Articoli con tag 'Zero no Tsukaima'

Nascondi elenco articoli ▲

Zero no Tsukaima: Futatsuki no Kishi Episodio 4… Baci! Baci! e ancora Baci!

Una delle frasi che più spesso la mamma ripete a mio fratello è: “l’università non è un parcheggio!” chikas_pink28.gif O varianti simili. Nel magico mondo di Halkeginia la situazione non è diversa: Louise è richiamata a casa, i genitori sono scontenti di lei e del suo rendimento all’Accademia Magica. Piuttosto che perder tempo, sarebbe ora che la piantasse con la magia e pensasse a trovarsi un marito! chikas_pink55.gif
La povera Louise non ha modo di replicare. Non può rivelare neanche alla famiglia di essere al servizio segreto di Sua Maestà e tanto meno può confessare di essersi innamorata di un popolano come Saito.

Ma cercare di razionalizzare questa puntata sarebbe esercizio futile. In realtà è stata una scusa per presentare le due sorelle maggiori di Louise, Eleanor e Cattleya, far in modo che tutti quanti si baciassero chikas_pink40.gif e abbracciassero, e distribuire fanservice appena possibile.

Saito & Cattleya
Saito & Cattleya

Saito & Eleanor
Saito & Eleanor

Siesta & Louise
Siesta & Louise (!!!)

Louise & Saito
Louise & Saito

L’unico progresso nella storia è stato che finalmente Louise e Saito si sono dichiarati reciproco amore chikas_pink13.gif , che è durato circa cinque minuti, prima di rientrare nei canoni del consueto abuso fisico. Nondimeno, l’ennesimo pestaggio ha convinto Siesta che solo lei ha i “mezzi” chikas_pink32.gif per rendere felice Saito, e non si tirerà indietro!

Siesta (particolare)
Siesta ha mezzi per rendere felice Saito che Louise non possiede…

Nella prossima puntata, Saito avrà modo di strappare i vestiti ad Agnese. chikas_pink12.gif No comment.


Approfondimenti:

bandiera IT L’università non è un parcheggio!

Scritto da GamberolinkCommenti (2)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

Zero no Tsukaima: Futatsuki no Kishi Episodio 3: Giulio Cesare!

Qualche volta mi capita di pensare che se mai dovessi visitare uno studio di animazione giapponese, mi toccherebbe indossare gli stivali. chikas_pink03.gif Infatti sono convinta che il pavimento sarebbe pieno di pozzanghere, inondato da una sostanza densa e appiccicaticcia: la Fantasia! chikas_pink27.gif Questi giapponesi devono letteralmente trasudare Fantasia per inventarsi certe cose! E nel caso specifico: il Papa ha ordinato a uno dei suoi Paladini, tale Giulio Cesare, di aiutare Henrietta e Tristania nella guerra contro Albione!

Giulio Cesare
Giulio Cesare

Oltre a ciò, e al fatto che Giulio Cesare ha l’occhio destro di un colore diverso da quello sinistro, è stata una bella puntata. L’espressione di Louise mentre chiede a Saito di baciarla è deliziosamente carina! chikas_pink23.gif Kawaii! Invece la battuta di Giulio Cesare allo stesso Saito durante il loro duello mi sta facendo ancora rotolare per terra dalle risate. chikas_pink44.gif

Louise kawaii
Un bacino… per piacere…

Nella prossima puntata: arrivano le sorelle di Louise! chikas_pink47.gif Chissà se anche loro si divertono a prendere a frustate i propri amanti…

Sheffield
No, non è una delle sorelle di Louise, bensì la malvagia Sheffield!


Approfondimenti:

bandiera IT Giulio Cesare, quello vero…

Scritto da GamberolinkCommenti (4)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

Zero no Tsukaima: Futatsuki no Kishi Episodio 2 (e Volume 1)!

Seconda puntata per la seconda stagione di Zero no Tsukaima chikas_pink04.gif ! Puntata melodrammatica dedicata a Henrietta, che non è uno dei miei personaggi preferiti. Inoltre qui con il suo atteggiamento svenevole e catastrofista mi pare abbia sbagliato anime! chikas_pink14.gif

Henrietta
Henrietta sta per mettersi nei guai…

In compenso: Louise ha usato di nuovo la Magia del Vuoto, che ormai pare padroneggiare senza problemi, non si potrà più chiamarla Zero Louise! chikas_pink28.gif Una squadra di fucilieri di Agnese è entrata in azione: s’impegnano, ma non sembra siano molto efficaci. Kirche e Tabitha hanno avuto un po’ più spazio rispetto alla prima puntata, Tabitha mi pare stia passando da: sono taciturna perché timida e piena di problemi, a: sono taciturna perché sociopatica. Infine, lo Zero, il caccia della Seconda Guerra Mondiale, è stato riparato, con in aggiunta una sorta di rudimentali postbruciatori, per favorire la fase di decollo. Il che vuol dire che Saito avrà almeno un’altra possibilità per tornare in Giappone. Porterà con sé Louise? Vivranno per sempre felici e contenti? chikas_pink13.gif Chi può dirlo? (credo lo sceneggiatore, probabilmente anche il regista e il Coniglietto Grumo, kaos-whiteusagi16.gif perché lui conosce un sacco di cose!)

Zero in volo
Lo Zero di nuovo in volo. Circa.

Intanto, scopro con piacere che le brave persone che fanno parte del The Baka-Tsuki Open Translation Project hanno finalmente portato a termine la traduzione del primo romanzo di Zero no Tsukaima, dal giapponese all’inglese. Non vedo l’ora di leggerlo! chikas_pink26.gif
Certo, probabilmente la qualità non sarà eccelsa, contando che non si tratta di traduzioni professionali e che più di una persona ha tradotto i vari capitoli (con tutti i problemi di “armonizzazione” che questo comporta), ma almeno c’è l’onesto desiderio di rendere partecipe il prossimo di un’esperienza che altrimenti ai più sarebbe negata.

Illustrazione di Louise
Un’illustrazione dal terzo romanzo di Zero no Tsukaima

Invece non ci sono parole per qualificare il comportamento della Casa Editrice Nord nella pubblicazione de Una Voce Lontana di Taichi Yamada. Non solo arrivano con quasi vent’anni di ritardo (il romanzo è dell’89), ma hanno il coraggio di vendere un’opera con traduzione dall’edizione inglese. Senza mezzi termini, dovrebbe essere illegale. chikas_pink12.gif Già in una semplice traduzione si perde molto, come mi sto accorgendo in quest’ultimo anno, da quando ho cominciato a provare a leggere direttamente in inglese, ma passare addirittura per una terza lingua è un vero e proprio massacro. Persino il Coniglietto Grumo, che pure è Coniglietto di mondo, è esterrefatto di fronte a tale comportamento della Nord. Cattiva Nord, Cattiva! kaos-whiteusagi09.gif

Copertina di In Search of a Distant Voice
Una Voce Lontana, edizione inglese


Approfondimenti:

bandiera EN The Baka-Tsuki Open Translation Project

Scritto da GamberolinkCommenti (0)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

Zero no Tsukaima: Futatsuki no Kishi Episodio 1 e Sky Girls!

Primo episodio della seconda stagione di Zero no Tsukaima. La storia è ricominciata nel punto esatto dov’era finita l’anno scorso, e con piacere posso constatare che la guerra continua. Anzi, a quanto pare i nostri eroi sono decisi a passare all’offensiva e punire la perfida Albione! chikas_pink07.gif
Nel complesso però questo primo episodio si è concentrato sul rapporto tra Louise e Saito, sempre più perverso. Oramai siamo all’aperto sadomasochismo. chikas_pink12.gif

Louise e Saito si divertono...
Queste cose non succedono in Harry Potter!

È apparso poi un nuovo personaggio, Agnese da Milano (non sto scherzando! chikas_pink38.gif ), Capitano dei fucilieri.

Agnese da Milano
Agnese da Milano

Tutto sommato puntata divertente, anche troppo: più di una volta si è cercata la situazione (tragi)comica andando sopra le righe. Invece molto bella la scena nella quale Louise e Saito discutono di manga: ironica e romantica al tempo stesso. chikas_pink23.gif

 

Sky Girls
Sky Girls

Sky Girls è un nuovo anime di fantascienza nella quale un gruppo di ragazzine al comando di mech/esoscheletri potenziati deve difendere la Terra dall’invasione di misteriose creature aliene chiamate WORM. Trama non originalissima, ma gli anime di fantascienza sono sempre i benvenuti. Nella prima puntata non succede molto ed è difficile dare un giudizio. Delle due protagoniste finora apparse, Otoha è passabile, mentre Karen suscita un naturale desiderio di ammazzarla di botte. chikas_pink06.gif
Il design degli alieni, per quel poco che si è visto, pare interessante, non lontano dal design degli Angeli di Evangelion. Invece il design dei mezzi terrestri non impressiona. Buono il connubio tra CG e animazione tradizionale, per il resto si vedrà nei prossimi episodi. chikas_pink14.gif

Virgin’s High! Sigla di Apertura di Sky Girls

Approfondimenti:

bandiera JP Sky Girls Sito Ufficiale (in giapponese)

Scritto da GamberolinkCommenti (2)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

Recensioni :: Anime :: Zero no Tsukaima

Zero no Tsukaima DVD Boxset Cover Titolo originale: Zero no Tsukaima
Titolo Inglese: The Familiar of Zero
Regia: Yoshiaki Iwasaki

Anno: 2006
Nazione: Giappone
Studio: J.C. STAFF
Genere: Fantasy, Fantascienza, Commedia
Durata: 13 episodi di 24 minuti

Lingua: Giapponese
Sottotitoli: Inglese

Fra pochi giorni (8 luglio 2007) inizierà Zero no Tsukaima:
Futatsuki no Kishi
, ovvero la seconda stagione di Zero no Tsukaima. Ne approfitto per parlare della prima stagione, trasmessa l’estate scorsa in Giappone e nel frattempo uscita in DVD. chikas_pink16.gif

Protagonista di Zero no Tsukaima è Louise Françoise La Vallière, giovane maga studente dell’Accademia Magica di Tristania. Louise, per la propria inettitudine nell’arte magica, si è guadagnata il soprannome di Zero Louise a indicare il numero di incantesimi portati a buon termine nella propria vita. chikas_pink43.gif Ennesima prova di scarso talento attende Louise all’inaugurazione del secondo anno di studio, quando è chiamata, come da tradizione, a evocare un famiglio, che l’accompagnerà per il resto della vita. Gli amici e i compagni di studio di Louise riescono a convocare al proprio servizio creature quali Draghi, Salamandre o Talpe Giganti chikas_pink03.gif , mentre la povera Louise si deve accontentare di un ragazzo: un popolano, o nella terminologia di Harry Potter, un babbano, un disgraziato senza alcun potere magico.
Il tizio in questione si rivelerà essere Hiraga Saito, squattrinato studente giapponese di punto in bianco trasportato nell’immaginifico mondo di Louise. Ne seguirà una storia d’amore non del tutto convenzionale, spionaggio, avventura e un’intera guerra.

Louise
Louise

Sebbene di primo acchito Zero no Tsukaima possa sembrare una brutta copia di Harry Potter, con un’ambientazione scolastica poco originale, in realtà non lo è per niente. Anzi, l’ambientazione è forse uno degli aspetti più interessanti di Zero no Tsukaima.
Il mondo di Zero no Tsukaima ricorda l’Europa medievale (con nazioni chiamate Germania, Tristania o Albione, e senza che ci venga risparmiato neppure il Principe di Galles), tuttavia nel mondo di Zero esiste la magia: una piccola parte della popolazione è dotata di poteri magici e della capacità di utilizzare artefatti magici. Questa elite è diventata la nobiltà e la classe dominante del pianeta. Il resto della popolazione vive in stato di semi schiavitù, obbligato a obbedire ai propri padroni maghi, semplicemente perché, in assenza di tecnologia, i maghi possono imporre con la forza il proprio volere. E nessun nobile mago si sognerebbe mai l’esistenza di concetti quali democrazia o uguaglianza: i nobili ritengono loro diritto comandare per il fatto che possono farlo. Non esiste neanche la “scusa” usata dalla vera nobiltà del nostro mondo, ovvero l’investitura divina al comando, no, nel mondo di Zero vige la legge del più forte, nella sua forma più elementare: chi sa usare la magia non si fa scrupolo ad abusarne per dominare il prossimo.
Malgrado Zero no Tsukaima sia un anime dai toni leggeri e allegri, descrive un mondo crudele, dove se si ha la sfortuna di nascere senza poteri magici (come pare sia per il 99% della popolazione), l’unica speranza nella vita diventa riuscire a non farsi notare, cercare di non attirare l’attenzione della razza padrona magica, perché basta un niente per finire impiccati o trasformati in ranocchio. chikas_pink01.gif
Neppure quando Saito si dimostrerà molto più coraggioso, saggio o furbo rispetto agli altri protagonisti, dando prova di come anche senza possedere poteri magici si possa essere persone di valore, le coscienze saranno scosse. Gli altri protagonisti maghi rimarranno tranquillamente convinti che Saito è un essere inferiore.
La stessa inevitabile storia d’amore fra Louise e Saito segue questi principi. Per quanto lui si possa dannare l’anima e salvarle la vita (rischiando la propria), per lei rimarrà sempre poco più di un animale domestico. E sebbene si possa usare il termine ‘amore’ per il proprio cagnolino o gattino (o per il Coniglietto Grumo! kaos-whiteusagi03.gif ), non è lo stesso genere d’amore di Romeo e Giulietta.
Nonostante ciò, ho apprezzato. chikas_pink04.gif Ho trovato interessante questo persistere dei vari personaggi nei propri pregiudizi. È un tocco di realismo che non si vede spesso in questo genere di fantasy.

Saito
Saito

Un altro punto a favore, per quanto non originale, è l’interazione fra il nostro mondo e quello di Louise. Infatti Saito non è la prima cosa terrestre a finire dalle parti di Tristania e la caccia ai manufatti terrestri dispersi o evocati per sbaglio è uno dei temi della storia, con effetti spesso esilaranti (in una puntata, un preziosissimo libro, tesoro di famiglia, si rivela essere una rivista porno degli anni ’70!)

Louise Françoise La Vallière in tre dimensioni.
Louise in 3D

In negativo ci sono due punti in particolare. Il primo riguarda i personaggi, che con minime eccezioni sono molto cliché, riciclati da decine di anime e romanzi simili. Non che risultino antipatici e tutto sommato neppure mal sviluppati, solo basta guardarli per dieci secondi per sapere come si comporteranno dalla prima all’ultima puntata, o quasi.
Il secondo punto negativo è il ritmo. Troppo veloce. In sole 13 puntate c’è di tutto, dalla commedia adolescenziale scolastica, allo spionaggio, al recupero di misteriosi manufatti, a una mezza guerra mondiale. Molte, troppe sottotrame si concludono in maniera poco soddisfacente, lasciando l’amaro in bocca per quello che non è stato raccontato.

Nel complesso direi un anime che val la pena guardare. Le prime puntate lo possono far sembrare molto scontato, non lo è. Certo, non è la vetta dell’originalità, ma è divertente e piacevole. chikas_pink23.gif


Approfondimenti:

bandiera EN Zero no Tsukaima su Wikipedia
bandiera EN Zero no Tsukaima su AniDB
bandiera JP 
Zero no Tsukaima Sito Ufficiale (in giapponese)

 

Giudizio:

La struttura sociale nel mondo di Zero. +1 -1 Personaggi stereotipati.
I manufatti terrestri scambiati per quel che non sono. +1 -1 Saito è aiutato una volta di troppo da vari deus ex machina.
Buon ritmo, non è mai noioso. +1 -1 Ritmo troppo veloce!
C’è una spada parlante e Grumo adora le spade parlanti! +1

Un Gambero Fresco: clicca per maggiori informazioni sui voti

Scritto da GamberolinkCommenti (7)Lascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

Pagina 2 di 2

« prima 1 2