Recensioni :: Romanzo :: Twilight

Copertina di Twilight Titolo originale: Twilight
Autore: Stephenie Meyer

Anno: 2005
Nazione: USA
Lingua: Inglese
Traduzione in lingua italiana: Luca Fusari
Editore: Fazi

Genere: Fantasy, Romantico, Ritardo mentale
Pagine: 443

È da circa un anno che sento parlare, di solito in termini entusiastici, di questo Twilight. Ho voluto aspettare che si concludesse la trilogia, con l’uscita di New Moon ed Eclipse, per iniziare a leggerlo. Nel caso si fosse rivelato un bel romanzo non avrei dovuto aspettare neanche un giorno per leggere il seguito!
Poi ho scoperto che nel frattempo la Meyer aveva messo in cantiere altri due romanzi, Breaking Dawn e Midnight Sun, ma ormai Twilight l’avevo comprato.

Al termine della lettura di Twilight avevo il cuore che mi batteva forte forte, e un turbine di sentimenti mi sconvolgeva. Sentimenti difficili da raccontare, e perciò, da brava aspirante scrittrice, cercherò di mostrarli:

Se vedessi la signora Stephenie Meyer appesa per una mano al cornicione di un palazzo di nove piani, le schiaccerei le dita.

Twilight o del Romanticume

Io sono una persona cinica, ma non per questo disdegno le storie romantiche, specie quelle di ambientazione fantastica. Ho riletto il manga di Video Girl Ai non meno di dieci volte, e non riesco mai a trattenere le lacrime quando Yota regala il vestito ad Ai o quando loro due festeggiano il primo compleanno di lei nel nostro mondo.

Video Girl Ai Capitolo Sesto
Video Girl Ai Capitolo Sesto: Il primo appuntamento con Yota indossando il vestito che mi ha regalato. Clicca per ingrandire

Perciò non mi ha mal disposta sapere che Twilight aveva a che fare con vampiri adolescenti innamorati. È vero, diversi neuroni si sono suicidati solo per l’argomento, ma in generale ero pronta a lasciarmi andare e frignare alla fine. Non è successo e anzi alla fine ero nera, perché Twilight è un pessimo romanzo.

La copertina giapponese di Twilight
La copertina dell’edizione giapponese di Twilight

La storia è la seguente: la signora Swan si è appena risposata con un giocatore di baseball professionista. Per questo dovrebbe essere sempre in viaggio al traino del nuovo marito, invece rimane a casa, ad accudire la figlia diciassettenne, Isabella (“Bella”).
Bella comprende il disagio della madre e per farla contenta decide di andare a vivere con il padre naturale, Charlie, capo della polizia di una minuscola cittadina, tale Forks.
Forks è un grumo di case in mezzo ai boschi, e uno dei luoghi più piovosi d’America. Le giornate sono sempre buie e grigie. La povera Bella, non appena si rende conto di dov’è finita, si pente subito della propria generosità, ma ormai il danno è fatto.

Uno dei principi cardine della narrativa è il conflitto. Nella buona parte dei casi tale conflitto è la lotta del protagonista, l’eroe, per vincere un problema (il cavaliere ammazza il drago che aveva rapito la principessa). Senza conflitto non c’è storia: se il drago non rapisce la principessa non c’è conflitto e non c’è niente da raccontare.
Qual è il conflitto in Twilight ? Bella è una ragazza carina ma non troppo, intelligente fino a un certo punto, goffa, insicura, timida, né ricca, né povera. È una persona qualunque. Questo è l’eroe. Il problema è: riuscirà una persona qualunque ad abituarsi alla vita in una piccola cittadina? Riuscirà a farsi nuovi amici a scuola? Si sentirà accettata?
Non è un granché, specie per una storia fantasy, ma la Meyer non è interessata a raccontare alcunché e infatti il problema è risolto per pagina 40 o giù di lì: Bella ha già un paio di amiche e ben quattro spasimanti, tra i quali il Ragazzo Più Bello della Scuola.
Infatti Twilight non è narrativa, Twilight è pornografia per ragazzine sceme.

Pornografia: niente a che vedere con il sesso, del tutto assente nel romanzo, è pornografia in quanto la storia non importa, importano solo le immagini in sé, costruite apposta per suscitare determinati sentimenti. Twilight, al pari di un film porno, è una sequenza di scene slegate, costruite apposta per appagare certe fantasie. Se si vuole un esempio meno crudo lo si può paragonare a un documentario sugli ornitorinchi: non vuol narrare niente, vuol solo mostrare un’ora d’immagini di ornitorinchi, per gli appassionati di ornitorinchi.

Ornitorinco
Ornitorinco

Ragazzine sceme: perché, Dio Santo, se una ha un minimo di fantasia è capace da sola d’immaginarsi di arrivare in una nuova scuola ed essere subito adorata da tutti, compreso il Bello di turno. Ci arrivo persino io. Quando butto dei soldi in un romanzo, voglio qualcosina in più, voglio che la mia fantasia sia aiutata da quella dello scrittore, manipolatore di fantasie per professione. Invece la Meyer non ha niente di più da offrire: lei è una qualunque, lui è il più bello di tutti. Lei ama lui e lui ama lei. Fine della (inesistente) storia.

Ma… ma lui è un vampiro!
Persino la Meyer, forse rileggendo una prima stesura, dev’essersi accorta che senza un qualche minimo elemento d’ulteriore interesse il romanzo non avrebbe venduto. Perciò, tanto per essere Originale (O maiuscola), ha deciso di rendere il Più Bello della Scuola un vampiro!

Ridi, Ridi ché la Mamma ha fatto gli Gnokki!

Vediamo cosa comporta essere vampiri nell’universo di Twilight:
I vampiri sono tutti bellissimi, per citare la protagonista: “bellezza assurda… sovrannaturale… dio greco… ecc. ecc.” Per citare una sagace commentatrice su iBS.it, Edward, il vampiro amante di Bella, è: trp gnokko.

Relativity di M.C. Escher
Esempio di bellezza assurda: forse anche M.C. Escher era uno gnokko!

Essere dei vampiri gnokki implica l’immortalità. Avere forza, agilità e resistenza molto superiori a quelle umane. Avere i sensi molto più sviluppati e quando si compie la mutazione si ottiene anche un potere bonus: c’è il gnokko che predice il futuro, il gnokko che può influenzare lo stato d’animo altrui e il gnokko Edward è un telepatico.
Una piccola nota su questi poteri bonus: sono stati inseriti senza alcuna logica, solo perché servivano alla trama, tanto che Edward può leggere nella mente di chiunque, umano o gnokko, ma non nella mente di Bella. Un classico esempio di regola creata ad hoc e irrealistica, chiaro sintomo di pigrizia o stupidità da parte della Meyer.

Gli gnokki, nell’universo di Twilight, non devono neanche temere la luce del sole, non temono croci, aglio, acqua santa, non temono niente. In più non sono neppure obbligati a bere sangue umano, possono sopravvivere nutrendosi di animali. Né pare perdano l’anima o diventino malvagi: la sete di sangue può portarli a gesti inconsulti, ma volendo sanno trattenersi.
Perciò la domanda è: perché non divengono tutti gnokki? Qual è la fregatura? La Meyer non lo dice, ma io ho capito quale sia, e tutta da sola (sono furba!) Ho ragionato su questo particolare: Edward è nato nel 1901, è diventato gnokko nel 1918, la storia è ambientata nel 2005, Edward è ancora al Liceo! In altre parole credo che gli gnokki siano ritardati mentali.
Non che Bella sia molto più sveglia. Insomma, se io scoprissi che il mio ragazzo ha cent’anni ed è uno gnokko, una delle prime domande sarebbe:
«Che cazzo ci fai ancora al Liceo?!»
Bella invece china la testa, tutta rossa di vergogna, e mormora fra sé: «km 6 bello!». Bella vive in stato d’imbarazzo perenne vicina a Edward, e la loro conversazione ne risente molto.

Bella è un’eroina d’altri tempi. Come se il femminismo, Sailormoon, Ripley e Buffy non fossero mai esistiti. Bella è fragile sia fisicamente, sia moralmente. Ogni piccolo contrattempo la riempie d’insicurezze e la porta sull’orlo di una crisi di pianto. È svenevole nel senso letterale del termine. Alla vista del sangue sviene. Dopo una corsa a perdifiato sviene. Per un bacio sulle labbra sviene.
È indifesa, e per fortuna che c’è il suo gnokko sempre pronto a proteggerla! Lo gnokko la salva da un incidente stradale e subito dopo da quattro manigoldi che volevano violentarla. La scena della tentata violenza è da manuale: Bella se ne va a zonzo, dopo il tramonto, per il quartiere più malfamato della città. Viene importunata da quattro mascalzoni ma lo gnokko accorre a salvarla! M’immagino la Meyer mentre cancella la riga dove è scritto che Bella indossa una minigonna e poi gongola: «Sì, ottimo! Adesso non è più una scena banale!»

In realtà fra Bella ed Edward non c’è nessuna complicità, nessuna passione. È la storia d’amore più deprimente che abbia mai letto. Per ritornare a Video Girl Ai, sembrano Moemi e Takashi. Lei è innamoratissima e lui è gnokko (qui nel solo senso di “molto bello”), ma non c’è nient’altro.

Video Girl Ai Moemi & Takashi
Video Girl Ai: Momento d’imbarazzo fra Moemi e Takashi. Clicca per ingrandire

Non hanno niente in comune, nessun interesse, nessun progetto, il loro amore è come i confini tracciati con la squadra di certi stati africani: amore per decreto.
Non a caso, l’unica scena che contenga un minimo di sentimento è la cena al ristorante italiano. Il sentimento è la vanità di Bella, stuzzicata dal fatto che la cameriera, molto più carina di lei, la invidi, perché accompagnata da uno gnokko
Quando Bella ed Edward escono assieme non si divertono mai. Non c’è mai neanche un pizzico di allegria o ironia. È solo un generico amore, perché sì e basta.
Fra l’altro non possono neppure andare oltre al semplice bacio, perché, come spiega lui: gli gnokki sono troppo esuberanti come fisico e troppo scalmanati quando si eccitano, Bella non uscirebbe viva da una notte d’amore con uno gnokko.

Un altro punto che rimane oscuro per parecchio è l’attrazione di Edward verso Bella: d’accordo, perché così l’autrice ha voluto, ma qual è la scusa? La scusa è che Bella puzza (visto che succede a trascurare l’igiene personale?) Bella puzza di sangue in maniera particolare, tanto da far imbizzarrire tutti gli gnokki che incontra. E da questo nasce anche il guaio che occupa le ultime 60 pagine circa del romanzo: uno gnokko barbone cattivo decide di mangiarsi Bella!
Queste ultime 60 pagine sono anche più sconclusionate e patetiche del resto. Appare subito ovvio che il thriller e l’azione non sono nelle corde della Meyer. In più, non sapendo come cavare dagli impicci la protagonista, usa il classico Deus Ex Machina: all’ultimo istante Edward arriva a salvare la sua Bella, saltando fuori da un macchina rubata. Gli gnokki buoni uccidono lo gnokko cattivo e tutti vissero felici e contenti, almeno fino al prossimo romanzo.
Non manca neanche l’imprescindibile scena con lo gnokko che accompagna Bella al ballo di fine anno. Oh, che romantici! E poi nel giardino dietro la scuola si promettono di non lasciarsi mai! Che carini!

Liceali pronti per il Prom
Liceali americani pronti per il Prom o Ballo di Fine Anno: Una tradizione demente che spero non attecchisca mai da noi!

Tecnicismi

Dal punto di vista tecnico la Meyer narra in prima persona, immedesimandosi in Bella, al passato. Il romanzo è molto raccontato, più che mostrato, ma qui non se ne può fare una colpa all’autrice: data l’insignificanza degli eventi, è meglio così. Anzi, se proprio tagliava il romanzo in blocco e non lo pubblicava era meglio!
I dialoghi sono atroci. La Meyer riporta parola per parola le minuzie che si scambiano i personaggi, senza rendersi conto di costruire spesso lunghi dialoghi di sole minuzie:

«Perciò ti piace?». Non era intenzionata a desistere.
«Sì», tagliai corto.
«Voglio dire, ti piace davvero?».
«Sì», ripetei, e stavolta arrossii, sperando che i suoi pensieri non registrassero quel dettaglio.
Ne aveva abbastanza dei monosillabi. «Quanto ti piace?».
«Troppo», bisbigliai.

Mi ami, ma quanto mi ami? E non aggiungo altro, altrimenti poi comincio ad agitarmi, mamma si preoccupa e devo prendere le pillole che mi annebbiano la vista.

C’è solo un altro particolare che vorrei far notare: lo stile della Meyer è semi-professionale, ovvero segue, per quel che la limitata sua intelligenza le consente, quelle tre-quattro regolette della narrativa, e basta questo a creare un romanzo leggibile. Rimane uno schifo, ma è uno schifo scorrevole. Cioè la Meyer scrive almeno un romanzo giudicabile. Tanti “scrittori” nostrani paiono dotati di maggior talento, ma poco importa se non si possiede un minimo di tecnica. Se il lettore crepa di noia a pagina 10 le buone idee non emergeranno mai.

Tirando le somme

Tirando le somme: Twilight è immondizia. Non comprerò gli altri romanzi della serie e credo mai più niente scritto dalla Meyer, che spero s’impicchi.

Dimmi Chi Sono i Tuoi Fan e Ti Dirò Chi Sei

Inauguro con questa recensione una nuova rubrica, che potrebbe apparire d’ora in avanti anche in altre occasioni. Avverto subito che tale rubrica è basata sul sarcasmo e sul prendere in giro il prossimo. Lo scopo è più che altro personale: farmi sentire più intelligente delle mie coetanee e in generale del pubblico. Se la cosa vi crea problemi, passate oltre.

Una torta di compleanno
Questa rubrica è autocelebrativa, come fosse il mio compleanno!

Spesso leggo i commenti su iBS.it dopo che ho comprato un romanzo. Mi divertono sempre, specie quelli entusiasti e sgrammaticati. Vediamo un po’ Twilight cosa ci riserva…

pasquale
Sara’ pure un libro per ragazzi, ma per un neo 5oenne come me e’ stato piacevolissimo leggerlo tant’e’ che sono certo che adesso acquistero’ anche gli altri due della trilogia. Voto 4,5
Voto: 5 / 5

No comment.

Antonella
Da quando ho letto twilight la mia vita è cambiata…ho perfino lasciato il mio moroso! Il seguito l’ho letto in un giorno!! Sentivo troppo la mancanza di Ed quando è andato via e le volte in cui Bella sentiva la sua voce mi sollevavano…era come riprender fiato dopo un’immersione…Mentre leggevo sospiravo, il cuore ha rischiato più volte di andare in tachicardia…soprattutto nel tredicesimo capitolo del primo! Quanto sono triste pensando che nella realtà cose del genere non possono esistere…ma non mollo! Sarò per sempre in attesa del mio Edward…
Voto: 5 / 5

Antonella, racconta la verità: è il tuo moroso a esser scappato a gambe levate!

Ely
1 sola parola: STUPENDOOOOOOOOO!!!!!! è 1 dei pochi libri che mi ha fatto sobbalzare ad ogni pagina, attirandomi peggio di una calamita… leggendo “Twilight” credo di aver sviluppato 1 vera e propria passione per i vampiri (vegetariani, s’intende!)… e dire ke prima ne aveva il terrore! Ecco: 1 esempio di come i libri riescono a farti crescere! Senza dubbio, poi, Edward è 1 personaggio fantastico… oserei dire, e credo che in molti siano d’accordo con me su questo punto, che ci vorrebbero in circolazione + ragazzi come lui!!!!!!!
Voto: 5 / 5

Ely, lo so che sarà una notizia dura da mandar giù, ma fatti forza. Guardami negli occhi, segui le mie labbra: i vampiri non esistono!

VANIA
…inconsciamente invidiabile, sorprendentemente appassionante, involontariamente coinvolgente…… praticamente BELLO!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Wow?

MARTIN@
…Per tutti coloro che desiderano evadere dalla realtà… e immergersi in un sogno!!sognare fa bene a tutti: per questo consiglio vivamente questo libro a chiunque!!……….Soprattutto a chi è ancora alla ricerca del proprio EDWARD CULLEN!!!!!
Voto: 5 / 5

Sei sicura che i sogni ti facciano bene Martin@? Io avrei qualche dubbio…

fra
Ragazzi, non capisco ki nn legge qst libro e ki dice che è brutto…tt hanno il diritto di dire la propria ma…come si fa a dire che twilight è brutto!!!è assolutamente il libro più bello k io abbia mai letto!!! è magico, fantastico, indescrivibile…in una parola…UNICO!!!All’inizio la copertina mi ha incurosito e l’ho letto come x sfidare le mie amike ke lo giudicavano dalla copertina…e dopo il primo capitolo…non riuscivo + a separarmene!! [...]
Voto: 5 / 5

fra, dovresti seguire i consigli delle tue amike, finché ne hai ancora.

barbara
non sono una ragazzina e mi sono approcciata a questo libro unicamente perchè mi è arrivato in regalo(a Natale ma non mi decidevo a leggerlo) pensavo fosse un libro unicamente per adolescenti…….mi sbagliavo…non c’è età per i veri sentimenti……sono rimasta incantata da edward… lui che si mette sempre al secondo posto dopo la sua Bella…..chi non vorrebbe un uomo così….un amore così, finalmente un libro vero sull’amore che và oltre alla fisicità……sarà che sono un’inguaribile romantica ma io sono rimasta affascinata da questa storia.
Voto: 5 / 5

barbara non sei un’inguaribile romantica. Inguaribile sì, ma non romantica.

*Cle*
Twilight… In Assoluto Il Mio Libro Preferito..! L’Ho LeTTo In PochiSSimo Tempo E Dovevo Continuamente Impormi Di SmeTTere Perchè Non Volevo Che DuraSSE TroPPo Poco…! Appena L’Ho Finito L’Ho RileTTo Di Nuovo!Questo Libro Riesce DaVVero A Incantarti,è ImpoSSibile Non Divorarlo! è DaVVero Fantastico,La Storia Affascinante,I PersonaGGi X NuLLa PiaTTi Al Contrario Di Come Sono Stati Definiti… Ki Non Si Riconosce In BeLLa? E Ki Non VoRReBBe Un Edward TuTTo Suo? Il Libro Non è Un Semplice Armony E Ve Lo Dice Una Ke Non è Una Grande Fan Dei Libri Alla MoCCia&Co… L’Elemento Fanstasy Lo Rende Unico! L’Unica PeCCa? Il Finale Un Pò TroPPo Veloce…! AspeTTo Con Ansia Il Seguito,New Moon! Ve Lo Consiglio ;-)
Voto: 5 / 5

Anch’io ho un consiglio per te *Cle*, questo libro: Le Lettere MAIUSCOLE e le Lettere minuscole: Una Splendida Avventura!

Martina
E’ il più bel libro che abbia mai letto… è favoloso mi ha suscitato delle emozioni fortissime… Io l’ho letto perchè me l’hanno presentato quelli del libernauta… Mi hanno affascinato subito con la trama allora l’ho comprato e nn me sn pentita affatto!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Non so chi sia ‘sto “libernauta” ma sono sicura che non dovrebbe girare a piede libero!

Erika
Ok ragazzi, ve lo dice una che di libri se ne intende e come…non per vantarmi, ma non credo che ci sia qualcuno che abbia letto tanti libri quanti ne ho letti io…e devo dire che Twilight è il libro più bello, interessante, coinvolgente, emozionante che si trovi nella mia vasta biblioteca… [...]
Voto: 5 / 5

Ok, Erika, concordo con te che leggere tutti i romanzi di Geronimo Stilton sia stata un’impresa, ma, mi spiace dirtelo, c’è gente che ha letto ancora più libri! Lo so, incredibile!

green day
ho letto il libro in 6 gg sl xke ero impegnata anke con i compiti etc, altrimenti in 2gg l’avevo finito!! x vari motivi: 1.Edward (è impossibile essere cosi gnokki) 2.la storia è bellissima 3.ed è scritta molto bene 4.vi siete accorti ke a tt quelli ke hanno letto “twilight” è piaciuto da matti?? un motivo ci sarà,,, [...]
Voto: 5 / 5

Il motivo ha un nome: John Langdon Down, che nel 1862 descrisse l’omonima patologia.

twilight lover eragon.nihal @ noto-fornitore-di-email-gratuite.com
Twilight. Già sl il nome ispira e x ki nn conosce bene l’ inglese si tratta di ql momento prima ke inizi il giorno, nè notte nè giorno, ma twilight… ho letto qst libro in 1 giorno e 1a notte, ho dormito sl 4 ore! nn potevo nn finirlo e il giorno dp ho telefonato a tt qll ke conoscevo x consigliarglielo! [...]
Voto: 5 / 5

Di questa squilibrata ho lasciato quasi intatto l’indirizzo e-mail. Direi non ci sia miglior commento.

violsa
ho iniziato a leggere qst libro due giorni fa e sn quasi a fine…ogni momenti è buono x leggere dalle lezioni in classe alla sera a letto!! un libro stupendo…ai livelli di 3msc e potrebbe anke superarlo!!!!
Voto: 5 / 5

Come, come, come?! Potrebbe superare Tre Metri Sopra il Cielo ?! No, non è possibile! Perché l’amore tra Step e Babi è trp qlcs!!!!!!!!!!!

EmAnUeLa
weee…salveeeeeeee!!!!!!!!! beh, ke dire su twilight??????? e 1 dei libri + belli ke abbia mai letto… e io d libri ne ho letti tanti… qndi immaginate!!!!!!!! [...]
Voto: 5 / 5

Ci provo, Emanuela, ma davvero non riesco a immaginarmi come tu abbia letto tanti libri. Sarà un limite mio.

greta
UN CAPOLAORO DEL FANTASY DECISAMENTE UNO SPLENDORE PERDERSI FRA LE SUE RIGHE E SOGNARE DI ESSERE TRA LE BRACCIA DI EDWARD A PARTE TUTTO HO LETTO GLI ALTRI COMMENTI ED E’ STATO DETTO DAVVERO DI TUTTO SONO FELICE CHE CI SIANO PERSONE CHE ANKORA SANNO APPREZZARE LA BELLA LETTURA E RIESCONO A PROVARE ANCORA DELLE EMOZIONI COSI’ FORTI COME E’ SUCCESSO A ME HO LA RECENSIIONE DI NEW MOON IN INGLESE E MI SENTO MALE A LEGGERLA PERCHE SO CHE NON E’ TUTTO D’UN FIATO COME LEGGERE IN ITALIANO … COMUNQUE QUEL PO’ CHE HO LETTO PROMETTE BENISSIMO PER CHI LEGGERA’ LA MIA RECENSIONE TENETE D’OKKIO LA MIA MAIL PERCHE PRESTO LEGGERETE DI ME STO SCRIVENDO ANKE IO UN LIBRO MOLTO INTERESSANTE E DEL GENERE SONO UN APPASSIONATA DI VAMPIRI DESCRITTI NELLA NOSTRA GENERAZIONE SALUTI AGLI ESTIMATORI
Voto: 5 / 5

Da leggere tutto d’un fiato. È uno degli esercizi per chi vuole diventare sommozzatore.

Debby
Ho finito stamattina di leggerlo in inglese, purtroppo l’ho scoperto tardi, ma dopodomani avrò già fra le mani New Moon. Mi sono ritrovata a spegnere la tv per quindici giorni, per leggerlo con calma. Ho riletto da capo ogni capitolo tre volte, per non farlo finire troppo presto, e la mattina mi sono svegliata sempre pensando “Ma perchè non ho scritto io una cosa così bella?”. A parte la tensione sentimentale (e anche erotica) tra i protagonisti mi sono ricordata tante emozioni dell’adolescenza, quando ogni ragazzo di cui ti innamori sembra sovrumano, bellissimo, irraggiungibile. Ho letto gli ultimi due capitoli in treno e (senza dare spoilers), mi hanno passato i fazzolettini per asciugare le lacrime. Detto tutto ciò, confesso: ho quasi quaranta anni!
Voto: 5 / 5

Debby per me sei come la stella cometa, a indicarmi la direzione da non seguire.

Eleonora
In libreria era nel settore “libri per adolescenti”???????. Allora o sono matti in libreria, o io mamma di 30 anni ho crisi di identità. Adesso lo custodisco gelosamente per i miei figli, non ho dubbi che alle future generazioni piacerà come a noi. Non scrivo altro, è già stato detto tutto o quasi…
Voto: 5 / 5

Ti posso dire che non sono matti in libreria. Il resto lo lascio alla tua immaginazione!

Ary_Bimba
oddio..ho iniziata a leggere qst libro ieri e l’ho finito pk ore fa..qnd nn leggevo nn potevo fare a meno d pensare al libro..d averlo letto m sn totalmente depressa,non so perkè..ero felice ma anke triste xk anche io vorrei una storia così..nn importa se i vampiri non esistono,non imposta se una ks del genere non capiterà mai..in tt la my vita ho letto un sakko di libri..e qst è assolutamente il + bello k abbia mai letto..100 volte più bello..c’è un seguito? [...]
Voto: 5 / 5

Cara Bimba, se tu avessi seguito le lezioni di aritmetica alle elementari, sapresti che aver letto 2 libri non significa averne letti un sakko. Studia!

JUMA JUMA
SE FOSSE 1 FILM ITALIANO NN AVREI DUBBI:SCAMARCIO NEL RUOLO DI EDWAED E KATY LOUISE SAUNDERS NEL RUOLO DI BELLA!!!!IDENTICI!!!!
Voto: 5 / 5

Se Juma Juma fosse un essere umano non avrei dubbi: lobotomia.

eugenia
unicooo….durante la lettura mi ha tolto il fiato..lo consiglio a tutti. è stata una tempesta di continue emozioni!!! ora ho soltanto un grosso dubbio..non è che esistono i vampiri?!?!brr..però mi piacerebbe 1 kasino fare conoscenza di creature così delicate,armoniose..cosi facili da amare!! [...]
Voto: 5 / 5

eugenia confonde i vampiri con i maialini da latte.

GIAMAICA BRASINI
IL LIBRO MI HA AFFASCINATA!VORREI TANTO SAPERE SE NE FARANNO UN FILM E…QUANDO ESCE NEW MOON?IO E LA MIA AMICA C SIAMO LETTERALMENTE LITIGATE EDWARD…E HO VINTO IO!CMQ GRAZIE X IL BELLISSIMO LIBRO!!! W TWILIGHT!!!!!!!!!!!!!!! P.S.POTETE INVIARMI IL GIORNO IN CUI ESCE NEW MOON?è X 1 AMICA!!!
Voto: 5 / 5

Giamaica, se molli il tasto shift e scrivi l’indirizzo della tua amica, t’invieremo il giorno tutto intero!

ambra
questo libro mi fu dato in una maniera totalmente strana ero a farmi 1 giro quando 1 ragazza mi si avvicinò porgendomi la copia piccola del volume la sera iniziai a leggerlo poi scropi che mi appassionava sempre di piu a tal punto k passavo 5 ore a leggere per poi finirlo solo in 2 giorni e mezzo..che altro posso dire che se esistesse 1 personaggio come edward io pure me ne sarei innamorata perdutamente……
Voto: 5 / 5

Questo commento ha una trama più interessante del romanzo. Cioè Ambra era a spasso per i fatti suoi quando una misteriosa ragazza l’affiancò porgendole una copia in miniatura di Twilight ? Affascinante!

Ma questi erano i giudizi di ragazzine cerebrolese. Chissà cosa ne pensa una scrittrice, il cui romanzo d’esordio è stato recensito su questo blog (lascio al lettore scoprire chi sia):

Bello, bello, bello, capace di trasportare nella dimensione adolescenziale con una pacatezza incredibile. Il tempo torna indietro e si torna nuovamente ragazzi alle prese con i primi terribili approcci, il batticuore, i primi amori. Tutto si tinge di rosa, il brutto diventa bello, l’orrore diventa amore. Ed é questo a parer mio il punto di forza di questo romanzo: una ragazza innamorata di una creatura incredibile, ma a suo modo desiderosa di riscatto seppur mantenendo tratti sintomatici della sua specie.

Non posso che farti i miei più sentiti auguri, cara “scrittrice”: se hai intenzione di scrivere altri romanzi ne avrai bisogno!


Approfondimenti:

bandiera IT Twilight su iBS.it
bandiera EN Il sito ufficiale di Twilight
bandiera EN Il sito ufficiale di Stephenie Meyer
bandiera IT Uno dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight
bandiera IT Un altro dei (troppi) siti italiani dedicati a Twilight

bandiera IT Video Girl Ai su Wikipedia
bandiera EN M.C. Escher su Wikipedia

 

Giudizio:

Edward è uno gnokko!!! +1 -1 Gli gnokki sono ritardati mentali.
-1 La protagonista è un’idiota.
-1 Una storia d’“amore” senza passione o divertimento.
-1 Al di là dell’“amore” c’è solo noia.
-1 Dialoghi degni dell’asilo.
-1 Il finale “thriller” è ridicolo.
-1 La Meyer ha scritto altri libri.

Sei Gamberi Marci: clicca per maggiori informazioni sui voti1

«Chiara, Chiara, quante volte ti ho detto di non metterti al PC a scrivere recensioni senza aver prima preso le tue medicine!» «No, mamma, non le voglio le pillole! No, no, no, no!»

Scritto da GamberolinkLascia un Commento » feed bianco Feed dei commenti a questo articolo Questo articolo in versione stampabile Questo articolo in versione stampabile • Donazioni

1.485 Commenti a “Recensioni :: Romanzo :: Twilight”

Pagine: « 15 14 13 12 11 10 [9] 8 7 6 5 4 3 2 1 » Mostra tutto

  1. 885 Uriele

    “La critica, anche se sarcastica, ha e deve avere dei limiti”

    Questa frase è tua. Ed è di questo che stiamo parlando: si può fare dell’ironia o scherzare su qualsiasi tema o no (che si stia parlando di una critica o no). Se me lo chiedi onestamente la battuta di Gamberetta non mi ha fatto ridere, ma non mi ha mai fatto ridere neppure lo Zelig o la Litizzetto a “Che tempo che fa”. Sono di gusti difficili forse, ma per quanto il mio gusto non mi faccia apprezzare la loro capacità, riconosco gli estremi della battuta e non prendo alla lettera le loro parole: forse non sarò un genio, ma non sono un imbecille e riesco a riposizionare una frase nel suo contesto.

    “su ciò che la gente comincia a pensare credendo di poter prendere per vere queste battute”
    Invece non riesco a capire questa frase. Cosa intendi con credendo di prendere per vere delle battute? Non lo capisco davvero. Una battuta non ha nè lo scopo di fare proselitismo, nè quello di svelare verità o di formare. E’ una battuta.

    PS: se ti fosse sfuggito ho incominciato a rispondere alle tue affermazioni solo dopo che la discussione è diventata generale e si è incominciato a parlare di diritto di SCHERZARE (non dico di satira perchè dietro questa parola si nascono spesso i diffamatori grazie alle molteplici sfumature che nasconde) su qualsiasi argomento.
    Chi scrive è a favore della censura da parte dei genitori nell’educazione dei bambini, della censura da parte dello stato di elementi violenti che incitano attivamente alla violenza verso altre persone o organizzazioni (la considero una scelta eticamente NON errata, anche quando non condivido le idee censurate), della menzogna buona per non ferire una persona che non potrebbe trarre nessun giovamento reale da una verità scomoda, eccetera… Insomma non sono un sostenitore della libertà di parola in qualsiasi contesto, ma solo quando questa non pregiudica la salute fisica e mentale delle altre persone.

  2. 884 Elisa

    Nel caso non lo avessi notato la discussione non era più incentrata unicamente su ciò che dice Gamberetta, ma su ciò che la gente comicia a pensare credendo di poter prendere per vere queste battute. Io aveva appoggiato un commento che diceva che Gamberetta forse aveva esagerato, cosa che anche io pensavo, ma il problema non era quello. Infatti prima che si apreisse questa discussione avevo parlato di tante altre cose, dimostrazione del fatto che non c’ero rimasta così scioccata. Ciò che mi ha portata fino a questo punto sono state le vostre repliche. Io non ho mai detto che Gamberetta ha scritto una critica di merda, che per ciò che ha detto dovrebbe cancellare tutto e che è una persona ignobile. Ho espresso un parere. A voi non è piaciuto il mio parere e avete risposto e così via. E siamo finiti fin qui. Non capisco per quale motivo vi abbia dato fastidio quel mio commento, fatto sta che ora siamo finiti a parlare di filosofia, delle leggi dei paesi stranieri e così via. Ora basta. Ne vuoi parlare ancora? Ho lasciato il mio contatto e-mail. Abbiamo esagerato abbastanza.

  3. 883 Uriele

    A dir la verità io stavo parlando della raccolta Le Meraviglie della Natura e della tecnica, comunque… Vuoi un altro esempio? Bonvi! E non mi riferisco solo alle Sturmtruppen, ma anche agli altri suoi lavori. Per quanto riguarda Carlin, nei suoi monologhi denunciava la visione perbenista americana e l’ipocrisia nascosta nelle parole in palese contrasto con le azioni.

    Per quanto riguarda la pena di morte c’è anche in Giappone, nella maggior parte dei paesi asiatici, in quelli africani, in sud America e negli stati uniti, in poche parole solo L’Europa e l’Oceania come continenti non ce l’hanno, ma se ragionassi come te dovrei escludere a priori 3/5 dei continenti (o una percentuale ancora maggiore della popolazione se ragioniamo su base demografica) dal pensiero etico o dal proporre opinioni e punti di vista solo perchè in alcuni stati al loro interno è prevista la pena di morte (e dall’Europa ho escluso la Russia che ha da sempre avuto grandi pensatori, ma un governo che ha violato numerose volte negli ultimi anni le normative sui diritti umani). Non è un pensiero molto lucido, te ne rendi conto almeno?
    Hai imbastito un discorso di etica, buon gusto e morale a partire da una battuta in un testo più ampio. Fare ironia, fare una battuta non è apologia è una battuta. Prima di continuare ti consiglio di ascoltare (o leggere la trascrizione) Rape can be funny di Carlin.

    “These guys think women ought to go to prison for being cock teasers. Don’t seem fair to me.
    Don’t seem right, but you can joke about it. I believe you can joke about anything.
    It all depends on how you construct the joke. What the exaggeration is. What the exaggeration is.
    Because every joke needs one exaggeration. Every joke needs one thing to be way out of proportion.”

    Questa frase è il punto del discorso, lo è nel caso di Carlin come in quello in questione: puoi non essere d’accordo, può non piacerti l’argomento, ma puoi scherzarci sopra. Adesso, una critica su come era strutturata la battuta ci può stare, ma dire che il tema provoca sofferenza e non bisogna scherzarci è un punto di vista estremo e pertanto devi capire che, giustamente, può non essere condiviso.

    Si parlasse di dichiarazioni politiche di uno stato capirei, si trattasse di una reale incitazione all’omicidio capirei, una minaccia oppure l’apologia di un reato. Però qui si è alzato un polverone per una battuta pura e semplice. Il contesto ed il tono sono diversi. Non ha nulla a che fare con l’ignoranza e la superficialità, si tratta solamente di ATTRIBUIRE ALLE PAROLE IL GIUSTO PESO, sennò ci ritroveremmo a discutere della funzione apotropaica ed etica del riso nel teatro Menandreo ogni volta che uno racconta una barzelletta sporca.

  4. 882 leia87

    @ PInK VaMPiRE gIRl

    Non è tanto il fatto che vi piaccia la Meyer, ma il fatto che ve ne usciate sempre con cose tipo “scrivilo tu un libro” oppure “non hai capito niente” (senza poi spiegare cosa Gamberetta dovrebbe capire secondo voi) oppure “se è piaciuto a tanti allora è bello” et similia che vi fanno apparire poco intelligenti.
    Se è piaciuto a molti ci sarà un motivo (moda, pubblicità etc), che però può non aver nulla ha che fare con il valore dell’opera in sè. Non generalizzo dicendo che tutti i best-seller fanno schifo in quanto tali, ma il fatto che un libro venda parecchio non lo rende automaticamente bello.
    L’accusa di non capire ha senso solo se poi mi si spiega cosa non avrei capito; cose del tipo “non sai sognare” o “sei una cinica senza cuore” sono da persone infantili, lasciano il tempo che trovano.
    Il ritornello “scrivilo tu un libro” è una stronzata di proporzioni immani: è come dire che uno spettatore non può giudicare un film perchè non è un regista. Assurdo. Inoltre se un’ opera viene pubblicata diventa automaticamente suscettibile di critica da parte del lettore.
    Ci tengo a precisare che personalmente non penso che tutte le fan della Meyer siano bimbeminkia, ma molte danno prova di esserlo (soprattutto quelle che si esprimono solo in SMSese). Alcune,come Elisa, hanno saputo argomentare le loro idee.
    Spero di aver risposto almeno in parte alla tua domanda.

  5. 881 Elisa

    @ Uriele
    Perdonami, non avevo visto la tua risposta.
    Anche io sono a favore dell’eutanasia, suicidio assistito e sono felice di vedere i miei cari trovare pace dopo tante sofferenze. Non credo di aver detto niente di diverso. So che a parole non corrispondono fatti, ma la mente umana è strana e la gente si fa convincere, senza pensare che forse dicono stronzate (vedi Pede). Infine non citare gli Americani per giustificare, ti prego! Hanno un modo di pensare terribile! Una buona parte dei paesi Americani ammette la pena di morte, ed è tutto dire. E ancora, per favore….Leo Ortolani??? Verrà a farci lezione a scuola tra qualche mese…so che tipo è e so cosa scrive…Il suo personaggio, Ratman, è un cretino ignorante per definizione. Le battute lo rendono politicamente scorretto, e così la gente che pensa? Che un cretino, ignorante, politicamente scorretto CREDE in quelle cose. Mi sembra una bella presa per il culo per chi la pensa davvero in quel modo.

  6. 880 Elisa

    @ Pede
    Se scrivendo un libro assicurassi la vita alla mia famiglia, lo scriverei. Anche se fa schifo. Penso lo farebbe chiunque. Ecco cosa intendevo con quella frase. Ah, accetteresti? Allora vattene in America. Amano le condanne a morte. Ti troverai bene.

  7. 879 PInK VaMPiRE gIRl

    mi piacerebbe sapere il motivo di tanto accanimento contro twilight, i suoi lettori e la meyer…. non mi capacito di tutto questo risentimento nei nostri confronti…. tralasciando quello che ha scritto gamberetta, i vostri commenti ci fanno passare per persone aventi un cervello pari a quello di una gallina solo perchè non consideriamo spazzatura un libro fantasy come gli altri…. attendo risposte….

  8. 878 Pede

    @Elisa:
    Sono consapevole di non aver letto tutti i commenti precedenti, infatti ho solo risposto ironicamente alla tua frase “E’ vero, può dire quello che vuole, ma quella donna ha scritto un libro. Quel libro è piaciuto e ha messo apposto la propria famiglia per un bel pò di anni a venire”.
    E…si, accetterei molto volentieri il tuo invito di ammazzare la Meyer per purificare il mondo della letteratura ^^.

  9. 877 Elisa

    Ascoltate. Qui l’argomento è andato ben oltre le osservazioni alla critica di Gamberetta. Non credo sia il caso di andare oltre, anche se stavo quasi per inviare un’ulteriore replica. Per chi vuole, questo è il mio contatto msn: elisa89_con@hotmail.it
    Per favore, se dovete aggiungermi solo per prendere per il culo risparmiatevelo. Per tutti gli altri, aggiungetemi pure. Sono disposta a continuare la discussione quando volete.

  10. 876 YOURhotVAMPIREdream

    Comincio dicendo che non dovrebbe fregartene, se non ti piace bene, fatti gli affari tuoi e non criticare ogni minimo particolare, se vuoi dì che non ti è piaciuto e basta. Non c’è bisogno di dirci che siamo sceme.
    Anche perchè in questo modo insulti anche noi, oltre al libro, e ciò non mi piace.
    Penso che tu ti sia basata solo sulle cose tecniche, non puoi lasciarti andare? Prima di Twilight Pensavo che I vampiri fossero delle schifezze, che fanno solo del male, mi sono ricreduta.
    Non ti va bene che noi sognamo con la Mayer? Certo è un pò ovvio, stranamente proprio il più bello si innamora di lei. Ma che ci si può fare, la ama fine.

    Non volevo nemmeno rispondere perchè mi sembra inutile, ma poi ho pensato che non mi costava nulla.
    Ok, ora chiudo perchè mi sono stancata di parlare di questo.
    E c’è un motivo perchè il libro piace a milioni di persone, e a te NO. U.U

  11. 875 PInK VaMPiRE gIRl

    ho letto i primi tre libri della saga e sto leggendo il quarto e ultimo… mi sono piaciuti e ne sono rimasta affascinata… penso che su alcuni punti gamberetta abbia ragione (ad esempio sui dialoghi),ma ho ricevuto uno schiaffo in faccia quando ho letto: “Twilight è immondizia. [...] Non cvomprerò mai più niente della Meyer, che spero si impicchi”, perchè, primo, non si augura alla gente il suicidio, per quanto si disprezzi, poi per giudicare in quel modo un libro bisognerebbe essere in grado di scriverne uno… non credo che il suo generale della storia sia solamente: lei, umana banale e insignificante, ama lui, vampiro bello e impossibile, e viceversa,; fine della storia… nei libri si celano messaggi più importanti e non credo che le miriadi di adolescenti,alle quali è piaciuto il libro, non se ne possano separare solo perchè c’è di mezzo un grandissimo “gnokko”… i tuoi toni, gamberetta, sono un po’ troppo acidi e aspri e forse eri così tanto concentrata a trovare difetti ovunque, sia nel libro che nella scrittrice, che non ti sei accorta della bellezza del libro… citando il commento che hai preso ad esempio per mostrare il quoziente intellettivo delle lettrici della saga, noto che, lasciare il proprio ragazzo per il nuovo amore scoperto per edward (antonella) e cercare invano una persona con le sue stesse caratteristiche, sia un po’ eccessivo, ma non rappresentano tutta la nostra vasta gamma… concludo dicendo che il tuo giudizio è di parte e confrontare questo testo con altri fantasy non sia il modo migliore per far risultare i suoi lati negativi…

  12. 874 wewec

    @ Elisa

    La libertà di parola è un diritto di tutti, ma i limiti ce li dovremmo porre da soli

    La necessità di porre dei limiti alla libertà di tutti, con lo scopo di renderla concreta per ciascuno, è una questione fondamentale della filosofia del diritto sin dai tempi di Hobbes. Sai, sono pigro e al momento non mi sento in vena di intavolare un discorso di simile portata, anche perché in linea di massima condividiamo le stesse posizioni: a somma libertà corrisponde somma oppressione. Sta di fatto, però, che imboccando questa strada è inevitabile tornare alla domanda che ancora due post fa ti avevo previdentemente posto

    Se tu ritieni orribile scherzare riguardo alla morte di qualcuno, come io trovo insopportabile che si faccia del sarcasmo sui disabili e come un altro potrebbe considerare inaccettabile una battuta sul disboscamento della foresta pluviale, che genere di limiti dovremmo imporci per soddisfare tutti?

    La mia critica nei confronti delle filippiche delle fan si fonda su questo: com’è possibile garantire una concreta libertà di pensiero e parola, se ogni argomento considerato sacro da qualcuno non può essere affrontato? La gente muore di cancro, ma perché questo dovrebbe negarmi il diritto di scherzarvi sopra? Vi è anche chi muore facendo bungee jumping, come chi è morto per la grandezza del reich, ma questo dovrebbe forse fermarmi dal prendere per il culo quei mona che si buttano dai ponti o quegli stronzi che massacrarono bambini nel nome di Hitler? O forse la morte di chi è crepato per il nazismo è, per definizione, meno sacra di quanto non lo sia quella di un medico caduto in una zona di guerra del terzo mondo? Vedi, non puoi porre dei limiti assoluti a qualsiasi argomento ritenuto scabroso, perchè imbavagliare la libertà di satira in rispetto alla sorte delle cavie da laboratorio sarebbe una colossale stronzata, eppure, allo stesso modo, non puoi nemmeno stabilire dei gradi di rispetto dovuto, perchè se oggi si può scherzare sul quel maiale di Goering e non su una martire come la Betancourt, domani magari sarà di cattivo gusto sfottere quell’idealista di Himmler e non quella sciocca di Madre Teresa. Chi può dirlo?

    E comunque sappi che le mie non sono nè frasi fatte nè parole messe in fila a caso senza alcuna correlazione logica

    Parlo di frasi a caso perché dire

    Non credo che abbia fatto niente di tanto abominevole da augurarle la morte.

    non ha alcun senso all’interno del tuo precedente discorso, né tantomeno nell’ambito di quella che sembra essere la tua corrente di pensiero: nella frase “non ha fatto niente che meriti un augurio di morte” è infatti implicita la possibilità di fare qualcosa di sufficientemente grave da meritarlo, il che riduce la portata delle tue affermazioni da “non si augura la morte alle persone”, a “non mi sembra che la Meyer se lo meriti, ma parliamone, forse sbaglio”.

    O sei tu che non ci arrivi (ma a questo si può rimediare spiegando la cosa con parole diverse, come ho appena fatto io) o non capisci che alcune frasi ti sembrano frasi fatte nel momento in cui esprimono un concetto complicato

    Un consiglio spassionato: qualora ti venisse fatta notare un’illogicità all’interno di un tuo discorso, non partire automaticamente dal presupposto che sia il tuo interlocutore a non arrivarci: prendi in considerazione la possibilità che ti stia veramente dando un suggerimento.

  13. 873 Uriele

    sarcasmo e semantica insieme: sono un’accopiata vincente!
    E se me lo chiedi sono anche a favore dell’eutanasia e del suicidio assistito e ho visto morire persone care e sono stato molto più contento per loro di quando li ho visti in un letto a star male senza una reale possibilità di guarigione. Se i tuoi canoni etici sono già diversi, direi che il discorso può finire qua.

    Nella battuta di spirito si può toccare qualsiasi tema (certo, se non sei imbecille non vai DIRETTAMENTE dalla donna, che sai essere appena stata violentata, a raccontare l’ultima gag sullo stupro). Ricordati tre cose:
    1) augurare una qualsiasi cosa a una persona, se non si interviene con le azioni per attuarla, NON porta a nessun cambiamento reale e fisico. Dicesi anche “la sfiga non esiste”
    2) una satira che non offende o indispone nessuno non è satira (e questo lo dicono personaggi come Luttazzi, Fo, Carlin, i migliori)
    3) una battuta acida è una cosa fine a se stessa, o al più alla risata, NON è un augurio.L’augurio sottintende: intenzione reale, un forte desiderio e una serietà di intenti

  14. 872 Elisa

    @ Uriele
    Carissimo riflettici…se io dico che la morte fa male alla gente, secondo te mi riferisco ai morti? No dai sul serio! Secondo te mi riferisco a chi non si sa neanche se lo attende una vita nell’aldilà o a chi è costretto a vedere le persone che ama morire o peggio vedere i propri cari soffrire della perdita di qualcuno?

    Scusate se non ho risposto a tutti e tre con un unico commento, ma mi sono accorta dopo degli altri…

  15. 871 Elisa

    @ Pede
    Se tu avessi letto i commenti precedenti, scopriresti che io non ho mai detto che la Meyer debba essere ammirata e sapresti che contesto solo alcune cose che non hanno niente a che fare con il tuo commento. Comunque se anche la pensassi come te e cioè che la Meyer non è un modello da seguire?? Che ne diresti se ti dicessi di farla fuori per purificare il mondo della letteratura?? Ops…ma anche così calpestiamo il diritto di parola e di pensiero…ma guarda te…!

  16. 870 Elisa

    @ wewec
    Evidentemente non sei abituato a ragionare su temi simili. La libertà di parola è un diritto di tutti, ma i limiti ce li dovremmo porre da soli. Ora tu non la pensi assolutamente come me, ma io non ti scriverei mai “spero che tu muoia! Se ti dovessi trovare appeso al cornicione di un palazzo ti pesterei le dita, stanne certo”, perchè questo significa abusare del diritto di parola. E comunque sappi che le mie non sono nè frasi fatte nè parole messe in fila a caso senza alcuna correlazione logica. O sei tu che non ci arrivi (ma a questo si può rimediare spiegando la cosa con parole diverse, come ho appena fatto io) o non capisci che alcune frasi ti sembrano frasi fatte nel momento in cui esprimono un concetto complicato. Ma stai tranquillo, discutere mi piace, quindi credo in tutto quello che scrivo. Mi dispiace che ti sembrino frasi fatte, ma non riesco a spiegarti il mio pensiero con parole più semplici di quelle. Ah…comunque io penso che tu scriva abbastanza bene. Scusami se non sono alla tua altezza.

  17. 869 wewec

    @ Elisa

    Aspetta, tu non hai idea di cosa sia una frase fatta, giusto? Guarda, sinceramente non è mia intenzione perdere tempo a spiegarti in cosa consista la sottile differenza tra questa e una citazione, ma posso comunque assicurarti che non hai motivo di preoccupazione riguardo ad un eventuale accusa di plagio: in effetti dubito seriamente che qualcuno prima d’ora abbia mai scritto una boiata del genere.

    La libertà di parola e pensiero non è una giustificazione. E’ vero, può dire quello che vuole, ma quella donna ha scritto un libro

    E allora? Io ho smontato una ducati, ma non per questo pretendo che non si facciano battute sui disabili. Scherzi a parte: il tuo discorso porta da qualche parte o ti limiti a mettere in fila parole a caso senza alcuna correlazione logica, così, tanto per fare?

  18. 868 Pede

    @Elisa:
    Già, hai ragione, cosa avrà mai fatto la Mayer di male?
    Ha solo pugnalato alle spalle “Sua Altezza Letteratura” regalando all’umanità libri assassini di cui si potrebbe fare benissimo a meno.
    Ha cavalcato l’onda del periodo “scrivi boiate e diventi famoso in pochi secondi” ed è riuscita nel suo intento, guadagnando così tanto da mettere apposto la sua famiglia per un bel po’ di tempo.
    Che dire… è proprio da ammirare secondo me!

  19. 867 Uriele

    “La morte è qualcosa che fa talmente male alle gente”

    Mai sentito un morto lamentarsi. E poi è il morire che può fare male, non la morte… Per quanto riguarda il sarcasmo sui disabili, guarda Christofer Reeve e una qualsiasi serie animata americana.: se nel giro di 3 serie non han fatto una battuta su superman e la sedia a rotelle significa che han chiuso prima.

    Ortolani, probabilmente il miglior scrittore satirico italiano di fumetti, da anni ha usato temi scabrosi e tabù (la pedofilia, gli handicap, la povertà,…) per fare dell’ironia e nessuno ha mai avuto nulla da ridire: è tutta una questione di stile.

    Come diceva Orson Scott Card:” non ci sono regole, se lo fai bene”

  20. 866 Elisa

    @ wewec
    Le credi frasi fatte? A me non sembra. Tra l’altro non l’ho mai sentita una frase come quella, altrimenti avrei detto che era una citazione. Sai, se si legge molto capita di parlare come se stessi citando frasi fatte.e comunque, se vedi gli articoli dei critici seri, nessuno augura la morte all’autore di cui parla, e sai perchè? Perchè nessuno si azzarda a scherzare su cose simili, come nessuno si azzarda a fare del sarcasmo sui disabili. O meglio, nessuna persona che non sia assolutamente fuori dal mondo. Chi lo fa è mal visto dagli altri. E ti aspetti che si dica “o poverino! Quello ha espresso solo la propria opinione dicendo che i disabili sono persone che fanno le vittime sfruttando la propria situazione!” o ancora “Ma c’è libertà di parola! Lei ha tutto il diritto di dire che l’autrice merita la morte se pensa che ha scritto un libro orribile”. Penso ti renda conto da solo che stai dicendo un mucchio di idiozie. La libertà di parola e pensiero non è una giustificazione. E’ vero, può dire quello che vuole, ma quella donna ha scritto un libro. Quel libro è piaciuto e ha messo apposto la propria famiglia per un bel pò di anni a venire. Non credo che abbia fatto niente di tanto abominevole da augurarle la morte. Veramente, mi sembra di parlare di cose talmente ovvie…non capisco come possiate parlarne così. La morte è qualcosa che fa talmente male alle gente, ogni giorno, che augurarla anche solo per scherzo fa venire i brividi. Cioè, non lo so, forse penso male io, forse in realtà la vedo più esagerata di quello che è…sentite io non ce la faccio più a parlarne. Vi diverte? Divertitevi. Ridetene. Beati voi che un argomento simile vi fa ridere. A me fa solo male.

  21. 865 Vale

    L’ho letto…
    Sono riuscita ad averlo in prestito e l’ho letto, alla fine, pensavo che non lo avrei mai fatto, non dopo questa recensione, ma mi è capitato, e non posso che quotare quello che dice Gamberetta.
    È pornografia, intesa come una serie di scene slegate, costruite apposta per appagare certe fantasie. E la Meyer non sa scrivere.

  22. 864 wewec

    @ Elisa

    La critica, anche se sarcastica, ha e deve avere dei limiti

    Perché? No, sul serio, non sono sarcastico: perché dei limiti? E quali poi? Se tu ritieni orribile scherzare riguardo alla morte di qualcuno, come io trovo insopportabile che si faccia del sarcasmo sui disabili e come un altro potrebbe considerare inaccettabile una battuta sul disboscamento della foresta pluviale, che genere di limiti dovremmo imporci per soddisfare tutti? Chiunque può trovare offensiva qualsiasi cosa, ma, seriamente, quale alternativa reputi migliore: garantire a tutti la piena libertà d’espressione o negarla per offir loro la bovina certezza che nessuno ne urterà mai i sentimenti? Non so cosa tu preferisca, ma per me la scelta è semplice: anche se il prezzo da pagare fosse l’essere costretto a sopportare una battuta sui disabili, continuerei comunque ad optare per la libertà di satira.

    Solo i superficiali augurano la morte alle persone e solo gli ignoranti lo trovano divertente.

    Solo i codardi sparano frasi fatte prive di fondamento, e solo gli sciocchi credono di vedervi un senso. ( Ah, le frasi fatte! Un gioco che si può fare anche in due! )

  23. 863 Elisa

    @ Fos87
    Ho riscritto questo commenti 10 volte. Non voglio essere cattiva, non è nella mia natura. Ho sempre detto che Gamberetta mi piace, ma in alcuni punti la considero esagerata. La critica, anche se sarcastica, ha e deve avere dei limiti. Questo è il suo modo di criticare e a molti piace, ma da qui ad essere osannato ce ne vuole. Solo i superficiali augurano la morte alle persone e solo gli ignoranti lo trovano divertente.

  24. 862 Pede

    Penso di avere trovato in Gamberetta un modello da seguire.
    Trovo se sue recensioni oggettive e molto “professionali”, e grazie al suo tocco di ironia sadica verso i romanzi e gli autori riesce a non rendere la lettura noiosa.
    Continua così!

  25. 861 Fos87

    Elisa, sinceramente no.

  26. 860 Elisa

    @ wewec
    hai ragione, quel passaggio mi era sfuggito. Ma non cambia molto quello che volevo dire.
    @ Fos87
    Capisco che le battute di Gamberetta ti facciano ridere. Hai tutto il diritto di difenderle, ma da qui a chiamarle “sarcastiche” ce ne vuole….io le chiamerei sadiche, non è più azzeccato?

  27. 859 Mel

    Ho trovato questo sito perchè un amico me l’ha passato facendomi notare quanto orrido fosse il romanzo della chiave nel cassonetto o come cavolo si chiamava (niente, l’ho abolito, m’ha creato un trauma permanente)..

    Su Twilight ci sono passata perchè è un libri che pur non avendo letto (e ben me ne son sempre guardata!), me ne han parlato fino alla nausea, e ho sempre avuto l’impressione fosse quantomeno scadente.
    Non ho purtroppo ancora avuto modo di leggere tutti i commenti (sono tantissimi!), ma sono certa che mi divertirò anche con quelli (anche se, devo ammetterlo, di fronte alle bimbeminkia che passano di qui solo per insultare come se fosse un forum “Tokio Hotel vs Jonas Brothers” non so mai se ridere o piangere)…
    Volevo solo farti i complimenti per la recensione perchè è riuscita a farmi ridere, e non m’interessa se è acida o crudele, anzi, mi ha divertito proprio per questo. La lettura è passione, non politically correct nè par condicio, e la passione secondo me si identifica in primis nel difendere i propri gusti letterari (in sè e per sè, ma anche e soprattutto da certa ciofeca che gira!). E il sarcasmo è tale ed è divertente proprio perchè non guarda in faccia a nessuno e ride di tutto e di tutti (sarò stronza ma io sulla battuta del Down ho riso 10 minuti).

    Ora io non sono una grande appassionata di fantasy, leggo altro (non è che lo disprezzi sia chiaro, semplicemente non è molto nelle mie corde), però non posso fare a meno – pur da ignorante nel campo – di fare questa osservazione: ma che cazzo di senso ha creare un vampiro che non è un vampiro? Chiamalo in un altro modo. Questo non è “svecchiare” a mio parere nè essere “originali” o “creativi” o qualsiasi altro aggettivo simile; questo è stravolgere e distorcere, e non vedo come possa essere preso davvero sul serio per i cultori del genere e non, se non eventualmente come presa in giro dello stesso (ma vuoi vedere che la Meyer è una fine umorista e non ce ne siamo accorti?).

    Che altro dire? Mi piace leggerti, tornerò piu’ spesso.. Mi spiace solo che essendo ignorante in campo molti libri che recensisci non li ho mai neppure sentiti nominare e di norma preferisco avere già una simil-idea mia delle cose prima di leggere quelle altrui (anche se a questo posso facilmente rimediare volendo, non è mica un tuo difetto :P).
    E mi piace leggere anche i commenti, alcuni sono veramente arguti (dov’è avvocatospadaccino? io lo amo! *_*).

    Spero di non aver scritto cose già dette e ridette nei commenti sopra, purtroppo come detto non ho ancora avuto modo di leggerli tutti.

  28. 858 Fos87

    Pardon, non volevo ripetere :p

  29. 857 Fos87

    Gamberetta, il tuo post mi è piaciuto, ma il mio orgoglio di fan della Meyer mi imponeva di rispondere all’offesa con la stessa moneta: la dolce vendetta è stata compiuta sul mio blog…VENDETTA, dolce vendetta…

    Elisa, in effetti quando sei appesa ad un cornicione non è che sia una bella cosa, se ti schiacciano le dita…

  30. 856 Fos87

    Gamberetta, il tuo post mi è piaciuto, ma il mio orgoglio di fan della Meyer mi imponeva di rispondere all’offesa con la stessa moneta: la dolce vendetta è stata compiuta sul mio blog…VENDETTA, dolce vendetta…

    Elisa, in effetti quando sei appesa ad un cornicione non è che sia una bella cosa…

  31. 855 wewec

    Per Elisa (ahah, Per Elisa. Ok, la smetto )
    Schiacciarle le dita magari no, ma, se la scienza medica mi assiste, immagino che farlo mentre è appesa al cornicione del nono piano probabilmente proprio bene non le farebbe ( non per fare la parte del cattivo, ma leggi attentamente l’inizio della recensione: un’altra minaccia di morte anche dove non te lo saresti mai aspettata! Ke kattiva! ).

  32. 854 Elisa

    @ wewec
    Non preoccuparti, non sono così chiusa di mente da ritenere che una battuta sulle dita di una scrittrice schiacciate sia scioccante. Personalmente non ci trovo niente da ridere, ma non mi infastidisce più di tanto. Mi riferivo all’augurio della sua impiccagione…infatti io ho detto che è stupido ridere a una battuta sulla morte di una persona e le dita schiacciate non credo che portino alla morte di nessuno….

  33. 853 Erikatwilighterina

    ciao a tt sinceamente penso ke quasi tutte le ragazze di oggi abbiano letto ho visto il film,e mi pare ke a tt sia piaciuto il film o il libro quindi mi sa ke ce qlks ke n va in te e guardati intorno

  34. 852 Giorgia

    Ciao, sai credo che tu sia stata troppo esagerata.
    Persone che non hanno letto questo libro (anche se adesso è diventato un fenomeno commerciale e mediatico mondiale) potrebbero giudicarlo davvero molto peggio di com’è.
    Poi vorrei dirti:
    - Edward e la sua famiglia, per quanto possa sembrarti ridicolo, e magari lo è, vogliono condurre una vita normale assieme alle altre persone, è per questo che i “ragazzi vampiri” con aspetto da eterni diciassettenni, trasferitisi in un’altra città, vanno al liceo, per fingere un’identità da ragazzi normali.
    - Bella non puzza ahahaha ! E credo che per le ragazze adolescenti sia un modello, per certi versi, perchè ha una generosità fuori dal comune, per questo, le ragazze, volendo essere come lei, magari possono anche migliorare, certo non provando ad essere goffe, o vestendosi come lei ò.ò
    Per il resto, sai non ho molta voglia di scrivere.
    Questo è il tuo pensiero, ed io ho in parte espressio il mio.
    Hai ragione, ineffetti è un libretto per teen-agers, banale e superficiale.
    E per inciso, si dice “lo gnokko” non “il gnokko” =]
    Ormai la popolazione è sovraffolata di bimbeminchia (non mi riferisco a te).
    Post Scriptum: secondo me va bene esprimere il tuo giudizio, ma contestare quello degli altri, non mi sembra corretto.
    Saluti :]

  35. 851 y-angel93

    Io ho letto molti libri tra i qualli diversi “diari” ritrovati su diverse guerre che sono suc(Il diario di Anne Frank, Il diario di Nina). E devo dire che solo pochi (libri) mi faccevano stare alzata fino a tardi x continuarli e tra questi c’è la saga di Twilight e io voglio chiderti una cosa se per te questo libro è spazzatura allora Harry Potter,Eragon cosa sono?(spazzatura anche quelli?)
    “Dall’America un nuovo fenomeno, più sexy di Harry Potter, più raffinato dello Step di Federico Moccia”(Corriere della sera)
    “La saga di Bella e Edward ha tutte le carte in regola per detronizzare il maghetto inventato da J.K.Rowling”(D-la repubblica)
    “Edward Cullen è la nuova icona neoromantica”(Corriere magazine)
    “Il vampiro fa un solo boccone di Harry Potter”(USA Today)
    “La saga di Stephenie Meyer evoca le più grandi opere della letteratura fantastica, ma il connubio tra vita terrena e ultraterrena è assolutamente originale”(Chicago Tribune)
    E come mispieghi queste recensioni sulla saga fatte da esperti)
    I libri come questi (saga di Twilight,Harry Potter,…) piacciono a tante persone secondo me perchè si possono staccare dalla realtà di tutti i giorni(che avvolte è molto pesante) e vivere “avventure” provare emozioni che magari nella realtà non trovano.

  36. 850 miciob

    Bhe da tutte le risposte non ne becco una degna di lettura………. ma di una libro cosa guardate? Se e’ figo il gnocco o se la storia e’ tra un gnocco e una gnocca e lo gnocco difende la gnocca….
    io sinceramente guardo una marea di cose…
    1)lessico/grammatica…… e non mi sembra scritto gran bene o forse la traduzione non e’ stata molto bella….. (ci sono stati grandi autori tipo Jordan che sono stati bruciati in italia perche’ tradotti male) un bel 5 se lo merita…
    2) La storia…… mi sembra molto banale…. 4 1/2
    3) Colpi di scena/intreccio…. 4 1/2
    4)grammatica ….. sembra scritto da bambini… oggi ho pianto, ieri ho dormito ma avevo mal di testa… 4++
    5) Montaggio della storia (come e’ stato sviluppato il filo narrativo) 5 –

    Bhe diciamo in conclusione storia abbastanza banale, scritta banalmente, colpi di scena banali per bambini sotto i 15 anni…..
    La mia unica fortuna averlo letto in ebook…. speso 0

    Se volete leggere decentemente leggete i grandi del fantasy e del fantasy dark…… hobb, Martin, jordan, Rice, Eddings, Gemmell, Moorcok (sprero si scriva cosi’) etc etc…. ma non perde tempo con Meyer, Moccia, quello che ha scritto Gomorra ….

  37. 849 wewec

    @ Elisa
    Ho detto che è inutile, non che sia stupido.
    Vedi, a me la battuta di Gamberetta sullo schiacciare le dite alla Meyer fa ridere. Tutto qua. Non mi da fastidio, non mi fa pensare che abbia oltrepassato alcun limite né tantomeno mi spinge a credere che la sua sia un’astiosa minaccia: è soltanto una battuta, è in quanto tale mi fa ridere. Chiaramente sei libera di trovare assurdo che io possa ridere di una cosa simile, ma lo sei tanto quanto lo sono di io di continuare a trovarla divertente: dunque, fino a quando non sarai in grado di convincermi che ciò è sbagliato, io continuerò ad apprezzare il sarcasmo di Gamberetta e a considerare irrilevante un commento che sbraita quanto sia kattivo augurare la morte alle persone. C’est la vie.

  38. 848 Elisa

    La penso come Fos87. Ho sempre scritto che il libro mi piace e ho anche spiegato i motivi. Tuttavia non pretendo di cambiare l’idea di nessuno, ma solo di esprimere la mia opinione, anche se ho capito che non ve ne frega un fico secco. Non sono mai stata d’accordo con le fan incazzate nere che si mettono ad insultare chi la pensa diversamente…Nonostante i gusti differenti, su molte cose mi sono trovata d’accordo con chi criticava il libro che non con chi lo difendeva. Ma adesso davvero state dicendo una cazzata…non potete pensare che il fatto che qualcuno dica che non è il caso di augurare la morte ad una persona che neanche conosci sia stupido. Passereste come persone terribilmente superficiali….

  39. 847 wewec

    @Fos87
    Benvenuto nel club, questo è il cappello

  40. 846 Fos87

    Mamma mia, ma come la state tirando lunga! Ripeto, a me Twilight è piaciuto, ma questo non mi impedisce di capire che Gamberetta usa qualcosa chiamato “sarcasmo”!

  41. 845 La Sonicchiana

    @ wewec

    Con “ipocrisia” mi stavo riferendo ai tantissimi commenti di persone che prima vengono qui a battersi il petto e dopo concludono (od iniziano, o ripetono per tutto il post) con il famoso detto “vivi e lascia vivere” (e surrogati vari). Il quale, personalmente, è contro il manifesto stesso che spinge gli utenti a postare.

  42. 844 wewec

    @La Sonicchiana

    In realtà a me non dispiacerebbe vedere della sfacciata ipocrisia in qualcuna delle fan: se anche difendessero Twilight negando ciecamente le falle sottolineate da Gamberetta, i loro interventi, per quanto ingannevoli, assumerebbero quantomeno una qualche rilevanza; eppure, finché andranno avanti ripetendo continuamente che non si può augurare la morte alle persone, che non è giusto dare del cerebroleso a qualcuno e che se a uno non è piaciuto il libro è perché non l’ha capito, bhe, è chiaro che continueranno a blaterare sul nulla: se a qualcuno il sarcasmo di Gamberetta piace evidentemente è perché il sentirla parlare di ragazzine sceme non gli da alcun fastidio ( e di sicuro non saranno le parole di quattro invasate a fargli cambiare idea ) e se a qualcun altro invece già non piace, comunque i commenti delle fan non ne altereranno in alcun modo il giudizio riguardo alla validità della recensione. Dunque, alla fine di tutto, a che serve sentirle ripetere ancora e ancora le stesse, identiche cose?

  43. 843 La Sonicchiana

    La cosa divertente è che la gente continui ad arrivare qui per contestare una recensione pubblicata più di un anno fa :D Mostrando, alle volte, un’ipocrisia schifosa.

  44. 842 wewec

    Ahh, torno sul blog dopo diversi mesi di assenza ( ciao Gambi, mi sei mancata! ) e noto che un paio di cose nel frattempo sono cambiate: un nuovo sondaggio, un paio di libri passabili sui vampiri e la recensione di Dragons of Babel ( cavoli, adoro Swanwick ), eppure, nonostante tutto, scopro con gioia che ciò che più mi stava a cuore non si è mosso di una virgola: anche dopo tutto questo tempo, c’è sempre qualcuno che sente il bisogno spasmodico ( e sottolineo spasmodico ) di ribadire quanto tu sia kattiva, perché NN SI AUGURA LA MORTE ALLA PERSONE, E SE TWILIGHT NN TI È PIACIUTO È XKÈ NN HAI CPT NNT, E NN È CLP NSTR SE SE SL UN ACD ZITL E NSSN T AMR M!

    Cavoli, è bello essere di nuovo a casa!

  45. 841 CHiara

    Personalmente non sono d’accordo con quello che hai scritto, e io non sono una delle solite “bimbe minchia” che corrono dietro al primo fenomeno del momento perchè io ho scoperto twilight prima che uscisse il film.
    Hai criticato una persona che ha svolto un lavoro solo perchè sembra la cazzata del momento ma NON E’ CORRETTO dire che la lascieresti cadere giu da un palazzo.
    C’è la libertà di espressione no? La Meyer ha fatto un lavoro ed è piaciuto, è così sbagliato?
    Non dovresti permettere di criticare le fan di twilight perchè non le conosci, NON SAI COSA PENSANO e perchè amano la saga.
    Però potrei fare lo stesso anche io sul mio blog scrivendo del giornalino di cui parli tu, e i fan si incavolerebbero con me mi direbbero come mi permetto..Ma io non mi riduco così, perchè se una persona ama una cosa non la critico perchè non mi sembra intelligente o chicchèssìa.
    Per il resto sono daccordo con Lorenzo.
    Saluti.

    PS: Vivi e lascia vivere.

  46. 840 da parte di tutte le ragazze ke amano twilight

    se la gente è ignorante che viva nella sua ignoranza….ragazzina scema sarai tu.
    è comprensibile che non ti sia piaciutio il libro dato che tt hanno gusti diversi ma tu sei fuori…come ti permetti di scrivere:Se vedessi la signora Stephenie Meyer appesa per una mano al cornicione di un palazzo di nove piani, le schiaccerei le dita.??????????
    scusaci se abbiamo ankora qualke speranza e ci piace sognare.
    io proprio non capisco puoi esprimere tutto il disgusto che vuoi…ma se tu non sai sognare non insultare tutti quelli che credono dell’amore.

  47. 839 Drest

    Io…io…io non so cosa dire. Credo di amarti.

    Sito subito tra i preferiti.

  48. 838 Lorenzo

    Giustissimo fare delle critiche. Però offendere la Meyer in questo modo mi sembra eccessivo. Voglio credere che tu ti renda conto che dire “Spero che la Meyer si impicchi” sia un tantino esagerato. Un conto è giudicare, un altro è fare certe affermazioni esagerate e decisamente fuori lugo: perchè tra tutti i fan di Twilight che ci sono in giro (milioni ormai), non credo che ce ne sia uno che abbia detto a te una cosa del genere. Poi ad ognuno il proprio giudizio. A te non è piaciuto e la vuoi impiccata, a me è piaciuto e non voglio te sulla coscienza. Comprendi la differenza ? O è troppo sottile ? Troppo facile sparare (concedimelo) MERDA sui lavori degli altri. Il difficile sta nel produrre di testa nostra. “Intelligenti pauca” dicevano i latini: a buon intenditor poche parole. Con questo ti saluto.

  49. 837 Elisa

    Tranquilla non me la sono presa…sai, molte cose che hai detto le ho sempre pensate. Solo che leggendo quel libro non sono riuscita a vederla così come l’hai vista tu. Per me non è un modo per degradare il ruolo della donna, che senza il suo uomo non vale niente. Anche perchè come è stata male lei, è stato male anche lui, tanto che stava andando ad ammazzarsi. Fosse stato degradante per la donna avrebbe descritto direttamente il ritorno di Edward incazzato nero per le stupidaggini che lei stava commettendo e intenzionato a tornare con lei per non rischiare che si uccidesse. Invece lui ha detto che sarebbe tornato in ogni caso. Qui non è Bella ad essere dipendente da Edward, ma entrambi dipendono l’uno dall’altra. Questo concetto lo ribadisce di continuo. Quando all’inizio lui vuole che lei invecchi, le dice che una volta morta, lui l’avrebbe raggiunta…

  50. 836 leia87

    @ Elisa
    Il commento sui dari mi è venuto fuori da solo, non sono riuscita a trattenermi, ma cmq il mio intento non era offendere.Voleva essere una battuta sarcastica, nulla più. Non ho mai creduto che twilight fosse letto solo da ragazzine sceme (certo molte però danno l’impressione di esserlo),anche perchè l’ho letto pure io. E, per cercare di capire di più, ho letto anche new moon; tutto il sarcasmo è infatti diretto al romanzo e alle idee che sottintende, che non condivido affatto.
    Detto questo, se ho offeso domando scusa, non era mia intenzione. Per quanto riguarda Romeo e Giulietta non ho assolutamente nulla contro il fatto che uno scrittore si ispiri al divino Shakespeare (anzi), ma la meyer (e parlo di new moon) lo cita in maniera brutale(nel senso di non sottile) e patetica, nelle paturnie di Bella. Non è il fatto che lo citi ma il come. Non è una citazione colta o profonda, ma solo un richiamo ad un’opera famosissima per suscitare facili sentimentalismi; questa è l’impressione che ne ho avuto.Sono d’accordo con te sul fatto che bisogna mettere insieme tutte le cose che hai letto e tutte le esperienze di vita di cui sei a conoscenza e creare una nuova storia, come dici tu, d’altronde anche senza rendercene conto noi tutti facciamo riferimento alla nostra esperienza di vita e di lettura (alcuni sonstengono addirittura che non si può scrivere nulla di nuovo perchè tutto è già stato scritto).
    Quello che mi irrita di twilight è l’deale di donna proposto come eroina, cioè una donzella incapace di badare a sè stessa e che dipende sempre da un uomo, sia esso edward o jacob. Bella non ha progetti, niente sogni (a parte stare con edward), non ama nulla in particolare (a parte edward), insomma ha una vita vuota e monotona.L’unica cosa che riempie la sua vita è edward. Insomma la donna, senza un uomo, è triste, depressa,vuota. Ammetto senza requie che questa morale mi dà la nausea.

  51. 835 Armando

    In tutta la mia vita non ho mai letto una recensione scritta in maniera così forbita, precisa e del tutto oggettiva. Senza contare che il tuo sarcasmo, cara “Gamberetta”, è semplicemente sublime! Quasi morivo dalle risate per come hai commentato i commenti dei fans, e per la tua recensione. Sei davvero quella che si definisce una ragazza intelligente, una delle poche rimaste in questo mondo. Anche io mi sono fatto regalare questo libro per Natale, curioso com’ero di leggere questo libro che ha fatto così tanto scalpore… ora dimora tra “I Piccoli Brividi”, che ricordano la mia infanzia, perché dopo aver letto le prime 10 pagine ho avuto un senso di rigetto assurdo. A me piace tantissimo leggere, da Stephen King a John Grisham, da Stevenson a Dickens, da J.K.Rowling ad Ai Yazawa… leggo un pò di tutto insomma, anche di generi diversi. Mai nessun libro che ho letto fin’ora, per quanto possa non essermi piaciuto, mi ha fatto tanta pena come questo. Io non scrivo, quindi non posso permettermi di dare un giudizio preciso, ma mai nessuno scrittore mi ha fatto passare la voglia come la Meyer. Contiamo inoltre che sono un appassionato di Criptozoologia, Sovrannaturale e Mitologia, e vedere le leggende dei Vampiri e dei Licantropi ridotte in questo modo… è stata un’atroce sofferenza. Senza parlare poi del film… ancora peggio. Non posso fare altro che darti ragione in pieno, e augurarti di diventare una scrittrice professionista. La stoffa ce l’hai!

    Se mai ti andasse di scambiare due chiacchiere, ti lascio la mia mail.

    starkeeper@hotmail.it

    Prego astenersi fans isterici che vogliono difendere il libro, o stupide/i in cerca di “love”. Accetto solo persone di una certa intelligenza.

    Ciao!

  52. 834 LogaN

    carissima Gamberetta, non so se leggerai questa mia nel mare di contestazioni da un numero incredibile di “ragazzine sceme”, ma lo spero. Innanzitutto complimenti per la recensione, scritta ottimamente e con cognizione di causa. Poi, vorrei dirti che io ho letto i primi tre libri della serie, quando ancora non era esplosa qui in Italia la moda di twilight e devo dire che, tranne un paio di momenti, piuttosto che leggere quei libri avrei preferito dedicarmi ad attività più costruttive, quali strapparmi i peli pubici con una pinzetta o bere bicchieri di aceto. I momenti di cui parlavo pocanzi sono davvero pochi, soprattutto quando lupi mannari e vampiri si picchiano come dei fabbri (chi ha detto underworld? chi?), e anche questi non brillano per originalità. Ti starai allora chiedendo: “perchè hai continuato a leggerli?” Bella domanda. Più che altro perchè non mi piace lasciare le cose a metà. Purtroppo adesso spuntano come funghi migliaia di ragazzine che dicono di amare i vampiri perchè hanno letto questo. E Stoker? E la Rice (anche se va detto che pure in molti dei libri della Rice i vampiri sono degli gnokki, ma ad un altro livello)? E cose come Vampiri Live, o la mitica saga di Legacy Of Kain? Io stavo lavorando ad una mia storia di vampiri, e non sono gnokki. Il fascino dei vampiri deriva dalle promesse di immortalità, dal gusto per la corruzione e per il macabro, e non dagli ormoni di un mucchio di ragazzine adolescenti.

  53. 833 Elisa

    Ragazze, va bene, capisco che possa non piacervi questo libro, ma non capisco il perchè di tutto questo acidume…ammetto che New moon è stato il libro che mi è piaciuto meno di tutti ma a me non sembra che i personaggi e la storia siano tutta questa spazzatura. Avrà anche preso ispirazione da Romeo e Giulietta, ma credetemi, io studio in una scuola di fumetto oltre a fare l’università e la prima cosa che ti insegnano è mettere insieme tutte le cose che hai letto e tutte le esperienze di vita di cui sei a conoscenza e creare una nuova storia. Magari a voi non piacerà molto questo libro, ma tutto questo accanimento mi sembra esagerato! Voi dite quello che non vi piace, i fan, se leggono, danno le loro motivazioni e si discute. Ma gli insulti, le frecciatine e i commenti acidi mi sanno davvero tanto di infantile…

  54. 832 leia87

    So che mi pentirò di questo commento ma non riesco a trattenermi…!

    marianna scrive:
    La stessa cosa è successa per i tokyo hotel, o in maniera meno diffusa per i Dari.

    Questo paragone dimostra che Twilight è davvero solo un “romanzo” per adolescenti infoiate!

    P.S. ho letto anche New Moon, molti dicevano che fosse migliore del primo…a me sono sembrati simili:nella prima parte Bella,persino più depressa e apatica (non l’avrei creduto possibile,ma almeno stavolta c’è un motivo, èstata mollata, un urrà per edward), instaura un rapporto con un tipo innamorato di lei che si scopre esere un licantopo(!) ma stavolta decide di rimanere solo amici; nella seconda parte la smeyer( come la chiamano i detrattori in USA) concentra tutta l’azione solo per fare in modo che i due piccioncini tornino insieme (infilandoci un mancato suicidio da entrambe le parti e un sacco di riferimenti a Romeo e Giulietta-orrore!).Alla fine,tanto per cambiare, si promettono amore eterno (in tutti i sensi visto che bella decide di diventare un vampiro) e lui le chiede pure di sposarlo!
    Letto pure new moon non credo leggerò altro di una scrittrice che cocepisce i rapporti solo come tra una donzella in pericolo,fragile ed indifesa (nel caso di Bella pure perennemente depressa) e il suo salvatore supergnokko (perennemente assillato da paturnie inspiegabili, dato che non si capisce la cosa brutta dell’essere vampiri-così come li concepisce la smeyer).

  55. 831 Liz

    non sei minimamente nessuno per giudicare in questo modo, libro e film.

    Posso farti una domanda ? Quali requisiti si devono possedere per commentare un libro o un film in modo negativo ? Perchè a quanto pare tutti sono liberi di dire che qualcosa è bellissimo, stupendo, geniale eccetera, ma non si capisce per qual motivo non si può mai dire il contrario.

  56. 830 Nicola

    Ciao! non ho letto il libro,quindi il tuo articolo quindi non ne ho idea si quanto sia immondizia o bello il libro,ammetto di non essere un grande lettore ma di aver letto cmq opere decenti e di autori vado da Ken Follet a Gabriel Garcia Marquez (100anni di solitudine),la cosienza di Zeno, niente volevo dirti che leggero twilight per vedere se è come dici tu,in ogni caso mi hai fatto molto divertire!!!!!!!!!!!! se ti vanno due chiacchiere! contattami mi farebbe piacere! ciao!

  57. 829 Marianna

    Ciao, ti dico subito che non ti dirò se a me piace o meno twlight, ma ti dico, che non sei minimamente nessuno per giudicare in questo modo, libro e film. La stessa cosa è successa per i tokyo hotel, o in maniera meno diffusa per i Dari.
    Ti pongo una domanda! Secondo te se criticassero qualcosa che ti piace tu smetteresti di fartela piacere? se si non hai coerenza ne puoi permetterti di giudicare se no, allora perchè devi prendere in giro chi ama twilight?
    Certo sei liberissima di giudicare ma sei esagerata in questo post, questa non è una critica, e se proprio la devi fare, scrivi una ail all’autrice con una critica costruttiva perchè in questo modo osceno non vieni aprezzata da nessuno. e se qualcuo ti apprezza, beh è proprio come te.

    Se vuoi rispondermi ti do la mia mail
    marianna91napoli@hotmail.it
    Ciao Ciao

  58. 828 rOsaLie__saRa

    credo che vi facciate troppi problemi.
    gli antichi romani dicevano:
    de gustibus non est disputandum”
    allora lasciate in pace noi twilighters.
    grazie.

  59. 827 Nocoldin

    @Giovanni la tua professoressa di italiano deve essere impazzita per chiederti di leggere quel libro!
    Comunque la storia del vampiro che a 104 anni è ancora un adolescente (o meglio uno gnokko) mi ricorda il protagonista del romanzo della Strazzulla che nonostante abbia 300 anni e più sul groppone abbia la mentalità di un ragazzino.

  60. 826 Elisa

    Scusa Giovanni, ma se hai letto solo il primo perchè parli di New moon? E’ vero che si innamora, ma non l’ha mai illuso, anzi, dopo che lui la obbliga ad ammettere di essere innamorata, capisce che non serve a niente. Sai, nella realtà può succedere una cosa simile. Se l’amore della tua vita ti lascia puoi uscirne in due modi: o ti suicidi o cerchi di ricostruirti una vita. Per fortuna nel libro si parla della seconda opzione, altrimenti si sarebbe stato un cattivo esempio per i ragazzi, no? In ogni caso lei capisce di essersi innamorata di due persone, ma capisce chi, per lei è fondamentale. Non mi sembrano degli insegnamenti poi così orribili…certo, Moccia è un’altra storia…quella storia parla di capricci, non di amore.

  61. 825 giovanni

    il libro l’ho dovuto leggere poichè la mia prof di italiano ci ha chiesto di farlo ma sinceramente è qualcosa che avrei evitato volentieri. Devo però dire una cosa: anche se ti basi su cose giuste sei ( x me) troppo dura. La tua opinione è tua e non te la leva nessuno però ti consiglio di essere meno dura con le recensioni per evitare di offendere qualche persona. Comunque sono in sintonia con te anzi mi stupisco che questo libro nn l’abbia scritto moccia. Questi libri sono un insulto alla gente. Che esempio si da ai giovani? A cercare l’amore di un vampiro? A prendere in giro una persona che ti ama quando in cuor tuo sai già di amare un altro(new moon)? Ancora complimenti sinceramente leggetevi Harry Potter, un vero libro

  62. 824 Elisa

    Io ho letto Twilight dopo l’uscita del film. Ho letto in poco tempo tutti e quattro i libri e solo dopo ho visto il film. Premetto che NON credo ai vampiri e sono convinta che se mai dovessi incontrarne uno che mi giura amore eterno, scapperei a gambe levate; non sopporto le fan scatenate che danno la caccia agli attori chiamandoli con il nome del personaggio che hanno interpretato; In più mi risulta difficile credere all’anima gemella, figuriamoci all’amore eterno (nessuno riuscirebbe a sopportare il proprio compagno per l’eternità!). Inoltre aggiungo che non sono una ragazzina scema. Non ho mai brillato nello studio, ma ho letto il mio centinaio di libri con autori che vanno da Umberto Eco ed Italo Calvino a J.K.Rowling e Meyer. Mi sono sempre fatta delle opinioni sui libri letti e soprattutto sugli autori, spesso negative per quest’ultimi. Ognuno può dire quello che vuole su entrambi questi argomenti, ma per quanto questa pagina sia stata creata per scrivere le proprie idee, nessuno ha il diritto di insultare i fan. Sarà anche una pagina in cui si può scrivere ciò che si vuole, ma è pur sempre una responsabilità che si assume chi decide di crearla. Si può insultare la Meyer in quanto personaggio pubblico, o disprezzare i suoi libri, ma non si possono insultare tutti quelli a cui piace questo libro. Forse potrai farlo dopo averli conosciuti tutti, uno ad uno, ma non prima.
    Questa era la cosa che mi premeva più dire. Ora passo alle critiche per il libro. Dovete sapere che ci sono tantissimi modi di scrivere un libro. Più di quanti te ne insegnano le professoresse di italiano. Forse la povertà dei dialoghi del primo libro può non essere piaciuta a molti, ma è uno stile di scrittura in cui l’autore cerca di far immedesimare il lettore nella protagonista. Ed è stata un’ottima scelta a parer mio in quanto non solo ci da la possibilità di vedere tutti gli eventi dal punto di vista di Bella, ma ci mette un passo avanti rispetto ad Edward, il vampiro che può leggere il pensiero di tutti, tranne il pensiero della persona che ama. Ma noi possiamo. In più l’esempio che hai riportato:
    —————————————————-
    «Perciò ti piace?». Non era intenzionata a desistere.
    «Sì», tagliai corto.
    «Voglio dire, ti piace davvero?».
    «Sì», ripetei, e stavolta arrossii, sperando che i suoi pensieri non registrassero quel dettaglio.
    Ne aveva abbastanza dei monosillabi. «Quanto ti piace?».
    «Troppo», bisbigliai.
    —————————————————-
    Mi stupisce che tu abbia scelto proprio questa parte, in quanto è la meno conveniente per sostenere la tua tesi. Qui la scarsa presenza di dialogo era fondamentale in quanto lei, essendo imbranata nel mentire, cerca almeno di dire il meno possibile, per due motivi: 1.vuole cercare di chiudere il prima possibile la conversazione per evitare di lasciarsi sfuggire troppo; 2.Edward è in ascolto e lei non vuole che senta quanto lui le piaccia. Se hai letto il libro, queste cose dovresti saperle. Ma lasciamo questi piccoli errori da parte. Hai detto che il fatto che può stare fuori durante il giorno se il cielo è nuvoloso, il fatto che i vampiri non perdono l’anima e il fatto che si possono accontentare del sangue degli animali non ti convince. Ebbene, io credo che anche questa sia una scelta azzeccata. Innanzitutto perché rende tutto meno mitologico, evidenziando una delle caratteristiche principali degli uomini: il fatto di rendere tutto più complicato di quello che è in realtà. Secoli di storia alle nostre spalle lo testimoniano. Inoltre la possibilità di scegliere tra sangue umano e animale rende tutto più interessante. L’uomo è un animale razionale. Lei ha supposto che questa razionalità, seppur debole, persista anche dopo la trasformazione. Moltissimi cedono all’istinto, terribilmente pochi sono invece quelli che cercano di riportare a galla le sensazioni umane. Se ci pensi è un tema attuale. Ci sono tantissimi stronzi privi di umanità in giro. In ogni caso ogni tema affrontato si sviluppa nell’arco dei 4 libri. Anche quello della sessualità (inesistente nei primi 2) troverà un seguito. Ciò che è povero all’inizio, viene arricchito alla fine. E’ così che funziona nelle quadrilogie, ed è per questo che non si può giudicare la storia semplicemente leggendone “l’introduzione” (ovvero Twilight).
    Ma a parte tutto questo, ammetto che sei divertente nelle tue recensioni. Nonostante non condividessi il tuo punto di vista, mi hai fatto ridere molto.

  63. 823 La Sonicchiana

    Condivido la quasi totalità di quello che hai scritto, tranne un paio di punti, assolutamente di poca importanza, sulla storia: per esempio i poteri mentali degli ‘gnokki’..in effetti più in là nei libri la Meyer spiega meglio qual’è il ruolo di questi poteri..la spiegazione della scrittrice l’ho trovata abbastanza esauriente, ma è proprio la trovata a non essere assolutamente originale! ;)

    Originalità a parte, io trovo che i poteri siano TROPPO sbilanciati fra loro. Abbiamo Edward capace di leggere nella mente altrui, Alice capace di avere visioni sul futuro, Bella (una volta diventata vampira) capace di generare uno scudo… E gli altri? A parte qualche Volturno i poteri degli altri vampiri sono… Beh, inutili. Potrei definirli dei non-poteri.

    Abbiamo Carlisle che ha la pietà. Uhm… Cioè? Se non fosse stato Edward a dirlo non me ne sarei mai accorta, visto che questo potere (ammesso che così si possa chiamare) non si manifesta mai.
    Esme ha la capacità di amare profondamente. Peccato che anche gli esseri umani qualunque siano in grado di amare profondamente.

    La lista è deprimente: Rosalie ha la caparbietà, Victoria il senso di conservazione, James è abile a cacciare le proprie vittime… Non ha alcun senso. Mi danno proprio la sensazione che siano stati assegnati a casaccio senza una minima progettazione a motivare tali scelte.

  64. 822 Liz

    Cara Gamberetta, sono contenta di sapere che in questo mondo esistono ancora delle persone capaci di leggere un libro e di valutarlo in base a quello che è, non in base alla gnokkitudine del protagonista maschile.
    Continua così con le tue recensioni. 8D

  65. 821 Il Cronista

    Non mi odiare, ti prego, ho letto tutti e 4 i libri della saga. XD Purtroppo ho lo stramaledetto viziaccio di voler a tutti i costi finire una storia quando la inizio..per poi, nel caso, dare un giudizio e una critica veramente completi. Che dire? Ho apprezzato veramente la tua recensione, il tocco di classe e l’impegno certosino nello smontare pezzo pezzo questa saga. Ho visto quante reazioni hai suscitato da parte delle ‘lettrici’ ^^
    Condivido la quasi totalità di quello che hai scritto, tranne un paio di punti, assolutamente di poca importanza, sulla storia: per esempio i poteri mentali degli ‘gnokki’..in effetti più in là nei libri la Meyer spiega meglio qual’è il ruolo di questi poteri..la spiegazione della scrittrice l’ho trovata abbastanza esauriente, ma è proprio la trovata a non essere assolutamente originale! ;)
    Ora, non posso dire che Twilight è immondizia, ma che sia un libro di gran lunga sotto la media quello assolutamente sì. Ma in libreria, specie nel filone fantasy, si trovano parecchie di queste saghe-spazzatura, che insultano il genere. Tant’è che, paradossalmente, è da un annetto e mezzo che mi son ributtato sui classici, proprio perchè il fantasy odierno mi sembra così spremuto e svenduto da case editrici e scrittori improbabili, che mi è preso lo sconforto. Ti ringrazio davvero per avermi fatto fare un bel pò di risate a leggere la tua Recensione/Opinione Spassionata sul romanzo..passerò di qui più spesso! ;)

  66. 820 Sakura87

    Quotando LaFede (scusate, ma dovevo proprio dirlo):
    PERCHè, A MIO PARERE, COLORO CHE DICONO CHE TWILIGHT NON HA UNA STORIA, è ROBETTA DA RAGAZZINE…E CHI PIù NE HA PIù NE METTA, NON HANNO CAPITO NULLA, E CI TERREI A SOTTOLINEARE LA PAROLA NULLA, DI QUEL LIBRO!!!!!

    Se avessi un euro per ogni volta che ho sentito questa frase a quest’ora avrei più soldi di quelli che la Meyer ha tirato su scrivendo questi non-libri.

  67. 819 ___La FeDe___

    POI….OK è VERO!!! TE LO CONCEDO! NON è CHE LA SAGA DI TWILIGHT SIA 1 CAPOLAVORO DELLA LETTERATURA!! NEL SENSO CHE, SE VOGLIAMO PARLARE DELLA TECNICA DELLA SCRITTRA A LIVELLO DI DIFFICOLTà….è PIUTTOSTO BASSA. MA NON PER QUESTO PUOI CRITICARE LA MEYER!!!!!!!!!!! ANZI!!! PENSO CHE LEI ABBIA UNA GRANDE CAPACITà DI ATTIRARE L’ATTENZIONE DEL LETTORE…DI CATTURARLO!!! CHE NON è DA POCO PER UNA SCRITTRICE!!!!!!!!!!!! PERCHè UNO POTREBBE USARE TUTTI I PAROLONI CHE VUOI E SCRIVERE IN MODO COMPLICATO E CONTORTO…MA FINCHè NON è IN GRADO DI CATTURARE L’ATTENZIONE DEL LETTORE….NON ANDRà MOLTO LONTANO CON LA SUA CARRIERA!!!
    LA MEYER UTILIZZA UN LINGUAGGIO SEMPLICE E PIACEVOLE……..
    IN QUESTO MODO I LIBRI SI LEGGONO ANCHE PIUTTOSTO IN FRETTA!
    SONO SCORREVOLI….
    CHE MALE C’è IN TUTTO QUESTO??????

  68. 818 biancaneve (hahaha)

    riguardo ai tuoi commenti su twilight..ti capisco l’invidia che provi è enorme…e cmq complimenti il premio nobel per la cinicità è tuo..
    twilight devo ammettere non è un libro scritto con un lessico come quello della Rowling..ma il bello è questo: con parole semplici (o semplici monosillabi) emoziona i lettori e li coinvolge nel racconto..se tu hai la sfera emotiva di un ornitorinco (si vede che t piacciono i documentari) non è colpa mia.. odio le persone che criticano (ragazzine sceme come dici tu) senza sapere quello che dicono (infatti ti consiglio di leggere tutti i romanzi) e solo per fare quelle controcorrente che si vogliono differenziare a tutti i costi.. detto questo hai una promettente carriera come scrittrice

  69. 817 ___La FeDe___

    SINCERAMENTE LEGGENDO CIò CHE HAI SCRITTO…MI SONO ANCHE DIVERTITA…PERò…DIREI CHE SU UNA COSA FONDAMENTALE NON ANDIAMO D’ACCORDO…..IO ADORO TWILIGHT E TUTTA LA SAGA!!!! E NON TI INSULTO PERCHè A TE NON SARà PIACIUTO! PERò NEANCHE TU DOVRESTI DIVERTIRTI A INSULTARE, PERCHè è QUESTO CHE HAI FATTO, LA MEYER E TUTTI GLI APPASSIONATI DELLA SAGA ( COME LA SOTTOSCRITTA!!! ) PERCHè SI PUò ANCHE ESPRIMERE IL PROPRIO PARERE SENZA SCALDARSI TANTO! FORSE LA MAMMA TE LE DOVEVA DARE LE MEDICINE: DEI CALMANTI MI RACCOMANDO!!!
    PERCHè, A MIO PARERE, COLORO CHE DICONO CHE TWILIGHT NON HA UNA STORIA, è ROBETTA DA RAGAZZINE…E CHI PIù NE HA PIù NE METTA, NON HANNO CAPITO NULLA, E CI TERREI A SOTTOLINEARE LA PAROLA NULLA, DI QUEL LIBRO!!!!!! POI PUò ANCHE NON PIACERE! CHE DICE NIENTE? MA MI PIACEREBBE SENTIRE MOTIVAZIONI UN PO’ PIù ORIGINALI OGNI TANTO!!!!!! VISTO CHE TU HAI CRITICATO LA MEYER DI NON ESSERLO! SCUSA TANTO MA NON TI SEMBRA DI ESSERTI SOFFERMATA SU COSE GIà DETTE E STRA DETTE!? SULLE CRITICHE PIù BANALI DI QUESTA TERRA? CHE TUTTI QUELLI CHE HANNO RECENSITO TWILIGHT,GIUDICANDOLO NEGATIVAMENTE, AVEVANO GIà DETTO?!!
    COSI è TROPPO FACILE MIA CARA!!!
    E….SI IO AVRò ANCHE 14 ANNI…MA MI SPIACE X TE MA NON SONO,NON MI DEFINISCO E SOPRATTUTTO NON MI REPUTO UNA RAGAZZINA SCEMA CHE LEGGE TWILIGHT PENSANDO TUTTE QUELLE STRONZATE CHE TU, E RIPETO, TU RITIENI CHE A COLORO CHE PIACE TWILIGHT PENSINO!!!!!! TI RIPETO CHE SECONDO ME…IL FATTO è CHE NON HAI CAPITO MOLTO DI TWILIGHT! POI….MUOIo DAL RIDERE ANCH’IO LEGGENDO QUELLE CHE SCRIVONO CHE EDWARD DOVREBBE ESSERE INTERPRETATO DA SCAMRCIO :O!!!!! O DA QUELLE CHE DICONO CHE TWILIGHT è QUASI,QUASI PERò EH, AL LIVELLO DI 3MSC!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    MUOIO DAL RIDERE…MA ALLO STESSO TEMPO MI VIENE DA PIANGERE!!!!!!! PERCHè QUELLI SI! QUEI LIBRI COME 3MSC O HO VOGLIA DI TE…DOVREBBERO ESSERE TOLTI DAL COMMERCIO!!!! QUINDI SE HAI INTENZIONE DI “SPARARE A 0″ SU LIBRI DEL GENERE….AVVISAMI CHE TI DO UNA MANO!!!!!
    PERò TWILIGHT è UN MONDO COMPLETAMENTE DIFFERENTE!!!!!! NON HA NULLA A CHE VEDERE CON I LIBRI SCHIFOSI DI MOCCIA!
    SARà ANCHE DESTINATO IN PARTE AD UN PUBBLICO GIOVANE, MA NON PER QUESTO è UNA SCHIFEZZA SENZA UNA VERA STORIA…ecc!
    E ALCUNE COSE….ANZI MOLTE….CHE HAI CRITICATO…SE AVESSI LETTO GLI ALTRI 3 LIBRI, COSA CHE IO HO FATTO, PENSO PROPRIO CHE LE AVRESTI RIMANGIATE DALLA PRIMA ALL’ULTIMA!!!!!!! PERCHè POI…NEI SEGIUTI MOLTE COSE SI SPIEGANO! E TUTTO PRENDE FORMA!!! IL PRIMO LIBRO…è SOLO UN INIZIO! LA PRESENTAZIONE DELLA STORIA D’AMORE FRA BELLA E EDWARD! POI NEGLI ALTRI LIBRI AVVENGONO TANTISSIMI FATTI!!!!! LEGGILI!!!!….E POI DIMMI SE LI NON C’è UNA STORIA!!!!! POI…VISTO CHE…DICIAMO COSI…SEI RIMASTA DELUSA DEL FATTO CHE NON POSSONO ANDARE OLTRE A UN SEMPLICE BACIO….LEGGI IL QUARTO LIBRO!! E POI ANCHE IN QUEL CASO….MI DICI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  70. 816 l'ele

    beh, io ho letto tutta la saga, e mi è piaciuta molto. E credo che abbiano ragione sia Gamberetta sia le fan imbufalite. Come hanno già detto prima di me, sembra che ce l’abbia con la Meyer, e che abbia voluto far vedere solo gli aspetti negativi.
    Io però credo che oltre a tutti questi, ci siano dei motivi x cui sia piaciuto a tutte queste persone!
    Credo che il motivo, a parer mio, sia perchè tutti noi (almeno noi donne, o la maggior parte) sognamo 1 “pricipe azzurro” come Edward (ed è pure “gnokko”, cosa vuoi di +??!) che ci PROTEGGA. Credo sia questa la chiave del successo. Lui protegge Bella e la ama con passione, tutto quello che desidera una donna dal proprio uomo, almeno credo.
    Navigare con la fantasia non costa nulla, e magari i maschi potrebbero prendere qualche spunto dalle situazioni 1 po’ troppo sdolcinate, lo ammetto, ma piacevoli.

    E poi credo che non siano ragazzine sceme quelle che hanno letto Twilight, è piaciuto anche per una questione di gusti! E non metterei mai in discussione che libri vecchi ma famosissimi e bellissimi siano di gran lunga migliori, ma forse per ragazzine del giorno d’oggi sono pesanti..(sono completamente ignorante in materia, scusate se non sono discorsi giusti, riempirò le mancanze al + presto!).

    Insomma, per la sociètà d’oggi bisogna scrivere ciò che le persone si aspettano, tipo Moccia(che non ho letto e non mi ispirano troppo).
    Ormai i libri sono divisi in fasce d’età; adolescenti (storie d’amore ecc….)-adulti(libri decisamente + seri^_^).[a me piacciono entrambe le categorie^_^_^].
    Ho detto la mia opinione, spero sia abbastanza comprensibile.
    Che riassunta, sarebbe: sono d’accordo con alcune cose,in disaccordo in altre.

    P.S. se qualcuno vorrebbe gentilmente scrivere qualche titolo dei “grandi” da leggere, lo apprezzerò!!

    ciau ^_^

  71. 815 Enrico

    E non bisogna ricercarne un significato profondo, perchè non ne ha uno.

    Questo penso che sia esagerato da dire per qualsiasi libro degno di questo nome, un opera letteraria ha sempre uno o più messaggi e significati, sia che l’autore li inserisca coscientemente, sia che filtrino dalle sue parole.

    La saga di Twilight, poi, mi sembra davvero pregna di significati e messaggi: l’importanza dell’amore, il peso del sacrificio, l’importanza di superare steccati e barriere ideologiche, il valore della vita, la necessità di confrontarsi con le implicazioni etiche e morali delle proprie azioni (si pensi ai membri della famiglia Cullen, che preferiscono passare l’eternità a soffrire la sete, piuttosto di porre fine a delle vite umane…)

    Gli spunti di riflessione mi pare abbondino…

  72. 814 Kiru

    CryForTheMoon, trovo ke quanto tu dica sia giusto. Se Gamberetta avesse usato il tuo stesso modo di far apparire il proprio giudizio, credo che sarebbe sembrata un po’ meno rompi… .

  73. 813 CryForTheMoon

    Gamberetta, ho letto ieri la tua recensione e oggi sono qui a commentarla =)
    Comincio dicendo che mi trovo d’accordo con alcune delle cose che hai scritto, ma ritengo un pò esagerati i commenti negativi sulle lettrici di Twilight e sulla Meyer. Penso che sarebbe stata una recensione più interessante senza quei commenti esagerati, ma è una mia opinione.
    Sono una ragazza e ho 16 anni, e quindi penso di essere nella fascia di età di chi ha più apprezzato Twilight. Questo libro l’ho letto l’anno scorso e quindi non è che me lo ricordi benissimo, ma ho visto il film e quindi in parte mi è tornato in mente.
    Allora, devo dire che, dopo averlo letto, sono rimasta davvero delusa. Io amo la letteratura che coinvolge vampiri, licantropi e quant’altro e il modo in cui la Meyer ha stravolto la figura dei vampiri non mi ha fatto molto piacere. Ma non è quello il punto importante.
    Infatti, sono soprattutto rimasta scioccata dalla banalità e dalla monotonia della storia d’amore di Edward e Bella O.O
    Infatti su questo sono assolutamente d’accordo con te: la loro storia manca di complicità e passione. In tutti e quattro i libri, avrò visto Bella sorridergli sì e no dieci volte. Questa è una cosa che mi ha colpita molto: cioè, io se vedo che piaccio a qualcuno che mi piace non resto lì così come un pesce morto, ma mi viene da sorridere, perchè sono contenta (poi vabbeh ci sono le eccezioni, ma se mi soffermo su ogni piccolo particolare non la finisco più xD). Insomma, io credo che Bella sia felice a suo modo con Edward, ma questa sua mancanza di umorismo e questo costante alone di depressione che la circonda secondo me rovina parecchio il personaggio.
    Inoltre, l’intervento di James alla fine è stato solo un espediente per non rendere il libro troppo morto.
    Comunque, alla fine Twilight mi era piaciuto normalmente. Cioè, non mi ha lasciato niente. Poi però l’ho prestato a una mia amica che lo voleva leggere, le è piaciuto, s’è comprata tutti i libri e mi ha implorata si leggere New Moon. Per farle piacere ho iniziato a leggerlo e mi è piaciuto MOLTO di più rispetto al primo. Infatti è stato reintrodotto e approfondito un nuovo personaggio: Jacob. Mi sono concentrata su di lui e così la serie ha finito per piacermi e me la sono letta tutta.
    Secondo me, concludendo, Twilight è un libro leggero, da leggere così per passare un pò il tempo. E non bisogna ricercarne un significato profondo, perchè non ne ha uno. Però gli altri libri sono piacevoli e a me sono piaciuti. Sicuramente questa saga non è un capolavoro, ma la Meyer scrive in modo piacevole e scorrevole, e i suoi personaggi (a parte Bella, che trovo interessante quanto un pesce morto) sono piuttosto affascinanti.

  74. 812 Kiru

    Brava Gamberetta! Sei riuscita ad attirare gente con la tua “stupenda recensione“, se così la vogliamo chiamare!
    Se era tuo intento provocarci … non sei riuscita al 100% nella tua impresa. Non è di mia intenzione insultare né te, né tutti gli altri che ti si mettono in coda. Ma non riuscirai mai a convertire i fan della Meyer.

    Ognuno ha il proprio “stile di scrittura”, come tu hai il tuo “stile di fare recensioni”. Hai ragione: paragonare Twilight al migliore di tutte le scritture, e a 3MSC, non è affatto concreto. E io, francamente, non trovo Edward in tutta questa bellezza! Ma il personaggio di Bella mi ammalia: è immatura, indifesa, ingenua…

    Edward:”E così il leone si innamorò dell’agnello”
    Bella:”Che agnello stupido”

    In effetti, ragionando sulla tua recensione non hai affatto torto. Ma che ci puoi fare? Non si può cambiare mezzo mondo buttando giù quattro parole in qualche secondo! Ci piace Twilight? Bene per noi, tanto di guagnadato! Appassionarsi a qualche lettura non fa mai male.
    Tu e la tua coda non godete di questo libro? Cosa importa a noi??? Ma non rovinateci il bello di questo racconto, la voglia di sognare e, soprattutto, non avete diritto di criticare noi lettori e Stephenie. Restringete le vostre mura attorno al libro, per favore, perché quando l’argomento inizia a divagare non mi piace. Ma hai letto almeno il titolo della recensione che hai scritto? Se ti fosse sfuggito, il titolo è “Recensioni :: Romanzo :: Twilight”, non “Recensioni :: Romanzo :: Twilight & co”!
    Poi mi incuriosisce sapere cosa ti da il diritto di toccare addirittura la gente! Quando la tua mente sarà pronta a concepire la risposta a questa domanda, mi farebbe piacere conoscere cosa la tua intelligenza ti ha suggerito! (non ti preoccupare se potresti impiegarci secoli: sarò qui ad aspettarti -.- Poi se non vuoi rispondere è un’altra faccenda.)

  75. 811 elena

    allora…premetto di non essere mai stata una fan della storia strappalacrime o di storielle da 4 soldi come 3 metri sopra il cielo,che fanno colpo sulle ragazzine ancora in fase pre adolescenziale,e durante quest’annoho letto proprio di tutto,da il signore degli anelli a il piacere di d’annunzio . . . gli ultimi 4 libri che ho letto fanno parte della saga di twilight,e qui arrivo al mio commento. probabilmente è esagerato considerarlo un capolavoro assoluto,ovviamente ci sono libri di livello superiore,però secondo me è un racconto che si legge in modo scorrevole,a volte con qualche tempo morto ma che piace senza difficoltà,sia agli amanti dell’azione che del romanticismo . . . e questo non è il romanticismo stupido,come quello di ho voglia di te,3 metri sopra il cielo,è una amore d’altri tempi,che ha poco a che vedere con i giorni nostri . . . ci sono i soliti stereotipi della ragazzina impacciata che conquista non si sa come il bello della scuola,le insicurezze adolescenziali e il solito lieto fine,però attira perchè è una storia d’amore perfetta che si svolge in un modo totalmente inusuale.questo libro piace così tanto perchè da un’idea dell’amore e di certi valori che ad esso si accompagnano,che ormai non esistono più,e siamo costretti ad andarli a ripescare in storie come queste.si può essere d’accordo che a qualcuno non piaccia questo libro perchè è troppo romantico,o perchè i vampiri per antonomasia dovrebbero essere totalmente senza cuore e scrupoli,ma secondo me il ribaltamento di questa situazione fissa,che avviene in twilight,se proprio ad alcuni non piace,può essere per lo meno considerato interessante.e poi se permette di sognare ad occhi aperti e di trascorrere qualche ora di relax di lettura,perchè da così fastidio?secondo me in questo sito si fa solo della facile ironia,se si vuole andare a spaccare il capello lo può fare su ogni cosa.concludendo,twilight è un bel libro!

  76. 810 eris93

    aiuto…!!!! ma che è sta roba??? se è davvero così, m i auguro di non leggerlo mai….

  77. 809 Fos87

    Piccola Bella, parlo da fan della Meyer ma anche da acerrima nemica dei cosiddetti “bimbiminkia”: prima di insultare qualcuno, impara almeno a non massacrare l’italiano.

    A. a volte un libro lo si compra per curiosità, anche se poi ci si pente. A me Twilight è piaciuto, ma non mi sembra giusto prendersela con l’autrice della recensione perchè ha volutamente calcato la mano: per favore, recuperate un po’ di sano senso dell’umorismo e imparate a prendervi un po’ meno sul serio.

  78. 808 piccola bella...

    ma vaffanzulo a ki ha scritto qst recensione di merda

  79. 807 Flavia

    a. personalmente l’ho comprato perchè ammetto ci fosse un pizzico di curiosità visto che molte mie coetanee l’avevano letto (e io ho diciannove anni) e trovato piacevole. Ora.. io il mio giudizio una volta chiuso il libro l’ho dato e se permetti trovo abbastanza scontato il tuo commento del “perchè lo avete comprato?”..perchè non abbiamo le catene e ognuno si legge quello che gli pare. contenta?

  80. 806 a.

    mi aspettavo una recensione divertente, particolare oggettiva che colpiva i punti “morti ” del romanzo .invece parole inutili.Ma se non vi piacciono questi scrittori “terra terra” che li comprate a fare questi libri?Per reputarvi intelligenti ,per credervi mentalmente superiori agli altri…muah!chiudo va che è meglio.

  81. 805 Fos87

    Gamberetta, le biblioteche sono una grande risorsa!

    Francesca, secondo me un difetto di Twilight è lo squilibrio tra prima e ultima parte: il libro è molto lento per tre quarti buoni, poi nell’ultimo quarto va come un treno per dargli un finale! Questa cosa si nota anche in New Moon, mentre in Eclipse la struttura è molto più omogenea; in Breaking Dawn invece le prime parti sono piuttosto veloci, mentre il finale è un po’ troppo lento.

  82. 804 Francesca

    Io ho letto Twilight qualche mese fa e devo dire che mi e’ piaciuto!
    Credo che ci siano libri migliori che trattano di storie d’amore rispetto al romanzo della Meyer,ma comunque per me rimane un testo scorrevole e carino da leggere!
    Anch’io non essendo ne’ una scrittrice ne’ una filosofa credo che alcuni discorsi siano superflui e alcune scene banali.
    Un esempio? Il motivo per cui James vuole uccidere Bella, LA CACCIA E’ LA SUA OSSESSIONE, secondo me la Meyer avrebbe potuto trovare qualcosa di meglio!

    Per l’autrice della recensione ho solo una cosa da dire, sicura di voler diventare una scrittrice?No perche’ saresti un’ottima comica, fai davvero sbudellare dalle risate!

  83. 803 Gamberetta

    @Fos87.

    Gamberetta, a proposito, che ne dici di buttare un occhio su un certo “Vampirus”, o qualcosa del genere? Ho letto qualcosa e mi sa che ci sarebbe da ridere.

    Ho letto la trama di questo “Vampirus” e in effetti pare possedere una notevole dose di demenza, ma non abbastanza da farmi spendere 18 euro. Adesso guardo se c’è su emule.

  84. 802 Fos87

    Flavia, miracoli della fama: quando un libro diventa famoso non averlo letto è scandaloso, triste ma vero. Io ho scoperto Twilight quando era appena uscito, così come una mia amica pazza per la serie, e francamente ci rattrista un po’ questa eccessiva commercializzazione. Senza contare gli effetti secondare di questo “boom-Twilight”, ovvero il fiorire di libri sui vampiri in tutte le salse, solitamente uno più orrido dell’altro.
    Gamberetta, a proposito, che ne dici di buttare un occhio su un certo “Vampirus”, o qualcosa del genere? Ho letto qualcosa e mi sa che ci sarebbe da ridere.

  85. 801 Flavia

    Non c’é recensione più divertente e azzeccata di questa!!Purtroppo ho “letto” twilight e ho impiegato più tempo di quanto non feci per “cent’anni di solitudine”..é umanamente possibile?!? Non riuscivo proprio a concludere un dialogo che chiudevo esasperata quel mattone(pesante in senso figurato!!!) chiedendomi “ma c’é chi trova interessante questa roba?”. Quanto alle lettrici..credo ognuno sia libero di criticare e di appoggiare libri, film o qualsiasi altra cosa gli garba..che male c’é in questo? Ma sto parlando di aria fritta e rifritta.Puttosto mi fa rabbrividire la commercializzazione che c’è alla base di questo “fenomeno”, basta entrare in una qualsiasi delle librerie (anche a pizzo calabro per dire..) e vedere pile di libri e ragazzine adoranti..com’é possibile che piaccia a tutte? che tutte abbiano lo stesso identico gusto in fatto di libri? mah..
    un bacione Gamberetta :)

  86. 800 Giulia

    A me è piaciuto, ma anche la recensione era simpatica. Quello che mi è piaciuto poco, invece, sono alcuni commenti, i quali autori tengono evidentemente un tomo di grammatica da pugnalare di tanto in tanto, quando non hanno nulla da fare.

    PS: Gamberetta, forse moderare un po’ i termini, non tanto sul libro ma su chi lo legge, potrebbe essere gradito.

    Mi associo a entrambe le osservazioni.

    Certi commenti sono illeggibili tanto stravolgono le regole delle grammatica italiana!

    D’altro canto, inserire espressioni offensive nelle recensioni certo non aiuta a placare gli animi.

    Un po’ di rispetto reciproco, please.

  87. 799 io_

    cercerò di contenermi il più possibile.
    allora per prima cosa non capisco proprio come tu possa dire queste cose, mi sbaglio o hai detto che ti è molto piaciuto 1 qualche libro che non ricordo? bè allora non capisco come puoi dire queste pure CRUDELTA’ su twilight e sulle sue lettrici appassionate. io per esempio sono rimasta male per come ci hai insultato perchè mi ritengo intelligente. sai.. riesco quasi ad immaginarti mentre ridi di tutte le ragazze e ragazzi che si sono sfogati insultandoti e che sono sicura consideri degli sciocchi. sai una cosa? ora sono io che sorrido perchè credo che tu sia una sciocca. sopratutto perchè si direbbe porpio che non sei riuscita ad afferrare il senso di tutto il libro soffermandoti sui vampiri e sull’amore, a me è sembrato molto di più. bè leggi questi commmenti che ti hanno lasciato e riflettici. ti servirebbe. spero che almeno tu abbia capito che hai veramente assolutamente ESEGERTATO. mi 6 sembrata crudele. e visto che non avrò occasione di conoscerti questo è quello che penserò per sempre di te. e questo è quello che racconterò domani alle mia amiche. bè ciao.

  88. 798 Raven

    Mah. A me è piaciuto, ma anche la recensione era simpatica. Quello che mi è piaciuto poco, invece, sono alcuni commenti, i quali autori tengono evidentemente un tomo di grammatica da pugnalare di tanto in tanto, quando non hanno nulla da fare. Potrei citare Fos, e dire che far rientrare nei cosiddetti bimbiminkia tutta la categoria dei lettori di Twilight…mah. Certo è che alcuni non sembrano farsi problemi, su questo.
    E allora, adesso, mi potreste dire: “Da che parte…” ops. Riproviamo.
    “da ke parte stai???? tu 6 sl 1 testa di k@##o!!!!!! ma stai trpp male!!!!!!!!111!!!1UNOUNOUNO!!!1!”
    Ecco, penso che così sia più corretto, giusto?
    Dopo il mio piccolo sfogo personale, svanisco nella notte. Saluti a tutti, e di nuovo condoglianze per la Lingua Italiana.

    PS: Gamberetta, forse moderare un po’ i termini, non tanto sul libro ma su chi lo legge, potrebbe essere gradito. Rischi di metterti al loro (indica i precedenti) livello, anche se certamente con una grammatica migliore.

  89. 797 Fos87

    Ho lasciato il mio giudizio prima di leggere gli altri commenti, quindi rieccomi qui.
    Ragazzi, non credete di esagerare un pelino? Premettendo che neanch’io sono una ragazzina scema, che faccio il terzo anno di Filosofia e sono abituata a leggere gente come Nietzsche e company, mi pare eccessivo prendersela tanto: l’articolo è volutamente eccessivo, fatto per saltare all’occhio e colpire con parole forti. Non credo che Gamberetta volesse insultare ogni singolo lettore di Twilight.

    Ah, un’altra cosa: ho notato che molti difensori del libro scrivono in maniera orrida, usando k e altri orrori del genere. Fatevelo dire: così non fate fare bella figura alla nostra categoria.

  90. 796 Fos87

    Recensione ironica, cattivissima e, soprattutto, divertente: hai fatto ridere persino la sottoscritta, a cui Twilight è piaciuto!
    Complimenti!

  91. 795 ...*Alessia*...

    Ce posso sta ke nn te piace il libro… so gusti.. Ma ki te credi de esse pe di “Ma questi erano i giudizi di ragazzine cerebrolese.” cerebrolesa ce sarai tu!! xke fino a ke se parla de un libro ce posso sta… ma qnd cominci a attacca persone ke nn la pensano cm te te co ste cattiverie gratuite fai ride! ma ke sei dio sceso in terra??? aripiate!!!!

  92. 794 Ghoul

    Oh cristo, ma e’ un invasione O_O

  93. 793 -oOBlack_RoseOo-

    complimenti x la fantasia kn cui hai scritto la recenzione!!mi sn fatta 4 sane risate leggendolo,ma ahimè,io sn una grandissima fan di twilight e tt i libri a seguito…
    alla fine è questione di opinioni,di gusti personali e dal modo in cui interpreti ciò k leggi…
    quindi nn sto a quì a dirti d crescere,di prendere le medicine o altre cavolate del genere xk viviamo in un paese libero dove ognuno può esprimere liberamente il suo pensiero..
    quindi mi riferisco alle fan km me k hnn lasciato qlk commento sgradevole riguardo la recenzione… se vi da fastidio leggere qst cose,nella pagina in alto a destra vi è una freccetta rossa,vista?nn t resta altro k cliccarci sopra e ignorare ciò k hai letto,è tnt facile la cosa!!
    nn vi lamentate se le xsn nn rispettano la vostra xsn se poi siete voi le prime a nn farlo rispetto all’altra……e poi tt si kiedono xk noi fan(o la maggior parte)siamo considerate stupide ragazzine adolescenti in calore…un esame d coscienza ragazze….
    cmq l’unica cs è stata un pò il fatto k la meyer si deve impiccare…poveretta!!!!
    vado ora!ciao!!

  94. 792 Twilight - Pagina 3 - GotNaruto Forum

    [...] recensione del romanzo che mi pare molto esplicativa del suo livello e soprattutto chiarissima: Gamberi Fantasy ? Blog Archive ? Recensioni :: Romanzo :: Twilight @Pronvi : hai decontestualizzato quello che ha detto Aaba estraendo "fantastico" dal suo [...]

  95. 791 Mr. Lunastorta

    Alcuni commenti sono davvero esilaranti! :-D

  96. 790 Alex

    Vorrei postare la versione di un figlio di 8 anni di una mia collega che, dopo aver visto il film, perorato dalla sorella, ha fatto questa stringata ma essenziale versione della cosa. ^^

    I VAMPIRI

    Sono umani morti che risorgono e succhiano il sangue degli uomini e degli animali; sono molto veloci e forti ma alcune volte aiutano gli uomini da altri vampiri che cercano di mangiarli e una storia è twilight un film che parla di una famigli di vampiri ma che succhiano solo il sangue degli animali . Questa famiglia cerca di aiutare una ragazzina inseguita da James, un vampiro che succhia il sangue delle persone, ma la famiglia di vampiri vegetariani cerca di uccidere James e alla fine ce la fanno.Così la ragazzina si innamora del vampiro ma durante la lotta si è rotta un gamba però per il vampiro andava bene lo stesso e si fidanzarono.

  97. 789 giada

    mi fai pena. il libro è bellissimo, infatti è diventato un film non attrettanto bello ma di successo, tu non capisci niente se fai questi commenti, se avessi letto anke l’autobiografia dell’autrice potresti fare commenti + intelligenti anzike sparare cakkiate su come secondo te è stato impostato il libro! ok, magari è stato anke scritto solo per vendere alle ragazzine sceme! e allora? tu hai dei problemi forse? vorrà dire ke i super incassi dei cinema appena è uscito testimoniano ke il mondo è interamente abitato da ragazzine sceme, io sono andata a vederlo con il mio ragazzo ke fa l’universita di medicina, ha i voti + alti, adora twilight e se permetti è TUTT’ALTRO KE SCEMO! quindi se scrivi una recensione evita di insultare la gente ok? ci fai solo delle figure! il mondo nn è diviso in persone sceme(che leggono twilight) e persone furbe (ke leggono quello ke piace a te) non puoi definire sceme quelle (comunque ti ricordo ke esistono anke dei lettori maski! o anke loro sono considerati”ragazzine sceme”?bah..) ke comunque ad una persona ke neppure conosci non fa tanto piacere sentirsi tirare dei nomi per i suoi gusti di lettura! tu mi dai della scema? io non mi considero scema…beh…convinta tu….ti lascio alle tue opinioni penose…

  98. 788 claudia

    Ciao carissima,
    che Twilight non ti piaccia è normale. Non tutto può piacere a tutti.
    Ma che tu dica che per questo ti senti più intelligente delle altre che invece amano questa saga…beh, lasciatelo dire: non è molto simpatico da parte tua.
    Twilight non ha stimolato la tua intelligenza? buttalo nel cestino e leggiti qualcos’altro. Ma perché te la prendi tanto con chi, invece, apprezza questi libri? Non è detto che tu sia tu a stabilire cosa è intelliente e cosa non lo è; cosa è bello e cosa non lo è; Per te Twilight non è né bello né intelligente. Liberissima. Ma per altri lo è. Mai sentito parlare della relatività? non è solo la teoria di Einstein. My God, i gusti sono relativi…per fortuna. Abituati mia cara. Non sei al centro dell’Universo, né il Giudice supremo dell’orbe terraqueo.

  99. 787 Latte in polvere.

    Ciao!
    Ho letto il tuo intervento e sinceramente l’ho trovato troppo estremista.
    Condivido alcune delle cose che dici: è una storia che non è poi diversa da molti altri legami “epici” che alla fin fine gira e rigira sono sempre la stessa frittata. In alcuni punti è carente. Però è anche vero che la Meyer ha saputo ritrovare alcuni valori che in moltissime altre storie non ci sono più, e questo va riconosciuto.
    Prendi Moccia, ad esempio, Step&Babi e compagnia bella.
    Lì posso concepire un intervento così drastico.
    Qui lo capisco di meno.
    Non ti voglio offendere, non è un commento scritto a questo scopo.
    Però di fondo credo che, se nella tua vita vorrai davvero intraprendere la carriera della scrittrice, dovresti essere un po’ meno prevenuta, perchè se la Meyer ha venduto così tanto ci devono essere dei motivi…
    un saluto!

  100. 786 carla

    Ho letto twilight: devo dire che scorreva senza troppi intoppi, una lettura facile, elementare, di quelle che non ti fanno saltare le orecchie per una crisi di nervi dovuta a frasi astruse o paragrafi strampicchiati. Ecco, il romanzo l’avrò letto si e no in una setitmana, tipo un’oretta al giorno… e non mi è rimasto nulla. C’é, non mi era mai capitato di leggere un libro e non ricavarne assolutamente nulla, né un senso di nausea, né un qualche spunto di riflessione, nè una risata, nè un pianto, né un senso di vuoto perchè la storia è finita e mi dispiace perchè mi ci ero davvero affezionata… le così dette sensazioni che mi avrebbe dovuto provocare il signor edward coi suoi sussurri e parole e bla bla bla mi hanno lasciata indifferente… nella protagonosta non mi ci immedesimo manco morta ammazzata e diciamo… i personaggi secondari? boh…. nel libro primo, twilight, ci sono personaggi secondari, a parte i due piccioncini tubanti? ah sì, la famiglia di vampiri vegetariani, che poi io sì che sono vegetariana e questa definizione di vegetariano che trucida animali innocenti mi ha fatto ribollire il sangue, e diciamo che questa è l’unica cosa che ho provato durante tutto il libro… poi, altri personaggi secondari? ci saranno pure, ma a quanto pare per la scrittrice sono solo il contorno obbligatorio, perchè in fondo è vero, sì, Bella va in una scuola, e una scuola non è fatta solo di due innamorati che si rincorrono tra i corridoi deserti, le aule vuote… eh, servono degli alunni, sennò che si fa, un paese fantasma? E perciò ecco l’amica impicciona e vuota, stampo talmente trito e ritrito che ormai per me tutte sono uguali e neanche mi disturbo di chiamarle per nome… e poi sì, anche due o tre spasimanti… il secchione di turno, che sembra debba raggiungere il cuore di miss america quando si tratta solo di Bella, che è un’idiota imbranata, da quanto ci dicono a ogni pagina… poi il fighettino di turno, che fa da mecenate per le prime settimane a bella, sennò la povera imbranata non sarebbe stata tale a trovare subito la strada per tutte le aule con la sua cartina al contrario… e poi il tizio dello storico incidente che quasi spalmava bella sull’asfalto, e poi tanto per togliersi dai maroni le si appiccica come una sanguisuga… beh, detto questo, ecco, con questo libro ho imparato cosa si priva a leggere l’aria…. nulla.

Pagine: « 15 14 13 12 11 10 [9] 8 7 6 5 4 3 2 1 » Mostra tutto

Lascia un Commento.
Per piacere, rimanete in argomento. Per maggiori informazioni riguardo la politica dei commenti su questo blog, consultate la pagina delle FAQ.

  

Current day month ye@r *