una ragazzina per punire la sorella di aver tradito l’organizzazione. Quando l’ostaggio è ucciso, alla sorella traditrice non rimane altro che la vendetta. Ovviamente a mezzo di un’affilata katana. Buone le coreografie dei combattimenti, anche se gli effetti speciali lasciano a desiderare. Il finale, imprevedibile e assurdo, è di gran lunga la parte migliore di questo primo segmento.

Icona di un gamberetto “Kodomo Zamurai”, diretto da Kenta Fukasaku (regista di Battle Royale II e figlio di Kinji Fukasaku). Il film è ambientato ai giorni nostri, ma girato come se fosse un film degli anni ’20, con tanto di pellicola rovinata e voce fuori campo che legge i cartelli delle descrizioni. La storia parla di un samurai ragazzino (che porta gli occhiali e assomiglia a Harry Potter) alle prese con i bulli della scuola. Sono bambini, ma sono tutti armati di spade vere: il film, nonostante il tono ironico, non risparmia sangue e mutilazioni. Qualcosa di simile al divertente Brick, il noir al Liceo di Rian Johnson.
Il segmento migliore, che da solo vale il “prezzo” del download. Da vedere.

Icona di un gamberetto “Zan-Gun”, diretto da Minoru Tahara. Una spada malvagia prende possesso di un soldato, mente una spada buona prende possesso di un poliziotto. I due duellano. Noioso. Prevedibile. Inutile. L’unico punto minimamente interessante è la spada-fucile del “cattivo”, ma è troppo poco.

Icona di un gamberetto “Assault Girl 2″, diretto da Mamoru Oshii (regista di Ghost in the Shell e tanti altri). Pochi minuti per quello che è poco più di un trailer per Assault Girls, il nuovo film di fantascienza di Oshii in uscita a Natale in Giappone. Per chi fosse interessato ad “Assault Girl 1″, è contenuto in un altro film antologia, The Women of Fast Food, di cui però non conosco nessuna release sottotitolata. “Assault Girl 1″ lo si può vedere anche su YouTube (a parte la qualità pessima).

Trailer di Assault Girls

Scritto da GamberolinkCommenti (0)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

The Sky Crawlers

È uscito in DVD e in Rete l’ultimo film d’animazione di Mamoru Oshii, The Sky Crawlers, tratto da un romanzo di Hiroshi Mori. Oshii è famoso per aver diretto Ghost in the Shell (1995), ma non ha solo quello al suo attivo. Notevoli sono anche Mystical Egg of the Angels (1985) e Avalon (2001). Mentre per qualcosa di assolutamente folle si può cercare di recuperare Amazing Lives of the Fast Food Grifters (2006).

Locandina di The Sky Crawlers
Locandina di The Sky Crawlers

Sukai kurora (The Sky Crawlers, 2008)
THE.SKY.CRAWLERS.2008.NTSC.DVDR-oZi (DVDR, ~6,79GB)
(giapponese con sottotitoli in giapponese e inglese)
(ma si trovano anche moltissime altre release, ad esempio quelle THORA, 720p e 1080p, che hanno una qualità fantastica)

Trailer di The Sky Crawlers

È difficile parlare della trama di The Sky Crawlers, perché buona parte del divertimento consiste nel riuscire a capire cosa sta succedendo. Quello che si può dire è che la storia è ambientata in un mondo alternativo retrofuturistico da qualche parte nel Nord Europa. È in corso una guerra, ma dal punto di vista dei protagonisti, una squadra di piloti, pare un lavoro come un altro. Nessuno si domanda il perché dei combattimenti in corso o il loro scopo.
Però non è un film di guerra o d’azione. Le scene di duello aereo sono poche e brevi; la storia è incentrata più sulla vita dei piloti e i misteri che li circondano che non sulle vicende belliche. Il ritmo è molto lento, e chi si aspetta azione e avventure rocambolesche rimarrà deluso.

È un buon film? Non so. È interessante, ma quando i misteri (almeno alcuni) sono svelati, la reazione è più del tipo: “e allora?”. Dal punto di vista grafico è bellissimo. È forse il film dove il miscuglio tra animazione tradizionale e CGI è venuto meglio. Ero un po’ scettica, visto anche il recente Ghost in the Shell 2.0 (il vecchio film con scene rifatte al computer in 3D) che non era riuscito benissimo, ma mi sono dovuta ricredere.
Perciò, come sempre: prima di un eventuale acquisto, guardatelo gratis.

Scritto da GamberolinkCommenti (4)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni