La Ragazza Drago IV

Disponibile su emule il quarto volume nella saga de La Ragazza Drago, la saga urban fantasy di Licia Troisi dedicata al pubblico più giovane e ingenuo. Su emule occorre cercare:

Icona di un mulo PiBi-Books 0043 - La ragazza drago -
04 I gemelli di Kuma-Licia Troisi (by Zoe).zip
(7.891.477 bytes)

Copertina de La Ragazza Drago IV – I Gemelli di Kuma
Copertina de La Ragazza Drago IV – I Gemelli di Kuma

Trama:

Accompagnata dal bizzarro professor Schlafen e dai suoi compagni, Sofia parte alla volta di Edimburgo. Ha infatti percepito nella capitale scozzese la nascita di uno dei Frutti dell’Albero del Mondo, e deve riuscire a trovarlo prima che le malvagie viverne riescano a impossessarsene. A Edimburgo Sofia dovrà anche salvare una Dormiente che ha in sé lo spirito di Kuma, un valoroso guerriero Drago, e ne condivide i poteri con il fratello gemello. Quello che Sofia non sa è che sul campo di battaglia di Edimburgo è presente anche il mostruoso Nidhoggr, che per la prima volta è riuscito a rompere il Sigillo che lo imprigiona ed è riuscito a impossessarsi del corpo di un essere umano. Se la ragazza Drago non riuscirà a fermarlo, sarà la fine del nostro mondo!

Anche i precedenti volumi si possono recuperare su emule, si veda questa Segnalazione, quest’altra e quest’ultima.

Certi giorni mi domando se ce lo meritiamo. Se ci meritiamo una scrittrice con il talento di Licia, se ci meritiamo di leggere i suoi romanzi gratis. E la risposta è no. Ma tant’è, qualche volta si ottengono premi dalla vita anche senza meriti.

Scritto da GamberolinkLascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

10 Commenti a “La Ragazza Drago IV”

  1. 10 Kooskia

    Volevo segnalare all’autrice del blog o lettori vari l’”esistenza” del finale di questa fantastica serie che presenta livelli di bassezza logica e presa per il c*** dell’autrice nei confronti del lettore in quantità allarmanti.
    Parlo comunque da amante del fantasy (ho saputo apprezzare storie come Eragon, Temeraire, ecc.. criticate da questo blog con interessante umorismo e logica).
    La spazzatura della Troisi non va criticata, va FERMATA.
    Molto semplicemente sta rovinando la possibilità a molti giovani di apprezzare fantasy più sano per lo spirito e per la mente.

    Spero non consideriate come spam questo mio piccolo link su una recensione/sfogo su questa saga ma …
    http://lavitaaltrove.forumcommunity.net/?t=54553978
    In ogni caso al Troisi ha saputo:
    1) andare contro a regole/obiettivi da lei posti ai protagonisti.
    2) ridurre al NULLA l’unico elemento che poteva essere interessante (i draghi e il rapporto che potrebbero aver avuto con loro).
    3) deux ex-machina pesantissimi, armature magice cosplay apparse dal nulla, armi-giocattolo cosplay materializzati da PALLINE MAGICHE di origine non specificata, reincarnazioni inspiegate, fusioni inspiegate, eliminazioni di personaggi fisicamente IMPOSSIBILI, chi più ne ha più ne metta…

  2. 9 MakKo

    @Fab

    Il problema è che di solito con simili consigli si invoglia a leggere, per curiosità o “sfida”, piuttosto che il contrario… XD

    Ok ma se io ti dico che fa schifo (e il mio consiglio lo do a chi mi conosce e, in teoria, si fida di me) e tu lo leggi lo stesso, allora sei masochista. Poi è vero che bisogna sbatterci il naso, però…

  3. 8 Fab

    @Makko
    Il problema è che di solito con simili consigli si invoglia a leggere, per curiosità o “sfida”, piuttosto che il contrario… XD

  4. 7 MakKo

    @ Gamberetta
    Capisco le tue ragioni, ma personalmente non condivido.
    Io sarei più “severo”. Anzi, lo sono: ad amici e conoscenti sconsiglio da sempre la lettura di libri di Troisi, Mayer, Strazzulla, ecc.
    E a chi mi dice: “Ma se ha venduto così tanto (oppure: se questa FAMOSA casa editrice ha pubblicato il libro) non può essere così male” rispondo:
    “Non è così male. E’ peggio!”.

    La mia non è una critica, eh? Sono solo punti di vista diversi.

  5. 6 Gamberetta

    @MakKo. Nelle Segnalazioni segnalo tutti i romanzi di narrativa fantastica italiani disponibili gratis via P2P, belli o brutti che siano. L’idea di fondo è di fornire gli strumenti per cui ognuno, autonomamente, possa verificare se quello che dico nelle recensioni corrisponde al vero o no. Non voglio che le persone si fidino ciecamente di quello che dico, voglio offrire quanti più strumenti possibile perché ognuno giudichi per conto suo. Gli articoli di tecnica narrativa sono uno strumento. Le Segnalazioni sono un altro strumento.

  6. 5 Gherardo Psicopompo

    @MaKKo
    Suggerisco questa risposta, oltre alla questione della pessima editoria: perchè, nonostante tutto, la robaccia prodotta dalla Troisi è molto meno peggio della robaccia prodotta dalla Strazzulla, dalla Boni, dal Ghirardi, o peggio ancora dall’enigmatica Allibis (sic).

    O in alternativa Gamberetta sotto sotto pensa che qualcuno se lo meriti, di leggere la Troisi. :D

  7. 4 MakKo

    @ Gamberetta

    C’è una cosa che mi arrovella: se i libri della Troisi ti fanno tanto ribrezzo (direi giustamente), perchè contribuisci a divulgarli seppur in modo che risultino gratuiti?
    Ok la lotta alla pessima editoria, però questo è contribuire a divulgare pessima letteratura

    Forse hai già dato le motivazioni altrove nel blog, il tal caso mi scuso ma è una cosa che davvero non capisco.

  8. 3 Cecilia

    Io l’ho letto in una giornata. Ha aumentato la mia autostima come aspirante scrittrice e le stupidaggini mi hanno fatta ridere distraendomi un po’ dallo studio dell’Università e dei manuali.

    Una cosa che nel terzo libro avevo subodorato e che mi ero augurata non accadesse (perchè troppo, troppo, troppo scontata) è puntualmente accaduta e la Grande Rivelazione ha scioccato i personaggi per sì e no un capitolo (10 paginette).

    Mostra spoiler ▼

  9. 2 Gabriel Luciferus

    Sapevo che questo giorno sarebbe venuto… ma perché?? Cos’abbiamo fatto di male per meritarcelo?

  10. 1 Evangeline

    Chissà perché il nome del dottore, Schlafen, in tedesco significa dormire… Un’anticipazione degli effetti della lettura? Nomen omen? XD

Lascia un Commento.
Per piacere, rimanete in argomento. Per maggiori informazioni riguardo la politica dei commenti su questo blog, consultate la pagina delle FAQ.

  

Current day month ye@r *