Articoli con tag 'spam'

Nascondi elenco articoli ▲
  1. Mi piace la spazzatura? di Gamberetta

Moderazione

Come annunciato nell’ultimo articolo, da ora in poi i commenti qui sui Gamberi saranno moderati. La misura si è resa necessaria considerando che una cronica mancanza di tempo mi impedisce di seguire assiduamente il blog e di contrastare i troll.
Perciò da adesso, quando commenterete, il commento non apparirà più subito, verrà invece inserito in coda di moderazione, in attesa di essere approvato. Questa attesa potrà variare da un minimo di pochi minuti (nella fortunata circostanza in cui il commento capiti mentre sono online e disponibile) fino a qualche giorno (nel caso sia in viaggio senza Internet). Se necessario provvederò a reclutare dei moderatori che mi aiutino e riducano i tempi di attesa.

Quali commenti NON saranno approvati:

Icona di un gamberetto I commenti che io trovo offensivi nei miei riguardi o nei riguardi delle persone che hanno collaborato con i Gamberi. Semplicemente sono stufa di essere insultata. Inoltre non siamo più nel 2007, sono passati anni: se volete gridare al mondo che Gamberetta è una stronza invidiosa potete farlo sulla vostra bacheca di Facebook, con il valore aggiunto che i vostri amyketti vi sosterranno e i più intelligenti faranno malcelato sfoggio di cultura scrivendo “Quei mentecatti dei Gamberi: non ti curar di loro, ma guarda e passa.”
I commenti che io trovo offensivi riguardo altri commentatori finiranno come adesso in Fogna. Ma commenti particolarmente sgradevoli non saranno approvati.

Icona di un gamberetto I commenti che sollevano questioni già affrontate nell’articolo in oggetto, nelle FAQ, o nei commenti già approvati. Vi pesa il culo perché l’articolo è lungo e/o i commenti sono tanti? Problemi vostri, se commentate parlando di qualcosa di già discusso, il commento non sarà approvato.

Icona di un gamberetto I commenti fuori argomento rispetto all’articolo in oggetto. Tuttavia commenti off topic particolarmente interessanti potrebbero essere approvati e spostati in Fogna.

Icona di un gamberetto I commenti che sostengono tesi contrarie a quelle espresse nell’articolo senza portare prove a sostegno. Per esempio, io in un articolo ho scritto:

Ma tenete conto che il tipico editor non ha conoscenze di narrativa [...]

e un commento è stato:

[...] sono vent’anni che pubblico opere narrative, quindici che lavoro nell’editoria, e non mi è mai capitato di incontrare un editor che non avesse conoscenze di narrativa. In genere ne avevano molte più di me. Possibile che in vent’anni non mi sia mai capitato un editor “tipico”? Sempre quellei strani? :-)

Un commento del genere non verrebbe più approvato. Se si vuole dimostrare che gli editor sono competenti si deve dire nome e cognome di questo o di quell’altro editor, specificare su quali libri ha lavorato e mostrare il prima e il dopo del testo. Come del resto faccio io.
Nota bene: per ragioni di spazio, di tempo, di opportunità può capitare che sostenga tesi senza specificare in modo esauriente le motivazioni, questo non autorizza nei commenti a sostenere tesi opposte senza completa dimostrazione.

Icona di un gamberetto I commenti lasciati da personalità multiple. Se vi spacciate per tre persone diverse non approverò alcun commento di nessuno dei tre personaggi.

Icona di un gamberetto I commenti che, a mio insindacabile giudizio, per una ragione o per l’altra non raggiungono un livello minimo di intelligenza.

* * *

Aggiungo che negli ultimi mesi il numero dei commenti di puro spam è aumentato tantissimo, ormai siamo a centinaia al giorno – nei giorni tranquilli. Perciò non ho più la possibilità di frugare tra lo spam in cerca di commenti legittimi finiti lì per sbaglio. Cercate di fare il possibile per non essere catturati dal filtro antispam, se ci tenete che il vostro commento compaia. In particolare:

Icona di un gamberetto Non mettete più di uno o due link nei vostri commenti.

Icona di un gamberetto Non scrivete commenti troppo brevi, sullo stile: “Bell’articolo. Attendo il prossimo.”

Icona di un gamberetto Non parlate, neanche per scherzo, di casinò online, vendita di viagra, o argomenti analoghi.

Icona di un gamberetto Io sono al cento per cento per la privacy, e mi sta benissimo che usiate proxy vari o Tor o simili. Ma ho notato che l’IP di certi proxy o di certi exit node di Tor fa scattare il filtro antispam. Se pensate che sia questa la ragione per cui non compiano i vostri commenti, cambiate proxy.


Approfondimenti:

bandiera IT A proposito degli intelligentoni che citano Dante sbagliando
bandiera EN I Hate Facebook
bandiera EN I Hate Facebook, Part II
bandiera EN Homepage del Tor Project

 

Scritto da GamberolinkCommenti (5)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

Mi piace la spazzatura?

Regolarmente ricevo spam dalle case editrici. Si tratta di comunicati stampa che annunciano l’uscita del tal romanzo, la traduzione del tale autore, l’organizzazione di una presentazione per il lancio dell’opera di mister X o mister Y, roba del genere.
Sono le famose “notizie” che altri siti rivomitano ogni giorno: in realtà parliamo di una forma di pubblicità, e neanche tanto mascherata.
Quello che mi innervosisce, oltre al fatto di non aver mai chiesto di ricevere ‘sta fuffa, è che le case editrici cercano pubblicità gratuita. Tipo quella casa editrice che chiude le mail-comunicato con:

Scarica qui la scheda editoriale completa
Nella DOWNLOAD AREA troverete tutti i materiali necessari al vostro prezioso lavoro di segnalazione!
Vi auguro buon lavoro!

Anime belle, mi spiegate perché dovrei svolgere un prezioso lavoro (parole vostre) a vostro vantaggio senza essere pagata? Pubblicate opere degne e saranno segnalate, altrimenti fate un’offerta monetaria e se ne può parlare – ma probabilmente la risposta sarà no perché a me la pubblicità fa schifo.

Il colmo è arrivato qualche giorno fa. Ricevo una mail sconclusionata da una tizia di Mondadori Libri che magnifica le doti dell’app per iPad de Le Creature del Mondo Emerso di Licia Troisi. Ora, capisco benissimo che questo, essendo spam, è spedito a pioggia senza neanche sapere a chi appartengano gli indirizzi dei destinatari, lo stesso è patetico che un rappresentate di Mondadori venga da me a cercare pubblicità in favore delle porcherie di Licia.
Rispondo alla tizia in questione che non sono interessata e per piacere di non mandarmi più niente. Lei conferma che farà così. Ottimo. Passa una decina di giorni e oggi un’altra tizia, questa volta di Mondadori Social Media, mi manda una mail che ha per oggetto:

Ti piace Licia Troisi?

Ma… WTF?
La “notizia” sarebbe che Mondadori, per diffondere la lieta novella dell’app per iPad di cui sopra, ha preparato dei badge e:

Se sei anche tu fan di Licia Troisi, se ti senti anche tu una creatura del mondo emerso o se sei semplicemente un’appassionata di fantasy, scarica il codice per embeddare il badge o invita i tuoi lettori a farlo.

No, non sono fan di Licia Troisi. Non sono mica scema. Come ti permetti di insinuare una roba del genere?
No, non mi sento una creatura del mondo emerso. Non sono una cerebrolesa. Come ti permetti di insinuare una roba del genere?
No, non mi sogno neanche di proporre ai miei lettori il badge. Io ho rispetto per le persone che mi seguono. Come ti permetti di insinuare il contrario?

Tizie di Mondadori: basta spam e basta prendere per i fondelli. Non si spediscono mail alla cazzo senza neanche spendere cinque minuti per verificare se la destinataria potrebbe essere interessata. Un minimo di civiltà. Grazie.

* * *

Questo articolo fa parte del Marciume. Maggiori informazioni sul Marciume, qui.

Scritto da GamberolinkCommenti (27)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni